26/02/2017 - 20:00

"Il 'lavoro di cittadinanza', proposto da Renzi, non sappiamo ancora cosa sia, come funzioni e come verrebbe finanziato. Aspettiamo di vedere. Quello che è certo è che le nuove generazioni, entrate prima nel capitalismo finanziario e poi in quello digitale, hanno anche bisogno di una "pensione di cittadinanza", a causa del lavoro discontinuo e precario: su questo tema, invece, le proposte ci sono e vorremmo sapere cosa ne pensa Renzi". Lo dichiara Cesare Damiani, Presidente della Commissione Lavoro alla Camera.

" Si tratta - spiega - del disegno di legge 2100 Gnecchi e Damiano, che prevede una pensione di base di circa 500 euro, pagata dalla fiscalità generale, garantita ai giovani entrati nel mondo del lavoro a partire dal '96, che avranno una pensione calcolata interamente con il sistema contributivo". "Questa nostra proposta - continua Damiano - ha il vantaggio di essere stata sostanzialmente recepita dal verbale di accordo sottoscritto da CGIL,CISL e UIL con il Governo del settembre scorso, : verbale che sarà oggetto di un incontro tra sindacati e Governo nei prossimi giorni".
Nel testo concordato l'argomento viene chiamato "pensione contributiva di garanzia". Ci auguriamo che, al di là del nome, l'argomento venga affrontato dal Governo e dal PD come una priorità", conclude.

24/02/2017 - 18:48

" La data delle primarie è stata fissata il 30 aprile. La pressione esercitata dalle minoranze per impedire che il Congresso si tenesse in modo precipitoso e senza un adeguato dibattito, ha raggiunto il suo obiettivo. L'iniziale proposta di primarie il 7 aprile era irricevibile e sarebbe stata un atto di arroganza e di divisione in un momento già di particolare difficoltà e di tensione per il PD". Lo dichiara Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro alla Camera.
"È prevalso il buon senso - prosegue - è importante che la proposta sia stata unitariamente condivisa dalla Commissione per il Congresso".
"Infine, poiché le primarie si tengono il 30 aprile e l'Assemblea nazionale che elegge il segretario il 7 maggio, questa scelta risolve anche un quesito politico che ha tenuto banco in questi mesi: l'ipotesi delle elezioni a giugno è definitivamente archiviata", conclude.

23/02/2017 - 18:32

"La candidatura di Orlando è una buona notizia perché ci offre la possibilità di condurre una battaglia di sinistra e riformista dentro il Partito Democratico: battaglia che ci ha sempre caratterizzati. Si tratterà adesso di discutere e condividere i contenuti di un programma che abbia al suo centro l'uguaglianza e la difesa dei diritti del lavoro e dello Stato sociale".

Lo dichiara Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro alla Camera.

22/02/2017 - 18:43

"Come già annunciato alla Presidenza della Commissione lavoro della Camera, la Carta dei diritti presentata dalla Cgil verrà incardinata nella prima settimana di marzo. Rispetto alla data inizialmente prevista si tratta di uno slittamento di una settimana dovuto al protrarsi della discussione sulla proposta di legge dello Statuto del lavoro autonomo". Lo scrive sul suo profilo Facebook Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro alla Camera.

11/02/2017 - 13:00

" La CGIL ha iniziato oggi la campagna per i Referendum sui voucher e sulla responsabilità sociale negli appalti. Contemporaneamente, la Commissione lavoro della Camera sta esaminando le proposte di legge, 8 in tutto, che riguardano i voucher". Lo dichiara Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro alla Camera. 
" La prima proposta di legge, quella del PD - prosegue - è stata depositata nel febbraio del 2016, ben prima che si parlasse di Referendum, con l'obiettivo di cancellare gli abusi nell'utilizzo dei buoni lavoro. Ci auguriamo che il Parlamento sia in grado portare a termine, in tempi brevi, una buona legge che riporti l'impiego dei voucher ai lavori "meramente occasionali". Si tratta dell'elenco di attività contenuto nella legge Biagi del 2003: dal taglio dell'erba del giardino alle ripetizioni scolastiche". 
"L'esplosione avvenuta nell'utilizzo dei voucher - spiega Damiano - oltre che dal progressivo allargamento del loro utilizzo a tutti i settori di attività, dipende dal loro basso costo. Secondo le stime dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro, rispetto al lavoro a chiamata (Job in call), il voucher costa il 40% di meno. Se poi il suo utilizzo è a copertura di ore di lavoro nero, il costo si abbassa ulteriormente mentre aumenta l'illegalità". 
"In sintesi, l'attuale normativa contribuisce a creare un'area di dumping sociale e di precarietà nel mercato del lavoro. Infine, ho deposito una proposta di legge sulla responsabilità solidale negli appalti, già firmata da 50 parlamentari del PD, sulla quale sarebbe utile aprire la discussione", conclude.

