14/11/2017 - 12:07

Far Web è il saggio pop che indaga da vicino il fenomeno dell’inquinamento della Rete in tutte le sue manifestazioni, per spiegarci di cosa parliamo quando parliamo di odio e social media.

L’ultimo libro di Matteo Grandi verrà presentato oggi, martedì 14 novembre, alle ore 13.00 alla Sala Conferenze Stampa della Camera dei Deputati.

“Spesso Internet diventa il luogo in cui scaricare rabbia e frustrazione pensando di rimanere impuniti – dice l’On. Anna Ascani, Responsabile del Dipartimento Cultura PD e promotrice dell’evento – ma Internet può essere anche un luogo di formazione, educazione e sensibilizzazione. Un giano bifronte, insomma: da un lato zona franca dove poter attaccare ferocemente, dall’altro potentissimo mezzo per creare opinione e accendere la luce su un tema. Penso ad esempio alle tantissime donne che stanno denunciando anni di molestie ed abusi, che senza i social media probabilmente non avrebbero avuto questa attenzione, e alle quali da donna e da rappresentante delle Istituzioni, va tutta la mia solidarietà”.

18/09/2017 - 17:19

“La mia proposta di legge, che regola organizzazione, incentivi e accesso ai capitali nel settore dell’Industria Culturale Creativa, approda alla Camera per la discussione”. Lo dichiara Anna Ascani, deputata del Pd, la quale spiega:

“All’Industria Culturale Creativa si deve il 6% del PIL italiano del 2016. Se  si considera tutta la filiera culturale, si arriva a un ordine di grandezza del 15% circa del PIL. Sono numeri impressionanti, per un insieme di professionalità molto ampio destinato ad aumentare in futuro per spettro e volume. Su queste basi, con i colleghi della Commissione Cultura e tante associazioni e operatori del settore abbiamo lavorato proficuamente a una proposta di legge che, dopo quasi due anni di lavoro intenso, arriva oggi all’esame della Camera, e che ambisce a dare riconoscimento alle imprese culturali e creative quali strumenti d’organizzazione del lavoro creativo, definendo e identificando una serie di agevolazioni a suo supporto. Il lavoro culturale e creativo s’interfaccia naturalmente col patrimonio e ha pertanto una valenza pubblica molto spiccata e da declinare al futuro. Il nostro patrimonio e quindi noi stessi richiede strumenti adeguati, che questa proposta di legge supporta. Confido quindi in una sua rapida approvazione”.

02/08/2017 - 17:24

“18App, ossia il bonus di 500 euro per spese in cultura per tutti i diciottenni, è stato un investimento educativo, ben riuscito, sulla capacità dei nostri ragazzi di vivere autonomamente i consumi culturali ed è un esempio interessante di riequilibrio del sostegno statale alla cultura, investendo insieme su offerta e domanda”. Lo dice Anna Ascani, deputata e responsabile del Dipartimento Cultura del Partito Democratico, parlando di 18App in attesa del decreto per i nati nel '99, prossimo all'uscita, e in vista della prossima legge di bilancio.

“Per questi motivi - prosegue Ascani - auspico che si proceda speditamente con il decreto attuativo per rendere operativo il bonus per chi compie 18 anni nel 2017 e considero importante inserire fin da ora tra le priorità del PD per la prossima legge di bilancio rendere strutturale 18App e confermare l'idea secondo la quale per ogni euro speso in sicurezza se ne investe uno in cultura. Le politiche culturali italiane hanno ispirato in questi anni i nostri cugini d’oltralpe sotto vari aspetti e anche 18App sta facendo scuola: non può quindi essere proprio il nostro paese a tirarsi indietro, bisogna anzi fare due passi avanti e rendere stabile 18App”.

25/07/2017 - 09:51

“È un’ottima notizia quella del Consiglio di Stato che ribalta, come chiesto dal MIBACT, gli esiti dei ricorsi al TAR promossi dal comune di Roma a guida Raggi”. Così la deputata dem Anna Ascani, neo responsabile Cultura PD, commenta la sentenza del Consiglio di Stato che ribalta quelle del TAR Lazio sul Parco Archeologico del Colosseo e selezione internazionale per il direttore.

