12/04/2017 - 15:43

“Stiamo uscendo dall’emergenza, è una ottima notizia”. Lo ha detto alla Camera Umberto D’Ottavio, deputato Dem, durante il question time con il ministro Fedeli.

“La sicurezza degli studenti e del personale della scuola è una priorità dei governi e della maggioranza di questa legislatura. Prova ne sono i 40 milioni annui a decorrere dal 2014 e fino al 2044 per i contratti di mutuo finalizzati al finanziamento di interventi di ristrutturazione e messa in sicurezza degli edifici pubblici adibiti ad uso scolastico, più altri 10 milioni annui con la legge 107 del 2015. Oggi il ministro Fedeli ci ha assicurato l’impegno massimo dell’esecutivo per il piano per la riqualificazione e di messa in sicurezza del patrimonio immobiliare scolastico”.

 

07/04/2017 - 14:03

“Con l'approvazione della delega sul sistema di educazione e istruzione da 0 a 6 anni,  la Repubblica Italiana considera anche il periodo 0/3 anni parte del sistema educativo nazionale e, pur mantenendo la non obbligatorietà, si propone di offrire pari opportunità ai piccoli cittadini con la diffusione su tutto il territorio dei servizi educativi e per l'infanzia. Il Piano Nazionale punta a raggiungere il coinvolgimento del 75% dei comuni, il 100% dell'accesso alla scuola dell'infanzia e il 33% dell'accesso agli asili nido; rinnova il ruolo delle Regioni per le autorizzazioni, l'accreditamento e la vigilanza sui punti di erogazione del servizio; sostiene la qualificazione del personale chiarendo i titoli per l'accesso alle professioni; infine, integra, ma non confonde lo 0/3 con il 3/6, nel senso che la continuità è l'obiettivo dei Poli per l'Infanzia, ma sottolinea le differenze degli obiettivi pedagogici. E per i prossimi 3 anni investe 650 milioni di euro a sostegno degli obiettivi. Il governo Gentiloni mantiene un impegno atteso dalle famiglie, dai comuni, dal mondo della scuola per rafforzare la crescita di cittadini autonomi e consapevoli”.

Lo dichiara Umberto D'Ottavio, deputato del Pd componente della commissione Cultura. 

16/03/2017 - 19:15

“Le Commissioni Istruzione e Politiche Sociali della Camera hanno approvato il parere, da me proposto, sul decreto legislativo riguardante il sistema integrato di educazione e istruzione da 0 a 6 anni”. Ne dà notizia Umberto D’Ottavio, deputato del Partito democratico.“Le Commissioni – continua - hanno condiviso l'obiettivo proposto dal Governo: garantire pari opportunità alle bambine e ai bambini su tutto il territorio nazionale. Per questo sono stati stanziati 650 milioni di euro, che hanno lo scopo di diffondere i servizi educativi e la scuola dell'infanzia.  Le Commissioni hanno approvato molte integrazioni e modifiche di cui crediamo il Governo terrà conto in sede di approvazione definitiva del decreto. In particolare, abbiamo chiarito le competenze professionali degli educatori e degli insegnanti; ribadito il ruolo di programmazione, autorizzazione, accreditamento e vigilanza da parte delle Regioni, rafforzato il ruolo dei Comuni per la realizzazione dei Poli dell'infanzia e per la diffusione dei servizi; riconosciuto il ruolo delle famiglie come corresponsabile delle scelte pedagogiche per i più piccoli”.

“Riconoscere il ruolo educativo dei servizi per l'infanzia e attrezzarli in questa direzione è il miglior contributo al calo demografico e alla crescita di cittadini autonomi e responsabili”, conclude.

15/03/2017 - 16:58

“È stato firmato il decreto con il quale vengono attribuiti a comuni, province e città metropolitane gli spazi di spesa grazie al trasferimento allo Stato dell'onere di circa 700 milioni di euro. Di questi 450 milioni sono destinati all'edilizia scolastica il resto al rischio sismico e al dissesto idrogeologico”. Ne dà notizia Umberto D’Ottavio, deputato del Partito democratico.

“Si tratta di un grande sostegno all'azione degli enti locali molto atteso e che continua l'azione di sostegno del Governo ad avere edifici scolastici a norma e accoglienti”, conclude.

