28/09/2017 - 16:35

"Grande soddisfazione per l'approvazione definitiva oggi al Senato - a un anno esatto dal voto unanime della Camera dello scorso settembre – del disegno di legge sui piccoli comuni di cui sono cofirmatario.
Il provvedimento, ampiamente condiviso da tutte le forze politiche nel corso dell'esame parlamentare, è un'occasione importante per lo sviluppo economico, sociale, ambientale e artistico-culturale delle tante realtà comunali di piccole dimensioni, che nel nostro Paese rappresentano la stragrande maggioranza. Le molteplici misure di sostegno e valorizzazione previste contribuiranno seriamente a contrastare lo spopolamento e incentivare l'afflusso turistico in tali territori, garantendo una crescita sostenibile con indubbi vantaggi per i cittadini che vi abitano e per le attività produttive ivi insediate. Ricordo, in particolare, la previsione di incentivi per la riqualificazione e il recupero dei centri storici, per la messa in sicurezza delle infrastrutture stradali e degli istituti scolastici; la promozione di alberghi diffusi e l'istituzione di un apposito Fondo per lo sviluppo strutturale, economico e sociale finalizzato al finanziamento di investimenti, con una dotazione di 10 milioni di euro per l'anno 2017, e 15 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2018 al 2023". Lo afferma il deputato della I Commissione Affari Costituzionali Luigi Famiglietti a commento dell'approvazione definitiva del disegno di legge sui piccoli comuni.

21/09/2017 - 17:38

“La stazione Hirpinia è la dimostrazione che anche al Sud è possibile programmare e realizzare infrastrutture fondamentali per lo sviluppo del territorio, in tempi brevi e con qualità progettuale. Dal 2014 in poi il Governo Renzi, in piena sinergia con la Regione Campania ed Rfi e con la massima condivisione da parte del territorio, ha impresso una forte accelerazione sul finanziamento dell'opera e sul completamento della progettazione; nel mio intervento, ho sottolineato la strategicità di questa stazione anche ai fini dello sviluppo industriale ed ho ribadito quanto sia importante implementare il progetto della piattaforma logistica nei pressi della stessa stazione. Inoltre bisogna recepire le istanze provenienti dai comuni affinché questa struttura sia facilmente accessibile e si integri al meglio con la realtà preesistente”. Così il deputato del Pd nella commissione Affari Costituzionali della Camera Luigi Famiglietti, a margine del suo intervento nel corso dei lavori della conferenza di servizi, convocata oggi presso il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per le valutazioni sul progetto definitivo del collegamento ferroviario dell’Alta Capacità-Alta Velocità Napoli-Bari, relativamente alla tratta “Apice-Hirpinia".

02/08/2017 - 19:46

"Oggi al Senato è stata definitivamente approvata la legge che istituisce le Ferrovie Turistiche di cui sono cofirmatario. Si concretizza così una preziosa opportunità in termini di sviluppo e ricchezza, di riscoperta dell’immenso patrimonio storico-ingegneristico, dell’800 e del ‘900, e dalla valorizzazione di tratte ferroviarie in cui si mescolano storia, paesaggio e cultura a cui le comunità sono intimamente legate. Tra le ferrovie che la legge riconosce come turistiche figura la nostra linea Avellino-Rocchetta Sant'Antonio che, grazie ad un finanziamento regionale, sarà riaperta fino a Lioni a fine agosto e per l'intera tratta fino ad Avellino entro il 2018. Ora sarà necessario che gli amministratori locali e gli operatori turistici e culturali - pubblici e privati - facciano rete per valorizzare queste tratte in modo da offrire ai turisti un nuovo modo di conoscere le bellezze paesaggistiche e culturali del nostro Paese".

Lo afferma il deputato della I Commissione Affari Costituzionali della Camera Luigi Famiglietti commentando l'approvazione definitiva al Senato della legge sulle ferrovie turistiche.

01/08/2017 - 17:38

“L’approvazione del secondo decreto per il Mezzogiorno in poco tempo è l’ennesima prova di un Governo consapevole che dalla crescita del Sud dipende il futuro dell'intero Paese; percorso già avviato dal Governo Renzi con una serie di interventi che stanno dando i loro frutti come dimostrano le anticipazioni Svimez della scorsa settimana. Con il provvedimento approvato oggi si prevedono incentivi – anche a fondo perduto – per promuovere la costituzione di nuove imprese da parte dei giovani del Mezzogiorno; misure per favorire il ricambio generazionale e lo sviluppo dell’imprenditoria giovanile in agricoltura; si disciplinano le zone economiche speciali per l’attrazione di investimenti nel meridione e ci sono dei provvedimenti a favore dei lavoratori ex Isochimica, affetti da patologia asbesto-correlata, con benefici pensionistici o sussidi di accompagnamento alla quiescenza”.

