14/11/2017 - 16:04

“Sono molto fiduciosa del nuovo piano aziendale di Poste Italiane. Da sindaco, e parlamentare, ho condotto una battaglia per la difesa degli uffici postali dei piccoli comuni, convinta che rappresentino, oltre ad un servizio essenziale per i cittadini, anche la presenza dello Stato sul territorio”. Lo ha detto Magda Culotta, sindaco di Pollina e deputato Pd al termine dell’audizione dell’amministratore delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante alle Commissioni riunite Ambiente e Trasporti. L’Ad ha infatti escluso chiusure e rimodulazioni orarie degli uffici postali nei Comuni sotto i 5 mila abitanti. “Il piano di Poste è in linea con l’articolo 9 della legge sui Piccoli Comuni che prevede la tutela e lo sviluppo economico delle piccole comunità. Per questo, - continua Magda Culotta - dovremo monitorare la situazione, affinché ci sia la piena applicazione di quanto affermato dall’amministratore delegato, così da salvaguardare gli uffici postali locali che nelle piccole comunità rappresentano un servizio essenziale alla popolazione”.

03/10/2017 - 17:34

"Da relatrice in commissione Trasporti, ho chiesto al Governo, nel parere sulla nota di aggiornamento del Def, di valutare l'estensione delle Zone Economiche Speciali anche ad altre Regioni e di valutare di ampliarne il numero nelle regioni già beneficiarie, cosi da rilanciare economicamente le zone portuali del Sud Italia e non solo". Lo dice Magda Culotta che aggiunge: "Le Zes sono un passo verso l'efficienza del Paese e verso le imprese ostacolate dalla scarsa logistica, per questo, abbiamo inoltre sottolineato all'attenzione del Governo l'importanza di potenziare i finanziamenti in campo ferroviario nelle regioni del Mezzogiorno per equilibrare meglio il volume degli investimenti tra il Nord e il Sud del paese".

28/09/2017 - 13:41

"Grazie alla legge approvata in Senato, il Governo nazionale stanzierà cento milioni in favore dei piccoli comuni dal 2017 al 2023. Un ulteriore passo in avanti verso la valorizzazione di realtà troppo spesso discriminate e un'opportunità non solo economica ma di rinascita per tutte le piccole comunità italiane". Lo dice Magda Culotta, sindaco di Pollina e deputato del Pd, commentando la legge “Misure per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli comuni, nonché disposizioni per la riqualificazione e il recupero dei centri storici dei medesimi comuni", approvata in Senato. "Questa legge - continua Magda Culotta -  aldilà degli incentivi economici, offre opportunità per il futuro di tanti giovani che oggi sono costretti a emigrare e soprattutto un sostegno per contenere lo spopolamento e incentivare il turismo. Il nostro Governo ha sempre lavorato per tutelare le piccole comunità e per favorire la rinascita dei mille campanili d'Italia. Questa misura è un'ulteriore risposta che si aggiunge a iniziative come la Strategia nazionale delle Aree Interne, che coinvolge anche le Madonie. Una serie di manovre che potranno favorire la implementazione di tutti quei servizi necessari a connettere le piccole comunità con il resto del mondo, come la banda larga, le migliorie nella rete dei trasporti e i servizi postali".

27/09/2017 - 16:59

"È curioso che Cancelleri punti il dito contro le liste di Musumeci proprio a pochi giorni dall'inchiesta che ha travolto il suo pupillo Patrizio Cinque e i vertici del M5S di Bagheria". Lo dice Magda Culotta, deputata del Pd alla Camera, che aggiunge: "Certo, quella del centrodestra sembra un'accozzaglia di sigle, siglette e vecchi volponi messi insieme solo per brama di potere (altro che codice etico!), ma spostare il dibattito sui nomi anziché parlare di programmi e di sviluppo significa continuare a trascurare i problemi veri della Sicilia. Fa bene Fabrizio Micari a concentrarsi sui giovani, sulla ripresa economica, sull'occupazione e sulla crescita anziché entrare in sterili polemiche. Anche perché in questi casi - come diceva Pietro Nenni e come dimostrano Musumeci e Cancelleri - il rischio è che gareggiando a fare i puri, troveranno sempre uno più puro che li epura".

