15/06/2017 - 19:33

Molto bene applicazione misura prevista da Legge di Stabilità 2017

“Da quest’anno i titolari di pensioni basse, anche se residenti all’estero, a partire dal prossimo luglio percepiranno 100 euro in più in aggiunta alla cosiddetta quattordicesima, la somma una tantum che viene corrisposta una volta all’anno. A seguito dell’approvazione e della entrata in vigore in questi giorni della Legge di Stabilità 2017 c’è un’altra importante novità: aumenta il numero di pensionati che hanno diritto alla quattordicesima, perché da subito cambiano i requisiti. Ne ha diritto chi ha un reddito complessivo inferiore ai 13.049,15 euro all’anno, anziché i 9786,86 euro previsti precedentemente”. Lo dichiara Laura Garavini, della Presidenza del PD alla Camera, aggiungendo:

“Si tratta di una importante misura predisposta dal Governo per quei cittadini, in questo caso pensionati, dotati di un reddito particolarmente basso. E’ la conferma di un impegno in favore delle fasce più deboli della popolazione, proprio nell’ottica dei valori di equità cari al Partito Democratico”.

15/06/2017 - 15:29

La Deputata PD commenta l’abolizione del roaming in Europa

“Fra qualche tempo ci saremo scordati delle tariffe astronomiche che pagavamo per le telefonate dall’estero, da un Paese all’altro dell’Europa. Esattamente come ci siamo scordati delle file alle frontiere, dopo l’entrata in vigore di Schengen. E’ questa l’Europa che piace ai cittadini: quella che rende la vita più facile e che ci fa sentire finalmente di casa in Europa, indipendentemente dal luogo in cui ci troviamo. Da oggi le diverse società di telefonia mobile devono eliminare i costi maggiorati per chi telefona o usa internet da un Paese europeo all’altro. Grazie all'abolizione del "roaming" introdotta dai nostri bravi colleghi al Parlamento europeo. Complimenti e grazie in primis alla nostra capogruppo Patrizia Toia e a tutte/i le/gli eurodeputati impegnati in questa bella battaglia a favore dei diritti dei cittadini”. Così Laura Garavini, della Presidenza del PD alla Camera, commentando l’entrata in vigore dell’abolizione del roaming nei Paesi UE.

13/06/2017 - 19:22

La Deputata PD commenta la formale apertura da parte della Commissione UE di un procedura di infrazione dei Trattati contro Polonia, Ungheria e Repubblica Ceca

 “Le parole con le quali il Commissario alla migrazione Dimitris Avramopoulos ha annunciato l’apertura di questo sacrosanto provvedimento sono pienamente condivisibili: l’Europa non è solo un salvadanaio da cui attingere ma anche e soprattutto solidarietà e responsabilità politica. Finalmente prevale una posizione più dura verso gli Stati membri inadempienti, che nonostante le promesse non hanno mai veramente accolto un numero consistente di migranti, di cui si sono dovute fare carico soprattutto l’Italia e la Grecia”. Così Laura Garavini, della Presidenza del Gruppo PD alla Camera, commenta la formale apertura da parte della Commissione UE di una procedura di infrazione dei Trattati contro Polonia, Ungheria e Repubblica Ceca.

09/06/2017 - 16:21

Laura Garavini si congratula con Luigi Reale e con la comunità italiana di Bedford, artefici della vittoria dei Laburisti a Bedford

"Sentite congratulazioni a  Luigi Reale, il consigliere regionale di Bedford che attraverso il suo appoggio e una appassionata campagna elettorale, è riuscito a strappare un seggio (uno dei complessivi 12) al partito Tory e a convincere gli elettori ad eleggere nel Parlamento britannico il candidato laburista da lui sostenuto, Mohammad Yasin, un cittadino di origini indiane, impegnato da anni nella politica regionale e suo collega al Consiglio regionale.

Si tratta di uno dei 12 seggi tolti al partito conservatore di Theresa May. Seggi importanti, che potranno segnare una svolta decisiva nel rendere più flessibili le condizioni dei trattati post Brexit che la Gran Bretagna si appresta a stilare con la Unione Europea. C`è di che essere davvero fieri per questo risultato. Dimostra chiaramente come l`impegno politico, anche in terra straniera, intelligentemente portato avanti anche con strategiche alleanze, possa dare risultati insperati, di concreto beneficio per le nostre comunità". 

09/06/2017 - 15:48

La risposta del Sottosegretario Amendola alla interrogazione Garavini sul tema

“E’ molto positivo che il nostro Governo, attraverso il Ministero degli Esteri, intenda prevedere misure ad hoc a sostegno delle nostre comunità in Gran Bretagna, a fronte della difficile situazione che si è creata dopo il voto per la Brexit. La decisione di riaprire un Ufficio consolare a Manchester è un'ottima notizia perché apre a una soluzione, da me più volte auspicata, che va incontro alle esigenze dei cittadini. Non solo sarà di grande beneficio per la comunità di Manchester, che continua a crescere, ma aiuterà anche a decongestionare la sede del  Consolato Generale di Londra, che è stata presa d’assalto dopo il referendum sulla Brexit e si trova a gestire il più alto numero di iscritti AIRE d`Europa.”

