13/04/2017 - 12:13

“Rivedere le attuali agevolazioni doganali per il riso importato in Europa dai paesi in via di sviluppo”: è quanto chiede Massimo Fiorio deputato Pd e vicepresidente della Commissione Agricoltura della Camera in una risoluzione presentata a Montecitorio.

“L’annuncio del Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina sull’indicazione di origine nelle etichetta dei prodotti risicoli è un primo importante passo ma non ancora sufficiente per salvaguardare le nostre culture. Non va dimenticato che l’Italia è il maggior produttore di riso continentale per un fatturato annuo di 1 miliardo di euro”.

“L'aumento anomalo delle importazioni di riso a basso prezzo dai paesi asiatici – conclude Massimo Fiorio – sta infatti riducendo i prezzi di mercato del riso coltivato nell'Ue al di sotto dei costi di produzione, con gravi danni per le imprese europee e soprattutto italiane”.

10/04/2017 - 10:56

“La prima fase di ammodernamento legislativo del comparto vitivinicolo è riuscita. La condivisione tra filiera vitivinicola e istituzione è stata decisiva. Bisogna continuare con la medesima modalità anche per i decreti attuativi. Bene le consultazione aperta, ma la maturità delle rappresentanze e la condivisione devono essere le priorità per arrivare alla fase finale dell'innovazione legislativa di cui ha bisogno il sistema”: è quanto dichiara oggi, il vicepresidente della Commissione Agricoltura e deputato Pd Massimo Fiorio, al Vinitaly in corso a Verona.

04/04/2017 - 14:56

“Abolire i voucher in agricoltura senza prevedere un’alternativa efficace immediata è un gravissimo errore”: è quanto dichiarano i deputati Pd Massimo Fiorio e Luciano Agostini.

“I voucher nascono nel 2007 proprio per regolarizzare categorie non contrattualizzate del settore agricolo, come studenti e pensionati, in determinati periodi temporali come la vendemmia o altre raccolte di prodotti. Vi è stata una mostruosa distorsione dell’utilizzo di questa modalità di pagamento in altri comparti, ma è altrettanto assurdo cancellare uno strumento che ha permesso di contrastare realmente il lavoro nero venendo incontro alle necessità delle aziende”.

“Il precedente governo – concludono Massimo Fiorio e Luciano Agostini – ha commesso un grave sbaglio evitando di confrontarsi con le categorie sindacali. Una maggiore concertazione avrebbe evitato la cancellazione di 10 anni di lavoro regolarizzato”.

 

31/03/2017 - 15:15

“La visione commerciale di Trump è fuori dalla storia ma non vanno sottovalutate le ricadute negative che potrebbe comportare per l’economia italiana”: è quanto dichiara il deputato Pd Massimo Fiorio, vicepresidente della Commissione Agricoltura, sui dazi annunciati dal Presidente degli Stati Uniti.

“Qualità e tradizione sono i biglietti da visita per le nostre produzioni in particolare per il settore agroalimentare – continua Massimo Fiorio –. Per incentivare le esportazioni è quindi necessario potenziare gli strumenti di tracciabilità e sostenere maggiormente la promozione, in particolar modo per il comparto del vino, ferma ormai da troppo tempo”.

28/03/2017 - 14:32

“Il Ministro dell’Agricoltura, anche su richiesta delle sollecitazioni del Parlamento, ha avviato la procedura per cancellare la varietà delle nocciole denominate ‘Tonda Gentile delle Langhe’ coltivate in Olanda”: è quanto dichiara il deputato Pd Massimo Fiorio, vicepresidente della Commissione Agricoltura sulla risposta ad una sua interrogazione sul tema che si è svolta oggi, martedì 28 marzo, a Montecitorio.

“L’Italia è il secondo produttore mondiale del settore e l’ambiguità che si era creata con la provenienza della ‘Tonda Gentile delle Langhe’ finisce con il penalizzare un comparto fondamentale dell’economia nazionale e pimontese, dove molte aziende dolciarie di qualità e tradizione continuano ad investire creando occupazione e ricchezza”.

