19/11/2015 - 16:42

“Il lavoro del ministro della Giustizia Orlando va nella direzione giusta di revisione e semplificazione delle norme penali.

Ma la contraffazione si combatte con efficacia anche attraverso un’azione di prevenzione, di indagine e di coordinamento di tutte la forze europee. Bene anche l’impegno a sinergie internazionali sul money transfert. Anche il lavoro del gruppo del Partito Democratico in questa direzione”. Lo ha dichiarato la capogruppo Pd in commissione contro la Contraffazione Susanna Cenni.

19/11/2015 - 13:43

"Noi approvando questa legge facciamo la nostra parte, la facciamo costruendo un sistema di tutela e valorizzazione della biodiversità agraria e alimentare, sostenendo il lavoro degli agricoltori, la ricerca, suggerendo strumenti per costruire sistemi economici locali partecipati dalle comunità, dalla ricerca, dai saperi, dalla scuola. Una risposta alla Carta di Milano che ci chiede di salvaguardare il futuro del pianeta e dove la biodiversità è un obiettivo che l’attraversa tutta”. Lo ha detto oggi in aula, durante la dichiarazione di voto , la deputata Pd Susanna Cenni, prima firmataria del ddl 'Disposizioni per la tutela e valorizzazione della Biodiversità agraria e alimentare', approvata definitivamente oggi nell’aula di Montecitorio.

“Una legge - spiega Cenni - che guarda all’oggi ma con uno sguardo attento al futuro, che tutela e valorizza la biodiversità agraria e alimentare per fermarne la progressiva perdita e per investire sulle varietà' e razze locali e sul patrimonio di conoscenze. I punti principali: l'Anagrafe Nazionale della biodiversità, presso il ministero delle politiche Agricole; la Rete Nazionale della biodiversità, coordinata dal Dicastero agricolo, d'intesa con le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano; il Portale Nazionale, con il compito anche di costituire un sistema di banche dati interconnesse; il Comitato per coordinare i diversi livelli di governo. Un testo nato dal confronto con i soggetti interessati e in sintonia con gli obiettivi di trattati e indirizzi delle istituzioni nazionali ed europee. Noi parliamo del futuro di tutti noi. Il paese aspettava da tempo una normativa per regolamentare questi temi, il Parlamento sta facendo la sua parte, lo ha già fatto con la legge sull’agricoltura sociale, mi auguro prosegua presto con le norme contro la cementificazione del suolo agricolo, e magari varando un provvedimento a tutela dell’agricoltura familiare e contadina”.

11/11/2015 - 18:25

"Le considerazioni del procuratore di Prato Nicolosi sollecitino una riflessione attenta da parte del Governo. Abbiamo da poco concluso un’indagine sul sistema Prato. Il Pd sta lavorando ad una proposta di legge che supporti le azioni di contrasto al fenomeno della contraffazione. Occorre che si trovi il modo di arginare in ogni modo le possibilità e i canali per la circolazione dei pagamenti nell'affare contraffazione. Auspico correttivi in legge di stabilità". Lo ha dichiarato la deputata Pd Susanna Cenni, capogruppo in commissione contro la Contraffazione e relatrice dell'indagine sul distretto tessile di Prato.

10/11/2015 - 12:10

“E' significativa la visita del Pontefice a Prato, come significative sono le sue parole e il riferimento alla dignità del lavoro e contro sfruttamento e lavoro nero. Lavoro nero che, come chiaramente confermato dall’ indagine della commissione Contraffazione sul distretto di Prato, accompagna e caratterizza il florido affare della contraffazione del made in Italy.

Accrescere controlli, combattere la contraffazione, costruire e sostenere filiere produttive etiche e trasparenti è il primo passo”. Lo ha dichiarato la deputata Pd Susanna Cenni, capogruppo in commissione Contraffazione e relatrice dell’indagine su Prato.