21/09/2017 - 15:26

“Da tempo il Partito Democratico bagherese segnalava gli illeciti dell’Amministrazione di Patrizio Cinque e l’inchiesta della magistratura dimostra che avevano ragione. Da paladini della legalità diffusa ad artefici dell’illegalità, Bagheria è diventata il simbolo della disfatta politica del M5S. Visto che il modello Bagheria per Cancelleri è il modello Sicilia, i siciliani non avranno più alcun dubbio sulla scelta del loro Presidente della Regione. Ma se ormai i fallimenti grillini nelle amministrazioni locali non fanno più notizia, stupisce invece molto il silenzio dei leader nazionali del movimento, a cominciare da Grillo e il suo sacro blog. Silenzi che ci confermano come dal grido ‘onestà, onestà’ si sia passati ad ‘omertà, omertà’”.

Così la deputata del Partito Democratico, Magda Culotta.

13/09/2017 - 12:37

"Non solo il Movimento Cinque Stelle dimostra grande improvvisazione e impreparazione - come si evince dal provvedimento del Tar che ha sospeso il risultato delle regionarie - ma dalle prime uscite pubbliche del (forse) candidato Giancarlo Cancelleri sembra di ripiombare indietro di secoli, almeno per quanto riguarda la concezione della donna". Lo dice Magda Culotta, deputato del Pd, in merito alle dichiarazioni di Cancelleri in occasione della presentazione dell'assessore all'Agricoltura. "Le parole di Cancelleri sulla sua idea di donna - continua Magda Culotta - che va bene per l’agricoltura perché fa figli, sono peggio di quanto avrebbe potuto dire un cavernicolo. Neanche nella Sicilia del Medioevo - conclude Magda Culotta - si aveva una concezione del genere. 

06/09/2017 - 19:12

“A sinistra c’è molta confusione. Oggi Bersani e D’Alema appoggiano Claudio Fava, candidato contro il Pd, che chiede al centrosinistra di rifiutare l’appoggio di Crocetta e del partito di Alfano, i cui moderati hanno deciso da tempo di dividersi da Berlusconi”. Lo dichiara Magda Culotta, deputata del Partito democratico.

“Cinque anni fa, però  - continua - Crocetta era proprio il candidato del Pd di Bersani e D’Alema, e la sua coalizione vedeva l’accordo del Pd con un partito che proveniva dal centrodestra, l’Udc di Casini, nel frattempo divisosi da Berlusconi. Allora, come oggi, contro il Pd c’era un pezzo di sinistra messo insieme dalla candidatura di Fava. Cosa è cambiato rispetto ad allora? Perché la coalizione larga per la Sicilia andava bene nel 2012 e non va più bene oggi? Nel 2012 Bersani, segretario del Pd, metteva in guardia dal sostenere la lista di sinistra ‘Claudio Fava Presidente’, e dichiarava: ‘Qui è Crocetta-Musumeci, non è che si può girare molto lontano da questa alternativa. Ciascuno quindi si prenda la sua responsabilità” (17 ottobre 2012). Oggi, come confermano anche i sondaggi, la partita è tra Micari, Musumeci e Cancelleri. Il Bersani di oggi ascolterà quanto diceva il Bersani di cinque anni fa? Si prenderà le sue responsabilità?”.

“Perché oggi la partita a tre è tra la coalizione civica di Micari, la destra di Musumeci e i Cinquestelle di Cancelleri, esattamente come nel 2012 con Bersani la sfida era tra Crocetta e gli stessi due avversari, ancora loro”, conclude.

04/09/2017 - 19:26

“I dirigenti di Sinistra Italiana sono confusi e cadono in un imbarazzante autogol”. Lo dichiara Magda Culotta, deputata del Partito democratico, in risposta al commento di Sergio Lima su Michele Anzaldi.

“Citano i loro risultati ottenuti alle comunali di Palermo, che hanno portato alla vittoria di Orlando, ma in quelle elezioni erano alleati con il Pd e i moderati di Alfano. E’ dunque comprensibile la difficoltà nel giustificare perché il modello Palermo non possa essere applicato anche alla regione siciliana, con la candidatura civica del rettore Micari, lanciata proprio dal sindaco Orlando”, conclude.

