23/02/2018 - 18:51

“Con il caso Caiata, indagato per riciclaggio, prosegue la farsa di Di Maio sulle fantomatiche esclusioni dal M5s. Esclusioni da cosa? Caiata sarà eletto in Parlamento perché è e resta il capolista grillino a Potenza. Tra l’altro Caiata era indagato dal 2016: dov’è allora il tanto sbandierato controllo sulle liste sempre affermato dal capo politico del movimento? Se avessero un briciolo di coerenza dovrebbero dire ai loro elettori di non votare la lista M5s nei collegi dove sono in lista gli impresentabili pentastellati: i truffatori di rimborsi e scontrini, i massoni, i No Vax, gli amici del Clan Spada. Ma la coerenza sembra non essere di casa alla Casaleggio Associati”.

Così Silvia Fregolent, vicepresidente dei deputati Pd e candidata alla Camera dei deputati nel collegio di Torino-Collegno.

23/02/2018 - 11:10

“Aumenteremo le tutele, i diritti e gli incentivi per i professionisti titolari delle partite Iva, proseguendo il lavoro svolto in questi cinque anni di governo”: è quanto dichiara Silvia Fregolent, vicepresidente dei deputati Pd e candidata alla Camera dei deputati nel collegio di Torino-Collegno.

“Nei prossimi anni - spiega Silvia Fregolent - continueremo a sostenere una categoria di professionisti che rappresenta una risorsa per il nostro paese: estenderemo la misura degli 80 euro anche alle partite Iva e agli autonomi fino ai 26.000 euro lordi; aboliremo l’anomalia tutta italiana della doppia tassazione sui contributi pagati dai professionisti; consentiremo ai lavoratori autonomi in difficoltà di poter accedere agli ammortizzatori sociali; incentiveremo la specializzazione e l’aggregazione professionale; vigileremo affinché le norme sull’equo compenso vengano rispettate; ridurremo ulteriormente il periodo di incasso delle fatture, anche attraverso l’abbattimento dei tempi della giustizia con l’estensione del rito del lavoro”.

“Nel corso della Legislatura - aggiunge la deputata Dem - sono state approvate leggi per difendere i diritti e le tutele di questi lavoratori: è stata ridotta l’aliquota contributiva Inps di 8 punti, introdotte maggiori tutele nelle transazioni commerciali e contro i ritardi nei pagamenti; aumentato il tetto delle spese deducibili. E’ stato inoltre permesso alle partite Iva di poter accedere agli appalti pubblici ed ai finanziamenti europei; è stata erogata l’indennità di maternità anche alle professioniste autonome che continuano a lavorare ed è stato esteso l’equo compenso nei rapporti con le banche, le compagnie di assicurazione e la Pubblica Amministrazione. Allo stesso tempo - conclude la vicepresidente dei deputati Pd - sono state arginate le ‘false’ partite Iva cercando di ricondurle alla disciplina del lavoro subordinato”.

22/02/2018 - 11:14

“Anche i dati Istat sul fatturato dell’industria nel 2017, dopo quelli sul Pil, certificano che l’Italia è uscita dalla crisi e che la ripresa economica è una realtà. Si tratta di un risultato delle riforme dei governi del Pd che in questi anni hanno varato riforme per sostenere le imprese e le famiglie e favorire il rilancio della economia. Dobbiamo proseguire su questa strada. Il Paese non si può permettere di affidarsi ad avventurieri e incompetenti”.

Lo ha detto Silvia Fregolent, vicepresidente dei deputati Pd.

14/02/2018 - 20:11

“Bersani che si scaglia contro la riforma elettorale che ha raccolto il maggior numero di voti della storia delle aule parlamentari lascia sconcertati. Dispiace ricordare che proprio anche grazie a lui ci siamo tenuti il porcellum anche quando poteva essere superato. Quello che Bersani non ha mai spiegato però  è come saremmo potuti uscire dall’impasse senza un ampio accordo. Ma, si sa, è più facile fare il battutista che affrontare i problemi politici che si hanno di fronte, come invece ha fatto Rosato”.

