22/11/2017 - 12:27

“Passo avanti con alcune perplessità”. E’ questo il giudizio del presidente della commissione Agricoltura della Camera, il deputato Pd Massimo Fiorio, all’ok degli eurodeputati al nuovo regolamento Ue  sul biologico.
“Positivo – spiega Fiorio -  è riconoscere la certificazione di gruppo che consente anche ai più piccoli operatori di certificarsi. Perplessità però  riguardo alle deroghe che si attiveranno per le soglie di contaminazione.
Appare sempre più urgente - conclude Fiorio primo firmatario della legge sul biologico - l’approvazione della nuova legge per promuovere il bio italiano che Palazzo Madama si è impegnata ad approvare a breve”.
 

20/11/2017 - 16:35

“Un passo avanti con luci ed ombre, il nuovo accordo sul biologico di oggi dei paesi Ue, ma ora si bisogna continuare il lavoro per mettere in campo tutte le misure adatte per valorizzarlo sempre di più”.
Lo dice il deputato Pd Massimo Fiorio, vicepresidente commissione Agricoltura , commentando la decisione degli Stati Ue di sostenere il nuovo regolamento per l'agricoltura biologica che prevede un quadro  giuridico semplificato per tutti i produttori della Ue o dei paesi terzi che esportano nella Ue.
Il Bio – aggiunge Fiorio - sta entrando nelle nostre case prepotentemente  e  dobbiamo lavorare tutti insieme  per dare ai consumatori  prodotti trasparenti e sani. E ai produttori  gli strumenti giusti per difendere i loro prodotti.
Infine – conclude Fiorio primo firmatario della legge sul biologico – è improrogabile l’approvazione della nuova legge per promuovere il biologico italiano. Bene l’impegno del Senato ad approvarla in tempi brevi.

20/11/2017 - 16:15

“Il Decreto fiscale va modificato alla Camera: è necessario correggere la norma ‘ingolfa prefetture’ che prevede il certificato antimafia per le aziende beneficiarie di contributi europei (a partire dalla Pac) sopra i 5000 euro. Il Senato ha già provveduto ad innalzare la soglia che prevedeva in una prima fase l’obbligo per tutte le aziende ma non basta. Se la normativa rimane questa causerà una devastante paralisi per l’agricoltura nazionale La situazione che si verrebbe a creare comprometterà l’erogazione dei fondi comunitari a migliaia di beneficiari creando un accumulo di richieste di certificati nelle prefetture delle provincie che non sarebbero in grado di smaltirne la richiesta”: è quanto dichiara Massimo Fiorio, deputato Pd e relatore del provvedimento in Commissione Agricoltura della Camera.

07/11/2017 - 12:44

“Oggi la  terza Relazione sullo Stato della Green Economy in  Italia, presentata a Rimini all'interno di Ecomondo, ci dice che il biologico cresce e che l’Italia è il secondo esportatore nel mondo. Scommessa vinta da questo Governo e da questo parlamento che nel biologico hanno creduto e che sul biologico hanno lavorato mettendo a punto una legge sulla produzione agricola e agroalimentare con metodo biologico, che è già stata approvata a Montecitorio e che nelle prossime settimane avrà il via libera anche al Senato”. Lo dice il deputato Pd Massimo Fiorio, vicepresidente commissione Agricoltura e primo firmatario della legge, che spiega: “Si tratta di una legge sulla produzione agricola di grande valore in quanto favorirà l’associazione delle nostre aziende biologiche permettendo loro un più puntuale ed esteso ingresso nel mercato internazionale di alimenti prodotti con metodo biologico, rispondendo così meglio esigenze del mercato globale.

“E’ una legge apripista in tutta Europa – aggiunge - che conferma il nostro obiettivo prioritario: un comparto agroalimentare di qualità all’insegna della salute dei consumatori e della sostenibilità ambientale del territorio, una pdl  - conclude Fiorio - che risponde all'esigenza del settore di ridefinire il quadro degli interventi pubblici attraverso un Piano  nazionale che individui specifiche priorità”.

