19/10/2017 - 18:05

“L’obiettivo contenuto nella Legge di Bilancio di portare dal 50 al 100% l’esonero contribuito per le assunzioni di giovani al Sud è l’ennesimo, importante segno di attenzione del governo nei confronti del Mezzogiorno”. Lo dichiara Stefania Covello, deputata e responsabile Mezzogiorno del Partito democratico.

“La misura – continua  - che riguarderebbe i giovani disoccupati negli ultimi 60 mesi è un tassello della strategia del governo volta a diminuire l’annoso divario occupazionale tra Nord e Sud. Si tratta di una misura di sicura efficacia che, insieme alle altre analoghe adottate per il Sud dagli ultimi due governi, consoliderà l’inversione di tendenza impressa all’economia meridionale, contribuendo a rafforzare la ripresa anche a livello nazionale”.

“Garantiremo per questo il nostro impegno durante la discussione del provvedimento, per far sì che questa misura diventi realtà”, conclude.

16/10/2017 - 20:18

“Il Movimento 5 stelle e Giancarlo Cancelleri in questi mesi di comizi elettorali in giro per la Sicilia non hanno mai fatto capire come intendono affrontare il fenomeno mafioso. E ora vorrebbero dare lezioni di legalità?”. Lo dichiara Stefania Covello, deputata e responsabile Mezzogiorno del Partito democratico.

“Spieghino, piuttosto come si concilia la legalità con l’essere stati travolti a Palermo dall’inchiesta per le firme false, con l’avallo all’abusivismo edilizio, con il modello Bagheria. Da una parte Musumeci è appoggiato da liste con candidati decisamente discutibili, come il sindaco di Priolo. Dall’altra, il Movimento 5 stelle ha portato avanti una campagna che ha puntato a raccogliere consensi con urla e demagogia, senza mai riuscire a formulare soluzioni concrete per i cittadini politica”, conclude.

03/10/2017 - 16:31

“Le parole di Alfredo D’Attorre, che accusa il Pd di spaccare la maggioranza di governo sulla legge elettorale, appaiono veramente stupefacenti e ipocrite. Soprattutto se pronunciate da un esponente di una forza politica che ha votato centinaia di volte contro le decisioni assunte da quella maggioranza di cui oggi dice di far parte. In pochi mesi la lista dei voti contrari è già molto lunga, nonostante si trattasse di provvedimenti migliorativi e determinanti nella positiva azione dell’esecutivo. Solo alcuni esempi: dal Def alla manovra economica, dalla direttiva Bolkestein alla delega al governo per la riorganizzare il personale delle forze armate”.

Così la deputata Dem Stefania Covello, responsabile nazionale Dipartimento Mezzogiorno del Pd. 

02/10/2017 - 12:51

“Stiamo raccogliendo i frutti positivi di un’intensa opera riformatrice che in questi anni ha letteralmente cambiato il Paese. Mi riferisco a scelte importanti come il Jobs Act, ad una nuova visione delle priorità italiane come Industria 4.0 ed i nuovi piani di investimento per il Sud, agli 80 euro, al contrasto alla povertà con il reddito sociale, agli interventi contro l’evasione o sulle pensioni, e l’elenco potrebbe continuare. Si tratta di una gigantesca operazione innovativa e redistributiva che ha rimesso in marcia l’Italia. Ma non ci accontentiamo di quanto fatto con il governo Renzi prima e Gentiloni poi. Abbiamo l’obbligo di proseguire questo percorso ed anzi di accelerarlo. E così sarà a partire dalla nuova Legge di Bilancio”.

Così la deputata Dem Stefania Covello, responsabile nazionale Dipartimento Mezzogiorno. 

27/09/2017 - 20:13

“In Sicilia il Movimento 5 Stelle litiga anche stando all’opposizione: figuriamoci cosa potrebbe accadere se andassero al governo della Regione”. Lo dichiara Stefania Covello, deputata e responsabile Mezzogiorno del Partito democratico.

