04/10/2017 - 16:47

Pedibus, bicibus, bike sharing per salvare l'ambiente e la salute dei nostri bambini

"I progetti che hanno presentato i comuni italiani sulla mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro dimostrano che c'è grande attenzione su questo tema e grande bisogno di innovazione a favore della mobilità sostenibile. La scelta del Parlamento di finanziare i percorsi casa-scuola e casa-lavoro si è dunque rivelata vincente perché quei due percorsi rappresentano la fase peggiore del traffico nelle nostre città. E le ore di punta sono i momenti in cui si concentrano le automobili nelle strade e quindi l'inquinamento e la pericolosità. Ed è proprio il momento in cui i nostri bambini vanno a scuola. Questi progetti mirano a creare condizioni di maggiore sicurezza soprattutto di riduzione dell'inquinamento ambientale atmosferico, soprattutto vicino alle nostre scuole". Lo dichiara il deputato del Pd, Paolo Gandolfi, a proposito dell'approvazione, nelle commissioni congiunte Ambiente e Trasporti della Camera, della graduatoria dei comuni che hanno presentato progetti sulla mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro.
"Bene quindi abbiamo fatto come Parlamento a stanziare 35 milioni attraverso il collegato ambientale a favore del Ministero dell'Ambiente che ha fatto i bandi che hanno prodotto dei risultati, ossia una serie di progetti ammessi a cofinanziamento per un valore complessivo di 70 milioni di euro riguardanti il programma  nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e scuola-lavoro. L'obiettivo è ridurre il traffico nelle ore di punta e migliorare la qualità ambientale delle nostre città in vista del fatto che in inverno, soprattutto nelle zone della pianura padana e nelle principali città, ci sono sforamenti dei tetti dell'inquinamento atmosferico", aggiunge il deputato democratico.
"I progetti approvati - spiega nello specifico Gandolfi - finanzieranno la realizzazione di piste ciclabili, pedibus e bicibus per le scuole ossia accompagnare i bambini in gruppo a scuola a piedi o con le biciclette; progetti di bike sharing; buoni mobilità che, come i buoni pasto, vengono dati ai dipendenti delle aziende che fanno delle scelte di mobilità sostenibile ed importanti progetti sperimentali per allontanare il traffico veicolare intorno alle scuole con la creazione di un'area che delimiti la scuola ed impedisca che le auto si fermino proprio davanti all'entrata, deviando le auto in parcheggi immediatamente vicini".

19/07/2016 - 12:16

“L’Italia è il secondo Paese in Europa per numero di vittime negli incidenti stradali. Una grave situazione a cui il Governo e il Parlamento hanno prestato in questi anni grande attenzione testimoniata anche dall’introduzione dei due nuovi reati di omicidio stradale e di lesioni personali stradali con la legge 23 marzo 2016, n. 41. In quest’ottica abbiamo presentato insieme a 60 colleghi parlamentari una proposta di legge per istituire la ‘Giornata nazionale delle vittime della strada’, seguendo l’invito lanciato dalle Nazioni Unite che hanno riconosciuto la terza domenica di novembre come momento di ricordo dei milioni di persone uccise e ferite sulle strade. La proposta di legge, oltre a rendere omaggio alle vittime e a tutti gli operatori di forze dell’ordine e sanitarie che quotidianamente svolgono attività di prevenzione e soccorso, deve rappresentare l’inizio di un percorso verso una adeguata prevenzione e una corretta condotta da adottare alla guida”. Lo dice il deputato del PD Emiliano Minnucci, primo firmatario della Proposta di legge C. 3837 che verrà presentata in conferenza stampa giovedì 21 luglio, alle ore 13:00, presso la sala stampa di Montecitorio. Per l’occasione interverranno i deputati Pd, Alessia Morani e Paolo Gandolfi, e la deputata di Sc, Maria Valentina Vezzali.

14/05/2015 - 18:56

Domani, venerdì 15 maggio , alle ore 11:30, presso la sala Stampa della Camera dei Deputati, sarà presentata la proposta di legge sul “Mobility Management”

"La mia proposta di legge ha lo scopo di implementare la fondamentale figura del mobility manager, aziendale e scolastico, al fine di organizzare la mobilità dei dipendenti e per affrontare concretamente il grave problema della congestione del traffico delle città italiane, assicurando una gestione dei trasporti razionale e sostenibile". Lo dichiara il deputato del Pd e presidente dell’intergruppo sulla Mobilità sostenibile, Paolo Gandolfi, che domani presenterà la proposta di legge sul cosiddetto "Mobility Management" alle ore 11:30 presso la Sala Stampa di Montecitorio.

"La figura del mobility manager è quella di un dirigente interno alle aziende pubbliche e private con la funzione di occuparsi della mobilità dei dipendenti, ossia come vengono a lavorare e come si muovono per lavoro; mentre il mobility manager scolastico si occupa dell'organizzazione dell'arrivo a scuola degli studenti. Il mobility manager costruisce inoltre progetti di mobilità sostenibile riferiti ai dipendenti dell'azienda, interfacciandosi non solo con i dipendenti stessi ma, essendo un dirigente e avendo quindi una possibilità di azione nell'organizzazione di servizi, anche con l'ufficio mobilità dei vari Comuni dove le aziende risiedono", aggiunge il deputato.

"Alla Camera abbiamo approvato dentro al collegato ambientale un fondo di 35 milioni di euro che verrà utilizzato dal ministero dell'Ambiente per fare un progetto per gli spostamenti casa-lavoro. Chiaramente le aziende che avranno al loro interno la figura del Mobility Manager saranno quelle aziende che potranno accedere ai finanziamenti previsti dai bandi", conclude Gandolfi.

Parteciperanno alla conferenza Federico Castorina e Tommaso Giacchetti, rispettivamente Presidente e Direttore Generale del think tank Cultura Democratica. Sarà presente anche il Prof. Stefano Carrese, delegato per il Rettore di Roma Tre alla mobilità sostenibile.