06/08/2015 - 16:25

“Il voto in commissione chiude il lavoro di approfondimento che abbiamo svolto attraverso la visita a Prato del novembre 2014, e tantissime audizioni che ci hanno permesso di raccogliere dati e proposte direttamente dall’esperienza di chi ogni giorno combatte, il fenomeno della contraffazione, come le forze dell'ordine, le procure e la polizia municipale, ma anche dalla viva voce degli imprenditori del tessile e della moda, dalle istituzioni locali e dalle associazioni di categoria. Un lavoro lungo ma proficuo che costituisce un valido supporto per aggiornare strumenti e strategie”. Così Susanna Cenni, parlamentare del Pd e relatrice dell'indagine su Prato, commenta l’approvazione della relazione sulla contraffazione nel settore tessile, in commissione parlamentare di inchiesta, che chiude l’indagine sul distretto produttivo di Prato che ha impegnato la relatrice e i colleghi della commissione, dal novembre 2014, nel lavoro di analisi, ascolto e definizione di un modello di contrasto al grave fenomeno economico e sociale della contraffazione. Un lavoro di approfondimento che ha esaminato il settore del tessile e della moda, a partire dalla missione nella città toscana e dalle numerose audizioni che hanno permesso al gruppo parlamentare di incontrare e ascoltare i rappresentanti delle istituzioni locali e regionali, delle imprese e le parti sociali di un distretto produttivo che abbraccia tre province toscane (Prato, Pistoia e Firenze) e che nella provincia di Prato opera con oltre 7 mila imprese e quasi 35 mila addetti. Dopo l’approvazione in commissione la relazione arriverà alla Camera per la discussione in Aula.

“Tante – spiega Cenni – le proposte e gli strumenti che abbiamo evidenziato come la stretta connessione tra contraffazione lavoro nero e sfruttamento. Utili si rilevano l’intensa attività di controllo degli ispettori, le best practices e alle esperienze di filiere produttive etiche che coinvolgono aziende e enti territoriali, e i cosiddetti Patti per la sicurezza che coinvolgono organismi interforze nel controllo delle fasi produttive e dei luoghi di lavoro. Si tratta di forme avanzate volte a favorire il rispetto della legalità e l’integrazione economica e sociale in un territorio dove sono presenti quasi 5 mila aziende cinesi che rappresentano l’11% del pil provinciale e il 9% della totale della popolazione. Un impegno che viene portato avanti dalle stesse aziende che con l’uso delle moderne tecnologie, hanno attivano sistemi di tracciabilità che garantiscono tutte le fasi della produzione. Nella discussione di aula ci auguriamo di raccogliere anche ulteriori contributi. Intanto, proprio nella direzione dell’efficacia di strumenti e azioni il Pd si muoverà, con un viaggio nei distretti della contraffazione, lungo tre mesi da settembre a dicembre, utile a perfezionare una proposta di una legge in materia ”. 

29/07/2015 - 21:16

“L'operazione della Guardia di Finanza svoltasi ieri a Roma è l’ennesima conferma dell'esistenza di una mole enorme di risorse, che costituiscono una economia illegale e sotterranea, e che sono sottratte alla nostra economia e fisco". E’ questo il commento della deputata Pd, Susanna Cenni, capogruppo in commissione Contraffazione e relatrice dell’indagine sul tessile del distretto di Prato, al blitz della Guardia finanza svoltosi ieri a Roma, che ha portato alla luce un imponente movimento di prodotti, falso Made in Italy, confezionati prevalentemente a Prato.

“E’ anche la conferma - aggiunge Cenni - di quanto l’indagine che la commissione sta svolgendo su Prato rappresenti tutt’altro che un focus “locale”, ma aggredisca uno snodo nazionale ed internazionale. In questo modo il lavoro della commissione sta dando una grande mano per un'azione di contrasto veloce, coordinata ed efficace".

