27/10/2017 - 15:11

Depositata una proposta di legge

“Sono assolutamente convinta della necessità di procedere rapidamente all’approvazione di una norma che chiarisca le responsabilità di genitori e personale scolastico rispetto all’uscita dalla scuola media dei ragazzi, dopo il pronunciamento della corte di Cassazione. Per questo, come deputate e deputati del Pd abbiamo depositato oggi una proposta di legge che va proprio in questa direzione. Bisogna fare in modo che sia garantita l’autonomia e la crescita responsabile dei ragazzi, la libertà di scelta dei genitori e che il personale della scuola sia esonerato da responsabilità che non gli competono. Sono certa che giungeremo a una soluzione del problema in tempi rapidi”.

Lo ha detto Mara Carocci, deputata del Pd e componente della commissione Cultura.

28/07/2017 - 17:55

"In sede di approvazione del decreto vaccini, il Governo ha accolto alcuni ordini del giorno del Pd che lo impegnano a sgravare le scuole dal complesso carico di adempimenti  connessi alla necessità di gestire  il cartaceo delle certificazioni vaccinali  o le certificazioni sostitutive  di tutti gli alunni". Lo dichiarano Mara Carocci, Grazia Rocchi e Camilla Sgambato, deputate del Partito democratico e componente della Commissione Cultura della Camera.
"Siamo convinte - continuano - che il Governo metterà in campo tutte le misure necessarie, disponendo l’immissione in ruolo di personale amministrativo su tutti i posti  degli organici risultanti vacanti e disponibili,
e intervenendo per facilitare l’accesso e l’utilizzo  di tecnologie digitali finalizzate allo snellimento  e sfoltimento delle incombenze amministrative che dal prossimo anno scolastico graveranno sulle istituzioni scolastiche".

"L'obbligatorietà dei vaccini a scuola è giusta e consentirà di tutelare la salute dei più giovani ma le scuole non potranno essere lasciate da sole nella gestione di procedure così complesse", concludono.

11/07/2017 - 15:15

Iniziato esame pdl su responsabilità dirigenti scolastici

“Oggi con le audizioni in Commissione Cultura entra nel vivo l'iter della proposta di legge sulla responsabilità dei dirigenti in materia di sicurezza dei luoghi di lavoro e sull'utilizzo degli edifici destinati all'istruzione e alla formazione. Finalmente, si interviene su uno dei problemi più gravi che i dirigenti scolastici devono affrontare stretti tra le responsabilità che gravano sulle loro spalle e la quasi totale assenza di strumenti per affrontare le questioni strutturali e impiantistiche delle loro scuole. Non è facile per un dirigente occuparsi di sicurezza senza poter  intervenire in maniera autonoma neppure sulla manutenzione ordinaria. Crediamo che l'approvazione di questa norma, che abbiamo fortemente sostenuto, consentirà di risolvere le incongruenze della normativa superando i frequenti conflitti di attribuzione di responsabilità in merito alla sicurezza nelle scuole”.

Lo dicono le deputate del Pd Maria Grazia Rocchi e Mara Carocci, componenti della commissione Cultura.

12/05/2017 - 10:56

I deputati visiteranno Palazzo Reale e l’Istituto italiano di Tecnologia

Lunedì 15 maggio una delegazione della Commissione Cultura della Camera dei Deputati, su proposta dell'On. le Mara Carocci del Pd, si recherà in missione a Genova per visitare alcune delle sue realtà più importanti.

Genova è una città ricca di proposte e energie nel campo della cultura e della ricerca che, tuttavia, non sono sufficientemente valorizzate. Per questo la delegazione farà la sua prima tappa al Palazzo Reale che, in seguito alla riforma del sistema museale, ha avuto un forte impulso grazie al significativo incremento dei visitatori e ai progetti di alternanza scuola lavoro e di apertura al territorio.

La seconda tappa sarà all'Istituto Italiano di Tecnologia dove i deputati potranno conoscere e approfondire i più significativi progetti di ricerca in corso. Anche l'I.I.T rappresenta una realtà virtuosa del territorio che promuove lo sviluppo e l'alta formazione tecnologica del Paese, favorendo lo sviluppo del sistema produttivo nazionale verso una tecnologia all'avanguardia.