“Rendere più aperto e meritocratico il mondo della cultura italiana - continua Ascani - è stato uno degli obiettivi qualificanti dei mille giorni di governo. In particolare, aprire le porte della cultura italiana alle eccellenze italiane e straniere, come si prevede di fare con la selezione pubblica internazionale per il Parco Archeologico del Colosseo, non lede alcuna prerogativa dello Stato. È evidente – conclude - che ci siano in campo due visioni di cultura e di paese: quella del governo guidato dal Partito Democratico, che invita la direttrice generale dell’UNESCO nel Consiglio d’Amministrazione del Parco Archeologico del Colosseo. E quella della Raggi, della sua amministrazione e del suo Movimento: provinciale, chiusa, non a caso quella che dice ‘no’ persino alle Olimpiadi. Oggi, quindi, è una bella giornata per la cultura italiana e per il nostro paese.”

13/07/2017 - 10:53

"Promuovere la didattica laboratoriale e offrire alle scuole strumenti all'avanguardia e la possibilità di ammodernare le proprie strutture: con questi obiettivi, e con uno stanziamento di circa 26 milioni di euro, a febbraio il Miur aveva lanciato l'avviso pubblico nell'ambito del Pon 2014-2020. I risultati delle graduatorie sono incoraggianti: 270 progetti in tutto il Paese, proposti dai licei scientifici con sezioni a indirizzo sportivo e dai licei musicali e coreutici, saranno finanziati per potenziare impianti e attrezzature. Sei di questi progetti riguardano scuole umbre, che otterranno un finanziamento totale di 600mila euro. Come Partito Democratico abbiamo sempre detto che l’Italia si rimette in moto a partire dalla scuola e questa legislatura è stata conseguentemente caratterizzata da un impegno a 360 gradi: il grande investimento sul personale, il Piano Nazionale Scuola Digitale per la formazione di studenti e insegnanti e per il potenziamento delle infrastrutture, il diritto allo studio, l’edilizia scolastica. Questo finanziamento per laboratori e impianti sportivi è un ulteriore tassello prezioso, di cui mi congratulo con tutte le scuole che hanno partecipato alla selezione”.

Lo ha detto Anna Ascani, deputata del Pd componente della commissione Cultura.

04/07/2017 - 18:53

“Per tanti motivi sono felice che la Camera abbia approvato la proposta, a prima firma Sereni e sottoscritta da tutti i parlamentari umbri, di cui sono stata relatrice in Aula, che prevede di includere Umbria Jazz nel novero delle manifestazioni musicali d’interesse internazionali. Sono felice perché Umbria Jazz è la quintessenza dell’orgoglio umbro, segno distintivo del nostro territorio nel mondo, ed è giusto riconoscergli lo status che si è guadagnato con anni d’impegno ai massimi livelli. Sono felice perché, come il Pd sostiene, investire in sicurezza sarebbe inutile se non s’investisse, come stiamo facendo, anche in cultura: è fondamentale supportare ciò che ci distingue e crea la nostra identità. Infine, sono felice perché credo sia importante aiutare in tutti i modi una terra bellissima, la mia Umbria, che col terremoto ha subito un colpo molto duro anche dal punto di vista turistico ed economico. La proposta di legge  approda adesso al Senato che auspico e confido sia altrettanto celere”.

Così la deputata Dem, Anna Ascani, commenta l’approvazione alla Camera della proposta di legge che include Umbria Jazz tra le manifestazioni musicali d’interesse internazionale, riconoscendovi un finanziamento annuale di 1 milione di euro.

21/06/2017 - 12:11

“La sinistra è quella che quando va al governo amplia i diritti, riduce le disuguaglianze e la povertà. Con i fatti, non con le parole. L’ISTAT oggi certifica che le misure d’intervento pubblico (bonus di 80 euro, aumento della quattordicesima per i pensionati e sostegno d’inclusione attiva) messe in campo in questi anni dal governo del PD stanno dando i frutti sperati: la riduzione delle diseguaglianze.  L’indice di Gini che misura le diseguaglianze è diminuito e si è ridotto il rischio di povertà. Sempre l’ISTAT stima che il 56,6% delle persone nella fascia di redditi più bassa ha ricevuto miglioramenti materiali della propria condizione. Da forza di governo dobbiamo dare seguito a questi risultati che ci incoraggiano, ma che non bastano. Sempre l’ISTAT segnala infatti che i giovani sono il punto debole e sono a forte rischio povertà. C’è molto altro da fare e lo faremo per ottenere l’obiettivo di una società con più opportunità e diritti e meno diseguaglianze”.

