21/06/2017 - 16:53

“Le parole di Virginia Raggi, che annuncia nuovi risultati, più che una rassicurazione sembra una minaccia per i romani”. Lo dichiara Stella Bianchi, deputata del Partito democratico, per commentare il post pubblicato in cui la sindaca di Roma Virginia Raggi fa un bilancio del suo primo anno di attività amministrativa.

“Considerando – spiega - i rifiuti per le strade e l'emergenza alle porte, gli autobus che non passano e il limite a 10 km orari per evitare le buche, i grandi progetti cancellati e le vistose faide interne, quando la Raggi parla di alcuni primi risultati in vista di altri più che rassicurare la città sta vistosamente minacciando i romani. E per quanto possa circondarsi dei suoi fan più scatenati quando appare in pubblico, i fatti rimangono purtroppo sotto gli occhi di tutti e arrivano nelle cronache anche internazionali, la Raggi e la sua giunta improvvisata stanno affondando la capitale e i romani lo pagano con il proprio disagio e la perdita di prospettive anche lavorative”.

“E non basterà il cordone di sicurezza di Grillo o il lancio dei più vari diversivi a cancellare il peggioramento netto di Roma dopo un anno di giunta Raggi”, conclude.

19/06/2017 - 18:42

“Le parole dell’assessore Montanari non lasciano intravedere alcuna seria soluzione per il problema dei rifiuti a Roma: la giunta a Cinque Stelle continua a non predisporre gli interventi necessari a mettere in sicurezza il ciclo dei rifiuti, una gestione che deve e può essere assolutamente ordinaria e che invece rischia di precipitare Roma in una emergenza seria”. Lo dichiara Stella Bianchi, deputata del Partito democratico, per commentare le parole dell’assessore all’Ambiente del Comune di Roma Pinuccia Montanari

“Non è allarmismo il nostro – continua - ma semplice consapevolezza della fragilità del sistema romano, dei disagi continui e crescenti in città, e della assoluta mancanza di misure concrete con tempi, investimenti e, soprattutto, localizzazioni definite. Ancora una volta arrivano affermazioni prive di sostanza da parte della giunta di M5S a fronte di un problema serio che rischia di esplodere come quello dei rifiuti”.

“Sembra un po' come la Raggi che si da come voto un sette e mezzo quando sette romani su dieci la bocciano”, conclude.

15/06/2017 - 13:10

“Ciò che è innegabile è la consonanza di posizioni tra M5S e Lega.  Una consonanza evidente dalla chiusura ai migranti al no allo ius soli e cioè al riconoscere la cittadinanza ai bambini nati qui, figli di immigrati.

Chiara la mancanza di umanità e il tentativo di lucrare vantaggi elettorali sulla pelle dei più vulnerabili. E anche le parole di Di Maio - una sorta di Italy first -  riportate ieri nell'incontro con gli ambasciatori Ue sembrano dette da un leghista. La consonanza tra M5s e Lega è evidente”. Così la deputata Pd Stella Bianchi.

14/06/2017 - 18:27

“L'Europa fa sul serio sul clima e lo conferma ancora una volta la decisione dell'Europarlamento, sia nella parte che riguarda gli impegni dei singoli stati nella riduzione delle emissioni di Co2 al 2030 sia, soprattutto, nell'impegno a ridurre le emissioni dell'80% al 2050”. Lo dichiara Stella Bianchi, deputata del Partito democratico e componente in Commissione Ambiente alla Camera, per commentare la decisione dell’Europarlamento di adottare nuovi limiti alle emissioni di Co2.

“È proprio questo obiettivo ambizioso, con un orizzonte di più lungo periodo, a metterci in linea con l'impegno assunto a Parigi a contenere l'aumento medio della temperatura globale ben al di sotto dei 2 gradi e di puntare a 1,5. Si tratta di un risultato che si ottiene arrivando a zero emissioni nette alla metà del secolo e di cui l'Italia e l'area del Mediterraneo hanno assoluta necessità, vista il maggior impatto dei cambiamenti climatici che subiamo”, conclude.

