29/01/2016 - 16:11

“Il governo interviene per fermare la povertà.Un provvedimento straordinario approvato dal Governo con una disponibilità finanziaria di quasi 3 miliardi di euro per i prossimi tre anni. Solo nel 2016 sono quasi 800 i milioni disponibili per fermare le condizioni di gravi difficoltà.
Prevede prestazioni di natura assistenziale e di natura previdenziale, introducendo il principio di “universalismo selettivo” nell’accesso secondo criteri di valutazione della condizione economica in base all’ISEE.

Il Governo si fa carico di chi è in difficoltà e lo accompagna verso l'uscita dalla drammatica condizione di indigenza e povertà. Questa misura avrà molta efficacia nel sud e in Calabria in particolare dove le difficoltà sono enormi”. Lo ha dichiarato la deputata Stefania Covello, responsabile nazionale Pd del Mezzogiorno.

28/01/2016 - 21:40

“Il disegno di legge delega in materia di contrasto alla povertà è un ulteriore passo nel processo di riforma più ampio del nostro Welfare”. Lo dichiara Stefania Covello, deputata e responsabile Mezzogiorno del Partito Democratico.

“Viene istituita – spiega - una misura nazionale per il contrasto alla povertà che si basa sul principio della inclusione attiva. Nessun assistenzialismo ma presa in carico delle difficoltà e aiuto per il reinserimento. La corsia preferenziale che avrà in Parlamento ci consentirà di avere tempi congrui. E' una misura attesa da milioni di persone e famiglie, soprattutto al Sud”.

“Nella Stabilità abbiamo previsto le risorse e ora avvieremo anche un confronto di merito con associazioni ed istituzioni a vario livello sul territorio per dotare finalmente il nostro Paese di uno strumento efficace di contrasto della povertà e di recupero alla cittadinanza di fasce marginali della popolazione”, conclude Covello.

26/01/2016 - 19:01

“Oggi la Camera, approvando la nostra mozione, ha impegnato il Governo a garantire molte azioni a favore del Mezzogiorno: definire un puntuale programma da attuare nel 2016; istituire una cabina di regia presso la Presidenza del Consiglio e prevedere poteri sostitutivi in caso di ritardi o paralisi per ragioni burocratiche; conseguire un miglioramento complessivo della qualità del sistema dei trasporti e di mobilità nel Mezzogiorno; proseguire nell'azione per il riconoscimento della zona economica speciale per Gioia Tauro; un piano straordinario di interventi pubblici a sostegno dell'alfabetizzazione digitale; rafforzare la filiera agroindustriale dalla produzione alla trasformazione nell'ambito dei distretti agroalimentari meridionali; investire nella valorizzazione del patrimonio culturale, partendo da quanto fatto con Pompei, Caserta e Matera. Fondamentale rimane la tutela della legalità e il rafforzamento degli organici delle forze dell'ordine al fine di una più capillare presenza nel controllo del territorio e la ricerca di risorse per promuovere l’autoimpiego, per piani articolati di rigenerazione urbana, salvaguardando e mettendo in sicurezza il patrimonio edilizio, il contrasto al dissesto idrogeologico. Questione centrale la assume il welfare, il sistema di protezione sociale con la presa in carico delle fragilità. Serve dare immediata attuazione alle misure previste nella Stabilità per il contrasto della povertà e dell’indigenza con i primi 800 milioni di euro stanziati per l’anno in corso e con il piano da 95 mld di euro che interessa 8 regioni e 7 città metropolitane. E’ questo l’orizzonte su cui si attesterà l’azione del Governo e del Partito democratico: è dunque finito il tempo in cui i fondi del sud pagavano le multe per le quote latte, e il non-fare ci costava moltissimo in termini economici, sociali, culturali”.

Lo ha detto la responsabile per il Mezzogiorno del Pd, Stefania Covello, spiegando il voto favorevole del Gruppo Dem alla mozione per il rilancio del Sud.

12/01/2016 - 13:53

“Quali iniziative intende assumere con urgenza il ministro delle Infrastrutture al fine di convocare un tavolo istituzionale di confronto con Trenitalia e Alitalia per affrontare la questione dei collegamenti e delle tariffe praticate lungo le tratte che interessano la Calabria, per non penalizzare l’economia di un territorio in difficoltà”. Lo chiede Stefania Covello, deputata democratica e responsabile Mezzogiorno del Pd, in un’interrogazione al ministro Delrio.

