22/05/2015 - 14:24

Il viceministro allo Sviluppo economico, Carlo Calenda, rispondendo ad una interpellanza urgente presentata dai deputati Pd, ha illustrato la posizione del governo in vista del Consiglio di Competitività Ue chiamato il prossimo 28 maggio a decidere sulla effettiva entrata in vigore del regolamento “Made In” già approvato dal Parlamento europeo.

“E’ importante – osserva Gianluca Benamati, capogruppo Pd in commissione Attività produttive e primo firmatario dell’interpellanza – la determinazione negoziale del nostro governo. Occorre infatti che anche nella logica di una applicazione selettiva del regolamento si punti alla sua applicazione alla più ampia gamma di settori possibili”.

“Dunque – prosegue Benamati – non solo ceramica e calzature, come potrebbe essere proposto dalla presidenza lettone, ma anche tessile, oreficeria e legno-arredo”.

“Ci sembra importante cogliere l’opportunità del decollo operativo del regolamento sul “Made In” proprio in una fase caratterizzata da una importante finestra di opportunità confermata sul versante dell’export dai più recenti dati che collocano l’Italia tra i soli 5 paesi al mondo con un surplus commerciale manifatturiero di valore superiore ai 100 miliardi di dollari”.

20/05/2015 - 19:38

“Ci risulta incomprensibile il fatto che ogni volta che le parti si incontrano, per definire e migliorare un piano industriale così importante per la manifattura nazionale, il risultato sia l’aumento degli esuberi previsti dall’azienda”. Lo dichiara Gianluca Benamati, capogruppo Pd in Commissione Attività produttive alla Camera.
“I dettagli che sembrano emergere dal confronto di oggi con Whirpool – spiega Benamati - sono un aumento di 480 unità rispetto agli esuberi già previsti dal piano precedente, e ciò rappresenta una mancanza rispetto gli impegni presi da Indesit”.
“Valutiamo positivamente l'impegno del governo sulla vertenza e riteniamo che affrontare questa vicenda con fermezza sia la strada migliore, ma in queste forme il piano industriale appare difficilmente accettabile”, conclude Gianluca Benamati.

 

 

13/05/2015 - 16:01

"Sul caso Whirlpool riteniamo che l'accordo sottoscritto nel 2013 per l'acquisizione di Indesit da parte di Whirlpool che escludeva qualsiasi licenziamento unilaterale fino al 2018 va onorato. Per questo abbiamo chiesto al Ministero dello Sviluppo economico che soluzione intenda prendere per la tutela dei siti aziendali e dei lavoratori". Lo chiede il capogruppo del Pd in commissione Attività Produttive della Camera Gianluca Benamati dopo la risposta alla sua interrogazione a risposta immediata in commissione.
"Poiché il governo nel rispondere ha ribadito la volontà di arrivare ad una soluzione industriale equilibrata e di prospettiva, dobbiamo prevedere un intervento che sostenga gli impegni già sottoscritti da azienda e sindacati e che sia finalizzato a mantenere in Italia la capacità tecnologica e di sviluppo del prodotto, individuando progetti e attività che consentano l'avvio di nuove produzioni. In questo modo possiamo salvaguardare occupazione, competenze e siti produttivi", conclude Benamati,

 
09/04/2015 - 17:54

"Chiediamo molta attenzione da parte del Governo ai processi di acquisizione delle nostre aziende di partner stranieri, anche e soprattutto nel caso di grandi complessi industriali che sono un nostro  patrimonio. Siamo favorevoli a investimenti esteri nel nostro Paese, purché supportati da chiare strategie industriali che lasciano e fanno crescere in Italia competenze, tecnologie ed occupazione. Queste acquisizioni, ed i capitali collegati, sono oggi necessari per permettere al nostro sistema produttivo di poter meglio competere nella accanita concorrenza determinata dal mercato globale. In questo chiediamo anche al Governo di rafforzare la sua attenzione ai meccanismi di accesso ai capitali per le grandi, piccole e medie aziende e di continuare sulla via delle misure atte a garantire meccanismi di crescita dimensionale e di internazionalizzazione dalle piccole e medie imprese”.

Lo ha detto il deputato del Partito Democratico, Gianluca Benamati durante il question time oggi di Montecitorio.