13/06/2017 - 10:37

Oggi, martedì 13 giugno, alle ore 13, presso la Sala stampa di Montecitorio (via della Missione, 4) si terrà una conferenza stampa sui rischi a cui è esposta l’Italia per effetto del riscaldamento globale e dunque quali potrebbero essere per il nostro paese se non dessimo attuazione in modo tempestivo all'accordo di Parigi.

Interverranno, tra gli altri, Stella Bianchi, deputata del Partito democratico, Antonio Navarra e Riccardo Valentini, scienziati dell'Ipcc (Intergovernmental Panel on Climate Change, l'organismo scientifico che risponde alla Nazioni Unite), Maria Grazia Midulla (Wwf), Pippo Onufrio (Greenpeace), Edoardo Zanchini (Legambiente).
“Ascoltiamo – dichiara Stella Bianchi - la scienza sul cambiamento climatico. Basta poco per capire quanto sono concreti e vicini nel tempo i rischi drammatici che il nostro paese corre insieme a tutta l'area del Mediterraneo e dunque quanto è importante l'impegno che Italia e Europa stanno mettendo sull'attuazione dell'accordo di Parigi”.

12/06/2017 - 17:23

“Avanti con più determinazione, forse anche grazie allo scellerato dietrofront di Trump”. Lo dichiara Stella Bianchi, deputata del Partito democratico, per commentare la dichiarazione finale del G7 sul clima, in programma in questi giorni a Bologna.

“La buona notizia – continua - della dichiarazione conclusiva del G7 ambiente è l'impegno ribadito da tutti i grandi paesi anche sulla questione centrale del clima e del sostegno ai paesi in via di sviluppo, a eccezione degli Usa di Trump, che scelgono di isolarsi, di venir meno alle proprie responsabilità nello sconcerto delle centinaia di sindaci e governatori, imprenditori e associazioni, università e fondazioni americane che ribadiscono il loro impegno a rispettare l'accordo di Parigi. Bene ha fatto il ministro Galletti a rivendicare il buon risultato ottenuto tenendo aperto il dialogo”.

“Ora è sempre più chiaro che sta all'Italia e all'Europa guidare l'attuazione dell'accordo di Parigi sul clima”, conclude.

12/06/2017 - 14:42

Domani, alle ore 13, presso la Sala stampa di Montecitorio (via della Missione, 4) si terrà una conferenza stampa sui rischi a cui è esposta l’Italia per effetto del riscaldamento globale e dunque quali potrebbero essere per il nostro paese se non dessimo attuazione in modo tempestivo all'accordo di Parigi.

Interverranno, tra gli altri, Stella Bianchi, deputata del Partito democratico, Antonio Navarra e Riccardo Valentini, scienziati dell'Ipcc (Intergovernmental Panel on Climate Change, l'organismo scientifico che risponde alla Nazioni Unite), Maria Grazia Midulla (Wwf), Pippo Onufrio (Greenpeace), Edoardo Zanchini (Legambiente).

“Ascoltiamo – dichiara Stella Bianchi - la scienza sul cambiamento climatico. Basta poco per capire quanto sono concreti e vicini nel tempo i rischi drammatici che il nostro paese corre insieme a tutta l'area del Mediterraneo e dunque quanto è importante l'impegno che Italia e Europa stanno mettendo sull'attuazione dell'accordo di Parigi”.

09/06/2017 - 18:18

“Meglio conoscere la verità e agire di conseguenza piuttosto che affidarsi a rassicuranti bugie e ritrovarsi poi in una catastrofe. Ha perfettamente ragione Luca Mercalli: con Trump si torna allo stesso errore fatto da Bush con il protocollo di Kyoto”. Lo dichiara Stella Bianchi, deputata del Partito democratico.

“Con l'aggravante che con il tempo l'impatto del cambiamento climatico si aggrava e diventa ancora più urgente fare le scelte necessarie per azzerare rapidamente le emissioni di gas serra. Dobbiamo correre ora ed è perciò tanto più importante l'impegno dell'Europa e dell'Italia, ribadito giustamente ancora ieri con forza dal presidente Gentiloni, insieme al nuovo protagonismo della Cina e a quello delle tantissime forze statunitensi, dalle città agli Stati alle grandi imprese, per rispettare gli accordi di Parigi”, conclude.