Lo dichiara la vice capogruppo Pd alla Camera Silvia Fregolent.

14/02/2018 - 11:18

I dati Istat di oggi certificano che l'economia italiana non cresceva a ritmi così alti dal 2010. Se la stima diffusa dall'Istituto di Statica sarà confermata anche a marzo, il Pil del quarto trimestre del 2017, pari a +1,6% su base annua, sarebbe il dato più alto negli ultimi sette anni. Questo ci conferma che la strada intrapresa con le riforme fatte dai governi Renzi e Gentiloni è quella giusta. Adesso si tratta di proseguire il lavoro iniziato per consolidare la ripresa economica in atto in Italia.

Lo dice Silvia Fregolent, vicepresidente del gruppo Pd alla Camera.

12/02/2018 - 16:27

“Quando diciamo che questo centrodestra a trazione Lega è molto pericoloso, lo facciamo a ragion veduta. L’annuncio di Berlusconi di voler cancellare la legge sulle Unioni civili dimostra tutta la sua subalternità. Altro che Forza Italia partito dei moderati in grado di contrastare le parole in libertà di Salvini e Meloni. Oggi sui diritti civili, ieri sulla sicurezza, l’altro ieri sui migranti, ci troviamo di fronte al concreto rischio di un Paese a rischio regressione culturale, etica e morale. Si vogliono azzerare importanti traguardi raggiunti in Parlamento grazie al grande impegno del Partito democratico e delle forze del centrosinistra”.

Così la deputata Dem Silvia Fregolent, vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera e candidata alle elezioni politiche del 4 marzo 2018.

10/02/2018 - 14:25

"Il direttore del museo Egizio di Torino, Christian Greco, ha dato una grande lezione di civiltà, dignità e civismo a Giorgia Meloni, a Fratelli d’Italia e a chiunque continui ad utilizzare strumentalmente qualunque pretesto per alimentare l'intolleranza. La promozione della cultura è un valore universale; se si dimentica questo si torna a bruciare i libri". Lo dichiara Silvia Fregolent, vice presidente dei deputati Pd e candidata alla Camera nel collegio Torino - Collegno, a proposito della polemica scatenata da Fratelli d’Italia contro l’iniziativa promozionale del museo di vendere biglietti agevolati per le coppie arabe.

09/02/2018 - 12:42

 “Lo scandalo rimborsi è un caso da manuale di insabbiamento a cinque stelle. Da giorni erano a conoscenza dell’inchiesta delle Iene che ha svelato non sappiamo ancora bene quali magagne dietro ai comportamenti degli ex capigruppo Cecconi e Martelli sui rimborsi della Camera.
Domenica scorsa hanno scritto sul loro blog che era stato tutto risolto. Poi hanno fatto sparire i due candidati: cancellati i profili facebook, allontanati dalla campagna, cellulari spenti. Un modo un po’ singolare di procedere, visto che i due sono candidati con seggio blindato: pensavano di arrivare al 4 marzo così? Dopo che i quotidiani e il Partito democratico hanno sollevato il caso, dopo 3 giorni di sparizione, hanno dovuto ammettere che i problemi non erano stati risolti. Hanno lanciato la solita bufala del ritiro della candidatura, procedura inesistente inventata da Di Maio, dicendo ancora una volta che ora tutto era rientrato. Di Maio si è detto addirittura orgoglioso dei suoi due deputati, peraltro due fedelissimi proprio della sua corrente.  Ma l’orgoglio è durato una sola notte. Ora il Movimento 5 stelle dice che vorrebbe espellerli. Sarebbe il colmo: prima li paracadutano in Parlamento con un seggio blindato e poi sperano di lavarsene le mani. Così Cecconi e Martelli resteranno col loro seggio blindato alla Camera, pagati dagli italiani”. Così Silvia Fregolent, vicepresidente Gruppo Pd.

08/02/2018 - 14:47

"Ringraziamo il governo e  il ministro Carlo Calenda per il lavoro che sta svolgendo per salvaguardare i dipendenti di Embraco, un polo produttivo di qualità riconosciuta che non può essere ulteriormente penalizzato". E quanto dichiara Silvia Fregolent, vice presidente dei deputati Pd e candidata alla Camera nel collegio di Torino - Collegno, già prima firmataria su questa problematica di una interrogazione parlamentare.

