24/06/2016 - 16:40

Martedì 28 giugno , alle ore 13 presso la sala stampa della Camera dei Deputati, in via della Missione numero 4, si terrà una conferenza stampa per illustrare i nuovi strumenti normativi a sostegno dell’ Agricoltura sociale ad un anno dall’approvazione della Legge numero 141 del 2015 (“Disposizioni in materia di agricoltura sociale”).
Prenderanno parte alla conferenza stampa l’On. Massimo Fiorio, vicepresidente della Commissione Agricoltura della Camera e primo firmatario della Legge numero 141 del 2015; Ilaria Signoriello, Portavoce del Forum nazionale Agricoltura Sociale e Marco Berardo Di Stefano, Presidente nazionale della Rete delle Fattorie sociali.

Nel corso dell’evento verrà inoltre presentato il convegno “Agricoltura sociale, ad un anno dalla legge tra decreti attuativi e nuovi strumenti normativi” previsto per il prossimo 26 luglio presso la sala Aldo Moro di Montecitorio.

08/06/2016 - 16:31

“Le nuove autorizzazioni per gli impianti viticoli dovranno prendere in considerazione tutti i territori e le produzioni che in questi anni hanno ottenuto riconoscimenti nei mercati internazionali”: è quanto chiede Massimo Fiorio, deputato Pd e vice presidente della Commissione Agricoltura della Camera, in una interrogazione al Ministro Maurizio Martina.

“Dal 1 gennaio 2016 è in vigore il nuovo sistema delle autorizzazioni per gli impianti che verranno concessi gratuitamente entro precisi limiti. Le associazioni di categoria hanno però segnalato da tempo che le domande, soprattutto in alcune Regioni, sono oltre il doppio rispetto agli ettari disponibili programmati”.

“Ci auguriamo – conclude Massimo Fiorio – che il Ministero delle Politiche Agricole, nella scelta dei criteri di attribuzione, voglia riconoscere adeguatamente chi ha contribuito, in questi anni, a fare del settore vitivinicolo un comparto strategico del sistema economico, produttivo ed occupazionale nazionale”.

07/06/2016 - 14:49

Conferenza Stampa

Domani, mercoledì 8 giugno ore 11.30 - Sala Stampa di Montecitorio

con Massimo Fiorio

Presentazione del libro “Italiani in Albania”. Conferenza stampa domani, mercoledì8 giugno, ore 11.30, presso la sala stampa di Montecitorio.

Il volume, finanziato dall’Unione Europea in collaborazione con l’Isral (Istituto per la Storia della Resistenza di Alessandria “Carlo Ghilardenghi”), è stato scritto da William Bonapace. Nei primi anni ’90, dopo il crollo del regime di Enver Hoxha, decine di migliaia di profughi provenienti dall’Albania sbarcarono sulle coste pugliesi in cerca di un futuro migliore. Pochi in Italia si accorsero che tra di loro vi erano anche numerosi cittadini italiani abbandonati al di là dell’Adriatico alla fine della Seconda Guerra Mondiale. Attraverso la storia del tormentato rapporto tra l’Italia e l’Albania, il volume intende quindi ricostruire le loro vicende umane e personali.

Parteciperanno: Massimo Fiorio, vicepresidente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati; William Bonapace, autore del libro “Italiani in Albania”; Giorgio Rubolino, presidente dell’associazione rimpatriati dall’Albania - Ancifra; Aldo Renato Terrusi, autore del volume “Ritorno nel paese delle Aquile”.

31/05/2016 - 14:53

"L'etichetta trasparente annunciata oggi a Milano dal premier Renzi ci fa intravvedere la fine di un tunnel che il comparto lattiero caseario ha dovuto attraversare in questi anni con una penalizzante crisi strutturale che ha creato tante sofferenze e fatiche ai nostri allevatori.

Si tratta di un  passo importante che valorizza il nostro latte e tutta la filiera. Ed è un colpo basso a chi in modo strumentale polemizza per contrastare a tutti i costi la politica costruttiva del nostro governo. Dopo anni di crisi il lavoro determinato del Pd e del ministro Martina hanno portato a soluzioni concrete. 