“A Palermo, dove il gruppo M5S è stato protagonista del caso firme false, l’ex candidato sindaco Forello e il suo sfidante Galarda si scontrano via Facebook sulla Ztl, con attacchi personali e firme prima messe e poi tolte dai comunicati ufficiali. Altro che pronti a governare, riescono a spaccarsi anche in un gruppo di opposizione composto da sei consiglieri”, conclude.

21/09/2017 - 19:40
“Il Mezzogiorno ha potenzialità da sviluppare che possono dispiegare effetti positivi nel medio e lungo periodo e dare così una prospettiva di ulteriore crescita all'intero sistema produttivo italiano”. Lo ha dichiarato Stefania Covello, deputata e responsabile Mezzogiorno del Partito democratico, nel corso di “Scusi, che ora è in Italia? E’ Mezzogiorno”, incontro in programma alla Festa nazionale dell’Unità di Imola,  con Adriana Giannola (Svimez), Domenico Arcuri (Invitalia), Luigi Sbarra (Fai-Cisl), il vice-ministro al Mise Teresa Bellanova.

Oggi – ha continuato – abbiamo avuto modo di fare il punto, con i soggetti sociali e il governo, sui progetti fin qui messi in cantiere e i risultati ottenuti. Dai patti per il Sud nati con il Masterplan durante i Millegiorni, alle ultime misure approvate con il decreto legge, convertito prima della pausa estiva, come le Zes e Resto al Sud. I dati su Pil e occupazione fanno segnare traguardi inimmaginabili solo fino a due anni fa. L’Istat certifica che il Mezzogiorno non solo cresce ma lo fa a una velocità maggiore del resto del Paese. Siamo, insomma, sulla strada giusta. Ora, si tratta di consolidare questa tendenza positiva, dando più sicurezza sociale alle persone e rafforzando il sostegno all'occupazione giovanile. In questo senso, il lavoro svolto dal ministro De Vincenti è una garanzia.  Altrettanto importante è la conferma, offerta dal vice-ministro allo Sviluppo Economico Bellanova, di un massimo impegno per accelerare sulla operatività delle misure già approvate e inserire nella legge di Bilancio interventi mirati  soprattutto verso i giovani”.

“Il Pd, il Governo Renzi e, in continuità con essso, quello Gentiloni, hanno avuto il merito in questi anni sono riusciti a trasformare in Meridione da eterno nodo irrisolto a risorsa dell’Italia e a restituire a questo territorio la centralità politica ed economica che gli spetta”, ha concluso.

 

13/09/2017 - 12:40

“L’incendio dell’escavatore dell’impresa di Giovan Battista Perciaccante, il presidente dell’Associazione nazionale costruttori di Cosenza, è un atto che desta molta preoccupazione sul quale le autorità inquirenti devono fare al più presto piena luce. Nel momento in cui è grande lo sforzo per il rilancio del Sud, vanno create tutte le condizioni per contrastare in maniera efficace ogni forma di inquietante ingerenza che rischia di asfissiare i territori. Anche per questo vorrei esprimere tutta la mia solidarietà a Giovan Battista Perciaccante”.

12/09/2017 - 11:19

“Disoccupazione ai minimi dal 2012 e forte aumento degli occupati, con il record di posti di lavoro per le donne. I dati diffusi oggi dall’Istat certificano, se ancora ce ne fosse bisogno, un trend di sviluppo e crescita economica dell’intero Sistema Italia continuo e consolidato. Sono numeri che si aggiungono all’andamenti positivi del Pil, della produzione industriale, dei consumi, degli investimenti pubblici e privati, registrati in questi ultimi mesi. Ci dicono in maniera univoca che le riforme avviate dai Mille Giorni di Renzi e che ora stanno proseguendo con il governo Gentiloni non solo hanno portato l’Italia fuori dalla crisi, ma l’hanno ricollocata nel posto che merita in Europa. Ovviamente non ci accontentiamo di andare nella direzione giusta. Ora dobbiamo moltiplicare gli sforzi per rendere il nostro Paese sempre più competitivo e attento alle esigenze delle persone in difficoltà e così faremo con la prossima Legge di Bilancio”.