Lo afferma Laura Garavini, della Presidenza del PD alla Camera, commentando la risposta del Sottosegretario agli Esteri, Vincenzo Amendola, alla sua interrogazione sul tema, da poco presentata. La Deputata eletta nella Circoscrizione Estero-Europa aggiunge:

“La situazione di incertezza generata dall’uscita della Gran Bretagna dall’UE ha avuto un significativo impatto sulla vita dei nostri connazionali nel Regno Unito. Il fatto che il Ministero si stia predisponendo per un potenziamento dei nostri servizi consolari in questo Paese conferma la grande attenzione del Governo per la tutela dei nostri concittadini, nonché il cambio di passo rispetto al passato: non più tagli e chiusure, bensì miglioramento dell’offerta per i cittadini”.
 

05/06/2017 - 15:01

La Deputata PD al 125' anniversario della Filarmonica 'La Concordia' di Bienne

"In tempi nei quali prevalgono gli 'America first', gli 'Hungary first' e troppi Governi che pensano di risolvere i problemi alzando muri, c'è particolarmente bisogno di iniziative dal basso che curino invece l'amicizia tra i popoli. Esattamente ciò che sta facendo l'Orchestra Filarmonica La Concordia di Bienne, da ben 125 anni a questa parte". Lo ha detto Laura Garavini, della Presidenza del Pd alla Camera, intervenendo alla celebrazione della fondazione dell’Orchestra popolare di Bienne.

"Sono molto grata a tutti i volontari che con il loro impegno contribuiscono al mantenimento e al successo dell'orchestra. A partire dal direttore d'orchestra, Celestino Quaranta, che da vent'anni sprona e motiva musicisti (oltre una trentina) e coristi (oltre sessanta). Ma anche tecnici, costumisti e tutti coloro che con il loro contributo gratuito consentono un così imponente lavoro. Un vero fiore all'occhiello, estremamente professionale e arricchito da un programma musicale di eccellenza. Un grazie speciale anche agli organizzatori del comitato per i 125 anni della Concordia, in primis Mariano Franzin, instancabile motore di iniziative socio culturali a favore della comunità".

"Immagino come debba essere stato difficile, 125 anni fa, per i connazionali che diedero il via alla Filarmonica. Senza risorse, senza locali, senza contatti con le autorità. Ma grazie a tanta passione e generosità seppero conquistare non solo i cuori e la simpatia degli svizzeri, ma anche la loro stima, riuscendo così a fare dell'Orchestra Concordia una vera istituzione cittadina, proprio come la conosciamo oggi. Adesso le condizioni sono certamente più facili. Ma serve comunque un enorme entusiasmo per proseguire il lavoro. Un lavoro che non solo garantisce la riuscita di una bella festa, con qualche ora di buona musica, ma costruisce pazientemente un prezioso clima di amicizia e di pace fra i popoli."

01/06/2017 - 15:18

Il MISE dà attuazione agli ordini del giorno Garavini e altri, e stanzia risorse per la rete camerale all’estero

“Era dal 2010 che la rete delle Camere di Commercio italiane all’estero non disponeva di così tante risorse per la proiezione del nostro Paese. È il risultato dell’attenzione prestata dal Governo Renzi alla promozione dell’Italia nel mondo.” Lo dichiara Laura Garavini, della Presidenza del Pd alla Camera, commentando lo stanziamento ordinario di sette milioni e mezzo da parte del Ministero dello sviluppo economico a favore delle Camere di commercio italiane all’estero (CCIE) in esecuzione di un suo emendamento ed ordine del giorno all’ultima Legge di Bilancio.

“Appena un anno fa le risorse di cofinanziamento ordinario per le CCIE ammontava a soli 4,8 milioni di euro. Significa un aumento netto del 60 per cento rispetto allo scorso anno: il valore più alto dal 2010. A cui vanno aggiunti ulteriori due milioni e duecentomila euro per l’esecuzione di progetti straordinari sul made in Italy con riferimento a selezionati mercati del Nord America e dell’Europa. Per un totale complessivo di quasi 10 milioni di euro, a favore dell’operato della rete camerale all’estero. Un impulso vero e significativo alla proiezione dell’Italia nel mondo”.