“L’indicazione obbligatoria della provenienza di latte e formaggi è un traguardo anche per i consumatori che avranno così l'opportunità di poter scegliere, un diritto sacrosanto fino ad oggi non riconosciuto. Un traguardo che, insieme ai molti altri significativi raggiunti in questo settore , dà il segno di una svolta vera impressa alla politica agricola da governo e Parlamento". Così Massimo Fiorio, vicepresidente Pd in commissione Agricoltura.

12/05/2016 - 15:46

“Bene l’ approvazione alla Camera della proposta di legge per il contenimento del consumo di suolo e la valorizzazione delle aree agricole. Un provvedimento da tempo atteso. Ora la palla passa al Senato dove auspichiamo una sua rapida approvazione”. Lo ha dichiarato il deputato Pd Massimo Fiorio, vicepresidente della commissione Ambiente e relatore insieme alla deputata Pd Chiara Braga della pdl, che spiega: “A Montecitorio abbiamo apportato aggiunte significative al testo come il censimento del territorio e dei fabbricati e la  questione della rigenerazione del suolo e la gestione degli oneri di urbanizzazione. Sono passi importanti per consentire ora a Palazzo Madama di arrivare in breve all’approvazione in via definitiva di una legge che pone il nostro paese alla stregua dei paesi europei più avanzati.  Con questa pdl siamo finalmente fuori da una visione miope e penalizzante di sfruttamento illimitato del suolo,  lontani da logiche produttive di  espansione speculativa. A vincere oggi è stata la cultura della valorizzazione del suolo, del recupero dell’esistente come obiettivo prioritario. Abbiamo gettato le fondamenta per arrivare all’obiettivo ambizioso di consumo del suolo 0 nel 2050, così come ci chiede l’Europa”.

11/05/2016 - 13:47

“Valutare l’opportunità di posticipare al 1 gennaio 2017 l’introduzione del registro telematico per il settore vitivinicolo previsto per il 30 giugno di quest’anno”: è quanto suggerisce Massimo Fiorio, vice presidente della Commissione Agricoltura della Camera.

“Le associazioni di categoria e molte aziende, soprattutto nei distretti rurali non ancora raggiunti dalla banda larga, hanno avanzato preoccupazioni sull’attuale capacità di adeguarsi alle nuove disposizioni entro poche settimane”.

“Si tratta di indicazioni da valutare con attenzione – conclude Massimo Fiorio – : proporrò in Commissione Agricoltura, dove interverranno i rappresentanti dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari (Icqrf) per relazionare sul nuovo sistema telematico e sullo di stato di avanzamento delle procedure, di fissare il nuovo termine dopo la vendemmia di autunno”.

04/05/2016 - 13:23

“La Commissione Agricoltura ascolterà oggi in audizione l’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari (Icqrf) per avere informazioni sul nuovo sistema telematico e sullo di stato di avanzamento di tale procedura”: è quanto afferma Massimo Fiorio, vice presidente della Commissione Agricoltura della Camera.

“Molte aziende, soprattutto dei distretti rurali non ancora raggiunti dalla banda larga – conclude Massimo Fiorio – hanno avanzato infatti preoccupazioni sull’attuale capacità di adeguarsi alle nuove disposizioni entro poche settimane”.

 

26/04/2016 - 18:38

Inizia oggi in Aula alla Camera la discussione del provvedimento

“L’approvazione della legge sul consumo di suolo rappresenterà il segnale inequivocabile di un reale cambio di passo rispetto alla tutela ed alla valorizzazione dei nostri territori; obiettivi che si possono concretizzare non solo attraverso l’introduzione di vincoli di urbanizzazione, ma promuovendo soprattutto la riqualificazione ed il riuso del tessuto urbano”: è quanto dichiara Massimo Fiorio, deputato Pd, vice presidente della Commissione Agricoltura della Camera e relatore del provvedimento assieme alla collega Chiara Braga, sul provvedimento in discussione oggi, martedì 26 aprile, nell’Aula di Montecitorio.