15/03/2017 - 11:40

“Ancora un caso di licenziamento senza pietà.  Questa volta è la società Carrefour  che non ha esitato a inviare una lettera di esclusione dal lavoro a Cosimo Lomuscio di Torino che da 27 anni lavora presso il supermercato di Corso Turati 75 inquadrato al 4°livello. L'accusa è quella di avere superato i sei mesi consecutivi di assenza per malattia.  Peccato che Cosimo Lomuscio sia ancora ricoverato per una grave depressione che non gli ha consentito di provvedere alle sue tutele”. Lo hanno dichiarato i deputati del PD Umberto D'Ottavio e Antonio Boccuzzi che considerano “eccessivo e senza pietà il comportamento della società Carrefour” e chiedono di “ripensare alla decisione di licenziare. Inoltre, il Governo intervenga su una vicenda che non ha rispetto della dignità umana”.

08/03/2017 - 12:36

Presentata oggi proposta di legge dei deputati D’Ottavio e Pastorino

Una proposta di legge che intende riconoscere il 15 marzo quale Giornata Nazionale contro i disturbi del comportamento alimentare, finalizzata a promuovere la sensibilizzazione e la prevenzione, che avrà come simbolo il fiocco di stoffa lilla. E’ stata presentata oggi  dai deputati firmatari Umberto D’Ottavio (PD) e Luca Pastorino (Possibile) in una conferenza stampa a Montecitorio.
“Il 15 marzo – ha spiegato D’Ottavio – è da sei anni la giornata del fiocchetto lilla, nata per volontà di Stefano Tavilla, papà di Giulia, giovane adolescente che perse la vita a causa della bulimia e che da allora si è battuto per dare voce a chi soffre di questi disturbi. Una iniziativa seguita in tutta Italia da associazioni, istituzioni e scuole di ogni grado che con iniziative e incontri sensibilizzano giovani e famiglie alla conoscenza e Alla prevenzione di anoressia e bulimia.
Noi con la nostra proposta di legge vogliamo andare oltre e dare risposte concrete a chi ha bisogno di aiuto. In particolare la proposta di legge prevede le modalità di svolgimento della Giornata e gli obiettivi di informazione e sensibilizzazione per lo sviluppo di una maggiore consapevolezza in materia di  disturbi del comportamento alimentare, questo senza maggiori oneri a carico della finanza pubblica. Inoltre, si individua nel  Ministero della Salute  l’organo di coordinamento nazionale della Giornata, in collaborazione con le regioni e con gli enti locali.
Un provvedimento – ha concluso D’Ottavio – che aiuterà a monitorare e a fare prevenzione anche attraverso il collegamento tra istituzioni nazionali e locali. Che sarà strumento di informazione per una migliore cura e accoglienza di chi soffre di disturbo alimentare”.

06/03/2017 - 12:45

Mercoledì 8 marzo alle ore 11,30 presso la sala stampa di Montecitorio (via della Missione, 4 Roma), verranno presentatele le iniziative per il 15 marzo e la proposta di legge per istituire la giornata del fiocchetto lilla contro i disturbi alimentari.

 

Il 15 marzo  sarà la Giornata del fiocchetto lilla contro i disturbi alimentari, un appuntamento che quest’anno giunge alla sua Sesta edizione e che n tutta Italia vede la partecipazione di associazioni, istituzioni e scuole di ogni grado che con iniziative e incontri sensibilizzano giovani e famiglie alla conoscenza e Alla prevenzione di anoressia e bulimia. Sono malesseri dell’anima profondi, che si insinuano nella vita di adolescenti come di giovani donne e uomini, che individuano nel cibo il nemico-amico complice pericoloso: malesseri, del quale si  parla poco o in modo confuso e impreciso. La giornata del fiocchetto lilla nasce sei anni fa per volontà di Stefano Tavilla, papà di Giulia, giovane adolescente che perse la vita a causa della bulimia. Tavilla da allora conduce una battaglia: quella di permettere a chi soffre di disturbo alimentare di essere visto, accolto, curato in strutture idonee. La sua mission è stata subito condivisa da associazioni di famigliari di pazienti ed ex pazienti che si sono costituiti in una rete alla quale la politica deve dare supporto affinché gli sforzi e la volontà di ciascuno raggiungano risultati maggiori. 

