28/07/2017 - 10:51

INVITO
presentazione del libro
“Il futuro dell’Italia si gioca a Sud”
di
Francesco Lo Giudice
Roma, lunedì 31 luglio 2017, ore 18.30
Sala Aldo Moro, Piazza Montecitorio

Presiede e modera :
Stefania Covello deputata PD; Introduce Ettore Rosato presidente Gruppo PD Camera deputati; Intervengono: Gaetano Manfredi,  magnifico rettore Università Federico II, presidente CRUI; Carmelo Barbagallo segretario nazionale UIL; Pippo Baudo conduttore televisivo
Conclude Claudio De Vincenti ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno
Sarà presente l’autore

26/07/2017 - 16:32

“Giorno dopo giorno stiamo costruendo le condizioni per un rilancio strutturale del Mezzogiorno. Il decreto legge, che dal Senato arriverà ora alla Camera, è la prova di un'attenzione sistematica e costante nei confronti del Mezzogiorno”. Lo dichiara Stefania Covello, deputata e responsabile Mezzogiorno del Partito democratico.

“Quel che va sottolineato – continua - non sono solo le singole misure (‘Resto al Sud’, Zes, Matera, solo per citare qualche esempio), bensì il disegno complessivo per una nuova stagione del Mezzogiorno. Puntare sul Sud è fondamentale per il Paese. Con i governi Renzi e Gentiloni si è finalmente smesso di usare le risorse  destinate allo sviluppo di questa macro-area da 20 milioni di abitanti per altri scopi, magari per pagare le multe sulle quote latte, ma per risvegliare e rafforzare le grandi energie finora inespresse del meridione”.
“Il Ministro De Vincenti sta portando avanti un lavoro straordinario di cucitura istituzionale, che deve poter proseguire perché sta portando risultati significativi che vanno consolidati. Il Partito Democratico darà il suo contributo facendo da cinghia di trasmissione con i cittadini. Proseguiamo su questa strada”, conclude.

10/07/2017 - 15:11

“La domanda che viene da farsi leggendo le parole di Berlusconi sul Mezzogiorno è se si tratti della stessa persona che, in veste di premier, ha guidato per ben due volte il governo che più di ogni altro ha penalizzato il Sud, oppure se siamo davanti a un caso di omonimia”. Lo dichiara Stefania Covello, deputata del Partito democratico, per commentare il messaggio inviato oggi da Silvio Berlusconi ai deputati di FI Santelli e Occhiuto.
“Il centro-destra di Berlusconi – spiega – è infatti quello che non solo ha abbandonato il Sud a se stesso ma, in alcune occasioni, è riuscito persino a togliergli qualcosa. E mi riferisco ai 36 milioni di fondi Fas sottratti al Meridione e dirottati sulle quote latte. Qualcuno informi Berlusconi che è solo con i governi Renzi e Gentiloni che il Mezzogiorno ha riconquistato la centralità politica necessaria a risolvere i suoi annosi problemi. Sono gli ultimi due governi che hanno introdotto la decontribuzione, il credito d'imposta, la riduzione del 10% della tassazione per le imprese, e messo in cantiere il pacchetto ‘Resto al Sud’. La disoccupazione resta alta ma, come segnalato da Istat e Ocse, i segni che la tendenza è stata invertita sono evidenti”.
“Dunque, invece che tentare di ribaltare la verità con le parole, Berlusconi e il centrodestra prenda esempio, se ci riescono, dalla politica delle soluzioni e dei fatti concreti del Pd e, soprattutto, dal suo interesse per il Sud"conclude.

16/06/2017 - 20:16

“Che Brunetta associ il Sud è un fatto purtroppo del tutto naturale, dal momento che i governi di cui ha fatto parte non hanno mai fatto nulla per i problemi del Mezzogiorno”. Lo dichiara Stefania Covello, deputata del Partito democratico, in risposta alle parole pronunciate oggi da Renato Brunetta sul Mezzogiorno.