“Apprezziamo il lavoro che stanno portando avanti le istituzioni per la salvaguardia dei nostri prodotti tipici – conclude Massimo Fiorio –. Chiediamo al governo di continuare a vigilare per contrastare la contraffazione che vede ancora oggi l’Italia tra i paesi più colpiti in Italia e nel mondo”.
 

22/03/2017 - 15:48

“Abbiamo chiesto all’Icqrf una relazione sullo stato di attuazione del registro telematico del vino entrato in vigore dal primo gennaio scorso”: è quanto dichiara Massimo Fiorio, deputato Pd, sull’audizione dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari che si è svolta oggi, mercoledì 22 marzo, in Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati.

“Nel corso dell’audizione – conclude Massimo Fiorio – abbiamo inoltre evidenziato la necessità che l’attuale fase di transizione, in cui le imprese possano gradualmente e senza sanzioni passare dall’utilizzo dei documenti cartacei a quelli telematici, possa essere prorogata fino al 30 giugno prossimo. Molte aziende infatti sembrano non essere ancora tecnicamente pronte per la completa informatizzazione dei dati”.

16/03/2017 - 11:58

“La Commissione Agricoltura della Camera ha approvato il testo unico sull’agricoltura biologica, si tratta di un primo fondamentale passaggio atteso da anni dall’intero comparto”: è quanto dichiarano i deputati Pd Massimo Fiorio e Alessandra Terrosi, rispettivamente primo firmatario e relatore della proposta di legge “Disposizioni per lo sviluppo e la competitività della produzione agricola e agroalimentare con metodo biologico”.

“Ci auguriamo che la legge venga approvata dalla Camera entro aprile. Il testo presenta infatti norme innovative capaci di supportare un settore, che ha superato nel 2016 i 4,8 miliardi di euro di cui 1,6 legati all’export, ma che registra tutt’ora dati comunque inferiori ai mercati di Francia e Germania”.

“Il provvedimento – concludono Massimo Fiorio e Alessandra Terrosi – ha infatti riconosciuto l’agricoltura biologica quale attività di interesse nazionale con funzioni sociali ed economiche rilevanti, capace di promuovere la sicurezza alimentare ed il benessere degli animali e ridurre le emissioni nocive. Sono presenti anche norme che stanziano risorse per l’apposito fondo, rafforzano il ruolo della ricerca, promuovono l’aggregazione imprenditoriale della filiera e disciplinano la vendita delle sementi biologiche”.

 

23/02/2017 - 16:40

“Il governo approvi senza ulteriori ritardi i decreti attuativi sul ‘secondary ticketing’ previsti dalla Legge di Bilancio”. Lo dichiara Massimo Fiorio, deputato Pd, sulla risposta del Mistero dello Sviluppo economico a una sua interrogazione sul bagarinaggio online, che si è svolta oggi in Commissione Attività produttive di Montecitorio.

“Ho già espresso – continua - alcune perplessità sulla capacità delle attuali norme di contrastare il fenomeno e ritengo che solo il biglietto nominativo possa realmente cancellare questi reati. Ma non sarà possibile fare un bilancio oggettivo sulle reale efficacia del provvedimento fino a che i decreti attuativi non saranno emanati”

“La tempistica prevedeva un mese di tempo dall’approvazione della legge, ne sono passati oltre due e non possiamo permetterci altri ritardi”, conclude.

16/02/2017 - 15:21

“La Commissione Agricoltura della Camera ha adottato oggi il testo unico sull’agricoltura biologica. Si tratta di un primo importante passo per approvare una proposta di legge organica che il settore attende da anni”: è quanto dichiarano i deputati Pd Massimo Fiorio e Alessandra Terrosi, rispettivamente primo firmatario e relatore della proposta di legge “Disposizioni per lo sviluppo e la competitività della produzione agricola e agroalimentare con metodo biologico”.

