04/06/2014 - 18:55

La memoria corta fa brutti scherzi. Le difficoltà economiche che attraversa l’Italia non sono solo colpa di una gravissima congiuntura internazionale. Ma anche di chi per anni, avendo governato il paese, ha negato la crisi affermando che “i ristoranti erano tutti pieni”. È vergognoso l’attacco dell’opposizione ai tentativi del governo di rimettere in moto l’economia. Si stanno mettendo in campo tante iniziative su diversi fronti per agganciare i segnali di ripresa e al tempo stesso dare respiro alle famiglie: tutti hanno capito, dalle imprese ai sindacati, che ognuno deve fare la propria parte. Solo un’opposizione sterile e colpevole si può vantare di attaccare il primo governo che dopo anni rimette in tasca 80 euro agli italiani.

 

Lo afferma Paola De Micheli, vicepresidente vicario del gruppo Pd alla Camera.

21/05/2014 - 01:00

Diamo un voto che serva al paese, che aiuti famiglie e imprese a uscire dalla crisi e rassicuri investitori e mercati. L’agitarsi scomposto di Grillo e dei suoi ha già prodotto difficoltà e incertezze: ora rischiamo che la propaganda populista e sfascista dei 5 stelle ci trascini nella recessione e riconsegni l’Italia alle turbolenze della peggiore stagione berlusconiana. Per questo serve un voto che dica all’Europa che a Roma c’è un governo forte che ha una politica seria di riforme e cambiamenti capaci di portarci definitivamente fuori dalla crisi e di consolidarci come moderna democrazia europea.

 

Lo ha dichiarato Paola De Micheli, vice presidente Gruppo Pd, Camera dei Deputati.

13/05/2014 - 12:49

“Mi sembra impossibile che l'Europa risponda all'appello del governo italiano, impegnato a salvare vite umane e a renderle più dignitose, elencando alcuni scarni dati sul sostegno economico fornito. L’Europa non può certo permettersi di dire abbiamo già dato, dimostrando di non comprendere le dimensioni e la complessità del fenomeno che in queste settimane sta dilagando. Questo rappresenterebbe la negazione della centralità dell'uomo nella costruzione europea, cioè quello su cui abbiamo fondato l'Unione. Non è il governo italiano, ma sono i migranti ad avere bisogno di tutta l'Europa, che non può nascondersi dietro a interventi deboli e inadeguati, ma che deve dare seguito agli impegni sul coinvolgimento di tutti i Paesi membri per ora solo annunciati”. Lo dichiara  Paola De Micheli , vice presidente vicario del Gruppo Pd della Camera.

Pagine