02/10/2017 - 12:05

“Ripetuti scontri fra teppisti e Forze dell'ordine, feriti gravi tra gli agenti e arresti tra cui un leader del centro sociale Askatasuna con negozianti e associazioni di quartiere in allarme in una città sotto assedio per tre giorni che ha perso l'ennesima occasione per mostrare le sue ricchezze al mondo: questo è purtroppo il drammatico bilancio del G7 di Torino”: è quanto dichiara Silvia Fregolent, vicepresidente dei deputati Pd.

“La sindaca Chiara Appendino, che ha il coraggio di dichiarare che la città è uscita indenne dal vertice, dimostra la stessa disonestà intellettuale avuta dopo la tragedia del 3 giugno e la spregiudicatezza di chi nel suo stesso partito, per un pugno di voti, ha incitato alla violenza e continua a difendere i criminali arrestati. È inutile che Di Maio affermi che il movimento è pacifico: le parole dei suoi valgono di più delle sue bugie”.

02/10/2017 - 11:11

“Aumentano gli occupati, +978mila dal 2014, con un nuovo record in particolare per i nuovi posti di lavoro per le donne; mentre allo stesso tempo continua a diminuire la disoccupazione, soprattutto tra i giovani tra i 14 e i 24 anni. Non si tratta della propaganda del governo o del Pd, non ci troviamo di fronte al solito programma di buone intenzioni e propositi, sono i dati concreti ed oggettivi riferiti all’osto scorso e diffusi oggi dall’Istat. Naturalmente ora le opposizioni si accapiglieranno nel tentare di nascondere o smentire queste cifre, si affanneranno nei ‘però’ e i ‘ma’, e già sentiamo lo stridore delle unghie sugli specchi. Una cosa è però certa ed ormai consolidata: abbiamo preso in mano questo Paese con tutti gli indicatori macroeconomici in segno negativo e lo abbiamo accompagnato prima fuori dalla crisi ed ora posto in cammino con tassi di crescita sempre migliori. E’ il frutto delle nostre riforme, dal Jobs Act ad Industria 4.0, un percorso che proseguirà con ancora maggiore determinazione nella prossima Legge di Bilancio”.

Così la deputata Dem Silvia Fregolent, vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera.

27/09/2017 - 15:30

“La doppia morale del M5S sta portando discredito su Torino e compromette ogni possibilità di credibilità e sviluppo per la nostra città. Dalla Tav ai vaccini, dalla realizzazione di infrastrutture necessarie come la Metro 2 agli scontri della ‘malamovida’, per finire addirittura con il G7, i grillini hanno tenuto un comportamento ambiguo indegno per le istituzioni. In ogni occasione esponenti di giunta e consiglio comunale hanno promosso posizioni intransigenti e radicali, incitando i cittadini al non rispetto delle regole e dando così una copertura politica ad estremismi pericolosi; mentre i tardivi e deboli interventi della sindaca Appendino non fanno che sottolineare le gravi ed evidenti contraddizioni dell’amministrazione comunale. L’annullamento della cena di gala organizzata per illustrare le eccellenze del territorio alla stampa estera al seguito del G7, gli appelli dei comitati di quartiere per revocare il corteo di sabato, sono gli ultimi elementi di una situazione ad alto rischio alimentata, peraltro, dalle offese alle delegazioni ed ai ministri da parte del vicesindaco Montanari”.

Lo dichiara la deputata Dem Silvia Fregolent, vicepresidente del Gruppo Pd.

27/09/2017 - 13:47

“La lotta alla violenza contro le donne non può limitarsi a provvedimenti di tutela o inasprimenti di pene, ma deve partire da un cambio culturale e di rimozione degli stereotipi di genere, a partire dall’eliminazione delle discriminazioni linguistiche”.

- lo dichiarano le vicepresidenti dei deputati del Partito Democratico Titti Di Salvo, prima firmataria della proposta di legge sulle “discriminazioni linguistiche negli atti normativi e amministrativi.  Delega al governo per la revisione linguistica della legislazione relativa alla violenza di genere”, e Silvia Fregolent. –

“È attraverso il linguaggio che rappresentiamo l’idea di società e di valori, per questo, ora più che mai, non possiamo più permetterci di utilizzare un linguaggio che cancelli il genere femminile. Il neutro maschile, troppo usato nella lingua italiana, di fatto – spiegano le deputate Dem - rende invisibili le donne e i rapporti specificamente femminili. Il linguaggio influenza i livelli di coscienza e consapevolezza critica rispetto al contesto sociale”.

“Prevedere una revisione del linguaggio amministrativo e culturale è un passo importante per cambiare alla radice la percezione dei rapporti tra uomo e donna, e – concludono Di Salvo e Fregolent - non possiamo che iniziare proprio dalla revisione linguistica della legislazione relativa alla violenza di genere”. 

