12/04/2016 - 19:48

Il deputato del Pd Marco Carra esprime soddisfazione per l’arrivo in Italia di 51 bambini dal Congo attesi da tempo dalle loro famiglie adottive, dopo una vera e propria odissea causata anche dalle lungaggini delle autorità di Kinshasa. “Grazie al lavoro meticoloso del sottosegretario Enzo Amendola si è sbloccata una impasse intollerabile. Nelle prossime settimane – ricorda Carra - è atteso lo sbarco di numerosi altri bambini provenienti sempre dal Congo. Il nostro auspicio è che il Comitato adozioni internazionali superi questa volta le sue inefficienze, causa di gravi disagi per bimbi e genitori. In ogni caso, sarà indispensabile ragionare sulla riorganizzazione di questa struttura”.

17/03/2016 - 17:53

“E’ una notizia che ci rallegra,  frutto dell’efficacia dell’azione intrapresa dal sottosegretario Enzo Amendola”. Lo dice Marco Carra, deputato del Partito democratico, commentando il via libera da parte delle autorità del Congo alla partenza per l’Italia di altri 47 bambini adottati da famiglie italiane. “Ci auguriamo che la Commissione per le adozioni internazionali potrà garantire in futuro tempi congrui per la definizione delle pratiche di adozione”, aggiunge Carra.

17/03/2016 - 17:48

“E’ una notizia che ci rallegra,  frutto dell’efficacia dell’azione intrapresa dal sottosegretario Enzo Amendola”. Lo dice Marco Carra, deputato del Partito democratico, commentando il via libera da parte delle autorità del Congo alla partenza per l’Italia di altri 47 bambini adottati da famiglie italiane. “Ci auguriamo che la Commissione per le adozioni internazionali potrà garantire in futuro tempi congrui per la definizione delle pratiche di adozione”, aggiunge Carra.   

10/02/2016 - 19:56

“Lotta al bracconaggio ittico: la Commissione Agricoltura approva emendamento Pd al Collegato agricolo per sanzioni più severe alla pesca di frodo”. Lo scrive su Twitter il deputato del Partito Democratico Marco Carra.

 

27/10/2015 - 18:45

“Siamo felicissimi, è una bella notizia, un risultato nel quale la città sperava, frutto del lavoro intenso fatto dalle istituzioni territoriali. Mantova merita questo titolo”.

Così Marco Carra, deputato mantovano del Pd, commenta la scelta della città lombarda come Capitale italiana della cultura 2016 annunciata in una conferenza stampa con il Ministro dei beni culturali e del turismo, Dario Franceschini.

 

04/08/2015 - 21:42

Incomprensibile no di Lega e M5S

“Il Decreto Enti locali convertito oggi dalla Camera è fondamentale per la ricostruzione dei territori colpiti dal terremoto, in particolare per il mantovano. Infatti, stanzia 205 milioni per la riparazione delle case, fondi destinati solo alla provincia di Mantova; sospende il pagamento dell’IMU fino alla fine del 2016 per le case inagibili; contiene misure di sostegno alle aziende che producono parmigiano reggiano e grana padano e proroga lo stato di emergenza fino alla fine del 2016, misura che consentirà alle famiglie non ancora rientrate nelle loro abitazioni di poter godere del contribuito di ‘autonoma sistemazione’. Positiva dunque la sinergia di governo e parlamento e del tutto inspiegabile il motivo per cui il M5S e la Lega nord, che si dicono partiti vicini alle esigenze dei cittadini, abbiano votato contro questo provvedimento”.

Così Marco Carra, deputato del Partito democratico.

 

13/05/2015 - 17:18

“Ci avverte che non c’è niente da indagare su di lui”

“Dietro la colta citazione del filosofo inglese Francis Bacon (audaciter colomniare semper aliquid haeret), Giovanni Senzani ha inviato alla Commissione d’inchiesta un messaggio diretto: non vi occupate di me perché io con il caso Moro non c’entro nulla. Ma se le inchieste venissero fatte seguendo il suo criterio, non si scoprirebbe mai niente”. Lo afferma il democratico Marco Carra, componente della Commissione Moro, il quale riferisce di una “insolita” lettera inviata ai componenti dell’organismo parlamentare, tramite il suo avvocato, dall’ex brigatista Giovanni Senzani il quale, dice Carra, “ci avverte che tutto ciò che è stato scritto sui suoi presunti rapporti con i servizi segreti sono ‘illazioni’, ‘calunnie’ frutto di ‘estemporanee rivelazioni di qualche pentito’, oltre a ricordarci di non aver mai subito condanne per fatti connessi al sequestro e all’assassinio di Aldo Moro. In sostanza, Senzani non sopporta quella che chiama ‘escalation di notizie false” contro la sua persona, ‘molte delle quali’, dice, ‘provengono dai membri della Commissione’. Marco Carra sottolinea che “sarebbe davvero una grave anomalia se l’inchiesta parlamentare in corso escludesse a priori fatti o persone. Ed il ruolo del professor Senzani è uno degli aspetti della vicenda che deve essere chiariti. Chi e perché, ad esempio, controllava la sua casa fiorentina? Come lui stesso ci ricorda nella lettera, sua moglie Anna nel 1981 scoprì casualmente, mentre suo marito era ricercato in tutta Italia, una microspia inserita in una presa elettrica di una delle stanze di casa sua: la portò direttamente al dottor Piero Vigna che nell’occasione disse: ‘Non sono il solo a ricercare il professor Senzani’”.