Il 15 marzo l’Italia si colorerà di lilla e il parlamento sarà presente, con la distribuzione ai parlamentari del fiocchetto simbolo della lotta ai disturbi alimentari e con la proposta di legge avanzata dai deputati On. Umberto D’Ottavio e On. Luca Pastorino che intende riconoscere il 15 marzo quale Giornata Nazionale contro i disturbi del comportamento alimentare, finalizzata a promuovere la sensibilizzazione e la prevenzione ; con l’articolo 2 si indicano, senza maggiori oneri a carico della finanza pubblica, le modalità di svolgimento della Giornata e gli obiettivi di , informazione e sensibilizzazione per lo sviluppo di una maggiore consapevolezza in materia di  disturbi del comportamento alimentare; con l’articolo 3 si individua nel  Ministero della Salute  l’organo di coordinamento nazionale della Giornata, in collaborazione con le regioni e con gli enti locali.  Saranno presenti i proponenti della legge On. Umberto D’Ottavio (Partito Democratico) e On. Luca Pastorino (Possibile), Stefano Tavilla presidente associazione Mi Nutro di Vita e Maria Grazia Giannini presidente dell'associazione Consult@noi.

28/02/2017 - 11:26

“La dichiarazione del presidente Trump sull'aumento delle spese militari degli Stati Uniti è quanto di più terribile si possa sentire. Se riprende la corsa al riarmo non avremo un mondo migliore e soprattutto la riduzione della fame nel mondo e l'attenzione ai cambiamenti climatici che sono gli obbiettivi principali dell'intera umanità rischiano di fare molti passi indietro. Oggi è compito di tutti noi farsi sentire, alzare la voce e mettersi in movimento per il disarmo e per la pace. Credo che il Partito Democratico debba essere in Italia il promotore di iniziative in questa direzione”.

Lo ha detto  Umberto D'Ottavio, deputato del Pd.

22/02/2017 - 13:03

“E’ stata presentata oggi a Montecitorio la proposta di legge, a prima firma mia e del collega D’Ottavio, sottoscritta anche da altri cinquanta deputati del gruppo PD,  per l'”Istituzione della Giornata nazionale del Risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili”. Una giornata dedicata alla diffusione di una cultura del risparmio energetico e per promuovere stili di vita più compatibili con il nostro pianeta. Temi che gli italiani considerano sempre più importanti per la propria quotidianità e per il futuro delle prossime generazioni. Non si può infatti negare che, nonostante le tante criticità ambientali - tra cui l'allarme smog purtroppo molto ricorrente specie in inverno - il legame tra gli italiani e la sostenibilità sia positivo,  grazie alla diffusione di comportamenti e stili di vita che racchiudono elementi di consapevolezza verso il risparmio energetico, la biodiversità, la condivisione. Questa propensione riguarda anche i giovani: un recente dossier dimostra che la fascia di età compresa tra i 18 e i 34 anni è quella che manifesta un interesse maggiore verso la sostenibilità, seguita dalla fascia di età compresa tra i 35 e i 54 anni. E la crisi non sembra rappresentare un freno o un ostacolo visto che il 47 per cento è interessato alla sostenibilità pur consapevole delle difficoltà economiche che riguardano l’Italia. Nel dettaglio, l’85 per cento sostiene e vede positivamente gli investimenti nelle forme di energia alternative e rinnovabili, l’80 per cento vorrebbe un potenziamento del trasporto pubblico per avere una valida alternativa all'uso dell’auto privata, il 75 per cento è interessato all'agricoltura e ai prodotti biologici. Questo lo spirito della proposta di legge Atto Camera 4256 Braga-D'Ottavio, che raccoglie anche la spinta straordinaria data dall'impegno ultra decennale su questi temi della trasmissione di Radio2 “Caterpillar” con l’importante e partecipata iniziativa “Mi illumino di meno”, che quest’anno ricorre il 24 febbraio con la sua tredicesima edizione. Saremo tutti invitati a spegnere le luci superflue e “condiVivere”: dando un passaggio in auto ai colleghi, organizzando una cena collettiva nel proprio condominio, aprendo la propria rete wireless ai vicini e in generale condividendo la proprie risorse come gesto tangibile anti spreco e motore di socialità”. Lo affermano congiuntamente gli Onorevoli Chiara Braga e Umberto D’Ottavio primi firmatari della proposta di Legge per l'”Istituzione della Giornata nazionale del Risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili” presentata oggi alla Camera dei Deputati alla presenza della Sottosegretaria all'Ambiente Barbara Degani e di Massimo Cirri e Sara Zambotti della trasmissione di Radio2 “Caterpillar”.