27/09/2017 - 13:45

“Torino perde anche ‘Prix Italia’, l’evento internazionale promosso dalla Rai per valorizzare programmi radio, tv e internet di qualità che si terrà a Milano dal 29 settembre al 1 ottobre. La manifestazione, svolta a Torino consecutivamente dal 2009 al 2015, nel 2016 fu organizzata a Lampedusa per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dei migranti con l’assicurazione dell’amministrazione comunale e della Rai che l’evento sarebbe tornato dal 2017 nel capoluogo piemontese. Ancora una volta il M5S riesce a farsi sfuggire una manifestazione di rilievo anche grazie alle scelte incomprensibili della televisione di Stato che preferisce spendere per appaltare eventi in spazi esterni invece di utilizzare e valorizzare strutture come quelle presenti a Torino”.

È quanto dichiara Silvia Fregolent, vicepresidente dei deputati Pd.

20/09/2017 - 16:31

"Dobbiamo fare fronte alla sequenza ininterrotta di violenza maschile nel  confronti delle donne che le cronache ci riportano quotidianamente. Da un lato bisogna proseguire con determinazione nelle scelte che in questi anni e in questa legislatura sono state  prese, dall'altro dare seguito all'appello della Presidente della Camera perché prima  della fine della legislatura si varino misure per aumentare le tutele nei confronti delle donne e le misure interdittive nei confronti degli uomini violenti, appello che va proprio in questa direzione e noi lo sosteniamo con convinzione”.

Lo dichiarano Silvia Fregolent e Titti Disalvo vicepresidenti delle deputate e dei deputati del Partito Democratico al termine della riunione dell’intergruppo delle donne alla Camera.

19/09/2017 - 17:24

"Chiara Appendino scherza sulla gara di rutti mentre Torino si presenta al mondo come una città insicura, in cui il G7, invece di rappresentare un’occasione di visibilità e prestigio, diviene un momento di paura e tensione”. Lo scrive su Facebook Silvia Fregolent, vice-presidente del gruppo Pd alla Camera.

“Anche se la sindaca – continua - ha preso, tardivamente, le distanze dai manichini di Renzi e Poletti decapitati davanti alla Reggia di Venaria, esponenti della sua giunta e consiglieri comunali del M5S criticano da tempo il summit e annunciano di partecipare alle manifestazioni di protesta previste in città”.

“Ai grillini manca la cultura di governo e il rispetto per le istituzioni”, conclude.

19/09/2017 - 11:04

“Quelle a cinque stelle di Di Maio contro le comparse sarebbero primarie vere. Quelle del Pd con milioni persone in carne e ossa che scelgono personalità, idee, programmi, sarebbero false. Non sapendo come giustificare le sue primarie-farsa, il povero Grillo più che nel comico cade nel ridicolo”.

Lo dichiara la vice capogruppo Pd alla Camera, Silvia Fregolent.

18/09/2017 - 17:16

“Sono necessari interventi per rendere il sistema universitario pubblico maggiormente competitivo, per contrastare la riduzione di iscritti e laureati e per valorizzare la ricerca e l’attività dei docenti”. Lo dichiarano i parlamentari del Pd, tra cui i deputati Silvia Fregolent, Paola Bragantini, Andrea Giorgis e Anna Rossomando, a seguito dell’incontro che si è svolto oggi, lunedì 18 settembre, presso il Politecnico di Torino, con i professori impegnati nella mobilitazione di protesta e con gli studenti radunati in assemblea.

“Quello di oggi – continuano - è stato un momento di confronto ampio e costruttivo. Porteremo le istanze raccolte alla Ministra del Miur Valeria Fedeli. L’Università deve essere un luogo vitale, di formazione e di diritto allo studio, capace al tempo stesso di produrre ricerca. Occorrono maggiori incentivi e sgravi per incoraggiare l’iscrizione degli studenti ed un provvedimento che sblocchi gli scatti stipendiali dei docenti, unico comparto della pubblica amministrazione a non essere stato adeguato dal 2015. Vanno inoltre garantite agli atenei procedure amministrative più semplici e non completamente centralizzate soprattutto per l’acquisto di strumenti e macchinari. 

“E’ altrettanto necessario contrastare il precariato ancora troppo diffuso tra i professori universitari ed investire maggiormente nella ricerca: è soprattutto con queste misure che l’Italia può prevenire la fuga di cervelli”, concludono.

15/09/2017 - 17:37

“Dalle manette ai guanti bianchi il passo è breve, ma solo se l’indagine della magistratura riguarda gli esponenti del movimento 5 stelle. Dal sacro blog arrivano le nuove regole per il candidato premier eletto dalla rete, che vedono ammettere alla candidatura anche chi è sottoposto a indagini o procedimenti penali, purché ne spieghi il motivo”.

- lo dichiara Silvia Fregolent, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico -

“Fa piacere che anche il movimento dei duri e puri prenda atto che siamo in uno stato di diritto. Spiace, invece, che questa consapevolezza arrivi solo dopo anni di fango gettato su tutti e – sottolinea la deputata Dem - dopo numerosi procedimenti avviati nei confronti degli esponenti pentastellati. Così, con le indagini per abuso d’ufficio, bancarotta, falso in bilancio, voto di scambio, rimborsopoli, firme false e gli arresti per rapina e sequestro di persona che li hanno riguardati, il m5s mette in cantina il giustizialismo cieco e sordo”.

