12/07/2017 - 16:57

Si è svolto oggi alla Camera dei Deputati, su richiesta dei rappresentanti di alcune associazioni di risparmiatori/azionisti di Veneto Banca e Popolare di Vicenza (Adusbef, Codacons Veneto, Ezelino III da Onara, Associazione Vitale), un incontro con una delegazione di deputati del Partito Democratico per rappresentare le istanze dei risparmiatori vittime di frodi finanziarie perpetrate dagli amministratori delle due popolari, con particolare preoccupazione per i casi sociali più gravi.

Le associazioni hanno  condiviso la necessità dell’approvazione del decreto per salvaguardare la continuità del sistema economico veneto, ma hanno chiesto garanzie sui risarcimenti agli azionisti. I deputati hanno manifestato vicinanza rispetto al dramma dei risparmiatori raggirati e di un territorio che ha subito una catastrofe finanziaria, assumendo l’impegno a cercare insieme delle soluzioni possibili in prossimi provvedimenti  per dare una giusta risposta alle legittime ragioni di chi è stato vittima di un sistema illegale. Su questo i deputati veneti del Pd hanno già depositato oggi una serie di ordini del giorno per impegnare il Governo ad assumere iniziative specifiche a favore dei piccoli azionisti frodati, degli azionisti che hanno già transatto e a garanzia delle imprese.

Dall’incontro è emerso anche l’auspicio che la magistratura faccia rapidamente chiarezza sulle responsabilità degli ex vertici aziendali. Inoltre il gruppo del Pd ha assicurato l'impegno a far partire al più presto i lavori della Commissione d’Inchiesta, già approvata, per far luce sulle crisi bancarie e verificare anche l'operato delle autorità di vigilanza.

Erano presenti, oltre al Capogruppo del Pd alla Camera Ettore Rosato e al relatore del provvedimento Giovanni Sanga, i deputati veneti Simonetta Rubinato, Federico Ginato, Sara Moretto, Daniela Sbrollini, Diego Zardini, Roger De Menech, Vincenzo D’Arienzo, Floriana Casellato, oltre al piemontese Enrico Borghi e al friulano Gianluigi Gigli.

23/02/2017 - 13:56

Accolta la nostra richiesta, sarà occasione per fare il punto sulla sicurezza

“L'impegno per il nostro territorio e per la sicurezza dei Vicentini è sempre stato al centro della nostra attività a Roma e per tale motivo abbiamo accolto immediatamente l'appello e i contenuti del Partito democratico cittadino sul tema. Siamo intervenuti direttamente con il ministero dell'Interno, in particolare con il ministro Minniti che con celerità ha confermato che in marzo sarà a Vicenza il Sottosegretario Gianpiero Bocci per verificare la situazione e dare risposte concrete ai nostri concittadini. Un ottimo risultato, raggiunto in tempi rapidi grazie al lavoro di squadra tra Parlamento e Partito Democratico cittadino”.

Lo dicono i deputati dem Daniela Sbrollini, Federico Ginato e Filippo Crimì.

06/10/2016 - 13:53

“Mentre in Parlamento chiediamo che ci sia il divieto di pubblicità sui giochi d'azzardo, uno degli operatori del settore viene annunciato come premium sponsor della nazionale di calcio. È un autogol, una contraddizione che in nessun modo può andare di pari passo con la battaglia per il contrasto e la prevenzione della ludopatia che stiamo portando avanti”. Così il deputato del Pd Federico Ginato, relatore alla Camera della proposta di legge dell'on. Basso che punta ad abolire la pubblicità sul gioco d'azzardo, commenta l'annuncio che fino al 2018 premium sponsor della Nazionale di calcio sarà Intralot del gruppo Gamenet, concessionaria di Stato per giochi, scommesse e slot machine.

“Una decisione che ci lascia davvero senza parole e rispetto alla quale chiediamo un ripensamento da parte della FIGC – sottolinea Ginato -. La nazionale di calcio è un veicolo dei valori dello sport e per tanti bambini e ragazzi la maglia azzurra rappresenta un sogno, una speranza, un motivo di passione e condivisione. Legare quella maglia al settore dei giochi e delle scommesse è un errore. Così facendo andiamo nella direzione opposta rispetto a quanto stiamo cercando di costruire in Parlamento per regolamentare e riordinare finalmente il settore. Togliamo quindi la sponsorizzazione dalla Nazionale e andiamo invece avanti decisi con la proposta di legge per il divieto di pubblicità”.

16/03/2016 - 19:31

“Con questo emendamento si apre la possibilità di creare dei sottogruppi territoriali per mantenere vivo, e se possibile rafforzare ancor più, il legame delle Bcc con il territorio». Così il deputato del Partito Democratico Federico Ginato commenta l’approvazione in Commissione Finanze dell’emendamento da lui presentato.

“L’emendamento, riformulato dal relatore – spiega - prevede la possibilità di creare dei sottogruppi territoriali facenti capo a una banca che è sottoposta a direzione e coordinamento della capogruppo nazionale. I sottogruppi rappresentano un’opportunità per la dimensione territoriale del Credito cooperativo, una dimensione che ha le sue peculiarità e identità”. 