Così la deputata Dem Stefania Covello, responsabile nazionale Dipartimento Mezzogiorno del Partito democratico.

07/09/2017 - 19:28

“Quando D’Alema nominava sottosegretario Misserville, lo storico esponente missino, non si poneva il problema del centrosinistra. Oggi, dimenticandosi degli straccioni di Valmy che gli consentirono di andare a Palazzo Chigi, parla di centrosinistra finito. Triste, molto triste”.

Così la deputata Dem Stefania Covello, responsabile nazionale Dipartimento Mezzogiorno del Partito democratico.

06/09/2017 - 13:42

“Conosciuto solo da un quarto siciliani ma già stessa fiducia di Musumeci e Cancelleri”

“Il sondaggio de ‘La Sicilia’ dimostra che l’unica candidatura che può ancora crescere è quella civica del rettore Micari. Di fronte a candidati come Musumeci e Cancelleri, già candidati 5 anni fa e da settimane in campagna elettorale con tanto di appoggio dei leader nazionali dei loro partiti, il 65% dell’elettorato siciliano non si esprime, tra chi dice che non andrà a votare e chi è indeciso. Micari, che deve ancora iniziare la sua campagna elettorale e sta ricevendo solo in queste ore  il sostegno ufficiale da partiti ed esperienze civiche, è già al 22%, senza aver affisso neanche un manifesto, ed ha la fiducia del 38% dell’elettorato, pur essendo conosciuto solo da un quarto dei siciliani. Deve ancora aprire un comitato elettorale, definire i contorni della sua coalizione, dettagliare il programma di governo, ma risulta già competitivo agli occhi degli elettori che lo conoscono. Ha già lo stesso livello di fiducia di Cancelleri e Musumeci, che rispetto a lui sono già conosciuti dalla stragrande maggioranza dei siciliani perché fanno politica da anni, sono consiglieri regionali uscenti e si sono già candidati nel 2012. E’ la dimostrazione che il centrosinistra, a maggior ragione se unito, ha tutte le carte in regola per impedire che la Regione finisca in mano al populismo di destra di Musumeci e alla pericolosa incompetenza di Cancelleri”. Così la deputata Dem Stefania Covello, responsabile nazionale del Dipartimento Mezzogiorno del Partito democratico.

05/09/2017 - 17:20

“Fare l'amministratore è difficile ovunque, ma in alcune realtà lo è molto di più. A Fabio Scionti, sindaco di Taurianova, va tutta la solidarietà umana e politica”. Lo dichiara Stefania Covello, deputata del Partito democratico, per commentare l’episodio di intimidazione di cui è stato vittima Fabio
“Il Pd – continua - nella sua proposta non può non farsi carico della fatica di amministratori come Scionti. In questo senso, la visita di Matteo Richetti a Taurianova, annunciata per l’8 settembre, è un atto politico importante del partito nazionale, per manifestare vicinanza alla persona, all'amministratore, alla comunità. Non possiamo e non dobbiamo abituarci a certe notizie. In questi anni abbiamo lavorato per restituire centralità politica al Mezzogiorno. Ora si tratta di proseguire in  questo impegno, perché è l'unica strada per affrancare interi comprensori da un controllo criminale che toglie il fiato”.
“Solidarietà, quindi, ma anche e soprattutto politiche per vincere la battaglia più difficile per lo Stato”, conclude.

01/08/2017 - 20:10

“Sono passati due anni dal giorno in cui Matteo Renzi prese la decisione di porre in essere il Masterplan per il Sud. I dati sul Mezzogiorno pubblicati allora dalla Svimez erano drammatici. Oggi, gli stessi dati Svimez ci dicono che il Sud è tornato a crescere in termini di Pil e di occupazione. Questo significa che le misure attuate per il Mezzogiorno stanno funzionando”. Lo dichiara Stefania Covello, deputata e responsabile Mezzogiorno del Partito democratico, per commentare il voto della Camera sul Dl Sud.