22/04/2017 - 11:24

"Sono in arrivo 30 milioni di euro in settori come la scuola, la sanità, i trasporti, la viabilità e soprattutto lo sviluppo locale". Lo annuncia Magda Culotta, sindaco di Pollina e deputato del Pd, che aggiunge: "È una grande occasione per tutte le nostre comunità, di lavoro e anche di sviluppo. Grazie alla SNAI infatti le Madonie beneficieranno di interventi mirati ad arrestare l'emigrazione, soprattutto dei giovani, dai propri paesi con programmi di sviluppo economico per agevolare l'imprenditoria, i mestieri e le attività locali. La sfida è dimostrare che vivere in montagna è una opportunità e non una condizione di emarginazione".
"Dopo il Piemonte anche la Regione Siciliana ha formalmente approvato la Strategia delle Aree Interne nelle Madonie. È un passaggio fondamentale a cui seguirà la sottoscrizione dell'Accordo di Programma Quadro che prevede investimenti sul territorio madonita", conclude la deputata.

28/02/2017 - 17:04

"Siamo scesi in piazza e abbiamo ascoltato le istanze dei manifestanti per capire quali siano le loro richieste e come il Governo possa intervenire per aiutarli". Lo dicono i deputati dem Magda Culotta e Franco Ribaudo, dopo avere incontrato una delegazione di pescatori dell'Associazione Marinerie d'Italia e d'Europa, in sciopero da questa mattina davanti Palazzo Montecitorio. Le marinerie manifestano contro l'attuale inasprimento delle sanzioni sulla pesca da parte dell'Unione Europa, in particolare per quanto riguarda le penali relative allo sbarco e messa in commercio del pescato sotto la taglia minima. "Abbiamo cercato di stemperare gli animi - continuano i due deputati - facendoci promotori di dare ascolto alle loro richieste nella Commissione di riferimento. Siamo consapevoli - proseguono Culotta e Ribaudo - che l'applicazione dell'art.39 della recente Legge sulla pesca, la 154/2016, penalizza un intero comparto". "Per tutelare i piccoli pescatori autonomi - concludono - occorre approvare il nuovo disegno di legge, che prevede la netta distinzione tra i pescatori artigianali che operano nella pesca costiera  e la filiera di pesca, garantendo loro delle quote di pesca del tonno e del pesce spada".

 

31/01/2017 - 18:00

"La nomina di Palermo a Capitale italiana della Cultura 2018 è un grande riconoscimento non solo per il nostro capoluogo, ma per tutta la Sicilia e per tutti i Comuni che hanno partecipato, come partner, a questo ambizioso progetto". Lo dice Magda Culotta, sindaco di Pollina e deputato del Pd, commentando la nomina del capoluogo siciliano a Capitale italiana della Cultura. "Questo prestigioso riconoscimento - aggiunge Magda Culotta -, non è solo un modo per premiare gli sforzi fatti in ambito culturale negli ultimi anni, ma è anche un'occasione per tutti i Comuni partner che potranno ottenere un'ulteriore vetrina per promuovere il proprio patrimonio artistico e culturale. Come sindaco - conclude Magda Culotta - sono ulteriormente felice perché in questo ambizioso progetto c'è anche un 'pezzo' delle Madonie, poichè ne farà parte la rete museale di Pollina con la Torre di Stelle, Isnello con il Parco Astronomico, Castelbuono con il Museo Civico e Cefalù con il Museo Mandralisca".
La Torre di Stelle di Pollina è il progetto multimediale di creazione contemporanea e divulgazione scientifica, inaugurato lo scorso giugno, e ospitato all'interno del Museo Maurolico. L’evento ha ottenuto l’importante patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che assieme al Comune di Pollina sostiene l'innovativo progetto di divulgazione scientifica che punta sulla creazione contemporanea e le tecnologie audiovisive”. ​  

08/09/2016 - 16:49

"Sull'ipotesi di ridimensionamento dell'Ospedale Giglio ho già chiesto un incontro all'assessore Gucciardi a nome di tutti i sindaci del comprensorio, per affrontare con lui la questione e verificare se ci sono margini di deroga aprendo un'interlocuzione con il Ministero". Lo dice Magda Culotta, sindaco di Pollina e deputato del Pd, commentando le notizie degli ultimi giorni sulla chiusura di alcuni reparti dell'ospedale cefaludese. "È però importante - conclude Magda Culotta - che questo percorso sia condiviso da tutto il territorio e che ci sia unanimità di intenti e di proposte. Perché una battaglia così importante e delicata si vince solo mettendo da parte personalismi e logiche di appartenenza".  

