18/01/2018 - 18:39
“Plaudo all’iniziativa del Presidente Sergio Chiamparino, che sin dall’inizio è stato di supporto all’idea di coinvolgere il Consiglio regionale per dare più forza alla partecipazione del Piemonte al Bando Enea per la localizzazione a Casale Monferrato del DTT (divertor tokamak test), il laboratorio di ricerca dedicato alle tecnologie di frontiera sulla fusione nucleare. Il Bando parte da una risoluzione a mia prima firma approvata nell’aprile scorso dalla commissione Attività Produttive dell Camera cui è conseguito lo sblocco e l’erogazione dei fondi da parte del governo italiano”. Lo dice la deputata piemontese del Pd, Cristina Bargero.
05/01/2018 - 13:57
“I dati ISTAT sul terzo trimestre del 2017 confermano che il Paese cresce in modo significativo e che migliora la situazione finanziaria delle famiglie italiane, che riprendono anche a risparmiare. Sono dati che danno forza all’azione di questi 5 anni di governo e dimostrano che il lavoro fatto ha portato i suoi frutti”. Lo ha dichiarato la deputata del Partito Democratico, Cristina Bargero.
 
“Dai dati emerge che è aumentato il reddito e il potere d’acquisto delle famiglie. Migliorano anche i conti pubblici, in cui il rapporto deficit-PIL tocca i livelli del 2007, e diminuisce la pressione fiscale per le aziende, con valori più bassi dal 2011. Questi dati dimostrano che questa legislatura ha attuato le giuste politiche per famiglie, aziende e conti pubblici. Abbiamo ereditato un Paese bloccato, la crisi internazionale ha acuito le debolezze del Paese, però in cinque anni siamo riusciti a farlo ripartire, a farlo crescere e a renderlo più competitivo. Ora dobbiamo cercare di spingere l’asticella un po’ più avanti e continuare sulla stessa strada per non perdere i risultati raggiunti”, ha concluso la deputata piemontese.
29/12/2017 - 16:53

“Grazie a un'anticipazione finanziaria di Banca Intesa, l'amministrazione straordinaria dell'Ilva SpA pagherà oggi, alle imprese dell'indotto, i 30 milioni di euro rimanenti per il 2017. In questo modo, tutti i lavoratori dovrebbero ricevere gli stipendi arretrati compresi di tredicesima. I 30 milioni si aggiungono ai 220 milioni erogati dall’Ilva per il 2017 alle imprese fornitrici”. Lo ha detto la deputata piemontese del Pd, Cristina Bargero, membro della Commissione attività produttive della Camera. “Credo sia una buona notizia per le circa 4 mila aziende coinvolte nell’indotto che gravitano attorno all’Ilva. Circa la metà suddivise fra Piemonte, Liguria e Lombardia. Questo è un grosso passo avanti a tutela dei lavoratori e delle aziende, passo avanti che si è potuto compiere grazie al lavoro meticoloso e organico del Governo”, ha concluso la deputata Dem.

19/12/2017 - 18:33
Oggi c’è stato l’incontro tra i sindacati, il Ministero dello sviluppo economico e dei Trasporti e le concessionarie autostradali. È stato formalizzato che nessun lavoratore perderà il posto di lavoro”. Lo ha dichiarato la deputata del Partito democratico, Cristina Bargero, che si è impegnata in prima persona per tutelare questi lavoratori.
 
“Questo era il passo successivo, dopo l’approvazione dell’emendamento in Commissione bilancio, che serviva a salvare il posto di lavoro di circa 3000 lavoratori. È stato un lavoro duro e impegnativo, però ne è valsa la pena. Abbiamo raggiunto l’obiettivo”, ha aggiunto Bargero.
 