“Uno dei tratti costanti dei governi Berlusconi – spiega – è stata la totale dimenticanza dei problemi del Sud. In certi casi, i governi di centrodestra non si sono limitati all’inerzia ma hanno addirittura tolto qualcosa al Meridione. Vedi il caso dei 36 milioni di fondi Fas destinati al Sud dirottati sulle quote latte, che poi sono costate all’Italia anche una procedura d’infrazione.  Brunetta fa finta di non ricordarselo ma è solo con i governi Renzi e Gentiloni che il Mezzogiorno ha riacquisito la dovuta centralità nell’agenda politica. E questa centralità comincia già a dare i suoi frutti. La decontribuzione, il credito d’imposta, la riduzione del 10% della tassazione per le imprese, come segnalato dall’Istat, fanno già intravedere i germogli di cambiamento. La disoccupazione resta alta ma ci sono segni di inversione di tendenza. L’Ocse e l’Istat registrano delle dinamiche espansive. Una crescita che grazie alle ulteriori misure messe in campo dal governo come il pacchetto ‘Resto al Sud’ potrà essere consolidata”.

“L’orizzonte del Sud non è più quello della mortificazione delle potenzialità ma, finalmente della loro valorizzazione. Tutto questo, non certo grazie a Brunetta”, conclude.

16/06/2017 - 18:15

“Auguri di buon lavoro al Procuratore Nicola Gratteri per il suo incarico in seno all’Osce”. Lo dichiara Stefania Covello, deputata del Partito democratico, per commentare la nomina del procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri a rappresentante dell’Italia presso l’Osce.

“L’esperienza e le qualità di Gratteri sono di indubbio valore. Rappresenteranno e daranno lustro all’Italia con la migliore competenza”, conclude.

09/06/2017 - 16:30

“I dati odierni dell’Istat sul panorama occupazionale ed economico italiano nel primo trimestre dell’anno chiariscono una volta per tutte non solo che la ripresa è ormai una realtà consolidata ma anche che l’Italia riprende il gruppo dei principali paesi europei”. Lo dichiara Stefania Covello, deputata del Partito democratico, per commentare i dati resi noti oggi dall’Istat.

“Le indicazioni che giungono – spiega – dall’Istituto di statistica compongono un quadro sempre più chiaramente espansivo: il tasso di crescita è superiore alle attese, gli occupati sono 326mila in più rispetto a un anno fa, un precario su 5 è stato stabilizzato, la disoccupazione continua a scendere per attestarsi all’11,6% e, soprattutto, viene aggredita in modo incisivo la sacca degli inattivi che, in 473mila, ritrovano la speranza necessaria per rimettersi a cercare un lavoro. Siamo insomma davanti alla conferma chiara che, grazie alle riforme messe in campo prima da Renzi e poi da Gentiloni, l’Italia riguadagna il terreno perduto in modo sempre più rapido”.

“Il lavoro che rimane da fare è, ovviamente, sempre molto. Ora si tratta di implementare la strategia contro la povertà avviata da Renzi e proseguita da Gentiloni perché anche le fasce più deboli della popolazione, e in modo particolare al Sud, possano beneficiare della fase espansiva. Certo, i dati di oggi sono un ottimo viatico verso il raggiungimento di questi obiettivi”, conclude.

05/06/2017 - 19:09

“L’attenzione e l’iniziativa concreta di rilancio e crescita del Mezzogiorno, iniziata con il Governo Renzi e che ora sta proseguendo con l’esecutivo guidato da Gentiloni, hanno rimesso le regioni meridionali al centro delle politiche economiche del nostro Paese. Master Plan e Patti per il Sud hanno segnato un cambio di passo che ora prosegue nell’impegno per l’Ilva, per Matera capitale della Cultura, per la linea ferroviaria Napoli-Bari, per il completamento della Matera-Ferrandina e della Salerno-Reggio Calabria, con le Zone Zes e con il potenziamento di tutti i porti a cominciare da quello di Gioia Tauro. Negli ultimi due anni il Sud è cresciuto in maniera sostenuta. E’ chiaro a tutti che questo successo può essere un traino essenziale per la ripresa di tutto il Paese”.