“Nel nostro paese – concludono i deputati Pd – il comparto del biologico ha un valore complessivo di circa 3 miliardi di euro. Con il testo unico e con il decreto ministeriale, previsto dal Collegato Agricolo, che dovrà normare i controlli e le sanzioni per le aziende, si sta delineando un quadro normativo utile a promuovere ulteriormente la crescita del settore soprattutto nei mercati internazionali”.

18/01/2017 - 13:48

“Per contrastare realmente il ‘secondary ticketing’ occorre il biglietto nominativo; Vasco Rossi ha lanciato una sfida che speriamo il Parlamento voglia raccogliere”: è quanto dichiara il deputato Pd, promotore di una proposta di legge che obbliga tagliandi tracciabili nei concerti con più di 5mila spettatori, sulla recente iniziativa della rockstar italiana.

“Purtroppo, come avevo previsto, le norme ‘secondary ticketing’ inserite nella recente Legge di Bilancio non sono state sufficienti a risolvere il problema: l’ultimo scandalo dei biglietti del concerto degli U2 di Roma del prossimo luglio ne è la prova eclatante. Ritengo che l’introduzione di tagliandi non cedibili sia l’unico strumento efficace per sconfiggere il bagarinaggio ed in particolar modo quello online. Con questa norma possiamo risolvere tutte le problematiche causate dal ‘secondary ticketing’: dagli aumenti esponenziali dei biglietti a quelli di evasione fiscale degli intermediari non autorizzati, tutelando al tempo stesso spettatori e gli artisti. Senza dimenticare la sicurezza pubblica: con queste norme sarà finalmente possibile poter risalire dal biglietto al nominativo che lo ha effettivamente utilizzato. Mi auguro – conclude Massimo Fiorio – che la Commissione Cultura della Camera, dove sono in corso in queste settimane audizioni specifiche su questa tematica, possa calendarizzare rapidamente la mia proposta di legge”.

16/12/2016 - 14:03

“L’introduzione dal 1 gennaio 2017 del registro telematico per il settore vitivinicolo rappresenta un passaggio fondamentale per modernizzare, semplificare e rendere quindi maggiormente competitivo l’intero sistema produttivo nazionale”: è quanto dichiara Massimo Fiorio vice presidente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati.

“Chiediamo però al Ministero delle Politiche agricole – conclude Massimo Fiorio – di prevedere e definire le modalità di una fase transitoria nella quale accompagnare le aziende verso questa innovazione: un periodo quindi circoscritto in cui le imprese possano gradualmente e senza sanzioni passare dall’utilizzo dei documenti cartacei a quelli telematici”.

14/12/2016 - 16:21

“E’ inammissibile che si produca in tutta Italia la nocciola delle Langhe meno che in Piemonte. Il Ministero delle Politiche agricole corregga questa follia”: è quanto dichiara il deputato Pd Massimo Fiorio, vicepresidente della Commissione Agricoltura che ha presentato sulla vicenda una interrogazione parlamentare.

“Il Dicastero ha infatti iscritto la denominazione ‘Tonda Gentile Langhe’ nel Registro nazionale delle varietà di piante da frutto. Con questa iscrizione si possono commercializzare con tale nome anche le nocciole prodotte in altre parti d'Italia. In questo modo viene penalizzato il territorio di provenienza e i suoi coltivatori, che lavorano e investono da sempre sulla tutela e sulla valorizzazione della nocciola ‘Igp Piemonte’, che non presenta nel proprio disciplinare la parola ‘Langhe’ riferita ad oggi esclusivamente ad una tipologia di pianta e non ad un luogo di provenienza”.

“Questa situazione – continua il deputato Pd – sta inoltre favorendo tentativi di imitazione da parte di altri paesi europei, tra cui l’Olanda che, fin dal 2012, ha inserito nel registro nazionale tre varietà di nocciole con toponimi italiani tra cui proprio la ‘Tonda gentile trilobata delle Langhe’. L’Italia è il secondo produttore mondiale del settore e l’ambiguità creata finisce con il penalizzare un comparto fondamentale dell’economia nazionale e pimontese.