07/04/2017 - 14:05

“Le bozze dei  decreti attuativi delle deleghe previste dalla “buona scuola” accolgono  quasi totalmente le condizioni espresse dalle commissioni parlamentari e su questo esprimiamo soddisfazione. Purtroppo ci rammarichiamo che il decreto sulla valutazione degli apprendimenti, che pure presenta molti elementi positivi, primo fra i quali la semplificazione degli esami di Stato, non recepisca alcuni punti qualificanti come il superamento della valutazione in decimi nelle scuola primaria e secondaria di primo grado. Dietro alla rappresentazione simbolica dei livelli di apprendimento di una bambina e di un bambino esiste una logica: la scuola non è migliore se fa prevalere  la visione classificatoria rispetto alla funzione formativa ed orientativa della valutazione. Rimaniamo in attesa di vedere in quale forma concreta verrà restituito l’esito delle prove INVALSI. Non siamo contrari alla valutazione nazionale che va sicuramente potenziata e migliorata, vorremmo però che  non si usassero strumenti nati per valutare il sistema e le scuole, per scopi differenti. Possiamo usare strumenti nazionali per  contribuire alla valutazione delle competenze, ma prendiamoci il tempo giusto per definire gli strumenti adeguati”.

Lo dicono le deputate del Pd Mara Carocci e Grazia Rocchi componenti della commissione Cultura.

14/03/2017 - 17:56

“Alle rappresentanti delle guide turistiche abbiamo espresso piena disponibilità a individuare un percorso normativo che consenta sia a livello comunitario, attraverso il coinvolgimento degli euro- parlamentari del Partito democratico, sia a livello nazionale, l’adozione di norme in grado di riconoscere pienamente la professione di  ‘guida turistica’,  distinta per competenze e   preparazione dalla figura dell’accompagnatore turistico”. Lo dichiarano la presidente della Commissione Cultura della Camera Flavia Piccoli Nardelli, e le deputate democratiche Marina Berlinghieri, Maria Iacono, Sofia Amoddio e Mara Carocci, al termine dell’incontro con delegazione dell’Associazione nazionale delle guide turistiche, avvenuto oggi alla Camera.

“E’ necessario – continuano - che si cominci, immediatamente, a discutere di una nuova norma di riordino. Essa deve necessariamente essere in linea con quanto stabilito dalla legislazione europea in materia,  poggiare su criteri omogenei su tutto il territorio nazionale, ed essere in grado di dare effettiva dignità a una professione strategica per un Paese, come il nostro, che fonda buona parte della propria economia sulla fruizione dei beni culturali e sul turismo.”

“Nei prossimi giorni chiederemo al ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, un incontro per  individuare tutti  gli strumenti necessari ad affrontare il vuoto normativo creato dalla sentenza del Tar e intervenire con  strumenti normativi che vadano nella direzione di una nuova norma in grado di tutelare le competenze delle nostre guide ed impedire con controlli e sanzioni esemplari  la diffusione dell’esercizio della professione stessa”, concludono.

21/09/2016 - 12:59

Interrogazione al MIUR

“La vicenda scaturita dalla sentenza della magistratura di Torino che ha stabilito libertà di scelta in materia di consumo del cibo a scuola sta creando grande confusione non solo al comune di Torino ma anche ad altre amministrazioni.

 Per questo, ho presentato un'interrogazione urgente al MIUR per sapere se non ritenga necessario predisporre un intervento legislativo di carattere nazionale che colmi il vuoto normativo messo in evidenza dalle decisioni della magistratura.

Perché se è vero che è necessario garantire i diritti di tutti è altrettanto importante che vengano salvaguardati equità, salute dei bambini e  il principio di solidarietà che potrebbe essere seriamente messo in discussione da scelte affrettate e disomogenee”. Lo ha dichiarato la deputata Pd Mara Carocci.

