29/12/2015 - 20:01

“A nemmeno un giorno dall’espulsione della senatrice Fucksia, nel M5S si fa già il nome di un altro candidato alla purga: è il sindaco di Gela Domenico Messinese. E’ evidente che la coppia Grillo-Casalleggio sta scatenando una vera e propria caccia alle streghe”. Lo dichiara Marco Di Maio, componente dell’ufficio di presidenza del gruppo Pd alla Camera.

“A prescindere dalle motivazioni che hanno portato alla crisi di Gela – continua Di Maio – l’espulsione non può essere l’unica alternativa alla cieca osservanza della voce del padrone. La totale incapacità di mediazione di cui Grillo e Casaleggio si rendono protagonisti, pone dei seri interrogativi sulle capacità di governo ogni giorno rivendicate dei leader grillini. Come potrebbero rispettare il punto di vista di chi non la pensa come loro, se non sono nemmeno capaci di tollerare le opinioni divergenti di un esponente M5S?”.

“L’espulsione che oggi si profila all’orizzonte conferma che Grillo e Casaleggio hanno ormai perso in contatto con la realtà, al punto da confonderla con un social network, dove c’è l’abitudine di cancellare chi non è d’accordo con te”, conclude Di Maio.

28/12/2015 - 14:43

“La consultazione via web per decidere l’espulsione della senatrice Fucksia è l’ultimo atto di quella che potremmo chiamare la farsa degli scontrini. Con la scusa di non aver restituito una parte dello stipendio viene cacciata dal Movimento 5 Stelle la senatrice che, guarda caso, solo pochi giorni fa aveva espresso qualche perplessità sul voto di sfiducia alla ministra Boschi. È un nuovo esempio del metodo usato dalla Casaleggio Associati: colpire chi non si allinea alle direttive del guru allo scopo di non avere contestazioni interne e ‘dare l’esempio’ a quanti rimangono nel Movimento. Noi abbiamo tutta un’altra idea della vita interna ad un partito e, soprattutto, della democrazia”.

Lo ha detto Marco Di Maio della presidenza del gruppo Pd alla Camera.

 

23/12/2015 - 12:39

“L’aumento del 2 per cento del fatturato dell'industria dopo tre mesi di calo che si accompagna all’espansione degli ordinativi, che registrano un incremento del 4,6 per cento, dimostra che l’Italia è ripartita davvero. Questi dati verranno sicuramente rafforzati dalle misure della legge di Stabilità che abbiamo voluta espansiva e avranno anche effetti positivi sul Pil del 2016”.

Lo ha detto Marco Di Maio della presidenza del gruppo Pd alla Camera.

18/12/2015 - 11:39

"Le parole del ministro Maria Elena Boschi sono la risposta più chiara, determinata e inequivocabile che possa essere data alla lunga ‘scia chimica’ di menzogne e falsità che si sono lette negli ultimi giorni. Un'escalation di idiozie sfociata con la mozione di sfiducia che oggi sarà sonoramente respinta, con tutta la sua inutilità". Lo afferma il deputato Marco Di Maio, componente dell'ufficio di presidenza del PD alla Camera.

"Il ministro Boschi ha chiarito, più di quanto fosse necessario, la propria posizione - aggiunge il parlamentare - dimostrando con carte, fatti e dati alla mano ciò che diciamo da giorni: ovvero che non esiste alcun conflitto di interessi, che non c'è alcun atto teso a favorire la sua posizione o quella della sua famiglia, che le norme a tutela delle quattro banche hanno consentito di mettere in sicurezza migliaia posti di lavoro, un milione di correntisti e i crediti erogati e famiglie e imprese. Ora anche l'opposizione torni ad occuparsi delle cose che servono al Paese e non a fare a gara a chi la spara più grossa". 

17/12/2015 - 14:51

"L'elezione di Stefano Bonaccini a presidente della Conferenza delle Regioni è un'ottima notizia per l'Italia e per l'Emilia-Romagna. Stefano saprà rappresentare le istanze di tutti i territori e coniugare, allo stesso tempo, quella capacità riformista propria della sua storia e del territorio da cui proviene. La sua capacità di lavoro e la dedizione che ha posto in tutti gli incarichi che ha ricoperto fin qui lo rendono la figura ideale per guidare la Conferenza delle Regioni in una fase di così profondo e significativo cambiamento degli assetti istituzionali del nostro Paese in virtù delle riforme che parlamento e governo stanno attuando con grande determinazione".