“Il Regolamento comunitario sui regimi di qualità dei prodotti agricoli alimentari parla chiaro e prevede che le denominazioni di origine non debbano essere in conflitto con nomi che inducano erroneamente il consumatore a pensare che prodotti siano originari di un altro territorio. Per questo è necessario che il Ministero intervenga subito per salvaguardare la tipicità della ‘Nocciola del Piemonte Igp’ sia riguardo alla produzione nazionale che estera, al fine di tutelare i produttori ed informare correttamente i consumatori”.

28/11/2016 - 13:03

“Con l’approvazione della Commissione agricoltura in sede legislativa il Testo unico sul Vino è finalmente legge”: è quanto dichiara il deputato Pd Massimo Fiorio, vicepresidente della Commissione Agricoltura e relatore del provvedimento licenziato oggi, lunedì 28 novembre in terza lettura.

“Con questa disciplina normativa di carattere generale – continua Massimo Fiorio – si semplificano i procedimenti e si riduce il carico burocratico delle nostre aziende che possono essere maggiormente competitive nei mercati internazionali; soprattutto in un contesto mondiale oggi difficile segnato dalle incognite della Brexit e dalla conseguente svalutazione della sterlina, dall’inevitabile fallimento del Ttip con l’elezione di Trump a presidente Usa e dalle sanzioni commerciali dell’Unione Europea verso la Russia”.

25/11/2016 - 14:02

“La norma sul ‘secondary ticketing’ approvata nella Legge di Bilancio è un compromesso al ribasso. Ha il merito di individuare una prima parziale soluzione ma le norme introdotte, addolcite dalla riformulazione in Commissione, non possono essere sufficienti per risolvere il problema”. E’ quanto dichiara Massimo Fiorio, deputato Pd, che sul tema, nei prossimi giorni, presenterà la sua proposta di legge in una conferenza stampa a Montecitorio.

“Con l’inserimento nella norma della non punibilità per episodi di vendita ‘occasionali’ , senza specificarne però nel dettaglio i criteri discrezionali – spiega - le sanzioni pecuniarie previste rischiano infatti di non venir applicate correttamente. Al tempo stesso, dal momento che la Corte di Cassazione ha stabilito che non c’è reato di bagarinaggio se non viene dimostrata la provenienza illecita del bene, appare evidente come la platea dei potenziali soggetti sanzionati si restringa sempre più”.

“L’emendamento – conclude Massimo Fiorio – contiene comunque anche indicazioni positive: in primo luogo permette l’oscuramento dei portali web dove sono state registrate irregolarità e prevede, con un apposito decreto ministeriale, l’adozione di strumenti tecnologici per contrastare l’utilizzo dei software illegali con cui è possibile aggirare le restrizioni utilizzate dai siti ufficiali per l’acquisto di un numero limitato di biglietti da uno stesso utente”.

11/11/2016 - 13:19

“Il ‘secondary ticketing’ selvaggio non è più tollerabile. Abbiamo presentato un emendamento al ‘Decreto Fiscale’ ma abbiamo verificato che non sussistevano le condizioni per una sua approvazione. Ci riproviamo con la Legge di Bilancio”: è quanto dichiara il deputato Pd, Massimo Fiorio, già promotore di una proposta di legge organica sul settore.

“Le recenti inchieste giornalistiche e delle Magistratura su ipotetiche scorrettezze da parte di alcuni provider per la vendita online di biglietti e le conseguenti prese di posizione di numerosi cantanti hanno confermato la necessità di norme per regolarizzare il mercato. L’emendamento presentato alla Legge di Bilancio sancisce l’illegalità per la rivendita di ticket ad un prezzo maggiorato, prevedendo multe fino a 180mila euro per ciascuna violazione accertata, e permette l’oscuramento dei siti dove sono state registrate irregolarità”.

“Con questa proposta – conclude Massimo Fiorio – non solo potremmo tutelare i consumatori e gli artisti ma contrastare l’evasione fiscale che il ‘secondary ticketing’ causa ogni anno: una norma che si inserisce perfettamente tra i contenuti della Legge di Bilancio per il 2017. Ci auguriamo che l’emendamento possa essere approvato”.

Pagine