26/09/2017 - 12:28

“La vicenda dell’utilizzo del glifosato è un argomento molto delicato che tocca la salute di lavoratori e consumatori. In vista della decisione che prenderà l’Europa il prossimo 6 ottobre è necessario anche in Italia un ampio e diversificato confronto basato su ricerche e dati inequivocabili ed indagini scientifiche rigorose. Per questi motivi chiedo che la Commissione Agricoltura della Camera svolga su questo tema un breve ma incisivo ciclo di audizioni per tutelare i cittadini evitando allarmismi ingiustificati”: è quanto chiede Massimo Fiorio deputato Pd e vicepresidente della Commissione Agricoltura di Montecitorio. 

19/09/2017 - 15:16

“Gli abbattimenti selettivi delle fauna selvatica devono poter essere effettuati anche da personale esterno abilitato”: è quanto chiede Massimo Fiorio deputato Pd e vicepresidente della Commissione Agricoltura di Montecitorio in una interrogazione al Ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina.

“Il notevole incremento della fauna selvatica e la diminuzione esponenziale dei cacciatori ha reso necessario negli ultimi anni un ricorso sempre più frequente, da parte delle Regioni, ai piani di controllo ed agli abbattimenti selettivi per far fronte agli ingenti danni provocati dagli animali alle produzioni agricole e perfino agli insediamenti urbani, anche nei territori preclusi all’esercizio venatorio. La recente sentenza della Corte Costituzionale, che restringe tale attività esclusivamente alle guardie venatorie provinciali, alla Polizia forestale e comunale oltre ai proprietari dei terreni interessati, sta causando problemi alle amministrazioni regionali”.

“Chiedo quindi al Ministro Martina – conclude Massimo Fiorio – un intervento urgente, già auspicato dalla Conferenza Stato Regioni e dalle associazioni venatorie, per contenere la fauna selvatica, compatibilmente con la legislazione nazionale e comunitaria, le indicazioni del mondo scientifico, le esigenze della tutela animale e dell’ambiente, la sicurezza della popolazione e la salvaguardia delle imprese agricole”.

06/07/2017 - 16:16

Intervento ai seminario Intergruppo Parlamentare Amici del Bio

“Nonostante la crisi economica, la domanda di prodotti biologici è cresciuta in tutta Europa. Il settore biologico conta oltre 250mila produttori in agricoltura e 455 nell'acquacoltura: l'Italia è il paese con il più elevato numero di produttori bio (46mila), seguita dalla Spagna (30mila) e Polonia (26mila),  la Germania è il mercato europeo più grande (7,6 miliardi di euro nel 2012), seguita dalla Francia (4,4 miliardi) e dal Regno Unito (2,1 miliardi).  L'Italia è quarta con 2 miliardi di euro.
Nonostante questi dati rilevanti e un trend incoraggiante il nostro paese importa però ancora notevoli quantità di prodotti. Con la nostra proposta di legge sull’agricoltura biologica ( approvata alla Camera e in discussione al Senato) che ne sottolinea il valore economico-sociale e prevede incentivi per le organizzazioni interprofessionali e le intese di filiera, vogliamo portare il mercato nazionale ai livelli di Germania e Francia.
Il provvedimento infatti riconosce l’agricoltura biologica attività di interesse nazionale con funzioni sociali ed economiche rilevanti, capace di promuovere sicurezza alimentare e  benessere degli animali, e ridurre emissioni nocive. Presenti anche norme che stanziano risorse per l’apposito fondo, rafforzano la ricerca, promuovono l’aggregazione imprenditoriale della filiera e disciplinano la vendita delle sementi biologiche”. Così il deputato Pd Massimo Fiorio, vicepresidente commissione Agricoltura, intervenuto oggi al seminario dell’Intergruppo Parlamentare Amici del Bio, alla Camera dei Deputati. Presenti anche la relatrice del provvedimento sul biologico, Alessandra Terrosi, la presidente Intergruppo Parlamentare Amici del Bio Silvia Fregolent.

