18/05/2017 - 18:05

“Il vero obiettivo di chi vuole rimandare la discussione sulla legge elettorale, opponendosi al rispetto del calendario previsto, è lasciare tutto così com’è: per poi lamentarsi tra qualche mese che non si cambiato nulla”. Lo dichiara Marco Di Maio, componente dell’ufficio di presidenza del gruppo Pd alla Camera e della Commissione Affari costituzionali.

“La proposta avanzata dal Partito democratico è una robusta, seria, e costituisce un’ottima base per l’esame dell’Aula garantendo un ottimo equilibrio tra governabilità e rappresentanza. Non è più il tempo delle dilazioni e dei pretesti per non fare nulla. Chi si sottrae al lavoro sulla legge elettorale è solo perché, di fondo, coltiva il disegno di tenersi la palude”, conclude.

24/04/2017 - 08:25

“E' un'ottima notizia che nella manovra di bilancio approvata dal governo e ‘bollinata’ oggi dalla Presidenza della Repubblica, non ci sia la norma che avrebbe esentato retroattivamente le piattaforme petrolifere dal pagamento di Ici, Imu e Tasi”. Lo dichiara Marco Di Maio, deputato e componente dell’Ufficio di presidenza del Partito democratico.

“Se l'indiscrezione fosse stata confermata, avrebbe messo in grave difficoltà Comuni importanti come ad esempio Cesenatico e Ravenna, che avrebbero perso la disponibilità di decine di milioni di euro già messe a bilancio in forza di chiare sentenze della Corte di Cassazione e dei più ovvi principi di buona amministrazione”, conclude.

19/04/2017 - 15:45

"Cosa ne pensano Roberto Fico e gli altri esponenti del M5S in prima linea nella difesa di Report di quando nel 2013, in occasione di una manifestazione a Catania, Beppe Grillo minacciava i giornalisti “che ci si sono rivoltati contro” di fargli “un c...così?”. Sarebbe interessante saperlo visto che oggi si erigono a paladini della libertà e autonomia dell’informazione per salvare dalla chiusura un programma che nessuno, peraltro, vuole e ha chiesto di chiudere. E pensare che tra i giornalisti presi di mira allora, oltre Giovanni Floris, c'era anche la “mamma” di Report Milena Gabanelli. Se quello di Renzi-Anzaldi è un nuovo “editto bulgaro”, un “atto eversivo inaccettabile” da impedire con ogni mezzo compresa l'evasione del canone proposta dallo stesso Fico, che così ha dato prova del suo assoluto analfabetismo istituzionale, le minacce di Beppe Grillo cosa sono?"

Lo dichiara il deputato dem Marco Di Maio, della presidenza del Gruppo Pd della Camera.

14/04/2017 - 11:04

“Le buone notizie contenute nel bollettino diffuso oggi dalla Banca d’Italia ci segnalano due aspetti economici molto importanti sullo stato del nostro ‘Sistema Paese’. La discesa del debito pubblico (che sfiora gli undici miliardi di euro tra gennaio e febbraio) e l’aumento delle entrate (+28 miliardi a febbraio rispetto allo stesso mese del 2016) ci confermano, infatti, la positiva direzione di marcia intrapresa dai conti pubblici italiani. Un percorso favorito dalle politiche riformiste sostenute da governo e Partito democratico che hanno saputo tenere bene la barra su precise linee guida: aumento degli investimenti pubblici e privati e sostegno alla crescita, ottimizzazione nell’utilizzo delle risorse e riduzione degli sprechi, tendenziale riduzione della pressione fiscale. Molto c’è ancora da fare, ma questi dati ci confortano sulla bontà del nostro operato”.

Così il deputato Dem Marco Di Maio, della Presidenza del Gruppo Pd.

10/04/2017 - 11:19

“A Genova la vera democrazia si afferma su quella del Grande Fratello. E’ questa la lezione di oggi per i Grillo, i Casaleggio e la loro corte, ma non solo. Anche coloro che continuano a negare o sottovalutare i risvolti inquietanti di questo movimento, che si candida alla guida del Paese, devono avviare una seria riflessione. Magari almeno rifiutando, ad esempio, il loro diktat sulle interviste tv senza contraddittorio”.

Così il deputato Dem Marco Di Maio, della Presidenza del Gruppo Pd.

05/04/2017 - 16:06

“Il record nel recupero dell’evasione fiscale stabilito nel 2016 è una conferma inattaccabile che la rivoluzione delle politiche fiscali sta dando i suoi frutti”. Lo dichiara Marco Di Maio, deputato e componente dell’Ufficio di presidenza del Gruppo Pd alla Camera. 