“La nostra è stata una battaglia importante a tutela dell’occupazione e della sicurezza di chi usufruisce del servizio autostradale”, ha concluso la deputata piemontese.
17/12/2017 - 13:25

“L’emendamento che ripristina il rapporto 60 - 40 per cento di lavori a gara per le concessioni autostradali per la manutenzione è passato in Commissione, così 3000 lavoratori sono tutelati e hanno la sicurezza di non perdere il lavoro. È stato impegnativo, ma alla fine abbiamo portato a casa un risultato importante, per i lavoratori ma anche per la sicurezza di chi viaggia ogni giorno. Ringraziamo per questo risultato, oltre il governo che ha accolto la proposta, il segretario Matteo Renzi che ha incontrato i lavoratori e ha preso l’impegno di far approvare il nostro emendamento e il capogruppo Ettore Rosato.” Lo dichiarano i deputati Pd Cristina Bargero, Mario Tullo, Anna Giacobbe e Piergiorgio Carrescia.

14/12/2017 - 15:22

“La Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso contro la decisione del gup di derubricare l'ipotesi di reato da omicidio volontario a omicidio colposo. Il processo rimane diviso in 4 e il rischio è che cada anche la formula della continuazione dei reati.

La decisione della Cassazione è un duro colpo per tutto il territorio che sta subendo tuttora le conseguenze dell’Eternit . I margini per poter ribaltare la sentenza ci sono e confido che nei processi futuri siano presi in considerazione. Come territorio rimaniamo uniti e vigili perché non ci si dimentichi del danno immenso che l’Eternit ha causato”. Così la deputata del Partito democratico Cristina Bargero

17/10/2017 - 19:27

"60 milioni milioni di euro inseriti nella manovra economica per la realizzazione del super-laboratorio Dtt  (Divertor Test Tokamak) è un ottimo risultato che permetterà di realizzare tecnologie di frontiera al servizio della fusione nucleare". Lo dichiara la deputata piemontese del Pd, Cristina Bargero, che ha presentato una risoluzione alla Camera sul DTT.

"Il Dtt è un importante e innovativo progetto di produzione di energia pulita - spiega la deputata Bargero - e sosteniamo insieme al presidente della Regione Piemonte Chiamparino la candidatura di Casal Monferrato come sito di insediamento del progetto".

"Auspico che il Governo ponga in essere tutte le misure necessarie affinché venga sviluppato al più presto un progetto così dinamico e innovativo che permetterà una grande crescita economica, tecnologica e sociale non solo al Piemonte ma a tutta l'Italia", conclude Bargero.

11/10/2017 - 09:28

Si terrà oggi alle ore 17:30 presso la sala stampa di Montecitorio la conferenza stampa dei deputati Pd per affrontare il tema dell'Ilva. Parteciperanno i deputati Pd Ludovico Vico di Taranto, Cristina Bargero della provincia di Alessandria e Lorenzo Basso di Genova, i quali faranno il punto su tutti gli stabilimenti del gruppo Ilva, in ordine al tavolo di trattative tra sindacati e Arcelor Mittal che nei prossimi giorni riprenderanno presso il Mise.

09/10/2017 - 15:07

"L'azienda pretende di licenziare tutti i lavoratori dell'ex gruppo Ilva per poi assumere quelli esclusi dall'esubero con la formula del Jobs Act. Appoggio le forme di protesta dei lavoratori e la posizione del ministro Calenda, che hanno visto cambiare i termini dell'accordo dall'oggi al domani". Così la deputata del Pd, Cristina Bargero, ha commentato la proposta di ArcelorMittal per l'Ilva.
"L'aggiudicazione al gruppo AM InvestCo Italia degli stabilimenti Ilva è stata siglata a condizione che mantenesse i 10.000 occupati e la parità contrattuale e salariale, oltre alla questione ambientale, come il decreto Calenda aveva stabilito. La trattativa con i sindacati non può prescindere da queste condizioni, decisive per l'aggiudicazione", aggiunge.
"È importante che il gruppo assicuri che nessun posto di lavoro andrà perso, perché verrebbero meno gli impegni presi per l'attribuzione. Oggi- continua la deputata- la trattativa con i sindacati dovrà stabilire anche il cromo programma del piano industriale e ambientale in modo da far ripartire la produzione e la bonifica nel più breve tempo possibile e secondo le direttrici imposte dal governo. D'altra parte, il governo ha garantito che i vincoli stabiliti dovranno essere la base di partenza nella trattativa con i sindacati e il gruppo ArcelorMittal".