Lo ha detto Anna Ascani, deputata del Pd e componente della commissione Cultura

19/06/2017 - 14:07

Con orgoglio presento all’Aula la proposta di legge, a prima firma della collega Sereni, e sottoscritta da tutti i parlamentari eletti in Umbria di tutti i gruppi politici, finalizzata al sostegno e alla valorizzazione del festival Umbria Jazz che, da umbra, per me assume una valenza anche affettiva. Questa manifestazione rappresenta un momento di conoscenza e diffusione della cultura jazz, ma è anche ambasciatrice, in Italia e nel mondo, di crescita economica, sviluppo territoriale, valorizzazione del patrimonio culturale e attrazione turistica. Questa proposta di legge intende includere il festival Umbria Jazz tra le manifestazioni musicali e operistiche di assoluto rilievo internazionale (L. n.238/2012) e garantisce l'erogazione di un contributo finanziario annuo di 1 milione di euro, a decorrere dal 2017, in favore della Fondazione di partecipazione Umbria Jazz, costituita per garantire la continuità della manifestazione. Le diverse sottoscrizioni alla proposta di legge dimostrano la presenza di un consenso trasversale.  Mi auguro, quindi, che si possa giungere presto alla sua approvazione definitiva.

Lo afferma Anna Ascani, deputata del Pd.

26/05/2017 - 12:13

"La scuola ha un problema solo: i ragazzi che perde. Questo diceva un grande come don Milani e in materia di dispersione scolastica il trend italiano è un segnale molto incoraggiante. I dati Eurostat, elaborati dalla fondazione Agnelli, certificano infatti come l'Italia si stia sempre più velocemente avvicinando alla media europea dei ragazzi in età scolare che vengono registrati come assenti ingiustificati dalla scuola dell'obbligo. Si tratta di una percentuale ancora alta, migliorabile, come lo è la riforma de La Buona Scuola che comunque ci ha aiutato a fare passi da gigante, anche su questo tema spinoso. Questo risultato non è un caso ma il risultato di una serie di fattori: la cultura dei territorio e del Paese, la sensibilità delle famiglie, la professionalità del personale scolastico, la competenza di insegnanti e dirigenti ma c'entrano anche gli investimenti fatti, le leggi e le istituzioni. Si può discutere su quale sia la riforma perfetta ma di fronte a questi dati, tutti, a prescindere dall'appartenenza di partito, dovremmo riconoscere che siamo sulla strada giusta”.

Lo ha detto Anna Ascani deputata del Pd componente della commissione Cultura.

24/05/2017 - 12:32

La deputata democratica Anna Ascani si congratula per la nomina a presidente della CEI del Cardinale Gualtiero Bassetti, Arcivescovo di Perugia - Città della Pieve.

La parlamentare umbra ne sottolinea l’alto profilo sociale, intellettuale e spirituale: "Un pastore, sempre vicino agli ultimi, sempre attento ai giovani. Da umbra è un orgoglio vedere il nostro arcivescovo eletto Presidente della Conferenza Episcopale Italiana. Da cattolica è una gioia sapere che sarà una persona umile e seria a guidare i vescovi italiani".

09/05/2017 - 13:38

Due ordini del giorno a prima firma on. Ascani accolti dal Governo sono stati segnalati al MIBACT per l’attuazione. Gli impegni cui si darà seguito riguardano l’intervento diretto sulla tutela in loco dei beni culturali danneggiati dal terremoto e la promozione del territorio, al fine di stimolare la ripresa turistica.

“Arte, cultura, accoglienza costituiscono l’identità dell’Umbria e lo sono a maggior ragione per il territorio intorno a Norcia che, purtroppo, ha subito i maggiori danni a causa del terremoto. Arte, cultura e accoglienza sono dunque identità, organizzazione della società e, non ultimo, risorsa economica. Per questo motivo, attraverso due ordini del giorno che ho recentemente presentato e che sono stati accolti dal governo, ho richiesto che l’esecutivo si impegnasse a farsi carico in maniera chiara e incisiva della tutela in loco del patrimonio artistico danneggiato e a promuovere la ripresa turistica con un appropriato uso del patrocinio d’iniziative. Sicurezza e cultura sono le due direttrici a cui ispirarci anche nel fronteggiare il terremoto: la sicurezza a breve termine, come intervento sulle emergenze, e a lungo termine, con il Piano Casa Italia. La cultura è la nostra identità: bene quindi che il Governo si sia impegnato a tal fine”.