“L’Italia – continua Massimo Fiorio – ha bisogno di una legge moderna per la tutela delle aree agricole e di contenimento del consumo del suolo senza la quale, ad esempio, ogni intervento di contrasto al dissesto idrogeologico o di promozione delle nostre vocazioni agroalimentari, rischia di essere inefficace”.

11/04/2016 - 15:46

 “Il settore accresce la reputazione di tutte le produzioni italiane nel mondo”

“Il settore vitivinicolo nazionale accresce la reputazione di tutte le produzioni italiane nel mondo. Il testo unico sul vino che presentiamo oggi è una normativa omogenea ed innovativa capace di valorizzare modelli agricoli moderni e sostenibili”: è quanto dichiara Massimo Fiorio, deputato Pd e relatore del provvedimento approvato dalla Commissione Agricoltura della Camera, a margine della presentazione della proposta di legge attualmente in corso a Verona presso gli stand del Vinitaly.

23/03/2016 - 17:04

Pd: “Vino: Testo unico approvato prima del Vinitaly”

“La Commissione Agricoltura della Camera approverà il testo unico sul vino prima dell’inizio del Vinitaly; il Comitato ristretto ha già provveduto a delineare il teso base che verrà emendato nei prossimi giorni”: è quanto dichiara Massimo Fiorio, deputato Pd e relatore del provvedimento.

“Snellimento burocratico, alleggerimento per gli adempimenti dei produttori, allineamento ai processi di produzione enologici europei, riconoscimento del vitigno autoctono nazionale sono tra i punti cardine della legge”.

“Ancora una volta la normativa del settore enologico si dimostra all’avanguardia rispetto agli altri comparti dell’agroalimentare – conclude Massimo Fiorio –: viene infatti introdotto il ‘ravvedimento operoso’ che permetterà la regolarizzazione di irregolarità, beneficiando della riduzione delle sanzioni; mentre il vino ed i territori viticoli entreranno a far parte del patrimonio naturale, culturale, gastronomico e paesaggistico italiano”.

17/03/2016 - 13:38

La Camera approva la legge contro gli sprechi

“Finalmente anche l’Italia ha una legge contro gli sprechi, ci auguriamo che il Senato possa approvare definitivamente il testo in breve tempo”: è quanto dichiarano i deputati Pd Maria Chiara Gadda e Massimo Fiorio promotori del provvedimento licenziato oggi, giovedì 17 marzo, dall’Aula di Montecitorio.

“Con questa legge, che nasce dalla volontà di incentivare le tante esperienze e buone pratiche in questo settore già attive in Italia da anni, vengono introdotti per la prima volta nel nostro ordinamento i concetti di ‘spreco’ ed ‘eccedenza alimentare’ coniugati con due parole d’ordine imprescindibili: tracciabilità e sicurezza igienico sanitaria dei prodotti donati. Si tratta di un passaggio culturale e normativo di grande rilievo che semplificherà e sburocratizzerà la donazione”.

“Il testo – concludono i deputati Pd –, che è stato arricchito dal lavoro in Commissione, fa chiarezza inoltre fra la data di scadenza ed il temine minimo di conservazione, dispone che alcuni alimenti base, come il pane, possano essere donati nelle 24 ore successive alla produzione ed estende l’applicazione delle norme anche ad alcune tipologie di farmaci verso quelle associazioni che prevedono la presenza di personale sanitario”.

 

11/03/2016 - 15:06

Provvedimento atteso che rafforza la vocazione sociale dell’agricoltura”

 “L’Aula di Montecitorio discuterà lunedì prossimo la legge contro gli sprechi alimentari, finalmente anche l’Italia avrà un provvedimento per riutilizzare e redistribuire le eccedenze responsabilizzando i consumi”. E’ quanto dichiara il deputato Pd Massimo Fiorio, vicepresidente commissione Agricoltura.

