15/01/2015 - 14:46

Europa non può solo chiedere, deve cominciare a dare

“Non possiamo che valutare favorevolmente l’apprezzamento del vicepresidente Katanein in merito alle riforme compiute dall’Italia – lo dichiara Silvia Fregolent, vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera dei Deputati, commentando le parole di Jyrki Katainen, vicepresidente della Commissione europea, durante l’audizione davanti alle Commissioni riunite di Camera e Senato”.

“Il semestre europeo è stato per l’Italia l’occasione per perseguire un rinnovamento della politica europea, con l’adozione di misure concrete per rilanciare la crescita e l’occupazione e – spiega la deputata Pd - per alleviare l’impatto sociale della crisi. Apprezziamo, dunque, le aperture e il contributo attivo proveniente dalla Commissione europea, ma il nostro compito sarà quello di continuare a incalzare l’Europa, affinché vengano sanate le numerose criticità ancora presenti”.

“La situazione economica mondiale dimostra che la ripresa è iniziata e tutti i Paesi sono in crescita, tranne quelli europei. Anche la Germania, considerata a buon titolo la locomotiva d’Europa, mostra una accelerazione, ma la sua economia non cresce quanto quella Usa. Ora è necessario rilanciare l’economia a livello globale, perché – conclude Fregolent - l’Europa non può solo chiedere, ma deve cominciare a dare”.

 

16/12/2014 - 17:48

“I dati resi noti oggi dall’Istat sull’export portano non una ma due buone notizie: dimostrano la bontà e l’importanza del lavoro svolto sul Made in Italy, e sono un’importante conferma sulla competitività delle nostre imprese”. Lo dichiara Silvia Fregolent, vicepresidente del gruppo Pd alla Camera.

“Il fatto che, a ottobre, – spiega Fregolent – le nostre esportazioni siano aumentate di 2,9 punti percentuali rispetto all’anno precedente è un segnale decisamente positivo. Ci rassicura sulla forza e la tenuta del sistema produttivo italiano. I dati attestano, infatti, non solo che esso è riuscito a metabolizzare e compensare l’impatto della crisi ucraina ma fa persino intravedere dei segnali di rilancio”.

“Nei dati dell’Istat – prosegue Fregolent - possiamo trovare una riprova della bontà del lavoro svolto da governo e Parlamento sul Made in Italy e anche un motivo di ottimismo, dal momento che restano, con i nodi ancora da affrontare, ulteriori occasioni e margini di miglioramento”.

“Per risollevare la situazione economica complessiva dobbiamo riuscire a ridare forza anche ai consumi interni - e il governo e il Pd stanno facendo di tutto perché questo avvenga. Ma i segnali che oggi vengono dall’export ci dicono con chiarezza che la strada imboccata è quella giusta”, conclude la vicepresidente del gruppo Pd alla Camera.

 

29/11/2014 - 19:25

La più grande riduzione delle tasse mai fatta nella storia della Repubblica. Stiamo per approvare una legge di stabilità di 36 miliardi di euro, di cui 18 sono interventi per ridurre la pressione fiscale per i cittadini, le famiglie e le imprese. Dopo cinque anni di crisi, è necessario puntare sulla crescita con misure mirate: la conferma del bonus di 80 euro, l’anticipo del Tfr su base volontaria, gli aiuti alle famiglie con il bonus bebé e il fondo per i nuclei più numerosi.

Ma non ci può essere crescita senza lavoro. Per questo abbiamo reso più vantaggioso assumere a tempo indeterminato attraverso la totale decontribuzione per i nuovi assunti e l’esclusione della voce lavoro dall’Irap. Inoltre, abbiamo garantito finanziamenti agevolati per gli investimenti in macchinari, un piano straordinario per la promozione del made in Italy, la conferma degli ecobonus: tutte misure che creano centinaia di posti di lavoro.

Il governo Renzi ha difeso a testa alta in Europa questa legge di stabilità che, per la prima volta dopo tanti anni, è espansiva e ha superato un esame per nulla scontato. L’obiettivo che ci siamo posti è di rimettere in circolo l’elemento essenziale per far ripartire il nostro Paese: la fiducia degli Italiani.

Lo afferma Silvia Fregolent, vicepresidente del Gruppo Pd della Camera, dichiarando il voto favorevole alla fiducia chiesta dal governo sulla legge di stabilità.