"Questo è il nostro metodo per cercare di risolvere le crisi aziendali. il Partito Democratico non ha bisogno di presentarsi fuori dai cancelli offendendo gli italiani, sciacallando selfie e – conclude Fregolent -  strumentalizzando in malafede chi rivendica il diritto al lavoro".

07/02/2018 - 14:57

“Perché non si indignano anche per Carelli e Paragone?”

“I continui attacchi del Movimento 5 stelle a Tommaso Cerno e a Repubblica sono penosi e vergognosi, a maggior ragione dopo che il giornalista è stato oggetto di nuove minacce di morte sui social. Attaccano Cerno per essersi candidato con il Pd, come se non avesse il diritto di esprimere liberamente le proprie idee. E allora perché non si indignano anche per Paragone? Seguendo il loro ragionamento, allora dovremmo considerare La7 una rete pro M5s perché un suo conduttore di punta si è candidato con nelle liste M5s? E lo stesso dovrebbe valere per Italia 1, dopo la candidatura di Giarrusso, o per Skytg24, dopo la candidatura di Carelli, entrambi con M5s”.

Così la deputata Dem Silvia Fregolent, vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera.

 

07/02/2018 - 09:23

“In Francia si dimettono ministri per il caso dei rimborsi degli assistenti del Parlamento europeo, aspettiamo che gli esponenti M5S oggetto di analoga vicenda siano coerenti con questa scelta: dicano la verità e si dimettano”.

Lo dichiara la vice presidente del Gruppo Pd alla Camera, Silvia Fregolent.

31/01/2018 - 11:30

“I dati Istat sulla disoccupazione giovanile, che scende ai livelli più bassi registrati dal gennaio 2012, sono molto positivi e confermano l’efficacia delle riforme varate nella legislatura appena conclusa. Il nostro impegno adesso si concentra sul consolidamento della ripresa e su una maggiore qualità del lavoro, che finalmente torna a crescere. Le promesse irrealizzabili le lasciamo agli incompetenti e agli arruffapopolo”.

Lo ha detto Silvia Fregolent, vicepresidente del gruppo Pd alla Camera.

30/01/2018 - 15:23

“Salvini minaccia querele: vuole denunciare la Procura di Genova? Sono i magistrati liguri a indagare la Lega per riciclaggio dei milioni di euro dei rimborsi truffa. Spieghi dove sono finiti quei soldi, se ne è capace. E spieghi chi finanzia ‘Noi con Salvini’”.

Così la deputata Dem Silvia Fregolent, vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera, sul suo profilo Twitter

25/01/2018 - 16:06

“Condividiamo le parole del Capo dello Stato pronunciate oggi al Quirinale in occasione delle celebrazioni della Giornata della memoria, tenere vivo il ricordo significa tenere vigili gli animi perché i focolai di odio, di intolleranza, di razzismo non prendano mai più il sopravvento, e il senso civico impedisca il riproporsi dei fantasmi del passato”. Lo dichiarano Maurizio Bernardo e Silvia Fregolent, deputati del Partito Democratico e, rispettivamente, presidente e vice-presidente dell’Associazione interparlamentare di amicizia Italia-Israele.

“La nostra democrazia è matura e possiede ogni necessario antidoto contro tutte le forme di discriminazione, ma coltivare il ricordo e tramandarlo, contribuirà a relegare nel passato la macchia indelebile dell’antisemitismo e delle infamanti leggi razziali”, concludono.

18/01/2018 - 10:37

 

Oggi, giovedì 18 gennaio, ore 14:30 conferenza stampa su 'Più diritti per le donne, per le madri e per i padri'

Sala delle conferenze  - Camera dei Deputati Via della Missione 4, con Titti Di Salvo, dipartimento Mamme del Partito Democratico e

Silvia Fregolent, dipartimento Pari Opportunità del Partito Democratico.

 
 

 

Pagine