17/09/2015 - 17:41

“Finalmente la legge sul “dopo di noi” per il sostegno alla famiglie delle persone con disabilità gravi arriva nell’Aula del Parlamento. Dal 29 al 3 ottobre porteremo a casa la risposta alle preoccupazioni di tanti genitori in pena per sorte dei figli dopo che non ci saranno più”. Lo dichiara Ileana Argentin, deputata del Partito Democratico.

“Dalla precedente legislatura – spiega Argentin - i tentativi di lavorare su questo provvedimento sono stati moltissimi ma sia con il governo Monti che con quello precedente di Berlusconi non si era riusciti ad andare oltre alle chiacchiere e alle commissioni”.

“Sono felice come mai di poter indicare una data certa ai tanti parenti delle persone con patologie gravi: potranno finalmente concedersi il ‘lusso’ di conoscere quale sarà il destino dei loro figli”, conclude Ileana Argentin.

12/11/2014 - 12:15

La commissione Bilancio dichiara inammissibile emendamento Pd per stanziare 450milioni di euro

“Dichiarare inammissibile il mio emendamento che stanziava 450milioni di euro per il Fondo per la non autosufficienza è inaudito. Su questo punto c’era stato il parere favorevole del governo e, nei giorni scorsi, autorevoli esponenti dell’esecutivo avevano preso l’impegno pubblicamente di aumentare di 50milioni di euro il Fondo rispetto alla dotazione dell’anno scorso. Il governo si prenda le sue responsabilità e si ricordi che la non autosufficienza ha delle necessità concrete. Sarebbe una vergogna il taglio di risorse; da parte nostra insisteremo per l’aumento del Fondo”.

Lo ha detto Ileana Argentin, deputata del Pd in commissione Affari sociali.

 

26/08/2014 - 12:35

“Benissimo i secchi di acqua gelata ma attenzione all’artrosi. Anche io, insieme al mio compagno, mi sono lanciata un secchio di acqua per aderire alla campagna di raccolta dei fondi per la ricerca sulla Sla; ma non ho fotografato l’accaduto. Ho preferito condividerlo con molti amici e spiegargli cosa sia questa patologia. Credo che Matteo Renzi, partecipando a questa campagna, abbia fatto un grande gesto come premier; gli propongo di farsi portavoce per sensibilizzare l’opinione pubblica affinché ad ogni secchiata corrisponda una donazione di un euro. Quel che serve per fare le cose sono i soldi, e questo vale in particolare per il settore delle sanità”.

Lo ha detto Ileana Argentin, deputata in commissione Affari sociali.

 

17/07/2014 - 17:10

Accelerare legge sul ‘dopo di noi’ in commissione

“L’omicidio di Erba la racconta lunga sullo stato della disabilità grave oggi in Italia. Un figlio esasperato dalla stanchezza è arrivato ad uccidere la madre di 89 anni malata di Alzheimer. È il dramma di un figlio di fronte alla propria madre malata grave che non erano riusciti a far inserire in una struttura di accoglienza a causa della mancata risposta alla loro domanda. Continua così il dramma della disabilità grave. Quando la famiglia non ce la fa più, nessuno la può sostituire. Dobbiamo aumentare i fondi sulla non autosufficienza e dobbiamo dare risposte sul ‘dopo di noi’ su cui ci sono diverse proposte di legge del Pd già all’esame della commissione. Si tratta cioè di accelerare l’iter per dare rapidamente risposte a quanti vivono un dramma nella loro famiglia”.

Lo dice Ileana Argentin, deputata del Pd in commissione Affari sociali.

 

15/07/2014 - 18:36

Vergogna, non ci possono essere altre parole. Ancora oggi maltrattamenti su chi non sui può difendere. È impossibile immaginare che adulti si approfittino di bambini con deficit gravi, arrivando a picchiarli come mostrano le telecamere nascoste dai carabinieri presso la “Casa di Alice” di Grottammare. Per fare assistenza in un centro, ci vuole professionalità ma soprattutto cuore. Questa gente si dovrebbe vergognare e dovrebbe essere punita immediatamente con pene esemplari. I bimbi autistici sono così non per loro scelta, ma per una grave patologia. Avere delle reazioni violente nei loro confronti è disumano e inconcepibile. Non esistono scusanti per un comportamento di questo genere: nemmeno il problema di mancati pagamenti o dello stress che comporta tale lavoro può giustificarli umanamente né professionalmente.

Lo afferma Ileana Argentin, deputata del Pd e componente della commissione Affari sociali della Camera.