10/02/2017 - 21:10

" Ci fa piacere che, al di là dei tecnicismi parlamentari, il Governo abbia finalmente annunciato di aver trovato le risorse per la Discoll. Era quello che volevamo". Lo dichiara Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro alla Camera.
" L'intervento di copertura per il solo 2017, che prevede una risorsa di 54 milioni di euro - spiega - potrà essere completato alla Camera con una normativa strutturale da inserire nel disegno di legge sul lavoro autonomo, che può essere realizzata semplicemente attraverso un emendamento". 
" In caso di calo di attività e di fatturato per i collaboratori e i liberi professionisti occorre avere un ammortizzatore sociale universale. Sarebbe paradossale estendere le tutele ai liberi professionisti, cosa che ci apprestiamo a fare con il disegno di legge sul lavoro autonomo, e contemporaneamente toglierle ai collaboratori, che sono l'anello debole della catena", conclude.

09/02/2017 - 20:10

"Alle 17 di oggi è scaduto il termine per la presentazione degli emendamenti sulla proposta di legge del lavoro autonomo. Ne sono stati presentati circa 300, di cui 70 del PD, 60 del Movimento 5 Stelle, 50 di Sinistra Italiana e 30 della Lega e di Forza Italia". Lo dichiara Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro. 

"Le proposte di correzione più importanti presentate dal PD - prosegue - per quanto riguarda il lavoro autonomo, si riferiscono: all'articolo 5, con la richiesta di cancellazione della parte che riguarda la deflazione del contenzioso giudiziario, anche perché si tratta di una materia che è già oggetto di esame da parte dei Ministeri competenti; all'articolo 6 l'emendamento PD chiede l'estensione delle tutele relative agli ammortizzatori sociali anche ai professionisti non ordinisti; inoltre, si prevedono miglioramenti per le normative di maternità e di congedo parentale. Per quanto riguarda il lavoro agile (smart working) alcuni emendamenti del PD prevedono il collegamento delle normative alla contrattazione collettiva. Il provvedimento, che è rimasto all'esame del Senato per circa 10 mesi, sarà esaminato rapidamente alla Camera con l'obiettivo di portarlo in Aula entro i primi giorni di marzo, al fine di assicurare al vasto e articolato mondo del lavoro adeguate tutele sociali che sono attese da molto tempo", conclude

08/02/2017 - 19:57

"Si sono tenute oggi le audizioni sulla proposta di legge dei voucher con l'INPS, l'Inail e  l'Ispettorato nazionale del lavoro. Quest'ultimo, in particolare, ha sottolineato attraverso il direttore generale Paolo Pennesi che l'utilizzo dei voucher é diffuso soprattutto nel settore del turismo e del commercio - terziario per un impiego continuativo di personale dipendente". Lo dichiara Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro alla Camera.

"É evidente - prosegue - che quanto descritto non ha nessuna caratterizzazione di occasionalità e questo rafforza la nostra proposta di tornare, per quanto riguarda la disciplina dei voucher, alla Legge Biagi del 2003. Questa legge, come abbiamo detto molte volte, consentirebbe il ritorno al lavoro meramente occasionale, riducendo anche i settori di utilizzo per i cosiddetti 'lavoretti', evitando così di utilizzare i voucher là dove si potrebbe prevedere un contratto di lavoro dipendente", conclude.