29/07/2015 - 13:58

“Un plauso alla Guardia di Finanza, è l’ennesima conferma di una mole enorme rappresentata da una economia illegale e sotterranea, di risorse sottratte alla nostra economia e al fisco". E’ questo il commento della deputata Pd Susanna Cenni, capogruppo in commissione sulla contraffazione e relatrice dell’indagine sul tessile del distretto di Prato, al blitz della Guardia finanza svolto ieri a Roma, che ha portato alla luce un imponente movimento di prodotti, falso made in italy, confezionati prevalentemente a Prato.

“E’ anche la conferma- aggiunge -  di quanto l’indagine che la commissione sta svolgendo su Prato rappresenti tutt’altro che un focus “locale”, ma aggredisca uno snodo nazionale ed internazionale dal quale far scaturire un salto di qualità capace di rimuovere ogni ostacolo ad una azione di contrasto veloce, coordinata ed efficace".

23/07/2015 - 15:38
DOMANI ORE 9:30 SALA DEL REFETTORIO, VIA DEL SEMINARIO 76 – CAMERA DEPUTATI
 
Si terrà domani alle ore 9:30 il seminario organizzato dal gruppo Pd alla Camera sui temi del Made in Italy e Contraffazione, per elaborare e definire le linee guida del Partito Democratico rispetto alle misure indispensabili per tutelare e rafforzare il prodotto nazionale nei mercati interni ed internazionali.
Dopo un saluto del presidente dei Deputati, Ettore Rosato, introdurrà i lavori la capogruppo Pd in commissione Contraffazione, Susanna Cenni.
 
02/07/2015 - 17:00

“Un accordo Stato Regioni per un’ azione di contrasto al lavoro nero e allo sfruttamento. E’ questa una delle richieste che il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha formulato oggi e che accoglieremo nella relazione in Parlamento nell'indagine sulla contraffazione nel distretto di Prato.
La contraffazione si sconfigge investendo su sicurezza e filiere trasparenti. C’è l’impegno del Pd al sostegno, alla valorizzazione e all’ applicazione estesa di queste esperienze anche con le nostre iniziative di legge”. Lo ha dichiarato la deputata Pd Susanna Cenni, componete commissione contro la contraffazione.

 

18/06/2015 - 18:10

“Dal manifatturiero italiano e toscano giunge una forte spinta in direzione del contrasto alla contraffazione”. Lo dichiara Susanna Cenni, capogruppo Pd in Commissione di inchiesta sui fenomeni della contraffazione, e relatrice per l’indagine su Prato, al termine delle audizioni del Presidente di Confindustria di Prato, Andrea Cavicchi, di Giuseppe Cristiani, a.d. della Stefano Ricci spa, e del Presidente della Camera di Commercio di Prato Luca Giusti.

“I terreni sui quali le imprese e le loro associazioni si stanno muovendo – spiega Cenni - si caratterizzano infatti per le filiere etiche, ambientali e attente al principio della legalità, per la tracciabilità del prodotto, il rating etico”.

“Le esperienze delle eccellenze della moda e del Made In Italy – continua la capogruppo Pd - anche in collaborazione con le istituzioni locali, si muovo attivando proprie iniziative che possono diventare un importante modello contro la contraffazione. Tutti fattori che possono costituire un valore aggiunto in termini di competitività”.

“Esprimiamo per questo il nostro apprezzamento e sostegno. Auspichiamo che le filiere etiche abbiamo attenzione del Governo, al quale chiediamo valutare la possibilità di far divenire queste certificazioni, fattore di premialità nelle misure di sostegno alle imprese”, conclude Susanna Cenni.