07/06/2017 - 15:42

“Nessuna rinegoziazione dell'accordo di Parigi e la cabina di regia per il clima a Palazzo Chigi. Sono molto importanti gli impegni ribaditi oggi dal presidente del consiglio Paolo Gentiloni”. Lo dichiara Stella Bianchi, deputata del Partito democratico e componente in Commissione Ambiente alla Camera, per commentare le parole pronunciate dal presidente del Consiglio Gentiloni nel corso di "Italia 2030, festival dello sviluppo sostenibile 2017".

“C'è una piena assunzione della responsabilità – spiega - dell'Italia e dell'Unione europea nel guidare l'attuazione dell'accordo di Parigi sul clima come risposta anche allo scellerato dietrofront di Trump. Ed è decisiva l'istituzione di una cabina di regia per il clima a Palazzo Chigi, necessaria visto che le politiche per il clima, quelle cioè che portano a una riduzione delle emissioni di Co2 e rendono i nostri territori e comunità più resilienti, attraversano tutti i settori e incrociano quindi le responsabilità di molti se non tutti i ministeri”.

“Solo con un’azione coordinata e obiettivi precisi rendicontati ogni anno a febbraio, come ben spiegato dal presidente Gentiloni, possiamo definire e attuare la strategia di sviluppo sostenibile al 2030 per il nostro Paese, chiave di volta anche della maggiore competitività delle imprese italiane”, conclude.

06/06/2017 - 19:51

“Episodi che descrivono una Roma allo sbando. Un freno a mano forse difettoso e un autobus dell'Atac a piazza Venezia parte senza autista e travolge un'auto facendo finire una donna al pronto soccorso. Nella Roma al tempo della Raggi succede anche questo”. Lo dichiara Stella Bianchi, deputata del Partito democratico, per commentare l’incidente avvenuto oggi in Piazza Venezia a Roma.

“E succede – continua - proprio nel giorno in cui arrivano i rilievi dell'Anac guidata da Cantone perché l'Atac non ha ancora fornito chiarimenti sulla gestione delle mense e le forniture dei pneumatici e manca per entrambe l'affidamento del servizio con gara. A chi pensasse che un anno è poco per iniziare a fare il sindaco, potremmo ricordare che tra le poche cose decise dal sindaco Raggi ci fu proprio l'allontanamento dell'allora direttore generale di Atac Marco Rettinghieri e lo stop alla sua azione di risanamento, dovuto forse ai debiti elettorali da saldare con chi animava gli scioperi selvaggi”.

“Questi gli straordinari risultati dei Cinquestelle a Roma, campioni assoluti della legalità a parole”, conclude.

31/05/2017 - 19:07

“Trump farebbe un errore colossale se davvero decidesse di far uscire gli Usa dall'accordo di Parigi per il clima”. Lo dichiara Stella Bianchi, deputata del Partito democratico e componente in Commissione Ambiente alla Camera, per commentare le anticipazioni dei media secondo cui Trump avrebbe deciso di non rispettare l’accordo di Parigi sul clima.

“Posto che – continua - non potrà comunque fermare gli stati più innovativi come la California o i giganti economici che stanno già investendo nella nuova economia, la decisione di Trump porterebbe la presidenza degli Stati Uniti dalla parte sbagliata della storia, nella impossibile posizione di negare i cambiamenti climatici e nella scelta irresponsabile di non cogliere le grandi opportunità economiche. Una scelta così scellerata darebbe alla Ue una occasione è una responsabilità in più. La responsabilità di guidare la trasformazione delle economia verso la decarbonizzazione è l'occasione di creare così posti di lavoro e uno sviluppo davvero sostenibile senza lasciare da sola la Cina nel suo nuovo protagonismo”.

“L'Europa è chiamata al compito di leader del futuro che le spetta nel banco di prova decisivo del contrasto ai cambiamenti climatici”, conclude.