“Il decreto sul Sud – continua – è un nuovo importante tassello della strategia dei governi Renzi e Gentiloni per liberare le grandi ma inespresse energie imprenditoriali ed economiche del Mezzogiorno. In questo senso vanno le risorse stanziate per ‘Resto al Sud’, in favore dei giovani che vogliono investire nella loro terra, sono un segnale importante. E altrettanto fanno la individuazione e realizzazione di Zone Zes  nelle aree portuali e retro-portuali, e la valorizzazione di terre incolte. Si tratta di provvedimenti concreti che puntano a far crescere la produttività del Mezzogiorno, e non a illudere le persone con chimere  dall’antico sapore assistenzialista come il reddito di cittadinanza”.

“Ancora, ovviamente, non basta. I risultati raggiunti fin qui, anche grazie al grande lavoro svolto dal ministro De Vincenti, sono però la prova che la strada imboccata due anni fa è quella giusta”, conclude.

31/07/2017 - 15:55

“Dopo l’ottima notizia arrivata questa mattina dall’Istat - il tasso della disoccupazione scende ancora e si attesta all’11,1%  - a conferma che quella attuata con le riforme è la strada giusta, l’Aula di Montecitorio ha terminato la discussione sul Dl Sud e per domani è previsto il voto”. Lo dichiara Stefania Covello, deputata e responsabile Mezzogiorno del Partito democratico.
“Le norme  del Dl Sud – spiega – sono l’ulteriore tassello di un mosaico che, sommato ai Masterplan voluti e realizzati dal governo Renzi, hanno ridato al Sud la centralità che merita nell’agenda politica nazionale. Il decreto è parte importante di un’ampia strategia che, agendo su più piani (l’attenzione per i giovani e le nuove imprese, le Zes, gli ammortizzatori sociali, la proroga dell’iper-ammortamento, il credito d’imposta, il sostegno amministrativo degli enti locali, la semplificazione, la valorizzazione delle terre incolte, misure di contrasto alla povertà) punta a creare le condizioni per far decollare in modo definitivo il tessuto imprenditoriale e produttivo del Sud. A imprimere cioè quella inversione di tendenza che può trasformare il Sud da noto irrisolto a risorsa per il nostro Paese”.
“Proprio perché questo poderoso lavoro comincia a dare dei risultati tangibili, è assolutamente necessario portarlo avanti, continuando su questa strada”, conclude.

31/07/2017 - 10:06

Presentazione del libro “Il futuro dell’Italia si gioca a Sud” di Francesco Lo Giudice
Oggi, lunedì 31 luglio 2017, ore 18.30 - Sala della Regina, Piazza Montecitorio

Presiede e modera: Stefania Covello deputata PD. Introduce Ettore Rosato, presidente Gruppo PD Camera deputati. Intervengono: Gaetano Manfredi, magnifico rettore Università Federico II e presidente CRUI; Carmelo Barbagallo segretario nazionale UIL; Pippo Baudo conduttore televisivo.

Conclude Claudio De Vincenti ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno
Sarà presente l’autore.

28/07/2017 - 11:18

Doveroso proseguire su questa strada

“I dati dello Svimez sull'andamento dell'economia meridionale sono positivi. Sono la dimostrazione che le  misure adottate durante il governo Renzi e ora proseguite da Paolo Gentiloni hanno rilanciato la nostra economia. In particolare, il decreto Sud appena approvato al Senato e ora all'esame della Camera, contribuirà a dare rinnovato impulso alla ripresa dell'economia meridionale e nazionale più un generale. L'impianto riformista dei provvedimenti dei governi Renzi e Gentiloni sta ridando fiato alla nostra economia. Sappiamo che tutto ciò ancora non basta; ecco perché è doveroso proseguire su questa strada”.

Lo ha detto Stefania Covello, deputata del Pd e componente della commissione Bilancio della Camera.

Pagine