“Questo potrà aiutare il gruppo bancario unico a non essere visto come un’imposizione o una camicia di forza per l’autonomia delle singole Bcc ma come un aiuto per rafforzare le reti di Bcc che già operano insieme nell’ottica della reciprocità e delle riduzione dei costi per fornire servizi sempre più efficienti ai clienti”, conclude Ginato.

12/12/2015 - 14:18

“Siamo ad un punto di svolta per il settore”

“Riduzione di almeno il 30% del numero di apparecchi nei bar e altri esercizi commerciali, coinvolgimento dei sindaci nella decisione su come distribuire l'offerta di gioco, rigorosi limiti alla pubblicità. Le misure sul gioco d’azzardo contenute nell’emendamento alla Legge di Stabilità sono il frutto di due anni di lavoro e segnano una svolta nella regolamentazione del settore e nella prevenzione delle patologie a questo collegate. La previsione di un fondo esclusivo di 50 milioni di euro per la prevenzione e la cura, con la disponibilità del Governo a far confluire in questo anche i 50 milioni di euro già previsti nel fondo nazionale sanitario, rappresenta uno strumento fondamentale per chi purtroppo diventa vittima del gioco patologico e per le loro famiglie. Con queste misure avviamo una riforma del settore dei giochi guardando anche al futuro e mettendo in campo strumenti di contrasto e di prevenzione per combattere l’illegalità e insieme la diffusione del gioco patologico”. Così il deputato del Partito democratico Federico Ginato, che ha seguito tutto l’iter di riforma del settore in Commissione Finanze, commenta l’approvazione dell’emendamento alla legge di Stabilità presentato dai relatori in materia di gioco d’azzardo. Tra le misure figurano anche l’assegnazione alla Conferenza Unificata Stato Regioni e enti locali del compito di definire, entro il 30 aprile le 2016, i criteri per la distribuzione territoriale e la previsione di rilascio di nulla osta dal 2017 solo per apparecchi a controllo remoto.
“Abbiamo raggiunto una non facile ma buona mediazione – spiega Ginato – La riduzione del numero di apparecchi e i limiti alla pubblicità, da un lato, il coinvolgimento dei territori nelle scelte di distribuzione e la presenza di un fondo dedicato alla cura e prevenzione, dall’altro, costituiscono le basi per un’azione di contrasto forte in un settore che lo Stato ha il dovere di regolamentare, perché può facilmente sforare nell'illegalità, ma senza incentivarlo e anzi riconoscendo che negli anni scorsi si è esagerato nell’offerta di gioco».

10/11/2015 - 20:32

“L’iter accelerato per adottare il testo base e la decisione di convergere sulla proposta dell’Intergruppo non può che trovare la mia piena soddisfazione, trattandosi di un testo che prevede il divieto assoluto di pubblicità e di promozione di ogni forma di azzardo su qualsiasi media. E’ la richiesta che da tempo portiamo avanti con numerose associazioni impegnate da sempre su questo fronte: Mettiamoci in Gioco, SlotMob, Vita-NoSLot e tante altre”. Lo dichiara Lorenzo Basso, deputato del Partito Democratico e coordinatore dell’intergruppo parlamentare sul gioco d’azzardo, per commentare la decisione del relatore Federico Ginato di adottare la sua proposta come testo base sul divieto di pubblicità e di promozione del gioco d’azzardo – le altre proposte, a firma Mantero (M5S) e Rizzetto (Al) verranno abbinate.

"Approveremo la proposta di legge il prima possibile – ha dichiarato Federico Ginato. “Abbiamo adottato il testo base più restrittivo e abbiamo intenzione di procedere rapidamente nella discussione. Se anche questo passaggio troverà la piena convergenza di tutti i gruppi politici come avvenuto finora, potremmo arrivare all’approvazione in commissione nel giro di qualche settimana”, ha concluso il deputato democratico.

06/05/2015 - 11:27

Oggi, mercoledì 6 maggio alle ore 13 presso la sala stampa della Camera dei deputati

Sarà presentata una risoluzione per gli incentivi nell'acquisto di defibrillatori, in particolare per le scuole e le società sportive.

Saranno presenti Daniela Sbrollini, vice presidente della commissione Affari sociali, Vito De Filippo, sottosegretario al ministero della Salute, Federico Ginato, deputato del Pd componente della commissione Finanze e Sebastian Nicolai, presidente della Croce Verde di Vicenza.

 

05/05/2015 - 13:53

Domani, mercoledì 6 maggio alle ore 13 presso la sala stampa della Camera dei deputati

Sarà presentata una risoluzione per gli incentivi nell'acquisto di defibrillatori, in particolare per le scuole e le società sportive.

Saranno presenti Daniela Sbrollini, vice presidente della commissione Affari sociali, Vito De Filippo, sottosegretario al ministero della Salute, Federico Ginato, deputato del Pd componente della commissione Finanze e Sebastian Nicolai, presidente della Croce Verde di Vicenza.