“Con il nuovo testo approvato dalla Commissione competente – spiega - viene rafforzata la vocazione sociale dell’agricoltura. Sono infatti presenti norme che permettono la cessione gratuita delle eccedenze alimentari ai fini di solidarietà sociale anche attraverso la raccolta diretta nei campi di coltivazione e che dispongono la cessione gratuita dei prodotti alimentari confiscati idonei al consumo”.

“Con la legge contro gli sprechi – conclude Massimo Fiorio – viene inoltre istituzionalizzato il Tavolo sulle indigenze ed implementato e stabilizzato il Fondo nazionale per la distribuzione delle derrate alimentari alle persone indigenti”.

23/02/2016 - 18:31

Sull’annuncio di De Castro: “Il buon senso sta prevalendo sulle logiche del profitto”

“Sembra che finalmente il buon senso stia prevalendo sulle logiche del profitto”: è quanto dichiara Massimo Fiorio, deputato Pd e vicepresidente della Commissione Agricoltura di Montecitorio sull’annuncio di Paolo De Castro, coordinatore per il Gruppo dei Socialisti e Democratici della Commissione Agricoltura dell'Europarlamento, rispetto alla volontà dell’Ue di evitare la liberalizzazioni dei nomi dei vitigni nelle etichette.

“Viene così scongiurato – conclude il deputato del Partito Democratico - un provvedimento scellerato, già oggetto di miei atti parlamentari, che avrebbe tolto ogni tutela ai vini identitari e penalizzato i produttori portando sulle tavole di tutto il mondo prodotti ingannevoli come il “lambrusco spagnolo” o la “vernaccia bulgara. Il governo italiano continui a monitorare la situazione per scongiurare ripensamenti”.

19/12/2015 - 18:11

“Da oggi l’agricoltura italiana potrà dare il suo contributo nella lotta alla povertà”. Lo dichiarano Massimo Fiorio, vice-presidente della Commissione Agricoltura della Camera, e Nicodemo Oliverio, capogruppo Pd della medesima Commissione, per commentare l’approvazione dell’emendamento alla legge di Stabilità che finanzia il Fondo per la distribuzione delle derrate alimentari alle persone indigenti.

“Con la stabilizzazione del fondo, l’agricoltura italiana avrà un ruolo attivo nell’alleviare le difficoltà alimentari di molte famiglie. Si tratta di un’importante assunzione di responsabilità, che esprime la vocazione sociale e solidaristica tipica della parte migliore della nostra tradizione agricola”, concludono Massimo Fiorio e Nicodemo Oliverio.

04/11/2015 - 18:01

“Ringraziamo il ministro Martina che oggi in aula ha ribadito la forte attenzione del governo verso il settore lattiero caseario, uno dei settori più importanti della nostra agricoltura” Lo ha detto il vicepresidente della commissione Agricoltura Massimo Fiorio in risposta all’intervento del ministro dell’Agricoltura alla sua interrogazione, cofirmata anche da numerosi deputati Pd tra cui Marco Carra e Nicodemo Oliverio, dove si chiedevano iniziative, oltre quelle già intraprese, a sostegno del settore lattiero caseario, che versa da oltre dieci anni in un grave stato di crisi che ha causato la scomparsa di 66.000 stalle italiane.

Il ministro Martina ha confermato la sua “totale attenzione al settore lattiero caseario, settore – ha precisato - con numerosi nodi irrisolti da troppi anni. Numerosi gli interventi che abbiamo già attuato, dal decreto legge 51, in materia di rilancio dei settori agricoli in crisi, alle norme previste nella legge di stabilità, come la cancellazione di Irap e Imu per le imprese agricole, all’accesso alla rateizzazione delle multe per le quote latte di altre 1600 aziende. Un fatto assolutamente nuovo – ha aggiunto Martina - l’accordo con Francia Spagna e Portogallo per l’introduzione di norme che evidenzino l’origine del prodotto. E ancora – ha concluso – abbiamo inviato una lettera ad Assolate e alle maggiori industrie, dove abbiamo chiesto scelte imprenditoriali che proteggano il nostro made in Italy”.

 

Pagine