“Con il nuovo anno – spiega Covello - Trenitalia ha adottato un incremento delle proprie tariffe su tutta la rete nazionale e ha proceduto ad attivare il superamento dei biglietti chilometrici. Si tratta di due misure che penalizzano in maniera eccessiva l’utenza calabrese, anche a fronte di un servizio che continua a rimanere in maniera evidente del tutto inadeguato. L’incremento tariffario non segue alcun intervento di miglioramento del materiale rotabile e del servizio lungo le tratte che interessano la Calabria. Permangono i disservizi nei collegamenti regionali e per quelli a lunga percorrenza dove ritardi e disagi sono all’ordine del giorno. La decisione di superare i biglietti chilometri penalizza l’utenza locale, soprattutto quella residente in luoghi in cui non vi sono biglietterie e stazioni aperte”.

“Le scorse settimane - conclude la deputata - avevo già sollevato la questione delle tariffe aeree estremamente onerose per la Calabria, sollecitando il governo ad attivare un tavolo di confronto con le compagnie. Questa decisione di Trenitalia compromette ulteriormente il diritto alla mobilità per i calabresi e non aiuta la ripresa economica di questo territorio. La questione trasporti è cruciale per l’intero Mezzogiorno e in particolare per la Calabria, considerato il suo atavico isolamento”.

 

19/12/2015 - 16:58

“Per giorni alcuni colleghi parlamentari di Forza Italia eletti in Calabria hanno lanciato invettive contro il governo per avere dimenticato il Sud. Ebbene, oggi in conferenza dei capigruppo Forza Italia si è accodata alla Lega per non consentire l'esame in Aula la prossima settimana del decreto legge al cui interno vi sono oltre alle risorse per il Giubileo una serie di misure proprio per il Mezzogiorno e in particolare la Calabria”. Lo dichiara Stefania Covello, deputata e responsabile Mezzogiorno del Partito Democratico.

“Come ha detto il capogruppo del Pd, Ettore Rosato, troveremo con il Governo il modo per consentire entro il 2015 l'impiego alle amministrazioni interessate delle risorse necessarie ma questo atteggiamento di subalternità alla Lega, proprio sul Sud, fa cadere il velo su Forza Italia”, conclude Stefania Covello. 

17/12/2015 - 12:45

Governo intervenga

Il Ministro della Infrastrutture è a conoscenza del costo dei biglietti praticato da Alitalia per i viaggiatori diretti o in partenza dalla Calabria? E quali iniziative intenda assumere per convocare un tavolo istituzionale di confronto con la compagnia aerea e la Regione per individuare meccanismi correttivi che non penalizzino l’utenza? lo chiede in un’interrogazione la deputata Stefania Covello , responsabile Pd Mezzogiorno, che spiega : “ In riferimento al nuovo piano tariffario di Alitalia per le tratte che interessano la Calabria dai principali scali italiani stanno emergendo in questi giorni costi esorbitanti per i passeggeri. In concomitanza con le festività natalizie e di fine anno i prezzi dei biglietti aerei che collegano gli aeroporti Lamezia Terme e Reggio Calabria sono incredibili con andate e ritorno che possono sfiorare anche i 1000 euro e con prezzo di sola andata, ad esempio da Roma, prossimo ai 400 euro così come da Milano intorno ai 500. Si tratta di tariffe che alcune compagnie praticano per voli all’estero che penalizzano la mobilità di tanti calabresi che studiano, lavorano, o che si trovano costretti a curarsi o ad assistere malati fuori regione. E’ incomprensibile questa scelta aziendale considerato che per salvare questa compagnia aerea come brand italiano sono stati spesi notevoli risorse pubbliche. Tale situazione è aggravata dalla atavica carenza infrastrutturale che caratterizza il territorio calabrese che non consente concorrenza e considerato anche che Trenitalia pratica tariffe costose rispetto al servizio erogato”.

15/12/2015 - 15:49

“Sul Mezzogiorno il Governo continua ad investire. Lo dimostra con l'approvazione dell'emendamento alla legge di stabilità con cui stanzia 20 milioni di euro nel prossimo quadriennio per il rifinanziamento della legge 771/86 per recupero dei rioni Sassi, a Matera. E' un ulteriore, importante segnale di attenzione verso il Sud. L'appuntamento di Matera 2019 quale capitale Europea della Cultura assume un valore strategico per l'intero Mezzogiorno.

Si tratta di risorse che vanno ad aggiungersi ai 28 milioni già previsti dalla legge di stabilità e che puntano a far diventare la città di Matera elemento di attrazione per tutto il Sud puntando sulla leva della cultura. Di questo va ringraziato il Governo, a partire dal premier Renzi che su Matera ha sempre puntato con forza, il sottosegretario Lotti e la ministra Boschi che hanno creato le condizioni favorevoli per l'approvazione e la sinergia che si è instaurata sull'obiettivo con il relatore, il capogruppo del Pd alla Camera Ettore Rosato, il Presidente della Commissione Bilancio, i deputati del Pd, e tra questi i colleghi lucani”. Lo dichiara la deputata Stefania Covello responsabile Pd Mezzogiorno.