Lo afferma Luigi Famiglietti, deputato della I Commissione Affari Costituzionali, commentando l'approvazione definitiva del Decreto Mezzogiorno.

28/07/2017 - 12:00

“Le anticipazioni del rapporto Svimez evidenziano anche per il biennio 2017/2018 una crescita dell’economia del Sud ad un tasso non dissimile da quello italiano. Tali previsioni, se confermate, porterebbero a quattro gli anni consecutivi di crescita del Sud, invertendo in maniera netta il trend fortemente negativo che aveva interessato le regioni meridionali durante la “lunga crisi” e dimostrando, con i numeri, la validità delle misure economiche messe in campo dai Governi Renzi e Gentiloni. Dalle anticipazioni, inoltre, emerge come sia stato decisivo per il Sud il braccio di ferro con la Commissione Europea, voluto soprattutto da Matteo Renzi,  per evitare l'attivazione della clausola di salvaguardia relativa all’aumento delle aliquote IVA nel 2018; si valuta, infatti, che qualora si mettesse mano all’incremento dell’IVA, nel biennio 2018/2109, il Pil del Mezzogiorno perderebbe quasi mezzo punto percentuale rispetto ai circa tre decimi del Centro-Nord. Questo rappresenta un ulteriore esempio dell’attenzione dell’esecutivo al Mezzogiorno”. Così Luigi Famiglietti, deputato Pd, della  commissione Affari Costituzionali della Camera, commenta la presentazione delle anticipazioni dell’annuale rapporto Svimez.

26/07/2017 - 20:30

“Con il decreto Mezzogiorno si fa un ulteriore e decisivo passo in avanti per la soluzione della complessa problematica relativa al trattamento previdenziale dei lavoratori ex Isochimica affetti da patologie asbesto correlate”. Lo dichiara Luigi Famiglietti, deputato del Partito democratico, per commentare l’approvazione al Senato del Dl Sud.

“Proseguendo sulla strada di quanto già previsto dalla legge di stabilità 2016 – continua - si proroga per il biennio 2019-2020 l'applicazione della maggiorazione contributiva riconosciuta ai fini del conseguimento del diritto alla decorrenza del trattamento pensionistico, in deroga alla normativa vigente sui requisiti anagrafici e contributivi necessari stabiliti dalla legge Fornero. In sostanza, i benefici per il pensionamento anticipato si applicheranno non solo fino al 2018 ma anche nel biennio 2019-2020. Grazie anche al sostegno della sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi, si amplia così la platea dei beneficiari”.
“In aggiunta ai circa 80 lavoratori che già fino ad oggi hanno usufruito della maggiorazione contributiva, ulteriori  ex lavoratori che matureranno i requisiti entro questo arco temporale potranno finalmente andare in pensione”, conclude.

13/07/2017 - 20:36

"L'incontro di oggi è stato importante e conferma l'attenzione del Governo verso il rilancio del sito di Flumeri”. Lo afferma Luigi Famiglietti, deputato del Partito democratico, per commentare i lavori del tavolo convocato stamane al Mise per Industria Italiana Autobus.

“Vigileremo – continua - affinché a settembre, in occasione del prossimo incontro, prendano piena forma tutti gli elementi necessari per la ripresa produttiva dello stabilimento di Valle Ufita. In questi anni ci siamo impegnati per garantire gli ammortizzatori sociali ai lavoratori, ora siamo nelle condizioni di ragionare sul loro ritorno in impianto”.

“È stato un percorso non facile ma  siamo davvero vicini ad un fondamentale traguardo per il nostro territorio”, conclude.