28/09/2017 - 14:52

"Abbiamo scelto di sostenere e riqualificare i comuni fino a 5000 abitanti, dove fioriscono le imprese dell’agroalimentare, della green economy e del Made in Italy. In altre parole, il territorio. Credere e investire sul territorio significa rilanciarlo e farlo andare al passo coi tempi”. Così la deputata Dem Cristina Bargero commenta l’approvazione al Senato della legge sui piccoli comuni.

"La legge prevede un fondo per lo sviluppo strutturale, economico e sociale di 100 milioni di euro da utilizzare, secondo un piano di riqualificazione, per la manutenzione e la riqualificazione del territorio e dei centri storici, la messa in sicurezza di strade e di edifici pubblici (incluse le scuole), per l’efficienza energica e la promozione delle energie rinnovabili, e per il miglioramento dei trasporti".
"La riqualificazione dei piccoli centri, oltre che per una questione di sicurezza – continua la deputata piemontese – è fondamentale perché il nostro territorio sia preparato ad affrontare le nuove tendenze del settore turistico, sempre più orientate verso i piccoli borghi e verso l’esperienza autentica che i nostri territori sono in grado di offrire. Anche la possibilità di realizzare mercati locali per la promozione dei prodotti agroalimentari della filiera corta e dell’artigianato locale, di recuperare edifici in disuso e la diffusione della barda ultra larga rientrano nell’ottica di rafforzare la loro posizione all’interno di un mercato in continua espansione e, non da ultimo, ridurre lo spopolamento. Sono davvero soddisfatta di questo traguardo che rappresenta una grossa opportunità per i territori. Una opportunità di sviluppo locale, sostenibile e proiettato al futuro”.

06/04/2017 - 11:38

Favorire la realizzazione in Italia del DTT,  tecnologia per la fusione , e reperire le risorse per il suo avvio e l’ implementazione, nel quadro dei programmi di ricerca e sviluppo delle fonti energetiche non rinnovabili. Inoltre, mettere a disposizione le risorse necessarie, a valle della verifica dello stato di cofinanziamento del progetto da parte dei soggetti coinvolti. E’ questo l’impegno chiesto al Governo in una risoluzione, a prima firma della deputata dem Cristina Bargero, approvata all’unanimità oggi in commissione Attività produttive.

“La prossima settimana – spiega Bargero - ci sarà la riunione di Eurofusion e l'Italia si presenterà con una posizione definita, grazie proprio alla votazione della risoluzione parlamentare. Il nostro paese fatica a uscire dalla crisi anche perché non è stato in grado negli anni scorsi di investire nell'innovazione tecnologica. Tuttavia, ci sono eccezioni di aziende italiane di successo che hanno mostrato un’elevata competitività, anche nel settore specifico della fusione. La strategia europea verso la produzione di energia elettrica da fusione prevede la realizzazione di una facility, detta Divertor Tokamak  Test (DTT), con la costruzione di un nuovo Tokamak in Italia (previsto da accordi internazionali assunti in sede di approvazione del progetto ITER)”.
“Le numerose audizioni di massimi esponenti della comunità scientifica nazionale e internazionale e delle aziende italiane del settore – conclude Bargero -  hanno confermato la strategicità del progetto. La costruzione di DTT richiederà tecnologie e competenze, possedute già da molte nostre imprese, e sarà un'opportunità per aziende e ricerca pubblica”.