 

30/04/2015 - 19:01

“Grazie al ministro Martina, l’agricoltura italiana è di nuovo nell’agenda politica del Governo”. Lo afferma Marco Carra, deputato del Partito Democratico della commissione Agricoltura, in merito ai provvedimenti approvati ieri sera dal Consiglio dei ministri.

"Dopo i cento milioni di euro destinati al settore lattiero per far fronte al termine del regime delle quote latte – spiega Carra - anche queste nuove misure sostengono, il comparto lattiero caseario, molto importante per il Nord e oggi profondamente in crisi. Il Governo dimostra così di voler dare risposte concrete ad alcuni dei problemi fondamentali del nostro agroalimentare", ha concluso Carra.

 

15/04/2015 - 17:51

“Claudio Martelli ha riproposto nella sua audizione i momenti salienti dell’azione del PSI durante i cinquantacinque giorni ma ha anche confermato quanto gli riferirono uomini dell’intelligence cechi e sovietici sul ruolo dell’ex primula rossa delle Br, Mario Moretti. Le sue fonti, cioè, gli dissero che la decapitazione della vecchia guardia brigatista, con gli arresti di Alberto Franceschini e Renato Curcio, fu attuata per favorire un ricambio ‘controllato’, potremo dire, con l’ingresso al vertice brigatista di Moretti, uomo legato ai servizi del Patto di Varsavia. Mi pare che anche questo aspetto della vicenda Moro, non nuovo ma assai importante, debba essere sviscerato dalla Commissione d’inchiesta”.

Così Marco Carra, deputato del Pd, componente della Commissione d’inchiesta sul sequestro e la morte di Aldo Moro, dopo l’audizione di oggi dell’ex vice segretario socialista Claudio Martelli.

 

09/04/2015 - 19:48

“L'approvazione unanime della Commissione Agricoltura della Camera della risoluzione a sostegno del settore lattiero-caseario è un fatto politico di grande rilevanza”. Lo dichiara Marco Carra, deputato Pd e componente della Commissione Agricoltura della Camera.

“La Commissione Agricoltura – spiega Carra - vuole a tutti i costi che l'emergenza che questo comparto strategico sta vivendo venga aggredita e sconfitta. In questo quadro, sappiamo di poter contare sulla grande determinazione del Ministro Martina, al quale va il nostro sostegno. Auspico che analoga determinazione sia di tutto il Governo in modo tale che, nel giro di pochissimi giorni, venga approvato un apposito decreto che recepisca gli impegni contenuti nella risoluzione e che dia risposte concrete ai produttori di latte”, conclude Marco Carra.

 

09/03/2015 - 18:03

Oppure bisogna ritenere che Cossiga abbia platealmente mentito

9 marzo 2015 - “Dopo l’interessante audizione di don Mennini, sacerdote amico di Aldo Moro, è quanto meno audace sostenere che siano caduti castelli in aria, cioè le ipotesi che sia stato il confessore di Moro nella prigione del popolo nelle ultime ore della sua vita. A noi pare che il nodo di chi abbia confessato Moro resti aperto: soprattutto perché il senatore Francesco Cossiga ha ripetutamente detto, in modo esplicito, diretto e pubblico, mai smentito o contraddetto da alcuno, che Moro sia stato confessato prima della sua morte. A meno che non si voglia dire che Cossiga abbia mentito. Il senatore Gasparri dice questo, in sostanza. Insomma, dopo l’audizione che ha offerto molti spunti di riflessione importanti, soprattutto sul ‘canale di ritorno’, come ha evidenziato il presidente Fioroni, o sullo stato di sbandamento e di caos che vigeva al Viminale, si può ben dire che non abbiamo avuto nè conferme nè smentite sulla visita di un sacerdote a Moro”.

