03/10/2017 - 16:46

“Votano contro il governo 4 volte su 10 e poi accusano noi di dividere la maggioranza. Le barzellette di D’Attorre (Mdp) non fanno ridere nessuno. Il nostro Paese ha bisogno di una nuova legge elettorale e noi ce la metteremo tutta per giungere a questo importante risultato”.

Così il deputata Dem Ernesto Carbone, responsabile nazionale Dipartimento Sviluppo economico del Pd.

11/09/2017 - 20:21

“Dopo anni di comizi e attacchi sul blog contro Expo di Milano, definito un fallimento (‘Ma chi volete che ci venga a Rho?’, diceva il leader M5s), con le elezioni siciliane arriva il mea culpa di Beppe Grillo: con Cancelleri, infatti, è candidata anche Federica Argentati, una sostenitrice di Expo 2015, grazie al quale un progetto del Distretto agricolo da lei guidato è stato finanziato dal ministero dell’Agricoltura”. Lo dichiara Ernesto Carbone, deputato del Partito democratico, per commentare la candidatura di Federica Argentati ad assessore di M5S alla Regione Sicilia.

“Peccato che nella presentazione ufficiale della candidata, si siano dimenticati di ricordare questa parte del suo curriculum… La solita doppia faccia dei Cinquestelle”, conclude.

Roma, 11 settembre 2017

04/05/2017 - 19:40

“La visita di Luigi Di Maio negli Usa si è rivelata un flop totale”. Lo dichiara Ernesto Carbone, deputato del Partito democratico.

“Accolto dall’editoriale del New York Times – continua - che ha duramente criticato le posizioni M5s sui vaccini, Di Maio ha risposto con un bell’errore di ortografia sul suo profilo Facebook. All’incontro organizzato da un’associazione di studenti europei presso Harvard, è stato duramente criticato, in particolare sull’ignoranza e l’incompetenza sua e del Movimento 5 Stelle. Più che darla, il non laureato DI Maio ha ricevuto una lezione”.

“Di fronte ai rilievi degli studenti, l'esponente M5s ha dovuto fare marcia indietro su tutto: Nato, Euro, vaccini. L’esame di Harvard è finito con una brutta bocciatura”, conclude.

14/02/2017 - 13:09

"I dati dell'Istat consegnano un ulteriore miglioramento dell'andamento della nostra economia. Piccoli  miglioramenti ma importanti a differenza di ciò che pensano alcuni in Europa che valutano i decimali in maniera differente.

La nostra economia sta andando, segno che le riforme poste in campo dal governo Renzi producono i loro effetti. Vale la pena ricordare che nel 2013 il PIL era -1,9% ora chiudiamo all'1%. Partivamo da un abisso e ora stiamo accelerando recuperando le distanze con gli altri."

05/04/2016 - 11:58

Mercoledì 6 aprile ore 13.00 - Sala Stampa di Montecitorio

Conferenza stampa con con Silvia Fregolent, Emanuele Fiano, Ernesto Carbone

“Favorire l’innovazione e lo sviluppo tecnologico delle città (smart city)”: questo il tema della conferenza stampa di presentazione della proposta di legge, prima firmataria la vicepresidente del Gruppo Pd, Silvia Fregolent, che si svolgerà mercoledì 6 aprile, alle ore 13.00, nella Sala Stampa di Montecitorio. La proposta di legge si pone, tra l’altro, l’obiettivo di individuare un modello di coordinamento delle numerose iniziative già presenti sul territorio e l’istituzione dell’Unità nazionale per lo sviluppo delle smart city, presso la Presidenza del Consiglio. All’incontro, oltre a Silvia Fregolent, parteciperanno: Emanuele Fiano, capogruppo Pd in Commissione Affari Costituzionali; Ernesto Carbone, membro segreteria nazionale Pd responsabile P.A., Innovazione e Made in Italy; Sergio Foà, professore di Diritto Amministrativo dell'Università di Torino; Federico Castorina, presidente di Cultura Democratica; e Tommaso Giacchetti, direttore Generale Cultura Democratica.