 

20/03/2015 - 21:29

"L’export non deve essere marginale: dobbiamo avere un nostro posto nei mercati mondiali e non pensare solo al mercato interno”. Lo ha dichiarato Gianluca Benamati, capogruppo Pd in Commissione Attività produttive alla Camera, intervenendo a Toexport, convengo su imprese ed export organizzato oggi a Torino dal gruppo Pd alla Camera.

“Ci sono, è vero, casi concreti di aziende italiane – ha spiegato Bemanati - che occupano posizioni apicali. Ma da anni il mostro Paese manca di una politica industriale”.

“Va però dato atto a questo governo e a questa maggioranza – ha aggiunto Bemanti - di aver messo in atto le linee guida di una politica industriale per il futuro. Ciò significa fare delle scelte e sapere dove investire”. “Penso alla riduzione per 5,6 miliardi di Irap, al 25% di credito imposta sulla ricerca incrementale, alle agevolazioni fiscali e burocratiche per le Pmi innovative, agli sgravi di contribuzioni per assunzione di giovani”, ha concluso Gianluca Benamati.

 

17/03/2015 - 18:04

“Siamo soddisfatti di avere potuto fare un punto chiaro sui danni e sui disagi causati dal maltempo in Emilia Romagna e Lombardia, durante l'audizione dei rappresentanti di Enel nella X Commissione Attività Produttive della Camera". Lo dichiara il deputato Pd, capogruppo in commissione Attività Produttive, Gianluca Benamati, a margine dell’audizione odierna dei rappresentanti di Enel.

"Nel merito auspico che, riguardo ai rimborsi, ci sia uno sforzo da parte dell’Autorità per superare la profonda separazione in fasce per gli abitanti dei diversi comuni soggetti a rimborso. Tale rimborso, nel caso di interruzione di energia elettrica, infatti, attualmente avviene con modalità differenziate, sulla base del numero di abitanti di ciascun comune. È bene, invece, che tutti i cittadini ricevano pari trattamento in modo da non penalizzare ulteriormente le fasce geograficamente disagiate della popolazione”, aggiunge Benamati.

“A fronte degli importanti e significativi sforzi dell'Enel mi pare di poter osservare che occorre riflettere sulle modalità per potenziare il sistema di intervento in casi di eventi climatici straordinari – prosegue il deputato – e trovare nuove soluzioni tecniche, anche di innovazione tecnologica, nella costruzione, manutenzione e monitoraggio degli impianti”.
“Infine occorre un rafforzamento dell’informazione, con forme più efficaci di comunicazione durante tali eventi straordinari, verso gli enti locali ed i cittadini dei territori colpiti”, conclude Benamati

 

16/03/2015 - 16:41

“Domani alle ore 14.00 in Commissione Attività Produttive della Camera si terrà l’audizione dei rappresentanti di Enel in merito alle prolungate interruzioni del servizio elettrico verificatasi in diverse aree delle regioni Emilia-Romagna e Lombardia a causa dei recenti eventi climatici avversi. Sarà l'occasione per fare un punto sulle ragioni delle dimensioni di tale disservizio, sui piani di intervento, sicurezza e prevenzione e sul tema dei rimborsi agli utenti ”. Lo dice una nota di Gianluca Benamati, capogruppo in commissione Attività Produttive.

 

12/03/2015 - 14:10

“L'approvazione alla Camera del decreto sul sistema bancario e gli investimenti porta in sé provvedimenti importanti per l'economia e il sistema produttivo. Con le misure che riguardano il sistema cassa depositi e prestiti e la controllata SACE, e la possibilità di operare direttamente sul credito all'esportazione e all'internazionalizzazione delle imprese, si darà maggiore competitività al nostro export”. Lo dichiara il deputato del Pd, Gianluca Benamati.

“Le significative modifiche apportate nel corso della discussione tendono a meglio definire le fattispecie di PMI innovative e a fornire ulteriori misure di sburocratizzazione e di vantaggio competitivo – aggiunge il deputato. Un punto importante questo, assieme all' estensione di un ulteriore anno (da 4 diventano 5) dell'orizzonte di lavoro delle "start-up" innovative, per creare un ecosistema favorevole alla nascita e alla crescita di PMI caratterizzate da innovazione, ricerca e sviluppo tecnologico”.