Così la deputata Dem Stefania Covello sottolineando favorevolmente la presenza di oggi a Matera del presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, e del ministro per la Coesione territoriale, Claudio De Vincenti, al convegno ‘Mezzogiorno protagonista: missione possibile’.

01/06/2017 - 10:57

“Con la revisione al rialzo della crescita del Pil fornita dall’Istat, il dato tendenziale fa un vero e proprio balzo in avanti: +0,4% nel primo trimestre del 2017, con un +1,2% su base annua. Si tratta della crescita più alta dal 2010. Se poi al dato di oggi sulla crescita aggiungiamo le cifre record fornite ieri sempre dall’Istat sull’occupazione, ci troviamo di fronte ad importanti conferme sull’andamento positivo del Sistema Italia. Pertanto rigettiamo le accuse di vuota retorica e affermiamo con forza e senza possibilità di smentita che il Jobs Act e le politiche di sostegno alle imprese intraprese dal Pd con i governi Renzi e Gentiloni hanno rimesso in marcia il Paese. Ora dobbiamo accelerare ancora di più sulle riforme, perché abbiamo la prova che stiamo andando nella direzione giusta”.

Così la deputata Dem Stefania Covello.

31/05/2017 - 17:11

“Abbiamo approvato con convinzione la manovrina consapevoli della forza di un percorso di risanamento portato avanti in questi anni e della necessità di non compromettere i segnali di ripresa che si registrano in nome di un “rigidismo” che in Europa anche dopo le ultime elezioni francesi si è dimostrato superato e da cambiare. Destineremo quelle che saranno le maggiori risorse che deriveranno da queste misure per i prossimi anni a disinnescare le clausole di salvaguardia che qualcuno agita come spauracchi”.

Così la deputata Dem Stefania Covello intervenendo in Aula alla Camera per la dichiarazione di voto sulla manovra economica.

“Tra le tante misure - aggiunge Stefania Covello - ricorderei che continuiamo nel contrasto all’evasione fiscale e proseguiamo nel migliorare il rapporto tra fisco e cittadini. Coraggiosamente abbiamo introdotto la cosiddetta web tax, misura innovativa che ci pone all’avanguardia. Con il prestito ponte per Alitalia ne tuteliamo l’occupazione e abbiamo introdotto norme per regolamentare nuovamente il lavoro occasionale. Discipliniamo tramite cedolare secca i redditi derivanti da locazioni brevi di immobili ad uso abitativo anche per contrastare la concorrenza sleale. Ridefiniamo la tassazione su tabacchi e giochi, e procediamo nella riduzione  delle macchinette da gioco. Sosteniamo gli enti locali e la ripartizione del Fondo per il trasporto pubblico locale conoscendo la sofferenza di lavoratori del tpl e pendolari. Abbiamo ripristinato le competenze dell’anticorruzione a dispetto di quanti pensavano in malafede che ci fossero oscure manovre. Infine - conclude la deputata Dem -  vanno ricordati gli interventi a sostegno delle zone terremotate e il capitolo cultura con l’incremento del corpo docente, il sostegno dei sistemi bibliotecari, e l’incremento delle risorse per Matera 2019”.

31/05/2017 - 11:44

“L’Italia è fuori dalla crisi, cresce economicamente e i dati dell’Istat di oggi sull’occupazione ne sono una prova evidente. Grazie all’aumento degli occupati registrato ad aprile, il numero complessivo sfiora quota 23 milioni (22.988.000), la cifra più alta dal novembre 2008. E’ la conferma ulteriore che le riforme avviate dal Pd con il governo Renzi e proseguite con Gentiloni danno frutti positivi per l’Italia. Jobs Act in primis, ma più in generale le politiche che hanno posto al centro le imprese e il loro sostegno con iniezioni di finanziamenti pubblici e privati e sgravi fiscali in direzione di una maggiore produttività e dell’innovazione tecnologica, stanno già cambiando e cambieranno ancor di più il nostro Paese. Ridandogli anche il posto che merita nel contesto dei suoi partner europei”.

Così la deputata Dem, Stefania Covello.