31/05/2017 - 10:32

Il Sottosegretario Amendola risponde all’Interrogazione Garavini sulle sedi diplomatiche in Baviera

“…Le notizie su una possibile vendita dell’edificio che ospita l’Istituto Italiano di cultura di Monaco di Baviera sono infondate. Non vi è alcuna istruzione della Farnesina in tal senso, tanto più che la manifestazione di interesse ad acquistare l’immobile dell’Istituto, esternata da parte di un soggetto privato locale, non è stata presa in considerazione.” Lo ha dichiarato quest’oggi il Sottosegretario Amendola, intervenendo in Commissione Affari Esteri alla Camera dei Deputati, sulla interrogazione di Laura Garavini, sul futuro dell’Istituto Italiano di Cultura di Monaco.

“Fa piacere trovare conferma nelle dichiarazioni del Sottosegretario Amendola di quanto da me recentemente sostenuto nel corso di una iniziativa pubblica, ospite del Pd di Monaco, sul fatto che il locale Istituto Italiano di Cultura non è oggetto di possibili prossime dismissioni. E’ sì vero che con le leggi di stabilità 2016 e 2017 si è previsto che il Ministero agli Esteri debba versare alle casse pubbliche diversi milioni di euro, derivanti dalla vendita di immobili demaniali dello Stato siti all’estero. Ma si tratta di edifici non piú funzionali, cioè non in uso, oppure non idonei ad ospitare i servizi offerti. Una situazione assolutamente diversa dall’Istituto Italiano di Cultura di Monaco, che presenta invece locali prestigiosi, ben collegati, centrali e funzionali sia ai corsi di italiano che alle numerose iniziative culturali offerte. I nostri Governi, Renzi e Gentiloni, sono impegnati a riaprire sedi diplomatiche e Istituti Italiani di Cultura, non a chiuderne. Se si prevedono alienazioni è solo per dismettere edifici vuoti oppure per dotarsi di locali più moderni, più idonei o più fruibili per i cittadini. Nella fattispecie, a Monaco, potrebbe eventualmente ipotizzarsi la  vendita futura della sede del Consolato Generale, ma solo nel caso in cui la nuova soluzione comportasse vantaggi non solo allo Stato, in termini di convenienza economica, ma anche ai cittadini, in termini di miglioramento dei servizi. Uno Stato insomma amico, buon padre di famiglia, che si premura di risparmiare ma al contempo di migliorare la vita dei propri cittadini.” Così Laura Garavini, della Presidenza del PD alla Camera, commentando la risposta del Sottosegretario agli Esteri, Vincenzo Amendola, alla sua interrogazione riguardante le sedi diplomatiche italiane a Monaco di Baviera.

30/05/2017 - 16:33

La Deputata PD ospite di Francesco Cummaudo e della comunitá italiana

“La presenza di un funzionario itinerante, una volta al mese presso la Missione cattolica di Mannheim è una prima importante risposta ai bisogni della  nostra comunità. Ė un risultato significativo: un aiuto concreto per i tanti connazionali, alle prese con i disagi seguiti alla chiusura del locale Consolato. Un successo conseguito grazie alla mobilitazione della comunità e all’attenzione dell’Amministrazione ai bisogni veri della gente” Lo dichiara Laura Garavini, della Presidenza del PD alla Camera, ringraziando a Mannheim, Francesco Cummaudo per il suo costante impegno. “Già nel corso della mia prima visita a Mannheim, ospite anche allora di Francesco Cummaudo, avevo toccato con mano le difficoltà della nostra numerosa collettività, sollecitando l’Amministrazione a misure concrete di sostegno. Oggi possiamo dirci contenti della prima significativa risposta adottata dal Consolato, alla quale seguirà prossimamente la istituzione di un Console onorario.

Con i nostri Governi, Renzi e Gentiloni, abbiamo smesso di chiudere Consolati, Ambasciate ed Istituti di Cultura. Le ancora precarie condizioni delle nostre casse pubbliche ci impediscono però di ripristinare sedi diplomatiche, lá dove siano state chiuse. Ma siamo fortemente impegnati a garantire servizi ai cittadini, il più accessibili e validi possibili. Ad esempio attraverso questo prezioso servizio offerto dai funzionari itineranti”.
 

23/05/2017 - 16:00

Da oggi in vigore l’ordine europeo di indagine penale

"Le immagini che ci arrivano da Manchester sono scioccanti. Il dolore è ancora di più quando si apprende che la maggior parte delle vittime sono giovanissimi o addirittura bambini. Di fronte a questa ennesima carneficina frutto del radicalismo di matrice islamica dobbiamo tenere alta la guardia, accelerando ulteriormente la cooperazione sovranazionale nel campo della sicurezza e della giustizia, Regno Unito incluso, evitando che la Brexit possa significare passi indietro nella collaborazione anti terrorismo. Proprio oggi è entrata in vigore la direttiva relativa all’ORDINE EUROPEO DI INDAGINE PENALE, che rende più semplice per le autorità giudiziarie richiedere prove situate in un altro paese europeo ed eseguire indagini penali transfrontaliere, anche in ambito terroristico. Questa è la strada giusta su cui dobbiamo continuare. Con determinazione, proseguendo ancora più intensamente nei processi di collaborazione a livello internazionale tra le forze di intelligence e inquirenti".