29/06/2017 - 16:26

“L’accordo sul biologico raggiunto dall’Unione europea non ci lascia soddisfatti anche se rappresenta un passo avanti rispetto alle posizioni iniziali. L’Italia ha bisogno di promuovere le sue produzioni bio: in questa direzione la legge di regolamentazione del settore approvata alla Camera ed attualmente in discussione al Senato ed il recente decreto del Ministero delle Politiche Agricole sui controlli, rappresentano due strumenti fondamentali per sostenere la crescita e la qualità del comparto, tutelando al tempo stesso i consumatori”: è quanto dichiara Massimo Fiorio, deputato Pd e vicepresidente della Commissione Agricoltura di Montecitorio.

27/06/2017 - 18:21

“Il registro telematico del vino che entrerà in vigore il 30 giugno prossimo sta registrando in queste ore inconvenienti di carattere tecnico. E’ necessario trovare una soluzione per il settore che dovrà affrontare una vendemmia già problematica”: è quanto dichiara Massimo Fiorio, deputato Pd e vicepresidente della Commissione Agricoltura di Montecitorio.

 “Chiediamo al Ministero delle Politiche agricole – conclude Massimo Fiorio – di verificare l’entità di tali inconvenienti e di valutare l’opportunità, qualora non fosse possibile garantire l’efficacia del sistema informatizzato, di salvaguardare comunque le aziende interessate”.

13/06/2017 - 17:42

“Chiediamo alla Commissione Europea di valutare i reali benefici sulle popolazioni locali che hanno prodotto fino ad oggi gli accordi di libero scambio e le agevolazioni doganali con i paesi in via di sviluppo per le importazioni di riso”: è quanto dichiara Massimo Fiorio deputato Pd e vicepresidente della Commissione Agricoltura della Camera commentando le indicazioni della filiera riscola nel corso delle audizioni svolte a Montecitorio.

“La risoluzione che ho presentato nelle scorse settimane – continua – raccoglie sostanzialmente le richieste di un settore in gravissima crisi, che nel giro di pochi anni può addirittura mettere in discussione la coltivazione del riso in Europa. Le criticità emerse sono molteplici ma quella di maggiore impatto riguarda i trattati internazionali che non prevedono dazi per le importazioni da paesi asiatici, che introducono quindi sui mercati Ue riso a bassissimo prezzo”.

“L’iniziativa del Ministero delle politiche Agricole sull’indicazione di origine nelle etichetta dei prodotti risicoli è un primo importante passo – conclude Massimo Fiorio – ma non ancora sufficiente per salvaguardare le nostre culture. Non va dimenticato che l’Italia è il maggior produttore di riso continentale per un fatturato annuo di 1 miliardo di euro”.

24/05/2017 - 15:02

Con l’ emendamento alla manovrina presentato dal Governo, promosso dal ministro Martina e condiviso con Boschi, Fedeli e Lorenzin, nelle mense scolastiche arriverà finalmente cibo biologico certificato: un passo avanti importante innovativo nell’alimentazione scolastica dei nostri bambini e ragazzi che va anche incontro all’esigenza dei tanti genitori che vogliono offrire ai propri figli alimenti genuini e più salutari.

Ora a complemento di questa emendamento del Governo, ci auguriamo che il testo unico sull’agricoltura biologica, approvato in commissione Agricoltura lo scorso marzo, venga presto messo in calendario per i lavori d’aula e approvato prima dell’estate . Il testo presenta norme innovative capaci di supportare un settore che ha infatti riconosciuto l'agricoltura biologica quale attività di interesse nazionale con funzioni sociali ed economiche rilevanti, capace di promuovere la sicurezza alimentare ed il benessere degli animali e ridurre le emissioni nocive”. Lo ha dichiarato  il deputato Pd  Massimo Fiorio primo firmatario e relatore della proposta di legge "Disposizioni per lo sviluppo e la competitività della produzione agricola e agroalimentare con metodo biologico.

17/05/2017 - 11:42

“La Commissione Agricoltura della Camera avvierà una indagine conoscitiva sul sistema delle polizze assicurative delle imprese agricole”: è quanto dichiara il deputato Pd e vicepresidente della Commissione Massimo Fiorio.