07/02/2017 - 20:30

"Alla corsa al voto dobbiamo contrapporre la corsa alla soluzione dei problemi.
Da questo punto di vista é condivisibile l'opinione di Poletti per velocizzare l'iter di alcune leggi sociali importanti, a partire dai voucher". Lo dichiara Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro alla Camera.
"La commissione lavoro della Camera - prosegue - sta proseguendo il lavoro di approfondimento delle proposte di legge sui voucher, dopo le audizioni delle parti sociali.
Se il problema verrà risolto con una legge promossa dal Parlamento o con un decreto promosso dal Governo, per noi é un problema secondario. L'importante é c'entrare l'obiettivo in tempi brevi ed essere d'accordo sui contenuti".
"Se le modifiche che il Governo é intenzionato a fare - spiega Damiano - riportano i voucher ad essere lavoro 'meramente occasionale' e se si abbassano le attuale soglie dei settemila e dei duemila euro andiamo nella giusta direzione".
Condividiamo anche il fatto che l'uso di questo strumento a livello familiare non ha dato adito a problemi: quello che richiede un intervento é l'uso da parte delle aziende che andrebbe eliminato, così come nella Pubblica Amministrazione".
"La soluzione migliore consiste nel tornare alle attività occasionali individuate nella legge Biagi nel 2003: i cosiddetti lavoretti che consistono nel taglio dell'erba, nella cura familiare di bambini e anziani e nella raccolta stagionale dei prodotti agricoli soltanto da parte  di studenti e pensionati", conclude.

06/02/2017 - 21:00

" La richiesta dei sindacati di riaprire il confronto con il Governo sulle pensioni al fine di applicare correttamente, nei Decreti attuativi, il Verbale sottoscritto nello scorso settembre, è totalmente condivisibile. La trascrizione di quell'accordo nella legge di Bilancio è avvenuta positivamente e con il coinvolgimento del Parlamento, in particolare della Commissione lavoro della Camera, e di Cgil, Cisl e Uil". Lo dichiara Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro alla Camera.
"Adesso - prosegue - si tratta di affrontare il passaggio delicato dei Decreti, al fine di far decollare l'Anticipo Pensionistico (APE) insieme agli altri provvedimenti previdenziali, a partire dal prossimo mese di maggio". 
"La ripresa del confronto, inoltre, consentirà anche di affrontare la "fase 2" contenuta nel Verbale e che riguarda alcuni temi decisivi per il futuro: la pensione contributiva di garanzia per i giovani, il collegamento dell'anticipo pensionistico alla gravosità del lavoro, il blocco progressivo della aspettativa di vita e il riconoscimento del lavoro di cura alle lavoratrici", conclude.

03/02/2017 - 19:14

"Gli emendamenti al disegno di legge sul lavoro autonomo e sullo smart working dovranno essere presentati in Commissione lavoro entro il 9 febbraio, mentre sono terminate le audizioni sui disegni di legge che riguardano i voucher". Lo dichiara Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro alla Camera.
" Al Senato,invece, - spiega - si sta affrontando il disegno di legge sulla lotta alla povertà. Il lavoro parlamentare, dunque, procede con l'obiettivo di risolvere alcuni problemi urgenti legati all'emergenza sociale e del lavoro. Questa è la priorità e non la corsa al voto nel mese di giugno a prescindere dalla situazione di difficoltà del Paese". 

"A questi argomenti potremmo aggiungere quelli dell'emergenza terremoto, della manovra correttiva che ci chiede l'Europa e la convocazione del G 7 in Italia nel mese di maggio. C'è n'è abbastanza per arrivare a fine legislatura svolgendo un lavoro utile per il Paese", conclude.

02/02/2017 - 20:05

"Nell’incontro tra i gruppi parlamentari del PD di Camera e Senato e la CGIL è stato affrontato il tema del lavoro, a partire dai contenuti della Carta dei Diritti dei lavoratori elaborata dalla Confederazione di corso Italia. Nel corso della riunione si è convenuto sul fatto che la proposta di legge di iniziativa popolare verrà incardinata nei prossimi giorni alla Commissione Lavoro della Camera, al fine di avviare un confronto approfondito e di merito sulla attuale situazione dei diritti universali che riguardano il mondo del lavoro, dipendente e autonomo". Lo dichiara Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro alla Camera.