24/03/2016 - 20:11

“Le dichiarazioni di Virginia Raggi sull’Acea non sono solo il segno della più totale improvvisazione politica ma anche una potenziale interferenza nelle dinamiche dei mercati azionari. Per capire se le parole della candidata M5S a Roma abbia potuto alterare le decisioni degli azionisti e magari favorito un indebito l’arricchimento di qualche investitore, presenteremo un’interrogazione al ministro dell’Economia”. Lo annuncia il deputato del Partito Democratico Ernesto Carbone.

26/02/2016 - 17:28

Mercoledì 2 marzo alle 14 Sala Salvadori, Palazzo Gruppi della Camera

Mercoledì  2 marzo alle 14, presso la Sala Salvadori, nel Palazzo dei gruppi della Camera dei Deputati (via Uffici del Vicario, 21), si terrà un convegno su “La nuova pubblica amministrazione per dare impulso alla crescita. L’innovazione e i processi di acquisto nel settore della sanità”.

L’incontro prenderà il via con i saluti di Ernesto Carbone, deputato della commissione Affari Costituzionali e responsabile P.a. del Pd. Presiederà i lavori il deputato Pd Alan Ferrari, della commissione Affari Costituzionali e introdurrà il professor Pietro Previtali, dell’università di Pavia. Modererà il dibattito Alessandro Hinna, dell’università di Roma Tor Vergata.

Interverranno sul tema: Luigi Marroni, ad Consip SpA, Marco Bosio ATS Milano–Città Metropolitana, Francesco Bof, dell’ università di Pavia. Ne discuteranno con: Francesco Conti di Medtronic Italia, Renato Spotti, di Dussmann Service, Paolo Mazzoni di 3M Italia, Paolo Cristiani di CBIM (Consorzio di bioingegneria e informatica medica). Concluderà i lavori Federico Gelli, deputato Pd della commissione Affari Sociali e responsabile Sanità del Pd.

09/02/2016 - 18:01

"Di Battista e i 5 stelle sono in grande difficolta' e insultano per non dare risposte alle tante questioni che li riguardano. Da Quarto e la camorra, agli abusi edilizi a Bagheria, passando per il codice con cui Casaleggio vuole assoggettare i suoi candidati per controllare persino le amministrazioni, fino alla assenza di trasparenza dei loro bilanci. Parlano poi di pugno duro, misure e lessico da ventennio. E comunque e' singolare sentire Di Battista parlare di voto di scambio  quando proprio il suo partito ha votato contro la norma che sanziona questa pratica. Non c'e' niente da fare ai 5 stelle quando si parla di democrazia e trasparenza viene l'orticaria".

E' quanto dichiara Ernesto Carbone, componente segreteria del Pd.

22/01/2016 - 19:01
"Il caso Quarto e' Gossip per Di Maio? Quindi e' questo il grado di considerazione che il vicepresidente della Camera ha delle inchieste della magistratura e della commissione Antimafia? Sono parole sconcertanti. Sono settimane che Di Maio e Fico stanno mentendo su Quarto, sui rapporti intercorsi nel loro feudo elettorale tra camorra e M5S", cosi' Ernesto Carbone della segreteria Pd.
 
"Le parole di Di Maio sanno di vecchia politica, di chi ha paura possano emergere verita' sconvenienti. Fico, Di Maio, spieghino perche', pur essendo stati avvertiti fin da luglio dal sindaco Capuozzo, hanno lasciato agire  indisturbato per mesi De Robbio. Fico e Di Maio - conclude -, devono venire in antimafia e spiegare perche' hanno mentito. Per il gossip ci pensera' il sacro blog".
 
21/01/2016 - 18:50
"Un atto d'accusa definitivo. Il sindaco di Quarto, mentre si dimette, ancora una volta dice che il direttorio sapeva, che Di Maio e Fico sapevano tutto da molto tempo. Cosi' come dice di essere stata da loro abbandonata". Lo afferma Ernesto Carbone, componente segreteria Pd.
 
