30/06/2014 - 14:47

A parte l’orrido gusto di speculare sulle tragedie, la nuova lega di Salvini non si smentisce: demagoga, populista e razzista. Poiché siamo di fronte a un fenomeno che non nasce oggi, cosa ha fatto la Lega quando era al governo? in cosa si segnalò al ministero degli Interni Maroni? e non porta il nome di Bossi la peggiore legge che l’Europa conosca e di cui paghiamo prezzi altissimi anche in termini di vite umane ?

Il premier Renzi ha preso un impegno di fronte il parlamento affinché il tema sia posto all’attenzione della UE e siano adottate al più presto misure con mezzi e strategie che non possono che essere assunte dall’intera comunità europea. C’è chi si occupa di risolvere i problemi e chi continua la campagna elettorale.

Lo ha dichiarato l’on. Emanuele Fiano, capogruppo Pd Commissione Affari Costituzionali, Camera dei Deputati.

 

25/06/2014 - 19:14

“All’on. Gelmini, che azzarda un’accusa inaccettabile nei confronti del Pd della commissione Affari costituzionali a proposito del voto dei componenti dell’Anac, vorrei dire che siamo molto curiosi di sapere dove si basa la sua assoluta sicurezza nello stabilire il voto segreto dei componenti del suo Gruppo. Per quel che ci riguarda, non c’è alcuna divisione nel Pd ma solo un problema tecnico legato al sovrapporsi di impegni istituzionali di alcuni nostri colleghi. Quindi nessun problema sui nomi, come sarà dimostrato non appena il governo confermerà le candidature e ci sarà data la possibilità di ripetere il nostro voto favorevole”.

Lo dichiara il capogruppo del Pd in commissione Affari costituzionali, Emanuele Fiano.

 

12/06/2014 - 01:00

Ci vuole la faccia tosta di Maroni per chiedere che fine ha fatto il Daspo per i politici corrotti. È stato il premier Renzi a promuoverlo e a prometterlo e ora si stanno studiando le misure per applicarlo al nostro sistema giuridico, oltre che dentro lo statuto del PD. L'unica iniziativa anticorruzione del Presidente della regione Lombardia che si ricordi è una ramazza contro chi nel suo partito, la Lega, acquistava diamanti e finte lauree con i soldi pubblici e anni di sostegno politico decisivo per abrogare il falso il bilancio, promuovere scudi fiscali per gli evasori e tante leggi ad personam per salvare il capo di un governo più anti magistratura che la storia ricordi e a cui la Lega partecipò convintamente per anni.

 

Lo ha dichiarato l’on. Emanuele Fiano, capogruppo Pd commissione Affari Costituzionali, Camera dei Deputati.

09/06/2014 - 18:07

“I successi ottenuti in Lombardia in occasione dei ballottaggi di ieri a Pavia, Bergamo e Cremona e in molte altre realtà più piccole completano il quadro positivo per il partito democratico di due settimane fa e che rientra in una più complessiva affermazione nazionale, con il dato delle europee, oltre il 40 per cento, le regioni Piemonte e Abruzzo conquistate e il 70 per cento dei comuni capoluogo e oltre i 15 mila abitanti”. Lo dichiara il deputato lombardo e capogruppo pd in commissione Affari costituzionali della Camera Emanuele Fiano.

 

“Abbiamo avuto delle sconfitte da cui trarre lezione- aggiunge Fiano - in alcuni città tradizionalmente a noi favorevoli, ma il significato profondo di questa tornata elettorale è che per i democratici non esistono zone dal nord al sud del Paese dove non si possa vincere con il sostegno dell’insieme della società italiana. In particolare in Lombardia, credo sia stato premiato il buon governo dimostrato nei territori dove abbiamo guidato le amministrazioni in questi ultimi anni”.

30/05/2014 - 01:00

Finalmente Grillo esce allo scoperto. Lo fa su un giornale inglese per dire che nell’alleanza con gli euroscettici, omofobi e misogini di Farage non ci vede nulla di male. Quindi quando qualcuno gli dava del razzista perché i suoi parlamentari votavano contro l’abolizione del reato di clandestinità, oppure del fascista perché offendeva la memoria della Shoà, c’era poco da prendersela. Non sbagliavamo. La collocazione dei Grillini in Europa sarà la misura per capire fino in fondo quale pericolo abbiamo scampato.

 

Lo ha dichiarato l’on. Emanele Fiano, capogruppo Pd Commissione Affari Costituzionali, Camera dei Deputati.

Roma, 30 maggio ’14

06/05/2014 - 20:22

“Bene l’annuncio del ministro Alfano sia per la comunicazione sui 5 anni di Daspo al capo ultras Genny  ‘a carogna per l’ostentazione della maglietta che chiedeva la liberazione dell’omicida dell’ispettore Raciti e bene anche l’annuncio che coloro i quali stasera durante la partita Napoli-Cagliari dovessero ostentare analoga maglietta saranno sottoposti al provvedimento di Daspo”. Lo dichiara Emanuele Fiano, capogruppo in commissione Affari costituzionali e responsabile sicurezza del Pd. “Serve sicuramente mano dura – continua Fiano - per escludere dal mondo dello sport tutte le inaccettabili manifestazioni di violenza e di inciviltà e qualsiasi legame con il mondo della criminalità. Questo compito però, come hanno ricordato sia il presidente della Repubblica che il presidente del consiglio, non riguarda solo forze dell’ordine e magistratura, ma innanzitutto le società calcistiche che devono essere capaci di recidere senza indugio qualsiasi legame con i violenti di professione inseriti nelle tifoserie”.

Pagine