"Con questa scelta di dibattito - prosegue -  il Parlamento dovrà affrontare in modo coerente anche i temi che riguardano il lavoro e che sono attualmente in discussione alla Camera e al Senato: la legge sul contrasto alla povertà, lo Statuto del lavoro autonomo, i voucher e la responsabilità solidale degli appalti. La soluzione di questi problemi, che deve avvenire prima delle elezioni, dovrà andare nella direzione di un ampliamento delle tutele e della stabilizzazione del lavoro, in un tempo nel quale l’arretramento dei diritti è stato purtroppo prevalente", conclude.

01/02/2017 - 16:31

"Renzi parla e agisce come se non fosse il segretario del principale partito di Governo. Se non si ferma questa sequenza di strappi  e di tatticismi, inseguendo le spinte populiste e antipolitiche, si va incontro ad una nuova sconfitta". Lo dichiara Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro alla Camera.
" Il Paese - prosegue - ha bisogno di interventi concreti per risolvere i problemi degli italiani (crescita economica, lavoro, pensioni, lotta alla povertà, tutela del risparmio, sicurezza) e non di una corsa affannata alle elezioni, che rischia di consegnare il Paese all’ingovernabilità".
"Piuttosto che alimentare polemiche, Renzi lavori per costruire l’unità del partito e per evitare una scissione deleteria", conclude .

30/01/2017 - 20:40

"C'è una emergenza lavoro che va affrontata: esistono centinaia di situazioni di crisi, ultime delle quali Almaviva, Alitalia, Sky e Carrefour che si aggiungono alla lunga lista esistente. I problemi occupazionali hanno una priorità assoluta e il Governo li deve affrontare prima di pensare se si vota ad aprile o a giugno. In Parlamento sono in discussione proposte di legge che riguardano la povertà, il lavoro autonomo e i voucher, e si potrebbe affrontare anche il tema della responsabilità solidale negli appalti". Lo dichiara Cesare Damiano, Presidente dell Commissione Lavoro a margine della iniziativa 'Emergenza Lavoro', organizzato dal PD con il ministro Poletti, i sindacati e Confindustria.

"Per farlo - prosegue - ci vuole il tempo giusto e non la incomprensibile fretta delle elezioni e un grande impegno di Governo, Parlamento e parti sociali. Sui voucher abbiamo apprezzato il fatto che il ministro Poletti abbia annunciato l'intenzione di correggere la legge per tornare al lavoro occasionale e accessorio. Si tratta dello stesso obiettivo contenuto in 4 proposte di legge attualmente in discussione alla Commissione lavoro della Camera (PD, M5Stelle, Forza Italia e Lega)". 

"Ci auguriamo che il Governo voglia partire da queste proposte per arrivare a una soluzione che cancelli gli abusi, riconduca i voucher a quei lavori veramente occasionali che altrimenti, diventerebbero lavoro nero: parliamo del taglio dell'erba del giardino, della cura familiare di bambini e anziani e delle ripetizioni private. Non parliamo, quindi, di qualsiasi lavoro da svolgere con i voucher magari mettendo un tetto del 5% al loro utilizzo in rapporto ai contratti a tempo indeterminato esistenti nelle aziende: significherebbe istituzionalizzarli anziché renderli occasionali", conclude.

26/01/2017 - 18:36

“I ministri Padoan e Madia hanno confermato, attraverso un emendamento al Milleproroghe,  la stabilizzazione dei 350 pecari dell’Istat che questa mattina occupavano la sede del Pd per chiedere la loro stabilizzazione. E’ un risultato importante e sperato da tempo,  che verrà formalizzato martedì con il voto in Senato”. Lo dichiara Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro alla Camera.

“Iniziare a trovare soluzioni all’emergenza lavoro partendo  dalla stabilizzazione di questi lavoratori della Pubblica Amministrazione, è un atto di responsabilità da parte del Governo. Siamo sicuri che alle parole e all’impegno dei ministri seguiranno i fatti”, conclude.

Pagine