“Ad essere maliziosi viene da chiedersi se, dopo la modifica del codice etico che sottolineava che l’avviso di garanzia non comportava automaticamente una valutazione di gravità, il passaggio sulle regole delle candidature a premier non sia cucito addosso proprio al vicepresidente della Camera, già  indagato. Ma – conclude Fregolent - a pensar male si fa peccato”.

15/09/2017 - 11:52

“E’ necessario individuare in tempi brevi una soluzione per assicurare la continuità didattica degli atenei di Torino e raggiungere un accordo che tenga conto delle richieste dei professori e delle necessità degli studenti. Per questo motivo una delegazione di parlamentari del Partito Democratico incontrerà lunedì prossimo, 19 settembre, i docenti impegnati nella mobilitazione al fine di perseguire ogni strada possibile, coinvolgendo direttamente anche la Ministra del Miur Valeria Fedeli, per comprendere gli elementi della protesta, per valorizzare le eccellenze universitarie del nostro paese e per promuovere sempre di più una università pubblica inclusiva ed efficiente”: E’ quanto dichiara in una nota Silvia Fregolent, vicepresidente dei Deputati Pd.

11/09/2017 - 18:31

“L’evacuazione e la riqualificazione delle palazzine Ex-Moi di Torino rappresentano un obiettivo necessario per far rispettare la legalità e la sicurezza pubblica. L’incontro che abbiamo avuto oggi con il Prefetto e il Project Management, indicato dal Protocollo d’Intesa tra Istituzioni e Compagnia di San Paolo, testimonia l’ampia volontà del Ministero dell’Interno e degli enti territoriali di risolvere il problema. Il governo ha infatti stanziato allo scopo 1,5 milioni di euro. E’ necessario che questa iniziativa riesca dove fino ad ora hanno fallito il M5s e la sindaca Chiara Appendino che, dopo le promesse elettorali, stanno posticipando la soluzione di una situazione per i cittadini ormai insostenibile”.

Così in una nota congiunta i parlamentari Pd Silvia Fregolent, Stefano Lepri, Paola Bragantini, Mauro Marino e Davide Mattiello.

11/09/2017 - 16:42

“Siamo sconcertati dal comportamento di un sindaco che dopo 15 mesi di fallimenti, promesse e demagogia ha addirittura il coraggio di rivendicare risultati che Torino ha ottenuto soltanto grazie al governo: mi riferisco ai finanziamenti per riqualificare le periferie, all'intervento del Ministro Delrio per realizzare la Metro 2 e all'impegno del Ministro Minniti per la legalità, i campi rom e le palazzine Ex-Moi per la cui evacuazione sono stati stanziati 1 milione e 500 mila euro. Fatti concreti che fanno emergere ancora una volta l’inconsistenza e l’incapacità dei grillini”. Lo dichiara Silvia Fregolent, vice presidente del gruppo Pd alla Camera.

“Degrado, incuria ed insicurezza stanno distruggendo l'immagine della città ma Chiara Appendino e il M5S riescono soltanto a promettere di bloccare la Tav, mettendo a rischio migliaia di posti di lavoro, nuove infrastrutture e miliardi di euro delle opere di compensazione previste per il territorio”, conclude.

11/09/2017 - 10:55

“Un balzo in avanti della produzione industriale del 4,4% in un anno. L’Istat registra a luglio una crescita importante, una sequenza positiva che ormai si sussegue in maniera continua dall’agosto del 2016. A far da traino sono settori economici qualificanti: beni strumentali (+5,9%), beni di consumo (+4,1%), intermedi (+3,5%), energia (+3,3%). Sono questi gli esiti concreti e positivi dei Mille Giorni di Renzi i cui effetti stanno proseguendo oggi con il governo Gentiloni. Si tratta di risultati veri, che ci permettono di guardare con ottimismo al futuro. Gli strumenti messi in campo con le riforme volute dal Pd, dal Jobs Act a Industria 4.0, hanno rimesso in cammino il Paese. Continueremo con impegno per costruire un’Italia sempre più giusta e competitiva”.

Così la Vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera, Silvia Fregolent.

01/09/2017 - 12:11

“Le riforme del Governo dei ‘Mille Giorni’ di Matteo Renzi e poi proseguite con quello Gentiloni stanno facendo ripartire il nostro Paese. L’Istat segnala una crescita tendenziale del Pil al massimo da sei anni al pari dell’indice Pmi Market. Segnale fondamentale considerando la composizione del nostro tessuto produttivo. I governi Pd sono intervenuti con le misure giuste nei settori giusti. Stiamo lasciandoci alle spalle una fase durissima determinata da una crisi internazionale profondissima e da una gestione politica nel periodo 2008-2011 a dir poco disastrosa. Ora si tratta di consolidare la ripresa proseguendo sul sentiero delle riforme. Interventi come industria 4.0, il decreto Sud consentiranno di conseguire ulteriori importanti risultati”.
Così la Vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera, Silvia Fregolent.

Pagine