"Ormai e' tutto chiaro: omertosi, ambigui e irresponsabili. Hanno tentato senza riuscirci di nascondere cio' che sapevano e scappano dalle loro responsabilita'. Lasciano soli i territori e i loro amministratori pur di salvare se stessi. Una vergogna. Davvero siamo di fronte a una vicenda molto grave, che non e' certo chiusa. Di Maio e Fico sono solo dei vigliacchi a cui non crede piu' nessuno. Dalle stelle alle stalle".
20/01/2016 - 18:47
Li aspettiamo in Antimafia
"La sindaco Capuozzo conferma che tutti sapevano tutto, gia' da luglio. Non a dicembre, non a novembre. Gia' da luglio. Lei chiede l'espulsione del consigliere De Robbio, per tre volte, e i furbetti del direttorio non muovono un dito, scappando dalle loro responsabilita'. Fico e Di Maio sapevano come stavano le cose e non hanno agito, questo è il punto che devono spiegare. Li aspettiamo in commissione antimafia. Non pensino di cavarsela con ridicoli distinguo lessicali o circoscrivendo tutto a una piccola questione amministrativa. Siamo di fronte a omertosi silenzi, assenza di decisioni e penosi scaricabarile del direttorio in una vicenda che le indagini indicano molto seria e preoccupante".
Cosi' il deputato Ernesto Carbone (Pd), componente della Commissione parlamentare Antimafia, sull'audizione di ieri sera a Palazzo San Macuto del sindaco di Quarto, Rosa Capuozzo. 
10/06/2015 - 18:59

“Sulla tutela del Made in Italy si passa finalmente delle parole ai fatti”. Lo dichiarano i deputati del Partito Democratico Michele Anzaldi, componente in Commissione Agricoltura, ed Ernesto Carbone, responsabile Innovazione e Made in Italy del partito.

“Con un Odg approvato oggi l’Aula– spiegano Anzaldi e Carbone – impegna il governo a porre in sede Ue la necessità di intervenire per adeguare la normativa in materia di etichettatura dei prodotti alimentari, assicurando la massima trasparenza delle informazioni e la loro tracciabilità, anche, in particolare, attraverso l’imballaggio e la grafica, spesso ingannevoli”.

“Il voto di oggi – continuano i due deputati democratici – è un primo, fondamentale punto fermo della strategia messa in campo per contrastare il fenomeno dell’italian sounding. Ora il governo ha uno strumento in più per agire in sede Ue, anche a seguito della sentenza della Corte europea della scorsa settimana”.

“Si tratta, innanzitutto – aggiungono Anzaldi e Carbone - di tradurre in norme l’indicazione fornita oggi dal Parlamento. E, allo stesso tempo, di attivarsi in sede europea perché l’Ue renda anch’essa operante, a livello continentale, un’analoga misura di protezione del Made in Italy”.

“Di certo, noi continueremo a sollecitare le istituzioni per far sì che si ponga fine a un fenomeno che non rappresenta solo un danno commerciale per le nostre aziende ma anche un inganno e un potenziale rischio per i consumatori”, concludono Michele Anzaldi ed Ernesto Carbone.

 

07/08/2014 - 17:17

“Approvato parere su primo decreto attuativo della delega fiscale”

“Un passo avanti fondamentale per un fisco più vicino a cittadini e imprese: questo il significato del via libera di oggi in commissione Finanze al parere sul primo decreto attuativo della delega fiscale, il cui principale obiettivo è quello di introdurre una serie di semplificazioni. Approvazione avvenuta, fra l’altro, con il consenso di tutti i gruppi e senza la contrarietà del M5s che ha scelto l’astensione”. Lo dichiara il deputato democratico Ernesto Carbone, relatore del parere.

“Particolare rilievo – spiega Carbone - hanno le misure per la realizzazione del 730 precompilato che lavoratori e pensionati italiani riceveranno a partire dal prossimo anno, con alcune indicazioni della commissione che rendono questo strumento ancora più efficace. Abbiamo inoltre posto come condizione ulteriori semplificazioni, fra cui quella che riguarda la revisione della responsabilità solidale tra appaltatore e subappaltatore. Si elimina infatti nello stesso tempo un adempimento gravoso per le imprese, da loro stimato 1,2 miliardi, e si garantisce un forte contrasto all’evasione e al lavoro sommerso”.

“Siamo intervenuti anche – conclude - per migliorare la comunicazione delle operazioni nei Paesi black list e quindi per un maggiore contrasto della grande evasione. Stiamo proseguendo, insomma, per migliorare il rapporto fra contribuenti e fisco, con meno adempimenti e più servizi”.