Lo afferma Marco Di Maio, della presidenza del gruppo Pd alla Camera.

16/12/2015 - 11:58

Promessa mantenuta, è finita la politica degli annunci

“Con la approvazione della legge di Stabilità in commissione Bilancio è stata messa nero su bianco la cancellazione della tassa sulla prima casa. La promessa fatta dal presidente Renzi è stata così mantenuta. Ne trarranno beneficio gli italiani che si ritroveranno più soldi in tasca con un conseguente rilancio dei consumi. Il taglio di Imu e Tasi viene fatto assicurando ai Comuni le risorse necessarie per mantenere i servizi e non aumentare le tasse locali. Ci dispiace per quanti avevano ironizzato e parlava di parole al vento; oggi grazie al Pd è finita la politica degli annunci e possiamo celebrare il funerale della tassa sulla prima casa”.

Lo ha detto Marco Di Maio della presidenza del gruppo Pd alla Camera.

15/12/2015 - 14:35

“La volgarità di Matteo Salvini è pari soltanto alla sua assenza di vergogna”. Lo dichiara Marco Di Maio della presidenza del Gruppo Pd. “Non credo – afferma - sia possibile che Salvini possa cancellare con le urla la lunga serie delle nefandezze compiute dal gruppo dirigente della Lega di cui è stato parte fondamentale; spieghi , se ci riesce, quanto è costato il crack della banca leghista Credieuronord o ci dica il prezzo di una laurea in Albania, come quella di Bossi jr. Magari può trovare anche il tempo di darci una lezione sul commercio di diamanti”.

“la realtà – conclude Di Maio – è che Salvini, come il resto dell’opposizione, non riesce più a fare i conti con un governo che sta facendo ripartire il Paese. Oggi l’Ue ci dice, per esempio, che l’occupazione migliora più che negli altri Paesi. Tutti questi dati per chi è stato responsabile soltanto di stagioni di declino non è sopportabile”.

09/12/2015 - 13:03

“Gli amministratori a 5 stelle stanno mettendo in atto un vero psicodramma nelle città in cui governano, le cui conseguenze vengono pagate dai cittadini. Fughe di consiglieri comunali dal movimento, spaccature interne, candidati sindaci imposti dalla Casaleggio Associati e il solito refrain dei politici di professione secondo cui è tutta colpa delle precedenti amministrazioni: questi sono i grillini al governo. Gli italiani li stanno vedendo all’opera e pagano le conseguenze della loro incompetenza”.

Lo ha detto Marco Di Maio della presidenza del gruppo Pd alla Camera.

07/12/2015 - 15:54

“Non c’è limite alla faccia tosta. Beppe Grillo nell’odierno sfogo sul web presenta il suo Movimento come la cura per risanare le città. Invece di affidare i suoi sfoghi alla rete o a una tournee di comizi a pagamento nei teatri italiani, il capo dei 5 stelle dovrebbe andare a Livorno a toccare con mano i risultati pietosi della giunta Nogarin in materia di raccolta dei rifiuti o a Civitavecchia dove i disabili non possono usare i mezzi pubblici da un anno e mezzo o a Bologna dove il candidato sindaco lo scelgono Casaleggio e Grillo in barba alle più elementari regole democratiche. Il movimento 5 stelle sta dimostrando di non essere all’altezza delle attese degli elettori”.

Lo dice Marco Di Maio della presidenza del gruppo Pd alla Camera.

06/12/2015 - 15:03

“Il caso Bugani a Bologna è solo l’ultimo di una serie di dimostrazioni che la democrazia non è di casa nel M5S”. Lo dichiara il deputato democratico Marco Di Maio, della presidenza del Gruppo.