“I 19 miliardi di euro – spiega – di recupero dell’evasione sono risultato mai raggiunto dall’Agenzia delle Entrate. Si tratta di un incremento del 28% rispetto al 2015 e del triplo rispetto al 2007. Non era mai successo prima d’ora. Tale primato ribadisce, questa volta in modo definitivo, che la strada della trasparenza, della semplificazione, della responsabilizzazione del cittadino, di un impegno interno e internazionale sempre più stringente contro l’evasione è quella giusta”.

“Allo stesso tempo, i dati di oggi costituiscono la più clamorosa delle smentite per chi, per motivi puramente strumentali, ha messo in discussione la determinazione di governo e Parlamento nella lotta all’evasione”, conclude.

03/04/2017 - 11:18

“I dati dell’Istat di oggi sono positivi, in particolare quelli che riguardano la disoccupazione giovanile scesa in un anno di ben 3,6 punti percentuali. Seppur ancora provvisori, sono dati che descrivono un mercato del lavoro che si è rimesso in moto. Sta adesso al Parlamento e al governo proseguire con le riforme che hanno reso possibile questi risultati così da consolidare la ripresa e raggiungere risultati ancora migliori”.

Lo ha detto Marco Di Maio della presidenza del gruppo Pd alla Camera.

30/03/2017 - 15:48

Nell’interesse dei cittadini

"Mettere dei paletti senza negare a nessuno il sacrosanto diritto all'elettorato passivo è una questione non più rinviabile per l'ordinamento italiano: non per limitare la libertà dei magistrati, ma per rafforzare l'autonomia dei poteri nell'interesse dei cittadini". E' il commento di Marco Di Maio, membro dell'ufficio di presidenza del Gruppo Pd alla Camera e componente della Commissione Affari costituzionali, per la quale è stato relatore del provvedimento

“Il principio fondamentale di questo provvedimento - spiega il deputato - è impedire che lo svolgimento di funzioni che attengono alla politica possano essere utilizzate dal magistrato in maniera contrastante con il principio di autonomia e terzietà che deve sempre caratterizzare l'esercizio della funzione di magistrato: una tutela che dobbiamo rafforzare nell'interesse dei cittadini, dei magistrati e della politica”.

“Si alza a 5 anni il periodo in cui il magistrato non deve aver esercitato servizio nel territorio in cui si candida, obbligo di aspettativa, ricollocamento senza funzioni inquirenti per due anni: sono questi i contenuti principali della legge. Un testo molto delicato perchè tocca principi costituzionali di grande rilevanza: l'autonomia dei poteri, il diritto all'elettorato passivo, l'autonomia della giustizia e della politica. "Proprio in questi giorni, ad esempio - fa notare Marco Di Maio -, un magistrato di Taranto che ha compiuto importanti indagini sullo stabilimento Ilva della città pugliese, ha deciso di candidarsi a sindaco nella stessa città: un fatto quanto meno inopportuno, che ad oggi potrebbe avvenire in qualsiasi zona d'Italia. Con la nuova legge, che mi auguro il senato approvi al più presto, non potrà più accadere".

29/03/2017 - 13:49

"E' scontato dirlo, più difficile farlo: proteggere i minori è un dovere delle nostre coscienze e delle istituzioni. Con la legge che abbiamo approvato oggi alla Camera per la prima volta vengono disciplinate con apposite norme le modalità e le procedure di accertamento dell'età e di identificazione dei minori non accompagnati che si trovano in Italia per le più svariate ragioni. Si garantisce loro assistenza, protezione, accoglienza, rispetto dei diritti fondamentali: contro i criminali che, invece, approfittando del vuoto normativo e della fragilità di questi ragazzi li "usano" per l'accattonaggio, la prostituzione, la tratta di esseri umani. Una legge di cui l'Italia deve andare orgogliosa".
Lo afferma il parlamentare Marco Di Maio, componente dell'ufficio di presidenza della Camera e membro della Commissione Affari costituzionali. 

22/03/2017 - 11:44

“Lega e M5s irrispettosi di istituzioni e storia”

“Con parole nette e determinate, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha delineato in maniera molto chiara l'identità saldamente europea del nostro Paese. Tutti ci dovremmo impegnare a rafforzare con atti concreti anche correggendo le cose che non funzionano nell’attuale Unione. In un'epoca come quella che stiamo vivendo, rilanciare il progetto europeo dovrebbe essere un obiettivo comune a tutte le forze politiche che hanno a cuore il destino dell'Italia. Purtroppo anche oggi, in un momento così solenne e significativo, abbiamo invece assistito alla totale assenza  in aula della Lega Nord e ad una magra presenza del Movimento 5 stelle: un gesto irrispettoso nei confronti delle nostre istituzioni e della nostra storia”.