15/12/2015 - 13:40

"Accolgo con grande soddisfazione il via libera della commissione Bilancio al mio emendamento con il quale le Accademie non statali di Belle arti, finanziate in misura prevalente dagli enti locali, riceveranno uno stanziamento di 4 milioni di euro a partire dal 2016, con un incremento di 3 milioni rispetto all'anno precedente". Lo dichiara la deputata Pd Mara Carocci componente della commissione Cultura della Camera.

"Con queste risorse - prosegue la deputata democratica - le Accademie potranno far fronte alle esigenze più importanti relative alla propria attività che rischiava di essere gravemente compromessa dalla costante mancanza di fondi. Con l’emendamento approvato si dà ossigeno alle Accademie non statali di Belle arti che in molti territori rappresentano gli unici istituti di alta formazione; tuttavia, sarà fondamentale nei prossimi mesi procedere alla statizzazione definitiva consentendo alle Accademie di beneficiare di risorse certe e continuative nel tempo".

19/10/2015 - 16:59

“Costringere i propri figli a boicottare le lezioni in nome di un falso storico rappresenta un fatto di una gravità inaudita. Se, come annunciato, il 4 dicembre i genitori del Family Day daranno vita a questa protesta contro ‘il totalitarismo dell'ideologia gender’ dovremmo offrire una risposta chiara e definitiva contro la cattiva informazione degli ultimi mesi”. Lo ha detto Mara Carocci, deputata del Pd componente della commissione Cultura.

“Mi pare evidente - ha proseguito Carocci - che dietro il falso mito del gender si nasconda una pericolosa ideologia che mira a ritardare l'approvazione delle unioni civili e qualsiasi tentativo di rispettare gli standard europei in materia di lotta alle discriminazioni in classe. Mi auguro che nei prossimi giorni il Parlamento vada spedito verso la rapida approvazione del testo sulle unioni civili sul quale si sta aprendo una convergenza tra gli schieramenti e che il MIUR sappia fare fronte ai gravissimi tentativi di minare l'autonomia delle scuole e il sacrosanto principio della libertà educativa. Questa è una battaglia di civiltà irrinunciabile che il PD deve portare a compimento”.

 

09/07/2015 - 14:26

“Con il voto di oggi si conclude l'iter del ddl ‘La buona scuola’. È la conclusione di una lunga fase caratterizzata sia da un gran numero di audizione, riunioni, incontri pubblici, ma anche dall'importante e sostanziale lavoro di modifiche apportate dalle due camere al testo originario”. Lo dichiarano le deputate PD della Commissione Cultura Grazia Rocchi e Mara Carocci che proseguono: “La soddisfazione per aver concluso in tempo utile l'iter del provvedimento garantendo le assunzioni previste entro l' anno e la pubblicazione del bando del nuovo concorso non fa smarrire il senso di responsabilità per un percorso che inizia oggi, quello dei decreti attuativi sul quale abbiamo ferma intenzione di agire, per le nostre competenze ispettive e di giudizio, con tempestività. Vogliamo ribadire - proseguono le deputate democratiche - che oggi non si conclude una fase, ma che inizia un percorso che apre nuove ed importanti opportunità di innovazione didattica, nuove possibilità grazie alla definizione dell'organico funzionale, allo stanziamento di risorse stabili, all'esercizio di una sostanziale e responsabile autonomia scolastica”.

20/05/2015 - 12:22

“La riforma della scuola che oggi approviamo alla Camera ha il merito, fra l’altro, di portare a livelli fisiologici la precarietà nella scuola; le supplenze rimangono in caso di malattia, maternità o aspettativa così come accade in tutta Europa perché sono indispensabili per la scuola. Con l’assunzione stabile di 100mila nuovi insegnanti andiamo in contro alle esigenze dei docenti precari e anche degli studenti che aspettano insegnanti motivati e che si meritano un corpo docente stabile. Con la stabilizzazione dei docenti fin ora precari e l’erogazione di un miliardo per quest’anno e quattro a partire dal prossimo risolviamo due criticità della scuola italiana che sembravano dovessero essere croniche; e tutto questo creando nuovi posti di lavoro stabili e a tempo indeterminato”.

Lo ha detto Mara Carocci, deputata del Pd componente della commissione Cultura.