30/03/2017 - 14:37

“La clausola del 34% delle risorse ordinarie da destinare al Sud prevista dal  decreto legge per il Mezzogiorno - convertito con modifiche nella legge 18/2017 - rappresenta un indiscutibile punto di svolta nell'ambito delle politiche a supporto del rilancio dell'economia meridionale. Infatti, secondo lo studio Svimez (curato da Adriano Giannola e Stefano Prezioso) pubblicato oggi, se questa clausola fosse stata operativa  già  a partire dagli anni più acuti della crisi economica, si sarebbero attenuati gli impatti negativi avuti tra il 2009 e il 2015.  Solo per fare alcuni esempi, con la clausola del 34% la perdita del Pil sarebbe stata dimezzata e avremmo salvato quasi 300 mila posti di lavoro. La  legge n.18/2017 prevede  che entro il 30 giugno p.v. siano stabilite, attraverso apposito provvedimento, le modalità tramite cui verificare se e in che misura le varie Amministrazioni centrali dello Stato si siano attivate per garantire il rispetto della norma. Non è un passaggio  formale ma di straordinaria rilevanza politica che richiede innanzitutto la declinazione del principio di leale collaborazione tra i vari soggetti istituzionali coinvolti che, soprattutto al Sud,  è sempre stato un punto critico, anche a causa della fragile capacità organizzativa della macchina statale. Oggi c'è un ministro per la Coesione e per il Mezzogiorno che può svolgere attivamente questo ruolo dopo aver, da sottosegretario alla presidenza del Consiglio del governo Renzi curato con successo la predisposizione e la firma dei Patti per il Sud in attuazione del Masterplan. Quindi sarebbe auspicabile la costituzione di un tavolo permanente di confronto promosso dal Ministro De Vincenti per l'attuazione della misura, perché da questa capacità di coordinamento, come evidenziano anche i dati Svimez,  dipende gran parte delle effettive possibilità di rilancio del Sud, indispensabili per il Paese e per consolidare gli importanti  segnali di inversione di tendenza emersi nel corso degli ultimi due anni”.

Lo afferma il deputato del Pd in commissione Affari Costituzionali della Camera Luigi Famiglietti, commentando lo studio Svimez sulla clausola dei fondi da destinare al Sud.

18/11/2016 - 13:31

"L'impegno di Coldiretti per il Sì al referendum non è un appiattimento sulle politiche governative, ma semplice consapevolezza dei benefici che questa riforma porta al Paese. La lentezza dell'attuale procedimento legislativo è dimostrato dal tempo necessario per approvare un provvedimento fondamentale come il collegato agricolo che ha snellito i procedimenti burocratici, ha tutelato la qualità dei prodotti e ha facilitato il ricambio generazionale. Il Sì aiuterà il Sud a crescere e, come dimostrano gli ultimi dati sul prodotto interno lordo italiano, la crescita del Mezzogiorno, con i suoi asset di punta tra cui  l'agroalimentare, può dare slancio all' economia nazionale" lo ha detto il deputato della I Commissione Affari costituzionali della Camera Luigi Famiglietti intervenendo alla manifestazione della Coldiretti "le ragioni del Sì per l'agricoltura" a Salerno presso il Teatro Augusteo.

10/11/2016 - 20:27

"La crescita fatta registrare nel 2015, in un contesto difficile, è la dimostrazione che l'economia del Sud è ancora reattiva: mettendo in campo politiche mirate di qualità il Mezzogiorno risponde, e non è affatto una battaglia persa. Con le misure previste nella Legge di Bilancio – come la decontribuzione al 100% solo per le nuove assunzioni al Sud - le misure del Patto per il Sud e la Riforma del Titolo V della Costituzione che promuove il concetto di interesse nazionale, superando i conflitti tra Stato e Regioni e permettendo un miglioramento dei servizi e l’avvio di importanti investimenti, il Governo sta creando le condizione affinché questa crescita sia permanente e più ampia, con il concreto obiettivo di rilanciare il sistema Paese riducendo il divario che ancora c’è tra il nord ed il Meridione”. Lo afferma Luigi Famiglietti, deputato Pd della commissione Affari Costituzionali della Camera, commentando i dati del Rapporto Svimez 2016 sull'economia del Mezzogiorno.

17/09/2016 - 16:14

"Con la Riforma Costituzionale torna al centro l'interesse nazionale: mediante il Senato delle autonomie si ricostruisce il tessuto connettivo tra le diverse parti del Sud e tra il Mezzogiorno ed il resto del Paese. Sarebbe auspicabile un coordinamento tra le regioni meridionali al fine di cogliere le opportunità di una nascente "democrazia decidente", giusto equilibrio tra confronto e decisione. Tutti questi elementi, insieme ad una classe dirigente votata al cambiamento e lontana dal blocco della conservazione - ora riunito per mero opportunismo per il No al referendum -,favoriranno la parte più debole del Paese e quindi il riscatto del Mezzogiorno". 

