06/04/2017 - 16:48

“Dopo 16 anni, il governo italiano si è assunto la responsabilità presso la Corte europea dei diritti umani di risarcire le vittime delle violenze alla caserma Bolzaneto. Quel gesto è saggio perché ripara, per quel che è possibile, una drammatica ferita e perché si impegna davanti all’alta autorità europea a adottare tutte le misure necessarie a garantire in futuro il rispetto di quanto stabilito dalla Convenzione europea dei diritti umani, compreso l'obbligo di condurre un'indagine efficace e l'esistenza di sanzioni penali per punire i maltrattamenti e gli atti di tortura”.

Così Emanuele Fiano, Responsabile Sicurezza del Partito democratico. 

05/04/2017 - 18:15

“Avevamo detto che dopo il No al referendum la maggioranza si sarebbe impantanata. Dopo lo scandalo di oggi al Senato, ne abbiamo la conferma”. Lo scrive su Twitter Emanuele Fiano, capogruppo Pd in commissione Affari costituzionali della Camera.

27/03/2017 - 18:48

“In ritardo ma in Europa qualcosa si muove! Le decisioni assunte a Roma sabato scorso, l’annuncio fatto oggi dal ministro degli Interni austriaco, le dichiarazioni del commissario all’immigrazione Avramopoulos e quanto già aveva reso noto il ministro Minniti sugli accordi con la Germania, testimoniano che finalmente sul tema della redistribuzione dei richiedenti asilo l’Europa e i paesi europei si stanno muovendo. E’ una buona notizia per l’Italia e per la linea politica tenuta sin qui dai governi Renzi e Gentiloni. E’ una cattiva notizia per chi l’Europa sa solo denigrarla”.

Così il Responsabile sicurezza del Pd, Emanuele Fiano. 

17/03/2017 - 19:21

“Accuse senza fondamento, si scusi”

“Forse potrei rispondere a Roberto Saviano, a nome del Pd, facendogli il verso, cioè invitando i suoi lettori a non seguirlo più perché scrive sciocchezze. Invece no. Non userò la stessa moneta perché credo che le cose vadano studiate e poi spiegate e preferisco spiegare il contenuto della Legge di conversione sulla Sicurezza Urbana. Dunque niente polemica, solo spiegazioni”. Lo scrive in un post sul suo profilo Facebook  Emanuele Fiano, responsabile Sicurezza del Pd, replicando alle critiche dello scrittore Roberto Saviano. 

“In nessun punto del testo – scrive Fiano - c’è un riferimento alla razza, o alla classe, e assicuro Roberto Saviano che me ne sarei accorto, per una certa dose familiare di vaccinazione contro questi rischi. Sono i sindaci che a gran voce hanno richiesto questo provvedimento e che hanno collaborato a scriverlo. Si chiamano Fassino, già presidente Anci, De Magistris, Decaro, attuale presidente, e al tempo di Fassino presidente, nell’organismo direttivo dell’Anci c’erano Pisapia, Zedda e Doria. Insomma, tutti noti razzisti. Sono questi sindaci, sicuramente democratici e saldamente ancorati ad una cultura del rispetto della persona ad aver chiesto questo provvedimento”. Dopo aver elencato tutti i principali punti del provvedimento e il loro scopo, conclude:  “Le sue accuse non hanno fondamento. Io le ho esibito il testo reale, lei esibisca cortesemente le scuse”.

06/03/2017 - 13:21

“Le parole di Di Maio sul governo Gentiloni sono orripilanti e irriguardose sia nei confronti dell’Italia che della sofferenza dei malati terminali”. Lo dichiara Emanuele Fiano, capogruppo Pd in Commissione Affari costituzionali della Camera, per commentare il post pubblicato da Luigi Di Maio sul blog di Grillo.

“Di Maio – continua - non riesce ad essere all’altezza delle sue ambizioni. E’ capace solo di seminare odio o discredito per gli avversari, utilizza qualsiasi condizione umana con cinismo pur di confezionare la rapida battuta da blog, non importa se legata ai malati terminali, magari dettata da qualche capace ufficio di web marketing, che massimizza soprattutto il massimo dello scandalo”

“Il vice-presidente della Camera dovrebbe scusarsi per la sua infelicissima battuta, ma non lo farà mai: ci sono troppo click in ballo.”, conclude.