30/05/2017 - 19:21

“Sarebbe certo un bene per i cittadini se la raccolta differenziata aumentasse davvero o davvero si riducessero i rifiuti. Peccato, però, che la giunta Raggi e i Cinque Stelle raccontino balle piuttosto che programmare gli investimenti e gli impianti necessari per gestire in modo corretto il ciclo dei rifiuti a Roma”. Lo dichiara Stella Bianchi, deputata del Partito democratico.

“Fin qui – continua - la giunta Raggi non ha presentato nessun piano operativo. Non ha indicato quali impianti realizzare e, soprattutto, dove realizzarli. E ora la giunta Raggi annuncia che Roma passerà dal 42 per cento attuale di differenziata al 48 per cento a fine anno e al 70 per cento nel 2021 a fronte di un obiettivo europeo del 65 per cento nel 2030. In altre parole, Roma farebbe meglio e con ben nove anni di anticipo rispetto agli obiettivi europei. Il tutto, senza un progetto specifico.

“Più che un virtuosismo a noi questa sembra una presa in giro. E Roma non ha bisogno di essere presa in giro dai Cinque Stelle”, conclude.

29/05/2017 - 20:09

“Meglio tardi che mai. Dopo undici mesi la Raggi ha raccolto l'invito del ministro Galletti. Peccato che, almeno stando a quanto si legge, il piano iper-virtuoso presentato non contenga anche i dati tecnici che chiariscono come la giunta a Cinque Stelle intende raggiungere obiettivi ben più ambiziosi di quelli fissati a livello europeo”. Lo dichiara Stella Bianchi, deputata del Partito democratico e componente in Commissione Ambiente alla Camera.

“La riduzione dei rifiuti – spiega - sarebbe a Roma pari al 13% entro il 2022, quando il target europeo è al 10% al 2030. La differenziata arriverebbe al 70% al 2021 mentre l'obiettivo europeo è al 65% al 2030 e, tra l'altro, senza che sia stato presentato un progetto specifico per la differenziata. L'unico dato certo, si fa per dire, è che l'invio di rifiuti indifferenziati verso l'estero continuerebbe almeno fino al 2018. Condividiamo le preoccupazioni del ministro Galletti e la sua attenzione nel voler raccogliere tutti gli approfondimenti tecnici necessari”.

“Dopo aver cambiato due assessori e quattro amministratori delegati di Ama, aver cancellato gli impianti programmati, riscontrare continue criticità nei Tmb ormai vecchi e aver aumentato il degrado in città, il piano così virtuoso presentato dalla Raggi, che supera nelle percentuali e di ben nove anni i target europei. L'impressione è che sia fatto di numeri senza fondamento”, conclude.

22/05/2017 - 15:53

“Un clamoroso passo indietro. Via la parità di genere dallo statuto del comune di Roma: questa la proposta dei cinque stelle che con un tratto di penna propongono di cancellare quanto conquistato dalle donne per rendere la società più giusta per tutti in anni e anni di battaglie”. Lo dichiara Stella Bianchi, deputata del Partito democratico.

“È questo lo straordinario risultato che si vuole intestare Virginia Raggi? Oltre a gridare trasparenza ai quattro venti e fare le nomine al chiuso delle stanze, vuole anche essere la prima che tiene a essere chiamata sindaca e cancella la parità di genere?”, conclude.

19/05/2017 - 18:48

“Sui rifiuti la sindaca Raggi e l'assessore Montanari fanno a gara tra loro per scaricare le responsabilità su altri, e si fanno forti di un progetto a dir poco fantasioso”. Lo dichiara Stella Bianchi, deputata del Partito democratico.

“Un piano vero per i rifiuti dovrebbe indicare – spiega - investimenti e impianti da realizzare insieme a tempi e costi. Sono mesi che chiediamo al comune di Roma di conoscerlo ma la Raggi non è stata ancora in grado di farlo. Nel suo immobilismo Roma rischia una emergenza seria”.

“Chiediamo ancora una volta al comune di Roma di presentare un piano credibile di investimenti e impianti e di rendersi finalmente disponibili a collaborare sul serio con le altre istituzioni”, conclude.

Pagine