10/12/2015 - 21:06

“Il credito d'imposta, calibrato su piccole medie e grandi imprese, è un segnale importante che va nella direzione di un rafforzamento del sistema manifatturiero nelle regioni meridionali”. Lo dichiara Stefania Covello, deputata e responsabile Mezzogiorno del Partito Democratico.

“Si tratta – spiega Covello - di un ulteriore tassello che aiuterà l'economia del Mezzogiorno e irrobustirà le misure del masterplan che sta prendendo forma con le Regioni e le città metropolitane. Appaiono per questo del tutto ingiustificate le critiche rivolte al provvedimento dalle opposizioni. Forse se ne sono dimenticati ma, nel caso della destra, si tratta di quegli stessi esponenti che per anni sono stati zitti quando le risorse venivano distratte dal Sud per pagare le multe delle quote latte”.

“Quanto al M5S – continua la deputata democratica - anche in questo caso non ha perso occasione per dimostrare che le critiche feroci al governo non sono spesso accompagnate dalla necessaria lucidità. I 5 Stelle, infatti, si scagliati con la solita veemenza sul credito d’imposta senza capire che l’incentivo è destinato alla produttività e non alla speculazione sugli immobili”.

“Si tratta, insomma, di un altro passo concreto verso la ricostruzione del tessuto produttivo del Meridione”, conclude Stefania Covello.

09/12/2015 - 18:57

La prematura scomparsa di Antonio Luongo priva il Pd e il Mezzogiorno di una grande intelligenza politica, un dirigente pragmatico e capace sempre alla ricerca di una sintesi rispetto alla complessità dei problemi. Un ruolo che svolgeva con naturalezza e passione cosa che ho potuto constatare in diverse riunioni e in tante  telefonate. Mai alla ricerca di visibilità e custode di un motto molto meridionale: la migliore parola è quella che non si dice. Ci mancherà e mancherà soprattutto alla sua comunità.

Lo afferma Stefania Covello, deputata del Pd e responsabile nazionale Mezzogiorno.

04/12/2015 - 18:15

“Nell’edizione delle 14.20, il Tg3 si è trasformato in una tribuna del Movimento 5 stelle contro il Partito democratico: Di Battista ha attaccato il Pd senza che fosse previsto alcun diritto di replica. Un episodio che segue a quanto accaduto l’altro giorno, quando sullo scandalo Livorno il tg di Raitre ha dato voce solo a Fico dei cinquestelle”. E’ quanto dichiara la deputata del partito democratico Stefania Covello.

“Il Tg3 ha proposto ai telespettatori un intero servizio – spiega Stefania Covello – in cui Di Battista, invece di chiedere scusa per aver impegnato per ore la Camera su un ordine del giorno sull’Italicum che loro stessi alla fine hanno deciso di non votare, ha potuto attaccare il Pd senza nessun tipo di contraddittorio. Appare singolare che il partito di Beppe Grillo, che peraltro esprime il presidente della commissione di Vigilanza, abbia al Tg3 questo trattamento di favore, a discapito delle altre forze politiche”.

04/12/2015 - 14:14

“L’intesa raggiunta, ieri sera, presso il Ministero del Lavoro in merito al futuro degli impianti Italcementi in Italia assicura che prima del 2017 il sito di Castrovillari non subirà alcun ridimensionamento, sia sotto il profilo tecnico dell’impianto, sia per quanto concerne il numero delle maestranze. E’ un primo passo importante, risultato anche dell’impegno che il Governo ha messo in campo in questa vertenza. In sede parlamentare ci siamo fatti carico delle proteste dei lavoratori e della comunità che, solidale, aveva espresso forti preoccupazioni rispetto ad un piano industriale che inizialmente prevedeva un declassamento sotto il profilo industriale e una conseguente diminuzione degli occupati.

Continueremo a confrontarci con il Governo per il rispetto dell’accordo raggiunto e con l’obiettivo che per il 2017 possano realizzarsi le condizioni per assicurare un futuro positivo ai lavoratori. Saremo vigili e attenti, consapevoli della rilevanza della vertenza per tutto il territorio”. Lo ha dichiarato la deputata Pd Stefania Covello, della commissione Ambiente e responsabile nazionale Mezzogiorno 

04/12/2015 - 11:19

Sugli LSU possiamo dire che c'è stata una prima vittoria della volontà politica sulla tecnica. La determinazione della delegazione parlamentare del Pd, di concerto con governo nazionale e regionale, ha consentito di trovare una soluzione a un problema non semplice. Con l'emendamento presentato dal relatore al decreto legge "Giubileo" che autorizza la spesa di 50 milioni di euro quale quota di compartecipazione dello Stato alle procedure di stabilizzazione dei lavoratori LSU-LPU della Calabria,  è stata data una prima risposta alle diverse emergenze che ci sono nella nostra regione. Nelle prossime ore e nei prossimi giorni siamo chiamati tutti, insieme, ad affrontare altre questioni altrettanto delicate, a partire dai forestali. Ma ogni giorno ha i suoi problemi e questa sera sappiamo che  per molte famiglie interessate dalla questione LSU-LPU è stato fatto un importante passo avanti.