“La società per il "turnaround" istituita all’articolo 7 del decreto contribuisce all’ampliamento della possibile base di investitori privati. L’approvazione di misure per far si che l'operatività della Sabatini bis non sia limitata alla disponibilità del plafond istituito presso Cassa depositi e prestiti fanno di questo provvedimento uno strumento efficace per assistere ed incentivare la ripresa del nostro paese”, conclude Benamati.

 

11/02/2015 - 21:00

“Occorre fare al più presto chiarezza sul black-out energetico che ha creato notevoli disagi in diverse Regioni italiane durante le recentissime nevicate”. Lo dichiara Gianluca Benamati, capogruppo Pd in Commissione Attività produttive della Camera.

“Per questo – prosegue Benamati - anche recependo la sollecitazione di numerosi parlamentari emiliani e lombardi, oggi ho chiesto in ufficio di presidenza della X Commissione e al presidente Epifani, che vengano quanto prima calendarizzate le audizioni di Enel e Terna sui disservizi nella distribuzione di energia elettrica a famiglie e aziende, in occasione delle nevicate che hanno interessato diverse regioni italiane fra cui Emilia Romagna e Lombardia”.

“Il senso della mia richiesta – spiega Benamati – è quello di fare il punto sulle ragioni di tali disservizi, sullo stato del rete di distribuzione dell'energia elettrica, sia ad alta che a bassa tensione, e sulle procedure di intervento in occasione di eventi calamitosi o di emergenza. Le audizioni saranno calendarizzate al più presto compatibilmente con gli impegni già in essere della Commissione”, conclude il capogruppo Pd in Commissione Attività produttive.

 

11/02/2015 - 19:05

“Occorre fare al più presto chiarezza sul black-out energetico che ha creato notevoli disagi in diverse Regioni italiane durante le recentissime nevicate”. Lo dichiara Gianluca Benamati, capogruppo Pd in Commissione Attività produttive della Camera.

“Per questo – prosegue Benamati - anche recependo la sollecitazione di numerosi parlamentari emiliani e lombardi, oggi  ho chiesto in ufficio di presidenza della X Commissione e al presidente Epifani, che vengano quanto prima calendarizzate le audizioni di Enel e Terna sui disservizi nella distribuzione di energia elettrica a famiglie e aziende,  in occasione delle nevicate che hanno interessato diverse regioni italiane fra cui Emilia Romagna e Lombardia. Il senso della mia richiesta – spiega Benamati – è quello di fare il punto sulle ragioni di tali disservizi, sullo stato del rete di distribuzione dell'energia elettrica, sia ad alta che a bassa tensione, e sulle procedure di intervento in occasione di eventi calamitosi o di emergenza”.

“Le audizioni saranno calendarizzate al più presto compatibilmente con gli impegni già in essere della Commissione”, conclude il capogruppo Pd in Commissione Attività produttive.

 

23/12/2014 - 15:07

"Impegniamo il governo a porre in essere tutte le iniziative per definire un piano strategico di rilancio dell'industria di alluminio primario in Italia che consenta di riavviare gli impianti di produzione esistenti e di svilupparne di nuovi". Lo chiedono i deputati del Pd Emanuele Cani, primo firmatario della risoluzione presentata in X commissione e sottoscritta da altri deputati Pd e Gianluca Benamati, capogruppo Pd in commissione.

"È importante inoltre che il governo prosegua il confronto con la Commissione europea sugli strumenti necessari da adottare per l’abbattimento dei costi dell’energia a carico delle imprese metallurgiche e limiti, con adeguati strumenti legislativi, l’esportazione di rifiuti (rottami) dell’alluminio in quei paesi dove le norme ambientali e sanitarie per il riciclo sono poco rigorose", aggiungono i deputati.

"Il mantenimento delle attività produttive di alluminio primario dell’ultimo impianto rimasto in Italia - concludono i deputati - rappresenta l'occasione per riprendere il filo di una politica industriale che fermi le delocalizzazioni, eviti che la competitività del sistema industriale sia danneggiata dalle importazioni extra-Ue e faccia da apripista per la ripresa di altri settori produttivi".