28/03/2017 - 15:26

Oggi l 'Istat ci offre un quadro desolante, sintomo dell'arretratezza culturale del nostro paese: il 21 per cento delle donne, oltre 4,5 milioni, ha subito nel corso della propria vita violenze sessuali degradanti e umilianti, rapporti non desiderati, e sugli oltre 4 milioni, un milione e 157 mila ha subito abusi o molestie fisiche sessuali gravi come stupri (653mila) o tentati stupri (746mila). Il 20,2 per cento delle donne tra i 16 e i 70 anni, 4,3 milioni, è stata vittima di violenza fisica, minacce, schiaffi, pugni, calci, che nell'1,5 per cento, ha portato a danni seri e permanenti, per strangolamento, ustione, soffocamento. E il 40,4 per cento delle donne, oltre 8,3 milioni di donne, è stata vittima di violenza psicologica. Violenza fisica e psicologica sono le due facce di una stessa medaglia che rivela come in Italia il rispetto della donna come persona sia ancora difficile da raggiungere. E i numerosi episodi di sessismo altro non sono che il segnale della diffusione di questo fenomeno allarmante, spesso sottovalutato. Solo con un'azione che parta dall'educazione fin dalla più tenera età e con una stigmatizzazione sempre più forte di ogni fenomeno di violenza e sessismo potremmo finalmente essere un paese civile”. Lo dichiara la deputata dem Cristina Bargero.

 

22/02/2017 - 16:16

"Le recenti dichiarazioni delle associazioni dei consumatori e dei sindacati riguardo al tema delle aste per l'elettricità, per quanto riguarda i consumatori che non sceglieranno l'operatore, denota la necessita' di modificare il testo attuale, che cosi come formulato provocherebbe tariffe più alte, in un momento in cui le famiglie versano in uno stato di difficoltà". Lo dice la deputata Pd della Commissione Attività produttive, Cristina Bargero.

09/02/2017 - 15:09

“Considerare centrale la scelta del consumatore; evitare il rischio di aumento dei prezzi con aste, come chiesto dalle associazioni dei consumatori; dare garanzie occupazionali  per i lavoratori del ramo d’azienda che verrebbe ceduto; evitare aste e conseguente rischio di aumento prezzi, considerando che si sta parlando di 20 milioni di famiglie.

 Sono questi alcuni punti fondamentali sui quali è necessario fare chiarezza se nella legge sulla concorrenza, per quanto riguarda le forniture di energia elettrica, sarà previsto il passaggio dal regime di maggior tutela a quello del mercato libero ”. Lo dichiarano in una nota i deputati Pd, Cristina Bargero, della commissione Attività Produttive e Antonio Misiani, della commissione Bilancio di Montecitorio.

01/02/2017 - 18:47

"Riteniamo positiva l'audizione del presidente di Enea Federico Testa in commissione Attività Produttive di Montecitorio in merito al progetto DTT  (Divertor Tokamak Test), ossia la realizzazione di una infrastruttura per la realizzazione dell'energia da fusione e cioè il controllo dello smaltimento del calore generato.

L'investimento complessivo risulterebbe essere di circa 500 milioni di euro – alcun senza aggravio per il debito pubblico -, con ricaduta occupazionale di 270 persone per la costruzione e 500 per la sperimentazione, a cui se ne aggiungeranno altre nell'indotto per la gestione dell'impianto, il che significherebbe risvolti occupazionali notevoli.

Tale progetto è dunque molto importante per la competitività del Paese perché andrebbe ad investire in settori che riguardano l'innovazione ma non ancora maturi, come la fusione termonucleare controllata.

Per la realizzazione di tale progetto occorre sbloccare i fondi e il Parlamento adotterà tutte le misure necessarie per accelerare lo sblocco dei fondi da parte del Miur e del Mise". Lo dichiarano i deputati Pd della commissione Attività Produttive di Montecitorio Cristina Bargero, Lorenzo Basso e Vanessa Camani.

Pagine