02/05/2016 - 12:44

"La riapertura dei cancelli nell'ex stabilimento Fiat di Termini Imerese è un segnale importante per l'economia dell'isola. E l'avvio della produzione di auto ecologiche è sicuramente la metafora migliore in una Sicilia che si sta 'rimettendo in moto' grazie all'impegno del Governo nazionale". Lo dice Magda Culotta, sindaco di Pollina e deputato del Pd, commentando l'ingresso in fabbrica dei primi 20 progettisti che seguiranno la fase iniziale della riconversione e riqualificazione del polo industriale di Termini: "Appena due giorni fa - continua Magda Culotta - il premier Renzi ha annunciato lo stanziamento di 12 miliardi di euro per la Sicilia e un vasto piano per lo sviluppo e il rilancio dell'economia nell'isola. Oggi, peraltro all'indomani della festa dei lavoratori, abbiamo un altro segnale concreto dell'impegno del Governo sul fronte dell'occupazione. Grazie all'accordo tra Blutec e Invitalia, Termini Imerese tornerà a produrre auto, ma stavolta lo farà con un progetto che è anche all'avanguardia dal punto di vista del rispetto dell'ambiente. Un'ulteriore conferma che è veramente la volta buona, il momento di far ripartire la Sicilia".  

30/04/2016 - 17:28

"La presenza del premier Renzi e del ministro Delrio sul viadotto Himera è la testimonianza che il Governo nazionale ha a cuore le problematiche siciliane. La riapertura del viadotto, sull'autostada A19, segna un passo importante per il ripristino della viabilità nell'isola". Lo dice Magda Culotta, deputata del Pd e sindaco di Pollina, commentando la tappa di Matteo Renzi e Graziano Delrio sul viadotto Himera. 

“Capisco - continua - che c’è qualcuno che ama fare polemica a tutti i costi e capisco pure che è più facile criticare che costruire insieme. Ma non demolire la carreggiata e permettere lo scorrimento in entrambi i sensi di marcia diminuirà il tempo di percorrenza e consentirà quasi un ritorno alla normalità". 

Questa visita è per noi anche un’occasione per mantenere alta l’attenzione sui problemi della viabilità nell’isola", conclude.

24/02/2016 - 20:16

"Informazione e trasparenza sono un binomio indissolubile e l'incontro di oggi è la testimonianza del cambio di passo del nuovo cda Anas". Lo affermano, in una nota, una delegazione di deputati siciliani del Pd alla Camera, che questo pomeriggio hanno incontrato, nella sede romana dell'ente stradale, il presidente Gianni Vittorio Armani, il direttore regionale per la Sicilia, Eutimio Mucilli e Francesca Moraci, membro del consiglio di amministrazione. "I vertici aziendali - continuano i deputati siciliani - hanno voluto questo incontro per metterci al corrente sui lavori in corso, sia in termini di nuove opere, che di interventi di manutenzione straordinaria, sia sugli interventi che saranno avviati nel 2016 e piu' in generale sulla situazione in cui versano le infrastrutture stradali gestite da Anas in Sicilia. Quello che ci auguriamo - concludono i deputati del Pd - è che da questo momento in poi si possa lavorare insieme e in sinergia per avviare delle politiche che contribuiscano allo sviluppo e al miglioramento della viabilità nell'Isola, ma anche per favorire un nuovo modello integrato che passi dalla progettazione alla manutenzione". Nella delegazione, presenti i deputati Magda Culotta, Tommaso Currò, Maria Gaetana Greco, Maria Iacono, Franco Ribaudo e Gea Schirò.

Pagine