“Negli ultimi due anni, dopo un trend positivo di quasi un decennio, il sistema italiano delle polizze agricole ha subito una preoccupante flessione nonostante le avversità atmosferiche e gli eventi calamitosi sino all’ordine del giorno e compromettano la redditività di numerose aziende in tutto il paese”.

“Vanno approfondite tutte motivazioni che stanno disincentivando l’unico strumento concreto che hanno a disposizione le imprese per salvaguardare le produzioni. Sappiamo già che l’attuale sistema assicurativo presenta gravi ritardi nell’erogazione dei contributi statali previsti, incertezze normative ed ostacoli burocratici. Siamo fiduciosi – conclude Massimo Fiorio – che dall’indagine conoscitiva possano giungere indicazioni per apportare correttivi efficaci per elaborare un modello assicurativo che salvaguardi l’intero settore”
 

03/05/2017 - 15:36

“E’ incomprensibile atteggiamento del M5S che oggi attacca  la legge approvata ieri sul biologico definendola ‘spot senza regole efficaci’.

I 5Stelle hanno partecipato ai tavoli di lavoro nella discussione generale dichiarando prima che avrebbero votato a favore del provvedimento, salvo poi astenersi in aula al momento del voto.

Ora leggiamo un attacco da parte loro assolutamente incomprensibile e strumentale, anche perché del non accoglimento degli emendamenti, di cui parlano, si era già discusso in commissione Agricoltura prima della discussione generale”. Così Massimo Fiorio, primo firmatario della legge su agricoltura e agroalimentare bio.

02/05/2017 - 19:51

“Il sì alla proposta di legge sull’agricoltura biologica è passo in avanti per un settore in grande espansione. E’ un comparto per il quale registriamo performance  commerciali importanti sia nel mercato interno che internazionale. La legge punta a consolidare le aziende del biologico e  il sistema produttivo dotando il sistema di strumenti innovativi e di risorse. L’azione congiunta tra il Parlamento e il governo, che sta predisponendo il decreto sui controlli, renderà il comparto tra i più innovativi a livello comunitario”. 

Lo hanno dichiarato i deputati Pd Massimo Fiorio, primo firmatario della proposta di legge “Disposizioni per lo sviluppo e la competitività della produzione agricola e agroalimentare con metodo biologico”, e Alessandra Terrosi, relatrice della pdl approvata oggi alla Camera dei deputati.

27/04/2017 - 16:50

“Aiutare le aziende agricole colpite dal maltempo e risolvere le criticità che gravano sulle polizze contro le avversità atmosferiche”: è quanto chiedono in una lettera al Ministro delle politiche Agricole Maurizio Martina i deputati del Partito Democratico Massimo Fiorio, Susanna Cenni, Luciano Agostini, Marco Carra, Alessandra Terrosi e Renzo Carella.

“Nei giorni scorsi alcune regioni del nostro paese sono state colpite da fenomeni atmosferici che hanno causato gravissimi danni a molte colture ed allevamenti – si legge nella lettera –. Questi eventi calamitosi, che stanno aumentando a causa dei cambiamenti climatici, stanno compromettendo l’esistenza stessa di numerose aziende agricole dislocate in tutto il paese”.

“L’unico strumento per contrastare il fenomeno sono le assicurazioni attivate dalle imprese stesse. Purtroppo però l’attuale sistema assicurativo presenta gravi ritardi nell’erogazione dei contributi statali previsti, incertezze normative ed ostacoli burocratici. Tutte queste problematiche hanno disincentivato negli ultimi due anni il sistema italiano delle assicurazioni contro le avversità atmosferiche (nonostante un trend positivo che era durato dal 2006 al 2014) con una significativa riduzione del valore delle produzioni agricole cautelate”.

 “Per questi motivi – concludono i deputati Pd - chiediamo un intervento diretto del Ministero delle Politiche agricole per risolvere le criticità che gravano sulle polizze agricole contro le avversità atmosferiche al fine di promuovere un modello assicurativo che salvaguardi con efficacia l’intero settore”.

Pagine