“Insieme ai disastri nei comuni dove amministrano – aggiunge Di Maio -  emergono tutte le contraddizioni di un movimento che non riesce più a coprire la doppiezza fra il pretendere di essere trasparenti e la pratica dove è chiaro che a decidere sono sempre e solo i guru Grillo e Casaleggio, con i membri questo singolare direttorio sempre pronti a obbedire ed eseguire”.

01/12/2015 - 11:23

“Ancora un segno meno ai dati sulla disoccupazione. Per la seconda volta consecutiva le rilevazioni dell’Istat attestano la disoccupazione in calo ad ottobre e l’aumento degli occupati. Anche se sono dati provvisori, segnano una tendenza positiva che dimostra l’efficacia delle misure fin qui adottate dal governo. La legge di Stabilità, che abbiamo voluta espansiva, favorirà ulteriormente la crescita e il lavoro mantenendo al tempo stesso il necessario rigore sul rapporto debito/Pil; la riduzione del carico fiscale per le famiglie e per le imprese, il rilancio degli investimenti e il contrasto alla povertà sono ulteriori misure che consolideranno questa tendenza”.

Lo dice Marco Di Maio della presidenza del gruppo Pd alla Camera.

29/11/2015 - 19:33

"Sembra incredibile, ma purtroppo e' la realta'. Vedere la citta' di Livorno in una grave emergenza rifiuti e' assurdo. Gli amministratori cinquestelle stanno dando ancora una volta prova della loro inadeguatezza e il loro capo non riesce a fare di meglio di ripetere il mantra della vecchia politica: e' colpa degli altri. Non e' mai responsabilita' loro. Sembra di rivedere il miglior Berlusconi, che non ammetteva mai sue colpe e ritardi. Mentre noi stiamo portando il Paese fuori della crisi, loro affossano i comuni che si trovano a governare, e sono soltanto alla loro prima occasione". Lo dichiara Marco Di Maio della presidenza del Gruppo Pd della Camera.

27/11/2015 - 12:01

“I dati dell’Istat, che fissano a livelli record la fiducia dei consumatori, dimostrano che la ripresa non è solo affare di economisti e addetti ai lavori ma che comincia a toccare nel vivo la vita di ogni giorno degli italiani che adesso tornano a guardare al futuro con una fiducia mai avuta prima. Sicuramente questo si tradurrà anche in un incremento negli acquisti e negli investimenti. Dopo anni duri di sacrifici, gli italiani tornano ad avere fiducia nel futuro e la legge di stabilità, fra l’altro, ha lo scopo di consolidare questa svolta”.

Lo dice Marco Di Maio della presidenza del gruppo Pd alla Camera.

17/11/2015 - 19:08

"Dispiace che nemmeno su un provvedimento utile all'economia e al contrasto alla corruzione, il Movimento 5 stelle riesca a votare a favore, schiacciato com'è su una posizione ideologicamente contraria a prescindere. Il nuovo codice degli appalti introduce una serie di novità e provvedimenti di grande rilievo, a partire dalla cancellazione del principio del massimo ribasso che tanti danni ha provocato a molte opere pubbliche nel nostro Paese". Lo afferma Marco Di Maio, deputato dell'ufficio di presidenza del Gruppo PD alla Camera.

"Con la nuova legge sugli appalti - aggiunge Marco Di Maio istituiamo procedure più stringenti per lo svolgimento delle opere, si mette mano alla disciplina del subappalto, si potenzia l'Autorità nazionale anti-corruzione, si introducono misure per tutelare le piccole e medie imprese nell'aggiudicazione dei lavori. Uno strumento utile per il rilancio della nostra economia e combattere la corruzione".

13/11/2015 - 13:27

“I dati dell’Istat che certificano l’aumento annuo del Pil, più 0.9% - miglior risultato dal 2011-, dimostrano che abbiamo vinto la scommessa di puntare sulla crescita. E i risultati sono migliori delle attese di inizio anno. L’Italia è sulla strada giusta e ce la stiamo facendo. Per questo abbiamo voluto una legge di stabilità espansiva, per consolidare questi dati e il segno più che l’Italia ha ritrovato dopo molto tempo”.

Lo ha detto Marco Di Maio, della presidenza del gruppo Pd alla Camera.

Pagine