 

25/11/2014 - 16:23

Ora investire in prevenzione ed educazione

“Nel giorno in cui si riflette sul tema della violenza contro le donne abbiamo bisogno di azioni concrete e oggi possiamo dirci soddisfatti perché abbiamo la certezza che entro gennaio sarà emanato il piano antiviolenza e che per il 2015 verranno stanziati 19 milioni e 100 mila euro per il finanziamento delle strutture, come i centri e le case rifugio, che sul territorio sono in grado di compiere azioni tangibili in aiuto alle donne che hanno subito maltrattamenti.

- Lo ha dichiarato Silvia Fregolent, deputata del Partito Democratico, intervenendo in Aula -

“Sono questi i provvedimenti che rendono realizzabili i principi della Convenzione di Istanbul per la prevenzione e il contrasto alla violenza femminile, che il Parlamento italiano, primo fra tutti, ha approvato nel giugno del 2013.

Molte cose sono state fatte, ma molte altre si possono ancora fare, soprattutto sul tema della prevenzione: per sconfiggere radicalmente la cultura della violenza e delle discriminazioni di genere – sottolinea la deputata Pd - si deve investire sull’educazione, su un’effettiva parità culturale e sull’esempio delle eccellenze femminili troppo spesso rimaste nell’ombra.

Oggi la migliore risposta a chi ancora cerca di gettare discredito sulle donne e sulle capacità femminili – conclude Fregolent - la dà Samanta Cristoforetti, divenuta per tutte e tutti il simbolo dell’Italia migliore”.

 

07/11/2014 - 20:03

“Nei grillini l’amore per il complotto vince su tutto. Le strampalate e contradditorie teorie pubblicate oggi sul blog di Grillo sul ministro Gentiloni sono ridicole patacche”. Lo dichiara la deputata del Partito Democratico Silvia Fregolent.

“Al M5S – spiega Fregolent – non bastano le incontestabili competenze, l’esperienza, gli universali attestati di stima ricevuti dal ministro Gentiloni. Pur di evocare un qualche complotto, il blog di Grillo sfida il buon senso e si avventura in ricostruzioni quasi difficili da comprendere, tanto sono astruse”.

“Pensavamo che con gli ultimi passaggi parlamentari i grillini avessero cominciato a scongelarsi e, abbandonato il loro isolamento, si fossero decisi a dare finalmente il loro contributo per far uscire il Paese dalla crisi. Evidentemente, ci sbagliavamo”, conclude la deputata democratica. 

 

01/10/2014 - 15:22

“Apprezziamo la puntualità dell’informativa della ministra Guidi in merito alle conseguenze delle sanzioni imposte alla Russia, una scelta che l’Italia ha condiviso con l’intera Europa”. “Riteniamo che sia stata una scelta necessaria, perché democrazia e diritti non sono mai derogabili e occorre sostenere l’Ucraina nel suo percorso di indipendenza e sovranità”. “Tuttavia le sanzioni sono assai pesanti per la nostra economia: l’Italia è, insieme alla Germania, il principale partner commerciale della Russia, dunque le ricadute, non ancora quantificabili, saranno comunque serie per agricoltura, abbigliamento, moda, tessile, artigianato di qualità, turismo”. “Ci rassicura quanto ha fatto sapere il ministro dell’Ambiente Galletti, secondo il quale gli effetti sul settore energetico saranno limitati grazie alla diversificazione delle fonti di approvvigionamento”. “Ma noi siamo molto preoccupati per le nostre imprese per questo chiediamo un monitoraggio attendo e aiuti per compensare le perdite delle nostre aziende”.

Così Silvia Fregolent, deputata Democratica, intervenendo a Montecitorio dopo l’informativa urgente del Governo sugli effetti delle sanzioni alla Russia per la nostra economia.

 

11/09/2014 - 17:24

“Le aziende di Piemonte e Torino leader nazionali per l’export”

“Gli ultimi dati Istat sulle esportazioni testimoniano la competitività e la produttività delle aziende piemontesi, ed in particolare di Torino, che hanno saputo, anche in questi anni di recessione, rappresentare punti di eccellenza per il paese”: con queste parole Silvia Fregolent, responsabile economia dei deputati Pd, commenta le stime dell’istituto nazionale di statistica che cita il Piemonte (con un aumento del 4,4 per cento nel primo semestre 2014) come una delle regioni che contribuiscono maggiormente a sostenere l'export nazionale.