Così Marco Carra, deputato Pd, componente della commissione d’inchiesta sul sequestro e la morte di Aldo Moro. 

 

04/03/2015 - 18:14

Il deputato del Pd Marco Carra scrive al presidente del Consiglio, Matteo Renzi, per chiedere la convocazione urgente di un tavolo di confronto con i rappresentanti del territorio mantovano colpito dal sisma del maggio 2012. La lettera fa seguito all'impegno che il deputato si era preso con il presidente di della Lombardia, Roberto Maroni, all'incontro di Gonzaga il 5 febbraio scorso (alla presenza dei sindaci dei Comuni del Cratere e delle istituzioni coinvolte nella fase della ricostruzione post terremoto del 2012), di fare da tramite con il Governo.

Nell'occasione era emersa ancora una volta la carenza di fondi fino ad oggi messi a disposizione dal Governo per la ricostruzione del patrimonio pubblico e privato e una evidente differenza con i fondi nella disponibilità di territori confinanti appartenenti ad un’altra regione terremotata. Carra ricorda al premier Renzi che "a fronte dei 74 milioni di euro previsti per la ricostruzione del patrimonio pubblico per gli anni 2013 e 2014, ad oggi ne sono stati messi a disposizione 48. Per la ricostruzione del patrimonio privato sono già disponibili per il territorio mantovano 300 milioni, ma ne mancano almeno altrettanti.

"Chiedo pertanto - conclude il deputato Pd - la convocazione urgente di un tavolo di confronto nel quale le istituzioni locali, i rappresentanti del mondo del lavoro e dell’imprenditoria, le autorità ecclesiastiche e della vita civile del mantovano possano essere ascoltati circa gli ostacoli che l’insufficienza dei finanziamenti provoca sulla rinascita dei territori mantovani

 

27/02/2015 - 18:22

"Abbiamo presentato una proposta di legge per semplificare lo smaltimento degli scarti vegetali”. Lo annunciano Veronica Tentori e Marco Carra, deputati del Partito Democratico e componenti in Commissione Agricoltura della Camera.

“La nostra proposta – spiegano Tentori e Carra – punta a far sì che sfalci e potature, quando sono destinati alla produzione di energia o alle normali pratiche agricole e zootecniche, non siano considerati rifiuti. Ovviamente attraverso processi e metodi che non mettano in pericolo la saluta e l’ambiente”.

"Questo – continuano i due deputati democratico - aiuterebbe in particolare i piccoli comuni rurali a superare le difficoltà legate allo smaltimento di sfalci e potature, oggi classificati come rifiuti”.

“Essi infatti potranno diventare una risorsa: si potrà dare priorità al riutilizzo e al recupero e permettere che siano reimpiegati in un ciclo produttivo, invece di essere destinati esclusivamente allo smaltimento", concludono Veronica Tentori e Marco Carra.

 

27/02/2015 - 16:57

“In un'intervista televisiva, la Presidente della Camera Laura Boldrini ha sostenuto 'la vergogna dei vitalizi ai parlamentari condannati' per reati contro la pubblica amministrazione e per collusione con la criminalità organizzata che può essere eliminata da una semplice decisione dell'Ufficio di Presidenza della Camera. Chiedo alla Presidente Bodrini perché fino ad ora questa decisione non sia stata ancora assunta”. Lo dice Marco Carra, deputato Pd in commissione Agricoltura.

"Sarebbero opportune più decisioni e meno interviste - dice Carra -. Dal momento che queste decisioni non competono al Parlamento ma all'Ufficio di Presidenza che la stessa Bodrini presiede, dovrebbero essere concretizzate in tempi brevi. Questo per dare un segnale vero agli italiani, per dimostrare, con atti reali, il rispetto verso la gente onesta stanca di pagare i vitalizi a signori come Dell'Utri e Cuffaro che non si può sostenere abbiano lavorato all'interno delle istituzioni per il bene comune e soprattutto sono stati condannati dalla Legge con sentenze emesse in tutti i gradi di giudizio".

 

19/11/2014 - 18:05

“Ho chiesto che la Commissione d’inchiesta sul sequestro e l’assassinio di Aldo Moro riproponga all’ex capo delle Brigate rosse, Mario Moretti, di venire a dare una sua testimonianza. In passato Moretti rifiutò l’invito del precedente organismo d’inchiesta: mi auguro che siano cadute le riserve di allora e che Moretti voglia assumersi la responsabilità di confrontarsi su tutti gli aspetti non risolti del caso”.    

Così Marco Carra, deputato del Pd e componente della Commissione parlamentare d’inchiesta sul caso Moro.

    

Pagine