 

17/06/2015 - 18:13

“Aggiornamento delle norme contro la contraffazione, coordinamento tra i soggetti che la contrastano, sostegno alle procure territoriali e sessioni fortemente specializzate per reati economici nei territori: sono questi i passaggi fondamentali emersi durante le audizione oggi  in commissione parlamentare di indagine contro la contraffazione del  procuratore aggiunto della Repubblica presso il Tribunale di Roma, Michele Prestipino Giarritta e del procuratore aggiunto della Repubblica presso il Tribunale di Roma, Agnello Rossi”. Lo ha dichiarato la deputata Pd Susanna Cenni componente della commissione che aggiunge: “Le importanti dichiarazioni di oggi in audizione confermano che nella battaglia contro il fenomeno della contraffazione  c’è un grande sforzo per concentrare le indagini sulla ricostruzione delle filiere criminali. Dietro i prodotti contraffati c’è una moltitudine di soggetti criminali che va dalla organizzazione mafiosa a quella di stampo cinese e altro, una filiera che va ricostruita se si vuole debellare a fondo questa piaga. Se il dato fornito è che in un anno ci sono stati  700 avvisi di reato per chi vende prodotto contraffatto su strada, il passo ulteriore è quello di andare oltre e ricostruire tutto quello che c’è dietro. Come Pd dobbiamo dunque impegnarci per arrivare  a un aggiornamento delle norme, a una maggiore efficacia nel coordinamento delle varie forze impegnate nel contrasto alla contraffazione, a un efficace sostegno alle Procure e quindi ai dipartimenti territoriali. La raccomandazione stata quella di non intasare i DDA per non rallentare le indagini che vanno concentrate nelle procure territoriali. Importantissima – sottolinea concludendo -  la sollecitazione ad aver nei territori sessioni fortemente specializzate per reati economici”.

29/05/2015 - 12:12

“Il riconoscimento in sede Ue del nostro manufatturiero come strumento prioritario per abbattere la diffusione sempre più invasiva del fenomeno della contraffazione”. Lo auspica la deputata Pd Susanna Cenni, della commissione parlamentare di indagine contro la Contraffazione, a proposito dei negoziati sull’etichettatura ‘ Made in’ , in stallo a causa di un’intesa che non arriva tra gli Stati membri del Consiglio Ue .

“Si deve – continua Cenni - assolutamente raggiungere un accordo. Il secondo Paese industriale d'Europa – spiega - ha il dovere di proteggere il proprio manifatturiero, una grande ricchezza per il nostro paese in termini di ricaduta economica e occupazionale. L’obbligo dell’etichettatura dei prodotti è sicuramente una delle strada da intraprendere, non più procrastinabile. Ne è ben consapevole il nostro governo che sta lavorando in questa direzione con molta determinazione e le dichiarazioni del viceministro dello Sviluppo economico Calenda, il quale ha precisato che il negoziato è ancora aperto, ci fanno ben sperare su un esito positivo” . 

 

11/05/2015 - 18:54

"Le audizioni odierne delle procure di Firenze e Prato ci forniscono un quadro che conferma l'efficacia ed il grande lavoro svolto dalle forze dell'ordine nell'attività di contrasto alla contraffazione. C'è da parte delle procure come Firenze e Prato una forte attenzione e un alto livello di specializzazione sui reati di contraffazione che sta portando a risultati tangibili. Un ringraziamento dunque per il lavoro che stanno svolgendo". Lo dichiara la deputata del Pd, Susanna Cenni, relatrice in commissione anticontraffazione della Camera dell'indagine su Prato, a margine delle audizioni odierne dei procuratori dei tribunali di Prato e Firenze.

"Non esiste luogo di lavoro sicuro in cui si fa contraffazione. A Prato la connessione tra sfruttamento della manodopera, condizioni di lavoro assurde e contraffazione è quasi totalizzante. Dalle audizioni è emerso apprezzamento e forte positività del protocollo locale voluto da istituzioni, governo e Regione Toscana, dei controlli che ogni giorno vengono posti in essere nelle imprese. Modello ritenuto molto positivo e da estendere. Apprendiamo oggi, per esempio, che la Gdf di Torino ha sequestrato, al termine di un'attività investigativa condotta nel settore del merchandising sportivo, 5 fabbriche e circa 650 mila articoli falsi province di Bergamo, Lodi, Livorno, Como, Lecco, Rimini e Roma", aggiunge Cenni.