Lo ha detto Anna Ascani, deputata del Pd componente della commissione Cultura della Camera.
 

03/05/2017 - 11:36

Presentata 60° edizione del Festival dei Due Mondi alla presenza del ministro Franceschini

Oggi con la presentazione ufficiale della sessantesima edizione del Festival dei Due Mondi di Spoleto non solo salutiamo e ci prepariamo a uno degli eventi culturali più importanti del nostro paese. Questa sessantesima edizione ricorre in un momento molto delicato per la mia Umbria e per tutto il centro Italia che soffre i postumi economici e sociali del terremoto. Proprio oggi e proprio a Spoleto, quindi, ha un valore ancor più speciale continuare a vivere e fare cultura di altissimo livello. Impegni d’aula m’impediscono purtroppo di partecipare all’odierna presentazione del Festival, alla presenza del Ministro Franceschini. Vorrei quindi mandare un saluto e un augurio di buon lavoro: ci vediamo quest’estate a Spoleto!”.

Lo ha detto Anna Ascani, deputata del Pd componente della commissione Cultura.

07/03/2017 - 09:50

“Il mio impegno in favore di una maggiore accountability e trasparenza dell'attività amministrativa è stato premiato con l'adozione del Freedom Information Act  (FOIA) italiano, ora bisogna far conoscere a cittadini ed operatori cos'è e quali sono gli strumenti che offre”. Lo dice Anna Ascani, deputata PD componente della commissione Cultura.

“Per queste ragioni - prosegue Ascani - invito tutti a partecipare alla Settimana dell'Amministrazione Aperta che, dal 4 marzo all'11 marzo, ospiterà seminari, hackathon, dibattiti pubblici e webinar per promuovere, in tutta Italia, la cultura e la pratica della trasparenza, della partecipazione e dell'accountability sia nelle amministrazioni pubbliche che nella società”.

15/06/2016 - 11:01

Oggi, mercoledì 15 giugno, alle ore 13 presso la Sala Stampa della camera, via della Missione 4.

Ne discuteranno insieme ad Anna Ascani, deputata del Pd componente della commissione Cultura e prima firmataria della pdl, il prof. Fabrizio Figorilli, prorettore dell’Università degli Studi di Perugia e la Prof.ssa Fabiola Massa, docente di Legislazione e brevetti all’Università di Roma “Tor Vergata”, che insieme a IAIC, AICIPI e NETVAL hanno preso parte al tavolo di lavoro che ha dato origine alla proposta di legge.

La proposta di legge in materia di “disposizioni sulla attribuzione dei diritti patrimoniali per le invenzioni dei ricercatori ottenute nell’ambito della ricerca libera”, intervenendo sull’art. 65 del Codice della proprietà industriale, modifica il meccanismo del c.d. professor’s privilege facendo in modo che le Università italiane, come pure gli enti di ricerca pubblici, siano sempre più in grado di autofinanziarsi, anche grazie alle entrate derivanti dalla valorizzazione dei propri diritti di proprietà industriale.

L’iniziativa ha avuto il sostegno del ministro della Pubblica istruzione, Stefania Giannini.

14/06/2016 - 11:45

Domani mercoledì 15 giugno alle ore 13 presso la sala stampa della Camera, via della Missione 4

Ne discuteranno insieme ad Anna Ascani, deputata del Pd componente della commissione Cultura e prima firmataria della pdl, il prof. Fabrizio Figorilli, prorettore dell’Università degli Studi di Perugia e la Prof.ssa Fabiola Massa, docente di Legislazione e brevetti all’Università di Roma “Tor Vergata”, che insieme a IAIC, AICIPI e NETVAL hanno preso parte al tavolo di lavoro che ha dato origine alla proposta di legge.

Intervenendo sull’art. 65 del Codice della proprietà industriale, la proposta di legge in materia di “disposizioni sulla attribuzione dei diritti patrimoniali per le invenzioni dei ricercatori ottenute nell’ambito della ricerca libera”, intende modificare il meccanismo del c.d. professor’s privilege facendo in modo che le Università italiane, come pure gli enti di ricerca pubblici, siano sempre più in grado di autofinanziarsi, anche grazie alle entrate derivanti dalla valorizzazione dei propri diritti di proprietà industriale.

Pagine