21/02/2017 - 14:41

“Il Pd in queste settimane non ha mai chiesto di far slittare la data di arrivo in Aula della legge elettorale, non ha chiesto audizioni, non ha chiesto il rinvio della discussione. Ha chiesto di far partire la discussione su una proposta di legge a prima firma Nicoletti che ricalca il cosiddetto Mattarellum e si è detto disponibile a lavorare in qualsiasi giorno della settimana. Sono altri gruppi politici di opposizione che, legittimamente, hanno chiesto di attendere i deposito della sentenza della consulta e l’analisi di quella sentenza. Dunque, per il rinvio della data del 27 febbraio, i 5 stelle si rivolgano ad altri. Lo dichiara il capogruppo Pd in commissione Affari costituzionali della Camera Emanuele Fiano.

08/02/2017 - 17:08

Vergognoso cercare copertura da presidente Odg per lista proscrizione giornalisti 

“E’ vergognoso”. Così Emanuele Fiano del Partito democratico, commenta quanto dice Luigi Di Maio a proposito della lista di proscrizione dei giornalisti. “Di Maio ora dice che gliela ha chiesta Iacopino, presidente dell’Odg. A me pare che la toppa sia davvero peggiore del buco. Da una pagina così brutta ne escono solo ammettendo di aver sbagliato e chiedendo scusa”, aggiunge Fiano.

07/02/2017 - 20:00

Di Maio aspira a diventare il grande Inquisitore

“Abbiamo appreso con sconcerto e rabbia della lettera minacciosa al presidente dell’Ordine dei giornalisti inviata dal leader grillino Luigi Di Maio. Questi fa i nomi dei giornalisti scorretti, autori, a suo dire, di una campagna diffamatoria nei confronti del MoVimento 5 Stelle. Chiediamo al presidente Enzo Iacopino di respingere al mittente la lettera e di intervenire energicamente contro questo assalto alla stampa da grande inquisitore”.  

Così Emanuele Fiano, deputato del Partito democratico.

07/02/2017 - 16:27

Oggi con le audizioni in commissione Giustizia si è avviata la discussione conclusiva della mia legge, di cui è relatore il capogruppo Pd della seconda commissione Verini,  sull’introduzione nel codice penale del reato di propaganda fascista e nazista.  Lo spirito della proposta è quello di ampliare e perfezionare i contenuti già parzialmente presenti nella legge Scelba del 1952, per individuare e punire, nel rispetto della libertà di espressione, tutte le forme propagandistiche che si rifanno alle ideologie dittatoriali di violenza e di morte.

Lo afferma Emanuele Fiano, capogruppo Pd in commissione Affari costituzionali della Camera.

02/02/2017 - 15:48

Chiesto di incardinate tutte le proposte dem

“È necessario avviare il percorso sulla legge elettorale per andare in Aula nei tempi previsti”.  - così Emanuele Fiano, capogruppo del Partito democratico in I Commissione e responsabile delle Riforme istituzionali del Pd –

“In Commissione Affari Costituzionali abbiamo chiesto di incardinare non una, ma tutte le proposte di legge Elettorale presentate dai deputati del Partito Democratico.  La discussione di merito in base alle decisioni dell'ufficio di presidenza della commissione inizierà – spiega - dopo che saranno note le motivazioni della sentenza della Consulta sull’Italicum”.

“L’esame potrà essere affrontato alla luce dei rilievi di costituzionalità – conclude Fiano - senza però porre alcun freno rispetto a quanto già deciso dalla conferenza dei Capigruppo”

30/01/2017 - 12:22

“La senatrice Bianconi per conto di chi parla? E’ stato il ministro Alfano a scongiurare una partecipazione ad una lista con il Pd. Si parlano ancora dentro NCD ? Eppure non sono in tanti. Un ultima domanda: una volta entrati in una lista unitaria con il Partito Democratico, la senatrice Bianconi è pronta anche ad entrare nel Partito socialista europeo?”. Lo dichiara il capogruppo Pd in commissione Affari costituzionali, Emanuele Fiano

25/01/2017 - 16:12

Fiano, “Minniti è garanzia di contrasto, l’indifferenza sarebbe un regalo a chi predica odio razziale”

“Il ministro dell’Interno, Marco Minniti, è sicura garanzia di contrasto ai gruppi che si richiamano al fascismo e ai principi della discriminazione e dell'odio razziale, come è la comunità nazionalsocialista italiana denominata Do.ra, acronimo che indica la Comunità militante dei dodici raggi, in omaggio ai raggi del Sole nero, simbolo del castello tedesco di Wewelsburg, sede operativa delle SS. Per noi le attività di Do.ra rientrano nei casi previsti dalla legge Scelba che già nel 1952 il parlamento volle approvare per punire il reato di ricostituzione del Partito fascista e per apologia“.