 

26/06/2014 - 16:48

“Una legge per il ‘Dopo di noi’, un provvedimento che aiuti e sostenga le tantissime famiglie con figli disabili, per assicurare un futuro dignitoso nel momento in cui i genitori non ci saranno più”. La chiede, Ileana Argentin, deputato Pd affetta lei stessa dalla nascita da una grave malattia degenerativa, e prima firmataria di un progetto di legge sul “Dopo di noi”, che la settimana scorsa ha cominciato il suo iter legislativo in Commissione Affari sociali della Camera.

“Questa legge è urgentissima perché di famiglie in queste condizioni ce ne sono davvero tante. Sono 2 milioni 600 mila le persone che nel nostro Paese sono colpite da disabilità grave e per questo non sono autosufficienti. Ciò vuol dire che le famiglie italiane interessate sono circa il 15 per cento del totale, quindi il 4,8 per cento della popolazione italiana”.

“Per far pressione sui colleghi parlamentari ho lanciato una petizione online, sulla piattaforma Change.org, che in 24 ore ha raccolto 35 mila firme e centinaia di commenti e testimonianze. Intitolata ‘Urgentemente una legge sul #DopoDiNoi’, la petizione prende spunto da un tragico fatto di cronaca, avvenuto a Roma nell’aprile scorso, quando un pensionato, Sergio Ruggero ha ucciso la moglie, dopo che a questa era stato diagnosticato un tumore, ponendo poi fine anche alla vita del figlio disabile. Abitavano a duecento metri da casa mia e tutte le volte Sergio mi diceva: ‘Che succederà, ad Alessandro, dopo la mia morte e quella di mia moglie? Non abbiamo parenti, Ileana fai qualcosa per il ‘Dopo di noi’, non dimenticartene’”.

“Lo scopo della petizione è quello di fare pressione sui presidenti di Camera e Senato e su tutti i capigruppo parlamentari, per far sì che la legge, presentata ma non promulgata anche nelle passate legislature, abbia un iter accelerato e riesca ad essere approvata prima del prossimo 3 dicembre, giornata mondiale della disabilità”.

 

17/06/2014 - 18:11

“Quanto successo a Danilo, il bambino down di 9 anni, rifiutato da un centro estivo romano perché, a detta del responsabile, non organizzato per accoglierlo, è vergognoso”. Lo dichiara Ileana Argentin, deputata del Partito Democratico.

“Tutti i centri estivi o strutture ludiche – spiega l’Argentin – sono per tutti i bambini, siano essi disabili o no. Il bambino al centro dell’episodio è, per giunta, completamente autosufficiente. A quale fantomatica organizzazione fa dunque riferimento il responsabile della struttura romana? Invito pertanto il sindaco Marino e il presidente del municipio Barletta a chiudere il centro in questione. Non è possibile che nel 2014 qualcuno possa compiere di discriminazioni di questo genere”.

“Da quando l’episodio di Danilo – continua la deputata democratica - è diventato pubblico, ho ricevuto decine di mail che segnalano casi analoghi in tutta Italia, dal nord al Sud. E anche l’Anfass conferma l’esistenza di questa orrenda abitudine. Non ci sono parole. Se esiste la legge 104 di indirizzo per l’handicap, mi chiedo perché non vengano applicate la norme di essa che prevedono l’integrazione e l’inclusione”.

“E’ venuto il momento di arrestare questa tendenza. Le amministrazioni locali chiudano le strutture colpevoli, come nel caso di Danilo, della violazione di diritti elementari dei cittadini, specie se bambini”, conclude Ileana Argentin.

 

 

13/05/2014 - 12:50

 “Complimenti a Matteo: finalmente il Terzo Settore è stato messo al centro della dovuta attenzione per una sua sostanziale riforma con linee guide  programmatiche nuove e costruttive, lontane da vecchi schemi retrogradi e di poca valenza con cui questo settore è stato troppo a lungo trattato rispetto alla reale importanza che invece riveste nella società per tutti noi.

 

Aspetti fondamentali di questa nuova lettura è il collegamento tra privato e il pubblico e il riconoscimento della sua crescita come fattore prioritario in questo periodo di crisi drammatica e di essere stato motore di partecipazione e  di autoorganizzazione.

Se non ci fosse stato il terzo settore, le scarse risorse di oggi avrebbero maggiormente peggiorato la qualità della vita delle persone”.

Così la deputata Pd Ileana Argentin, componente commissione Affari Sociali.

06/05/2014 - 18:49

“Comprendiamo i grandi sforzi che la giunta Marino sta affrontando per risanare un bilancio disastrato ricevuto in eredità, ma non è accettabile che a pagare siano i dipendenti di Roma Capitale: togliere 200 euro a stipendi mensili di 1200 euro è pura follia”. Lo dichiara Ileana Argentin, deputato del Partito Democratico.

“Auspico – conclude l’Argentin - che tutti si impegnino a trovare una equa soluzione a questa grave emergenza che riguarda 25.000 “famiglie romane”.

Pagine