Lo afferma Stefania Covello, deputata del Pd e responsabile nazionale del Mezzogiorno.

20/11/2015 - 18:23

Dichiarazione On. Stefania Covello deputata e Responsabile nazionale PD Mezzogiorno e Fondi Europei

“Il via libera della Commissione europea al programma nazionale di sviluppo rurale (PSRN) e ai programmi di sviluppo rurale (PSR) di Basilicata, Campania e Calabria è un ulteriore tassello che va ad inquadrarsi nelle politiche di sostegno e di rilancio dell’economia del Sud”. Lo dichiara Stefania Covello, deputata e responsabile Mezzogiorno e Fondi Europei del Partito Democratico.

“Si tratta – spiega la deputata democratica - di 3 miliardi e 142 milioni di euro per il periodo 2014-2020. Una cifra importante per un segmento strategico per le nostre aree interne”.

“Il nostro obiettivo è quello di declinare al più presto questi programmi in opportunità per i territori e per sostenere il protagonismo di tanti operatori economici”, conclude Stefania Covello.

19/11/2015 - 16:38

Rafforzare la sicurezza della struttura penitenziaria di Rossano. Lo chiede la deputata Pd Stefania Covello in un’interrogazione al ministro dell’Interno Alfano dove si legge: presso l’istituto penitenziario di Rossano in provincia di Cosenza sono detenuti nella sezione speciale del carcere 21 stranieri accusati di terrorismo alcuni dei quali appartengono alla cellula di Al Qaeda e sono considerati soggetti attivi del terrorismo di matrice islamica; in occasione dei tragici attentati di Parigi alcuni di questi detenuti avrebbero esultato , appresa la notizia, al grido di "Viva la Francia libera"; un grido di gioia misto a sfida, secondo quanto si apprende da fonti interne al carcere, per aver "liberato" la Francia dai cosiddetti "infedeli"; misure di controllo sono scattate immediatamente dopo gli attentati di Parigi anche nell'istituto di Rossano, considerato «obiettivo sensibile»; oltre alla videosorveglianza, già attiva nel carcere, è stato attivato un pattugliamento esterno con agenti specializzati e armati, che 24 ore su 24 controlla le mura di cinta dell’istituto di pena.

“A Cosenza – aggiunge Covello - si e' svolta una riunione del comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica per fare il punto sulle misure di prevenzione del terrorismo islamico. La Procura distrettuale antimafia di Catanzaro ha avviato "accertamenti preliminari" su quanto avvenuto nel carcere di Rossano, dopo le prime notizie sugli attentati di Parigi. Non va creato allarmismo ma è del tutto evidente che vanno potenziati organici e misure di sicurezza interne ed esterne alla struttura penitenziaria anche per la sicurezza degli stessi operatori di polizia penitenziaria e dei lavoratori della struttura penitenziaria”.

06/11/2015 - 20:49

“Mentre il M5S continua a limitarsi alla parole, il governo e la maggioranza dimostrano nei confronti del Mezzogiorno un’attenzione e una sensibilità quotidiane con i fatti”. Lo dichiara Stefania Covello, deputata e responsabile Mezzogiorno del Partito Democratico.

“E’ di oggi – spiega Covello – la decisione del Cipe di stanziare 750 milioni di euro per far fronte alle difficoltà contro cui si dibatte la Sicilia in questo momento e altri 77 milioni per la Sardegna. Ieri, invece, è stato firmato un patto interministeriale per rifinanziare gli ammortizzatori in Calabria. Ma sono soltanto due esempi. Accanto agli interventi specifici, il governo si muove anche con una più ampia strategia sistemica, affidando al Masterplan, in corso d’opera, il compito di intervenire su un piano strutturale per risollevare l’economia del Mezzogiorno”.

“Esprimo per questo un plauso al governo e in particolare al sottosegretario Lotti per la sensibilità dimostrata ogni giorno nei confronti del Sud. Ai colleghi del Movimento 5 Stelle chiedo invece di decidersi a dare anche loro un contributo concreto per aiutare il Mezzogiorno. Le polemiche non bastano”, conclude Stefania Covello.

Pagine