 

18/05/2015 - 15:59

“Con il via libera all’art. 8 del ddl ‘La buona scuola’, provvediamo all’assunzione di 45mila insegnanti per il prossimo anno scolastico; sono posti di lavoro nuovi che adesso non esistono. Per la ripartizione dei nuovi docenti tra le Regioni, si terrà conto del numero delle classi, del numero degli alunni e delle differenze territoriali. Per quanto riguarda i ‘soprannumerari’, essi potranno rimanere in un ambito territoriale più limitato rispetto all’attuale ambito provinciale. Non è previsto nessun taglio al personale ma viene data la possibilità agli istituti in rete di utilizzare il personale all’interno della stessa rete se lo riterranno opportuno. Già esistono reti di scuole ben funzionanti ma adesso le rendiamo più efficienti garantendo risorse adeguate. L’art. 8 è un punto fondamentale per dare attuazione alla autonomia scolastica”.

Mara Carocci, deputata del Pd componente della commissione Cultura durante la dichiarazione di voto dell’art. 8 del ddl ‘La buona scuola’.

 

15/05/2015 - 17:37

“La novità più importante introdotta dall’art. 2 riguarda il Piano dell’Offerta Formativa. Nella prima versione del ddl si prevedeva che fosse definito dal dirigente, sentendo gli organi collegiali. La Commissione ha introdotto una nuova procedura confermata dal voto in aula: il dirigente formula gli indirizzi, ma è il Collegio docenti ad elaborare il POF ed il Consiglio di Istituto, nel quale siedono insieme studenti, famiglie, docenti e personale Ata, ad approvarlo. Il piano triennale dell’offerta formativa, inoltre, è rivedibile annualmente ed il POF dell’anno scolastico 2015-2016 non confluisce in quello del triennio successivo, trattandosi di anno di transizione”.

Lo ha detto Mara Carocci, deputata del Pd componente della commissione Cultura durante la dichiarazione di voto all’art. 2 del ddl ‘La buona scuola’.

 

06/05/2015 - 20:35

“Se anche il Senato approverà la legge già approvata in prima lettura alla Camera la legge sullo ius soli sportivo, casi come quello della giovane campionessa di taekwondo Alessia Korotkova non si verificheranno più”. Lo dichiara Mara Carocci, deputata del Partito Democratico.

“Il testo già approvato alla Camera – spiega Carocci – sull’integrazione sociale dei minori residenti in Italia tramite l’ammissione nelle società sportive, garantisce anche ai giovani atleti, che pur risiedendo in Italia non sono in possesso della cittadinanza italiana, di poter partecipare allle gare di livello agonistico”.

“Per questo continueremo a impegnarci per far sì che anche il Senato approvi quanto prima il testo sullo ius soli sportivo, colmando una lacuna che è al momento fonte di discriminazione”, conclude Mara Carocci.

 

14/04/2015 - 19:18

Un primo passo per apertura della discussione su cittadinanza

“Oggi, con l’approvazione del provvedimento per favorire l'integrazione sociale dei minori stranieri residenti in Italia tramite l'ammissione nelle società sportive, abbiamo compiuto un primo passo per recuperare l’assenza inspiegabile di una legge nazionale sullo ius soli sportivo”.  Lo dichiara la deputata del Partito Democratico Mara Carocci, componente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati -

“L’assenza di una legge è fonte di discriminazione per chi è nato e cresciuto in Italia. Per questo – spiega la deputata democratica – è necessario rimuovere le regole e le procedure che impediscono il tesseramento nel passaggio dall’attività sportiva di base all’attività agonistica, in modo da permettere ai minori stranieri di coltivare il talento e, nello stesso tempo, confermare il valore di integrazione sociale dell’attività sportiva”.

“Se lo sport si fonda su valori educativi sociali e culturali essenziali, se è un importante fattore di accettazione delle differenze e di rispetto delle regole, non si può che sperare che questa proposta veda la luce, dopo il passaggio al Senato, con una ampia maggioranza. Auspichiamo – conclude Carocci – che si tratti di un primo passo verso l’apertura della discussione sull’accesso alla cittadinanza italiana dei minori stranieri stabilmente residenti nel nostro Paese”.

 

Pagine