“Il Piemonte – continua Silvia Fregolent – ha un tessuto imprenditoriale solido e capace di competere con i mercati internazionali, sia nei settori tradizionali come quello manifatturiero, meccanico, industriale ed agroalimentare, sia nei nuovi comparti legati alla green economy ed alla new economy”.

 

06/08/2014 - 13:01

“Proseguire su questa strada anche per invertire calo Pil”

“I dati forniti dall’Istat che segnalano una ripresa della nostra industria nel mese di giugno e sul tendenziale annuo ci indicano che bisogna insistere nel programma di riforme avviato in questi mesi con sempre maggiore determinazione. L’obiettivo di contrastare la recessione , sulla quale ancora i dati sono preoccupanti, è possibile solo proseguendo su questa strada in Italia e in Europa. Il cambio radicale della politica economica dal rigore dei conti agli investimenti per la crescita deve assolutamente affiancarsi alla stagione delle riforme che con coraggio stiamo portando avanti”. Lo dichiara Silvia Fregolent, coordinatrice delle commissioni economiche del Gruppo Pd della Camera.

 

25/07/2014 - 11:24

"Questa notte nuovi scontri in Val di Susa ai cantieri Tav , con petardi e fuochi d’artificio, un gruppo di manifestanti ha incendiato alcuni pneumatici nella gallerie di Giaglione e le forze di polizia hanno dovuto chiudere l’autostrada del Frejus-Bardonecchia, un poliziotto è rimasto ferito lievemente: tutti questi, lo ribadiamo con forza, sono atti di intimidazione che vanno decisamente al di là di azioni di dissenso e di protesta legittime.

I metodi di lotta politica di questo genere rischiano di incrinare la base democratica del nostro Paese. Una verità che tutti devono avere il coraggio di dire ad alta voce, prendendo le distanze, e non invece cavalcando, azioni di squadrismo e vandalismo di questo genere”.

Lo ha dichiarato la deputata Silvia Fregolent, responsabile economico della presidenza del gruppo Pd

 

24/06/2014 - 21:33

Solidarietà al Ministro Boschi che con serietà, competenza e pazienza sta dando un impulso alle riforme finora mancato. Forse dà fastidio proprio questo: che la volontà di ferro di una donna mite, unita alla spinta che viene dal parlamento possano davvero cambiare il paese. Se Grillo vuole dare un contributo alle riforme cominci a prendere le distanze da insulti volgari, offensivi e sessisti.

Lo ha dichiarato l’on. Silvia Fregolent, ufficio di presidenza Gruppo Partito Democratico, Camera dei Deputati.

 

09/06/2014 - 18:06

Il quadro che emerge dai ballottaggi di ieri è sicuramente confortante: 160 comuni amministrati dal centrosinistra significa che c’è un paese che si fida di una classe dirigente che saprà rinnovare il modo di governare e amministrare le città.

 

Il voto ci dice pure che non ci sono più rendite di posizione: c’è un partito forte – con oltre il 40 % su base nazionale – che vuole cambiare il paese e che sarà giudicato solo in base ai fatti.

Sono particolarmente contenta per i risultati del Piemonte dove, dopo aver conquistato la Regione con la bella vittoria di Sergio Chiamparino, anche importanti realtà come Vercelli, Biella, Verbania hanno scelto un sindaco di centrosinistra.

Ora sta alla classe dirigente del Partito Democratico, a tutti i livelli, dal Governo ai municipi, non tradire le aspettative riposte in noi.

Lo ha dichiarato l’on. Silvia Fregolent, Presidenza Gruppo Partito Democratico, Camera dei Deputati.

 

04/06/2014 - 18:53

“Invece di alzare la voce per il mancato allargamento del bonus fiscale, dovrebbero stare più tranquilli Brunetta, Gasparri, La Russa e altri esponenti che non solo non hanno mai affrontato il tema della alta tassazione sul lavoro quando avevano ruoli di responsabilità, ma che hanno portato il Paese sull’orlo dell’abisso. L’ampliamento ci sarà e diventerà stabile dal prossimo anno. Governo e maggioranza hanno avviato un percorso che ha cominciato a dare benefici reali a una vasta parte dei lavoratori italiani più colpiti dalla crisi e proseguiranno con decisione su questa strada. Una strada che proprio quelli che oggi attaccano non hanno mai intrapreso e che anzi hanno giudicato sbagliata e inadeguata”.

 

Lo dichiara la coordinatrice delle commissioni economiche del Gruppo Pd della Camera, Silvia Fregolent.

Pagine