Così Laura Garavini, della Presidenza Pd alla Camera, dopo la strage terroristica di Manchester.

23/05/2017 - 14:44

Questo è il monito dopo 25 anni

“La strage di Capaci, che costò la vita a Giovanni Falcone, a sua moglie Francesca Morvillo e a tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro, fu un attentato alla democrazia del nostro Paese. Colpì uno dei migliori uomini dello Stato impegnati contro Cosa Nostra, in coincidenza con un delicatissimo frangente politico-sociale. Il monito che dobbiamo trarre da quei tragici fatti è di non lasciare soli coloro i quali si battono contro le mafie. La criminalità organizzata trae grande giovamento dalle divisioni all’interno del fronte che le si oppone. Cosa che successe a Giovanni Falcone, a pochi mesi dalla sua eliminazione”. Lo dichiara Laura Garavini, Componente della Commissione Antimafia e fondatrice del Movimento “Mafia? Nein Danke!” in occasione della celebrazione dell’anniversario della Strage di Capaci.
La Deputata PD aggiunge: “Ricordare l’impegno di Falcone oggi, a venticinque anni dalla strage, significa contribuire a creare e a rafforzare una cultura antimafia che può avere successo soltanto nella misura in cui riesca a coinvolgere tutta la società, soprattutto le giovani generazioni”. 

17/05/2017 - 16:34

“E’ molto positivo che Angela Merkel riconosca, ancora una volta, che l’Italia è stata lasciata sola sui ricollocamenti degli immigrati. Le critiche della premier tedesca, che ha definito ‘deplorevole che non funzioni il sistema comune nella Ue', aprono nuovi scenari di lavoro e collaborazione. Indubbiamente, si tratta di un’ulteriore conferma dei buoni rapporti tra i due paesi, dimostrata dalla recente proposta congiunta italo-tedesca alla Commissione europea per il pattugliamento delle coste libiche, proposta per la quale molto si è speso il ministro Minniti”.

Così  Laura Garavini, dell’Ufficio di Presidenza del Gruppo Pd alla camera.

17/05/2017 - 16:30

“E’ molto positivo che Angela Merkel riconosca, ancora una volta, che l’Italia è stata lasciata sola sui ricollocamenti degli immigrati. Le critiche della premier tedesca, che ha definito ‘deplorevole che non funzioni il sistema comune nella Ue', aprono nuovi scenari di lavoro e collaborazione. Indubbiamente, si tratta di un’ulteriore conferma dei buoni rapporti tra i due paesi, dimostrata dalla recente proposta congiunta italo-tedesca alla Commissione europea per il pattugliamento delle coste libiche, proposta per la quale molto si è speso il ministro Minniti”.

Così  Laura Garavini, dell’Ufficio di Presidenza del Gruppo Pd alla camera.

15/05/2017 - 14:28

Le strumentalizzazioni le lasciamo ai politicanti

“L’operazione ‘ Jonny’ che ha portato a scoprire gli interessi delle cosche calabresi intorno al Cara di Isola Capo Rizzuto fa opere alla dda di Catanzaro e alle istituzioni di questo paese. Complimenti a chi ha investito le migliori professionalità per arrivare a questo risultato. Quanto alle strumentalizzazioni contro il governo o le ong, contro l’accoglienza e le azioni difficili per gestire il flusso dei migranti, le lasciamo ai politicanti. Noi siamo con la magistratura e con le forze dell’ordine e con il ministro Minniti che sta lavorando serratamente con le autorità libiche per affrontare al meglio il più grande problema del nostro tempo”.

Così Laura Garavini, dell’Ufficio di Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

15/05/2017 - 13:49

“La proposta italo-tedesca alla Commissione Europea di prevedere una missione europea al confine tra la Libia e Niger è molto positiva e dimostra come Italia e Germania siano fortemente alleate e concrete nell’affrontare in modo strategico le questioni migratorie. Il 97% dei profughi sbarcati in Italia transitano esattamente da quei territori al Sud della Libia, per poi partire da località costiere. Una forte presenza dell’Europa in quella zona può essere fondamentale per interrompere il flusso di morte verso il Mediterraneo”. Lo dichiara Laura Garavini, della Presidenza del PD alla Camera, commentando l’iniziativa congiunta italo-tedesca. “Questa azione può dare un contributo fattivo alla riduzione dei fenomeni migratori, fornendo assistenza sul posto e magari in futuro anche la possibilità di richiedere visti umanitari scampando agli scafisti senza scrupoli”, ha poi aggiunto.

Pagine