16/02/2017 - 11:08

Oggi, giovedì 16 febbraio, presentazione in sala stampa della Camera

Istituire la “Giornata nazionale della dignità della persona” da celebrare il 13 maggio, data simbolica perché coincide con l’approvazione, nel 1978, della legge Basaglia con la quale si è superata la concezione secondo la quale la malattia psichica poteva essere trattata solo in strutture di contenzione come i manicomi. L’idea è venuta ai deputati del Pd Umberto D’Ottavio e Anna Rossomando, che hanno presentato una proposta di legge che verrà illustrata giovedì 16 febbraio in una conferenza stampa presso la sala stampa della Camera (ore 13, ingresso in via della Missione 4).

Alla conferenza stampa parteciperanno, oltre ai presentatori della proposta di legge, il sindaco di Collegno Francesco Casciano, l’assessora alla Cultura della Regione Piemonte Antonella Parigi e l’ex ministra della Solidarietà sociale Livia Turco.

Perché Collegno? Un anno prima dell’approvazione della legge Basaglia, nel 1977, la città di Collegno fece abbattere il lungo tratto del muro di cinta che circondava il manicomio: “Un atto coraggioso, che permise a migliaia di cittadini di entrare per la prima volta in quella ‘città nella città’”, afferma l’attuale primo cittadino. In occasione del quarantesimo anniversario dell’abbattimento del muro, il Comune di Collegno ha promosso una serie di iniziative (la conferenza stampa è la prima in ordine cronologico) per – dice Casciano – “riflettere e fare memoria, attualizzare una battaglia politica, sociale, sanitaria e culturale sulla ‘diversità’ che allora portò all’abbattimento dei manicomi, consentendo un approccio ai disturbi psichiatrici decisamente nuovo sia da parte della medicina sia da parte dell’opinione pubblica”. 

14/02/2017 - 17:18

Giovedì 16 febbraio presentazione in sala stampa della Camera

Istituire la “Giornata nazionale della dignità della persona” da celebrare il 13 maggio, data simbolica perché coincide con l’approvazione, nel 1978, della legge Basaglia con la quale si è superata la concezione secondo la quale la malattia psichica poteva essere trattata solo in strutture di contenzione come i manicomi. L’idea è venuta ai deputati del Pd Umberto D’Ottavio e Anna Rossomando, che hanno presentato una proposta di legge che verrà illustrata giovedì 16 febbraio in una conferenza stampa presso la sala stampa della Camera (ore 13, ingresso in via della Missione 4).

Alla conferenza stampa parteciperanno, oltre ai presentatori della proposta di legge, il sindaco di Collegno Francesco Casciano, l’assessora alla Cultura della Regione Piemonte Antonella Parigi e l’ex ministra della Solidarietà sociale Livia Turco.

Perché Collegno? Un anno prima dell’approvazione della legge Basaglia, nel 1977, la città di Collegno fece abbattere il lungo tratto del muro di cinta che circondava il manicomio: “Un atto coraggioso, che permise a migliaia di cittadini di entrare per la prima volta in quella ‘città nella città’”, afferma l’attuale primo cittadino. In occasione del quarantesimo anniversario dell’abbattimento del muro, il Comune di Collegno ha promosso una serie di iniziative (la conferenza stampa è la prima in ordine cronologico) per – dice Casciano – “riflettere e fare memoria, attualizzare una battaglia politica, sociale, sanitaria e culturale sulla ‘diversità’ che allora portò all’abbattimento dei manicomi, consentendo un approccio ai disturbi psichiatrici decisamente nuovo sia da parte della medicina sia da parte dell’opinione pubblica”. 