"Arriveremo presto alla conclusione dell'indagine su Prato e forniremo indicazioni al Parlamento e all'esecutivo. Come Pd siamo convinti che la contraffazione si contrasta con buone norme e relative sanzioni, con una buona riorganizzazione del sistema d'indagine e di contrasto, ma prima di tutto con la costruzione di "filiere etiche" di produzione, intervenendo in maniera decisa su lavoro nero e sfruttamento, e valorizzando e sostenendo gli sforzi che molti imprenditori del Made in Italy stanno gia compiendo", conclude la deputata dem.

 

22/04/2015 - 17:20

“L’operazione sulle carni colorate dei Nas in Sicilia e i dati sulle frodi a tavola, con un incremento record del 277 per cento del valore di cibi e bevande sequestrate perché adulterate, contraffate o falsificate, confermano ancora una volta quanto sia stata opportuna la scelta del ministro Orlando di istituire una commissione di studio sul fenomeno della contraffazione che si avvarrà delle competenze dell’ex procuratore di Torino, Giancarlo Caselli. Scelta che testimonia la determinazione del Governo nel voler contrastare con tutti gli strumenti l’affare contraffazione che ogni anno produce ingentissimi danni al nostro sistema economico, sia nell'agroalimentare che nel manifatturiero". Lo dichiara la deputata Susanna Cenni, capogruppo Pd nella commissione d’inchiesta sul fenomeno della contraffazione, che aggiunge: "La scelta del Ministro di voler approfondire il tema dell'attuale configurazione dei reati di contraffazione nel codice è importante, il Gruppo Pd sta già lavorando sulla materia ed approfondirà la sua proposta parlamentare con competenze tecniche e con incontri nei distretti del manifatturiero e in quelli agricoli più interessati dal fenomeno contraffazione e, in commissione. E i deputati democratici della commissione hanno già annunciato l'intenzione di attivare una campagna di incontri ed ascolto finalizzata ad un aggiornamento del quadro normativo vigente a sostegno delle filiere etiche, che certificano passaggi, tracciabilità, qualità e trasparenze delle produzioni e del lavoro utilizzato da un lato, e punibilità certa del malaffare della contraffazione dall'altro, anche avvalendosi delle esperienze dei magistrati più impegnati in materia.

Accanto all'egregio lavoro di tutte le forze dell'ordine impegnate – conclude - rappresentano due facce fondamentali dell'azione di contrasto. E' nostro compito muoverci in queste direzioni".

 

26/03/2015 - 14:10

Il settore vitivinicolo, fiore all'occhiello del sistema produttivo italiano, al centro di un incontro “Vineconomy, le norme giuste per sostenere le nostre eccellenze”, promosso dal Partito Democratico, che si terrà a Firenze, domani ,venerdì 27 marzo, a palazzo dei Congressi (Piazza Adua, ore 15.00).

Un’occasione per istituzioni e soggetti del comparto, produttori e rappresentanti di categorie e associazioni, per confrontarsi su uno dei prodotti più rappresentativi e preziosi del made in Italy, anche in vista dell’ Expo di Milano.

Presenti, il ministro della Politiche Agricole Maurizio Martina, il vicepresidente vicario del Gruppo Pd alla Camera, Ettore Rosato, i deputati Pd della commissione Agricoltura: Il presidente Luca Sani, il vicepresidente Massimo Fiorio, il capogruppo Nicodemo Oliverio; il capogruppo Pd della commissione inchiesta sui fenomeni della contraffazione Susanna Cenni; il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e l’Assessore all’Agricoltura della Regione Toscana Gianni Salvadori, il segretario regionale Pd Dario Parrini. 

 

Pagine