30/07/2014 - 19:53

L’Italia continua a essere spaccata in due in termini di Pil, consumi e investimenti.

“Le previsioni della Svimez sono nette: il Centro-Nord in lieve ripresa, il Sud no”. E' questo il contenuto delle stime SVIMEZ contenute nel Rapporto di previsione territoriale 2014, presentato oggi alla Camera dei Deputati in una conferenza stampa insieme all'Intergruppo sul Mezzogiorno, promosso da Luigi Famiglietti, il ministro per gli Affari regionali, Maria Carmela Lanzetta, e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Delrio.

"Bisogna quindi puntare – ha spiegato Famiglietti - a far uscire le regioni del Sud dalla zona obiettivo uno e competere con le aree europee più avanzate. Per raggiungere questo risultato, è necessario utilizzare al meglio le ingenti risorse europee a disposizione, anche perché, come sostiene la Svimez, con un miglior utilizzo di questi fondi nei prossimi anni il Pil al Sud sarebbe superiore dell'1,3% e si creerebbero 116mila posti di lavoro”, ha concluso il parlamentare democratico.

 

30/07/2014 - 11:55

E' in programma per oggi mercoledì 30 luglio, a partire dalle 14 presso la Sala della Regina della Camera dei Deputati, in piazza Montecitorio a Roma, la conferenza stampa di anticipazione dei principali dati di andamento economico disaggregati per il Mezzogiorno e il Centro-Nord e per le singole regioni per il 2013, e di previsione per il 2014 e 2015, del “Rapporto SVIMEZ 2014 sull’economia del Mezzogiorno”.

L'evento, organizzato dalla Svimez insieme all'Intergruppo sul Mezzogiorno, vedrà la partecipazione del Presidente della Svimez Adriano Giannola, dei deputati e senatori aderenti all'Intergruppo, del Ministro per gli Affari Regionali, Maria Carmela Lanzetta, e del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Delrio.

“Per troppo tempo ci si è conformati alla visione leghista che liquidava il divario Nord-Sud del Paese ad un mero problema dei meridionali - afferma Luigi Famiglietti per l'intergruppo Mezzogiorno-. Tutti gli indicatori economici territoriali ci dicono quanto si fosse in errore: i problemi del Mezzogiorno riguardano l'intero Paese, non esiste una locomotiva settentrionale in grado di trainare le regioni meridionali, occorre ridare centralità al Mezzogiorno individuando interventi immediati in grado di ridare fiato all'economia meridionale ed aprire prospettive di crescita per l'Italia. "

 

29/07/2014 - 19:13

E' in programma per mercoledì 30 luglio, a partire dalle 14 presso la Sala della Regina della Camera dei Deputati, in piazza Montecitorio a Roma, la conferenza stampa di anticipazione dei principali dati di andamento economico disaggregati per il Mezzogiorno e il Centro-Nord e per le singole regioni per il 2013, e di previsione per il 2014 e 2015, del “Rapporto SVIMEZ 2014 sull’economia del Mezzogiorno”. 

L'evento, organizzato dalla Svimez insieme all'Intergruppo sul Mezzogiorno, vedrà la partecipazione del Presidente della Svimez Adriano Giannola, dei deputati e senatori aderenti all'Intergruppo, del Ministro per gli Affari Regionali, Maria Carmela Lanzetta, e del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Delrio. 

“Per troppo tempo ci si è conformati alla visione leghista che liquidava il divario Nord-Sud del Paese ad un mero problema dei meridionali - afferma Luigi Famiglietti per l'intergruppo Mezzogiorno -. Tutti gli indicatori economici territoriali ci dicono quanto si fosse in errore: i problemi del Mezzogiorno riguardano l'intero Paese, non esiste una locomotiva settentrionale in grado di trainare le regioni meridionali, occorre ridare centralità al Mezzogiorno individuando interventi immediati in grado di ridare fiato all'economia meridionale ed aprire prospettive di crescita per l'Italia".

 

Pagine