Lo ha detto alla Camera durante il question time il responsabile sicurezza del Pd, Emanuele Fiano, primo firmatario dell’interrogazione sul caso Do.ra, insieme ai colleghi Daniele Marantelli e Eleonora Cimbro.

“Siamo molto preoccupati per le attività svolte a Caidate, in provincia di Varese, di questa associazione, inserita nel network antisemita europeo Skin4Skin, dedita a celebrare il compleanno di Hitler, esaltare l’Olocausto e cose simili. Le nostre leggi, la nostra Costituzione, la nostra storia sono segnate dai valori dell’antifascismo: non regaliamo la nostra indifferenza a questa gente impegnata a fare proselitismo e a calpestare il sacrificio dei nostri padri e l’eredità della Resistenza”.      

18/01/2017 - 19:08

“La commissione Affari costituzionali della Camera ha approvato oggi all’unanimità un’importante risoluzione per la stabilizzazione dei Vigili del Fuoco discontinui. Il testo unificato, che porta le firme dei rappresentanti di tutti i gruppi politici, chiede l’istituzione di un albo ad esaurimento dei cosiddetti discontinui che l’amministrazione possa utilizzare per il 50% delle assunzioni, e chiede anche l’applicazione di una riserva del 35%, sempre per costoro, nei concorsi per l’assunzione. La risoluzione impegna inoltre il governo a mettere in pratica ogni possibile disposizione che permetta l’impiego dei Vigili del fuoco discontinui in altri servizi ausiliari e di supporto. Con questo atto il Parlamento viene di nuovo incontro ad una evidente anomalia e ingiustizia che riguarda migliaia di  questi lavoratori, che anche in queste ore contribuiscono all’efficienza del servizio del corpo nazionale dei Vigili del Fuoco”.

Lo afferma Emanuele Fiano, capogruppo Pd in commissione Affari costituzionali della Camera, primo firmatario della risoluzione unitaria.

18/01/2017 - 19:03

“Oggi Luigi Di Maio insiste, come aveva già fatto Toninelli, nel dire che si dovrà votare con le norme  che usciranno dalla Consulta. Dopo i tanti giravolta fatti sulla legge elettorale, ci chiediamo se questa  posizione sarà mantenuta o se, dopo il 24 gennaio, torneranno a cambiare idea, come hanno già fatto più volte, e se comincerà la melina per ritardare la possibilità di andare alle urne. D’altra parte, erano i peggiori nemici dell'Italicum, per poi diventarne i partigiani più convinti, difficile dargli credito”. Lo dichiara il capogruppo Pd in commissione Affari costituzionali, Emanuele Fiano.

12/01/2017 - 19:38

Fa venire i brividi petizione contro partigiani della Comunità dei Dodici Raggi 

“Sempre più organizzate, le comunità che tentano di praticare l’ideologia nazionalsocialista rappresentano un pericolo da contrastare senza indugio. Mi pare che le ultime notizie che provengono da Caidate (frazione di Sumirago), grazie ad una inchiesta di Repubblica, impongano un piano serio da parte del Viminale e siamo certi che il neoministro Minniti abbia le competenze e la sensibilità per affrontare il fenomeno finalmente alla radice”. Così Emanuele Fiano, deputato del Pd, il quale aggiunge: “l’ultima trovata, cioè la petizione on line contro l'Anpi e i partigiani fa venire i brividi. Non si può tollerare questa violenza strisciante. Qui siamo di fronte ad un tentativo di penetrazione nel tessuto sociale che va fermato per tempo. E le associazione neonaziste come quella di Caidate vanno chiuse per incompatibilità con i nostri valori costituzionali e con il nostro ordinamento”.

Pagine