Lo dichiara il deputato dem Marco Di Maio, della presidenza del  Gruppo Pd della Camera.

20/03/2017 - 16:55

“Il principio fondamentale di questo provvedimento è impedire che lo svolgimento di funzioni che attengono alla politica possano essere utilizzate dal magistrato in maniera contrastante con il principio di autonomia e terzietà che deve sempre caratterizzare l'esercizio della funzione di magistrato: una tutela che dobbiamo rafforzare nell'interesse dei cittadini, dei magistrati e della politica”. Lo afferma Marco Di Maio, relatore di maggioranza per la Commissione Affari costituzionali del "Dl Magistrati" che ha preso la parola oggi in discussione generale.

Di Maio, spiegando nel dettaglio lo spirito dei singoli articoli del provvedimento che attengono maggiormente alla competenza della sua commissione, ha detto di auspicarsi una "approvazione con il più ampio consenso possibile perché questa legge ha a che fare con gli equilibri raggiunti e garantiti dalla nostra Costituzione che vanno rafforzati per renderli ancor più rispondenti allo spirito con cui i nostri padri e le nostre madri costituenti vollero stabilire una salutare separazione-autonomia tra i poteri dello Stato”.

14/03/2017 - 17:57

“Esprimiamo soddisfazione ed apprezzamento per il nuovo accordo fra Italia e Svizzera: va nella corretta direzione di una sempre maggiore trasparenza fiscale tra i due Paesi. Allo stesso tempo è giusto sottolineare anche la bontà delle scelte sulla voluntary disclosure come strumento utile per riportare in Italia importanti risorse. Bene, dunque, il governo Gentiloni per la capacità di proseguire in questo importante lavoro in materia di accordi internazionali seguendo la strada avviata dal governo Renzi. Un percorso che sta producendo risultati senza precedenti nel recupero dell’evasione e che va rafforzato con una battaglia determinata per superare la concorrenza fiscale all’interno della stessa Unione europea”.

Così il deputato Dem Marco Di Maio, della Presidenza del Gruppo Pd.

10/03/2017 - 10:35

“L'impegno per contrastare gli effetti della grave crisi economica che ci ha colpito per anni comincia ad essere premiato da risultati concreti e ci stimola a continuare sulla strada delle riforme. Questo ci dicono i dati  forniti dall'Istat con il livello di occupazione del 2016, il migliore dal 2009. Incrementi su tutte le fasce età e forte diminuzione degli inattivi sono elementi che confortano la nostra iniziativa riformista con la consapevolezza di chi sa guardare la realtà e non risparmierà energie per contrastare tutte le difficoltà ancora presenti nella nostra società”. Lo dichiara Marco di Maio della presidenza del Gruppo Pd della Camera.

02/03/2017 - 10:45

“Anche oggi i dati Istat dimostrano l’efficacia delle riforme volute dal governo e dal Parlamento. In particolare, la disoccupazione giovanile, grazie alle politiche per il mercato del lavoro, scende di quasi 6 punti percentuali passando dal 43,4% del febbraio 2014 al 37,9% di oggi. Questo risultato positivo lo abbiamo raggiunto nonostante la congiuntura economica italiana ed europea ancora molto debole. Mentre lasciamo ad altri le polemiche e le strumentalizzazioni, da parte nostra continuiamo a pensare ai problemi degli italiani, e dei giovani in particolare, e a lavorare per favorire la crescita economica”.

Lo ha detto Marco Di Maio della presidenza del gruppo Pd alla Camera.

01/03/2017 - 10:44

“I dati dell’Istat di oggi confermano le previsioni del governo sulla crescita e sulla riduzione della pressione fiscale, mentre aumentano gli investimenti e l’occupazione. Le iniziative del governo e del Parlamento, dunque, funzionano a iniziare dagli 80 euro su cui si è fatto un enorme caos dimenticando che ben 18 milioni di italiani ne hanno beneficiato contribuendo a rilanciare la domanda interna. Da parte nostra, siamo ancora più determinati nel proseguire nel percorso di riforme per consolidare la ripresa”.

Lo ha detto Marco Di Maio della presidenza del gruppo Pd alla Camera.

Pagine