12/01/2017 - 17:19

"La distruzione a Roma della targa posta al monumento che ricorda il sequestro e l'uccisione di Giacomo Matteotti per mano fascista è un fatto grave e doloroso, non solo per la città di Roma, medaglia d'oro alla Resistenza, ma per tutto il nostro Paese. Mi auguro che l'autorità giudiziaria riesca a scoprire in tempi brevi i vili autori del gesto, avvenuto a Lungotevere Arnaldo da Brescia e che il Comune di Roma intervenga il prima possibile per ripristinare la lapide in ricordo di Giacomo Matteotti e, con lui, della Resistenza italiana al Fascismo".

Lo ha detto Umberto D'Ottavio, deputato del Pd componente della commissione Cultura.

10/01/2017 - 16:28

“Qualcosa si muove sul fronte dei nomi dei debitori insolventi del Monte dei Paschi di Siena”. Lo dichiara Umberto D’Ottavio, deputato del Partito democratico.

“Prima il presidente dell'Abi che ritiene non ci siano problemi di privacy, poi le aperture del Governo e della stessa banca sulla pubblicità dei nomi. Bene. A fronte di un intervento pagato con soldi pubblici abbiamo chiesto, con una interrogazione al ministro Padoan presentata oggi, di rendere noti i nomi dei debitori”, conclude.

20/12/2016 - 17:34

“Il Pd è a favore della nuova linea ferroviaria Torino-Lione, perché da sempre è convinto della bontà di questo progetto per quattro ordini di ragioni: è un’opera di interesse europeo e comunitario, nata e pensata per unire e sviluppare l’Europa; ha un forte valore strategico per lo sviluppo e le comunicazioni fra il Nord-Ovest dell’Italia, la pianura Padana e il resto dell’Europa; utilizza il mezzo di trasporto più ecologico come il treno, oggi impiegato solo al 9% per le merci, e riduce allo stesso tempo inquinamento ed emissioni di gas serra, pari alla produzione di Co2 di una città di 300mila abitanti, prodotti dal passaggio dei Tir; infine, perché passa dalla Valle di Susa non per farle un dispetto, ma perché le alternative avrebbero tagliato fuori Torino e il Nord-Ovest”.

Così il deputato Dem Umberto D’Ottavio, intervenuto per il Partito democratico in Aula nella dichiarazione di voto finale sulla nuova linea ferroviaria Torino-Lione.

“Si tratta di un’opera rispettosa dell’ambiente e fondamentale per l’Italia - aggiunge Umberto D’Ottavio - poiché la linea storica con la galleria più vecchia ed obsoleta d’Europa non è adeguata al trasporto ferroviario moderno di merci e passeggeri, ed è inoltre finanziata al 40% dall’Ue e il resto dagli accordi fra il nostro Paese e la Francia. Bisogna inoltre dire che, anche grazie alla nascita dell’Osservatorio, il progetto attuale è cambiato moltissimo, proprio tenendo conto dei suggerimenti che venivano dagli amministratori locali e dal territorio. Infine - conclude il deputato Dem - se qualcuno vuole attardarsi nella polemica sulle eventuali infiltrazioni mafiose, noi sottolineiamo che la Torino Lione è il primo caso in Europa di applicazione della normativa antimafia sugli appalti, indipendentemente dalla nazionalità dei cantieri. Il nostro nemico è la mafia non le opere pubbliche”.

15/12/2016 - 16:53

Oggi ho portato i saluti del Partito Democratico al Presidente della Colombia Manuel Santos in visita a Roma per presentare il suo Paese agli investitori italiani. Sabatoscorso il Presidente Santos ha ritirato il premio Nobel per la pace dopo l'accordo raggiunto con le Farc che hanno  consentito di raggiungere un obiettivo atteso cinquanta anni. L'Italia è il terzo partner commerciale della Colombia e i rapporti fra i due Paesi sono impostati alla più sincera amicizia e collaborazione.  Presto verrà stipulato tra i due Paesi un nuovo accordo sulla tassazione e sui rapporti commerciali”.

Lo ha detto Umberto D’Ottavio deputato del Pd.

Pagine