27/05/2017 - 17:54

Un augurio di buon lavoro a Russo per la nomina al vertice dell'autorità portuale di Gioia Tauro". Lo dichiara Stefania Covello, deputata del Partito democratico.
"Quella di Russo è una figura che garantisce la professionalità necessaria a gestire un polo portuale di importanza fondamentale per l'economia calabrese".

27/05/2017 - 12:14

“Le autorevoli e profondo parole pronunciate oggi da Papa Francesco sul lavoro rappresentano un importante punto fermo rispetto alle politiche da attuare per debellare il problema della disoccupazione”. Lo dichiara Stefania Covello, deputata del Partito democratico.
“Il Pontefice – spiega – sottolinea come il compito dello Stato non sia garantire la pura sopravvivenza degli individui ma creare le condizioni perché questi possano guadagnarsi da vivere con le proprie forze, dal momento che non esiste dignità fuori dal lavoro. La distinzione di Francesco pone quindi un discrimine tra i progetti che nel contrastare la povertà puntano sulla creazione del lavoro e su quelli che si limitano, come fa il reddito di cittadinanza, al puro assistenzialismo”.
“Ci sembra una distinzione fondamentale di cui la politica non può non tener conto”, conclude.

24/05/2017 - 16:13

“Casaleggio ha detto che i grillini sono ‘animali da campagna elettorale’. Sì. Lampante a Roma. Si veda la soddisfazione di topi e cinghiali dopo un anno di Raggi”.

Così la deputata Dem Stefania Covello.

24/05/2017 - 10:58

“La nomina del cardinale Gualtiero Bassetti a presidente della Conferenza episcopale italiana è una ‘lieta novella’. La decisione di papa Francesco premia una figura di grande umanità e attenta al dialogo senza pregiudizi. Gualtiero Bassetti potrà così proseguire con ancor maggior forza in quel sentiero che lo ha contraddistinto nella sua esperienza pastorale come uomo al servizio degli ultimi, degli emarginati, dei migranti. Usando una espressione del sindaco di Firenze La Pira, il neo presidente della Cei definì le giovani generazioni ‘le rondini che vanno verso la primavera’. Facendo anche noi nostra questa così delicata espressione, gli rivolgiamo i più sentiti auguri di buon lavoro. Ne abbiamo tanto bisogno”.

Così la deputata Dem Stefania Covello. 

23/05/2017 - 17:00

“Con la rimodulazione del credito di imposta, la manovrina punta ad ottimizzare il sostegno alle esigenze delle strutture produttive delle regioni del Mezzogiorno. L’articolo 12, infatti, permette di spalmare le risorse già previste in Legge di Bilancio per l’autorizzazione di spesa prevista per gli anni 2017-2019 relativa appunto al credito d’imposta per l’acquisto di beni strumentali nuovi per le aziende del Sud. L’obiettivo è quello di conseguire il pieno utilizzo delle dotazioni finanziarie: queste sono ridotte per il 2017 di 110 milioni (da 617 milioni di euro a 507 milioni) al fine di aumentarle di 55 milioni annui (da 617 a 672 milioni) per gli anni 2018 e 2019”.

Così la deputata Dem, Stefania Covello.

“La decisione giunge - prosegue Stefania Covello - dall’analisi comparata fra risorse stanziate, investimenti già effettuati, domande pervenute e in relazione alle stime delle domande che perverranno entro il 31 dicembre, con lo scopo di spostare le risorse al fine di potenziare massimamente la misura per il prossimo biennio.  L’incentivo, volto ad accrescere la competitività del sistema produttivo attraverso il sostegno agli investimenti privati, è una fra le numerose misure messe in campo dal Governo per rilanciare la centralità delle politiche per il riequilibrio territoriale del Paese. Dal 2014 - conclude la deputata Dem - abbiamo assistito ad una svolta in tali politiche e nella dinamica del divario tra Mezzogiorno e resto del Paese. Nel 2016 è stata data attuazione al Masterplan per il Mezzogiorno con la firma dei Patti per il Sud, che contengono progetti di investimento infrastrutturali, ambientali, produttivi”.

Pagine