 

03/12/2014 - 18:50

"Il Presidente del Consiglio ha fornito risposte precise e mirate su alcune situazioni aperte come le questioni riguardanti Ilva e Ast e ha dato una visione ampia e coerente della necessità di una nuova politica industriale per il paese, cosa che come parlamentari da tempo stiamo segnalando al governo". Lo ha detto il capogruppo Pd in Commissione Attività Produttive, Gianluca Benamati che ha aggiunto: "L'insieme delle politiche attive che il governo ha messo in atto per sostenere le imprese sono molteplici: fra le altre segnaliamo la riduzione del carico fiscale (Irap), facilitazioni di accesso al credito, azioni per ridurre il costo dell'energia ed in ultimo con la stabilità, in collaborazione fra parlamento e governo, il rifinanziamento della legge Sabatini, finanziamenti per politiche di sostegno dell'export ed un incremento delle dotazioni per le attività spaziali. A queste si sono aggiunte misure strutturali quali la riforma del mercato del lavoro, azioni per la sburocratizzazione, la promozione di attivita' di infrastrutturazione del Paese, tutte misure che contribuiscono ad una maggiore crescita e svilippo dell'impresa e occupazione, e rendono il paese più attrattivo ed attraente agli occhi degli investitori nazionali ed internazionali".
"Il Piano Juncker è una vera e propria scomessa per l'Italia e fondamentale per la ripresa. La politica degli investimenti a livello europeo è l'unica strada percorribile perché in tempi brevi si possa riattivare il circuito del lavoro e della crescita e occupazione", ha concluso Benamati.

 

21/11/2014 - 14:35

"L’approvazione in commissione Bilancio dell'emendamento alla legge di stabilità 2015 per accrescere le risorse per le attività spaziali, proposto dal Partito Democratico e di cui sono il primo firmatario, rappresenta un importante risultato per un settore di eccellenza nelle capacità di ricerca e industriali”. Lo dichiarano Gianluca Benamati, capogruppo Pd in Commissione Attività produttive, e Luigi Taranto deputato dem nella medesima commissione.

“Grazie a questi significativi stanziamenti di risorse – spiega Benamati – è possibile confermare la partecipazione italiana ai programmi strategici spaziali europei e la prosecuzione di quelli nazionali, programmi nei quali l'Italia esprime un ruolo da protagonista”.

“Si tratta di misure che concorreranno ad assicurare non solo benefici in termini occupazionali ma porranno anche le condizioni perché il nostro Paese possa restare competitivo in un settore dal notevole peso economico e di sicuro valore strategico nel contesto internazionale”, conclude Benamati.  

 

14/11/2014 - 20:28

“La decisione dell’Antitrust europea fa chiarezza rispetto a molte polemiche e conferma definitivamente la bontà del lavoro svolto sin qui”. Lo dichiara Gianluca Benamati, capogruppo Pd in Commissione Attività produttive alla Camera.

“Il via libera europeo segna un punto importantissimo per l’accordo e rappresenta la premessa fondamentale per il rilancio di Alitalia”, conclude Benamati. 

 

31/10/2014 - 18:40

“Il dato reso noto quest’oggi dall’Istat di un aumento, su base mensile, di 130mila occupati, è senza dubbio positivo e incoraggiante”. Lo dichiara Gianluca Benamati, capogruppo Pd in Commissione Attività produttive alla Camera.

“Si tratta di un dato molto importante – spiega Benamati – per più motivi. Non solo perché esso può essere interpretato come il segno che le politiche messe in atto dal governo sono riuscite a intaccare l’area dell’inattività lavorativa, con un conseguente aumento della partecipazione al mercato del lavoro - e in questo senso è significativo il dato riguardante il calo della disoccupazione tra i giovani. L’elemento, tuttavia, ancora più importante è che nei dati dell’Istat si possono intravedere i primi segnali di un’inversione di tendenza dell’economia”.

“Per far sì che essi si rafforzino fino a diventare strutturali, è necessario continuare con una politica di sostegno alle imprese e alla produzione, finalizzata prima di tutto a migliorare la competitività del sistema produttivo italiano. E anche proseguire sulla via delle riforme”, conclude Gianluca Benamati.

 

Pagine