Lo afferma Luigi Famiglietti , deputato del Partito Democratico, nel suo intervento nel corso dell'evento di Avellino a supporto del Sì al referendum costituzionale con la partecipazione della Ministra alle Riforme Costituzionali Maria Elena Boschi.

17/09/2016 - 16:13

"Oggi la “Questione Meridionale” non è solo questione di risorse bensì spesso di classe dirigente. E’ con questo spirito che ho dato il mio consenso, perché sono convinto che questa riforma serva al Paese ma serva soprattutto al Mezzogiorno. La Riforma Costituzionale agevolerà le politiche di sviluppo per il Sud: con la nuova organizzazione delle competenze Stato-Regioni sarà possibile superare le distorsioni che hanno ulteriormente penalizzato il Mezzogiorno e creato più contenziosi che soluzioni; e si potrà lavorare ad una cabina di regia centralizzata che armonizzi il lavoro di tutti i soggetti coinvolti nelle azioni di crescita del meridione" 

Così Luigi Famiglietti, deputato del Partito Democratico, nel suo intervento nel corso dell'evento di Avellino a supporto del Sì al referendum costituzionale con la partecipazione della Ministra alle Riforme Costituzionali Maria Elena Boschi.

23/08/2016 - 12:13

"Il treno pieno in ogni ordine di posti, il grande entusiasmo della gente a tutte le stazioni: la prima corsa del treno storico lungo i binari dell'Avellino-Rocchetta è stato un successo (basti pensare che in questi quattro giorni la tratta avrà più passeggeri di quelli del suo intero ultimo anno di attività) che ha testimoniato l'amore dell'Irpinia per il suo treno e le grandi potenzialità di questa ferrovia in termini di attrattività turistica. Un ringraziamento particolare deve essere riconosciuto all'associazione Inlocomotivi che ha sempre creduto nel rilancio di questa linea ed alla Fondazione Fs, che ha deciso di puntare su questo territorio anche su sollecitazione del ministro Franceschini". Così Luigi Famiglietti, deputato Pd, a bordo del treno storico durante la prima corsa dopo la riattivazione per scopi turistici della linea Avellino-Rocchetta Sant'Antonio.

20/05/2016 - 16:38

“Domani mattina alle 11, con l’apertura del sito internet dedicato ai comitati promotori del sì -www.bastaunsi.it – parte il cammino verso il referendum costituzionale di ottobre; l’impegno e l’entusiasmo dei comitati completerà il percorso auspicato dal Presidente emerito Giorgio Napolitano nel suo discorso alle Camere nel momento della sua rielezione a Presidente della Repubblica. La riforma Costituzionale che prevede l'abolizione del Senato e la riforma del Titolo V ha preso forma nel corso dei lavori nelle Commissioni parlamentari Affari Costituzionali di Camera e Senato ed e' stata approvata in terza lettura in via definitiva il 12 aprile: ora manca solo un ultimo passo per un’Italia più semplice e più giusta, il Si dei cittadini italiani al Referendum di ottobre”.

Lo afferma Luigi Famiglietti, deputato Pd della Commissione Affari Costituzionali della Camera dei Deputati.

09/05/2016 - 13:51

"Sono soddisfatto per l'esito del progetto 'Tell on it' e faccio i complimenti a Confindustria Giovani Avellino, all'Istituto Dorso, a Libera ed al Miur per aver lavorato a questa iniziativa che ha riscosso interesse e motivazioni importanti negli studenti. Sono sempre più convinto che l'azione educativa e culturale sistematica nella scuola produca anticorpi potenti contro l'illegalità, ancor di più se ai giovani viene data la possibilità di conoscere gli esempi di uomini dello Stato come Raffaele Cantone. Da parte nostra, invece, è evidente l'impegno del Governo nella lotta alla corruzione: sono state definite regole molto più dure contro la corruzione, aumentato le pene, introdotta la legge sugli ecoreati, quella sul riciclaggio e sull’abuso d’ufficio e si sta lavorando per prevedere, per i reati contro la pubblica amministrazione, tempi allungati per la prescrizione in modo da rendere pressoché impossibile che i processi in questa materia possano finire nel nulla" così Luigi Famiglietti, deputato del Partito Democratico a margine del convegno 'Tell on it, Corruzione io la riconosco e la combatto' organizzato ad Avellino da Confindustria Giovani Avellino, Libera e l'Istituto Dorso di Avellino con la partecipazione del presidente dell'Agenzia nazionale anticorruzione Raffaele Cantone.

Pagine