15/03/2017 - 17:16

“Soddisfazione per le ulteriori risorse che potranno essere impiegate per interventi di edilizia scolastica e manutenzione del territorio”. Lo dichiara Giuseppe Giulietti, deputato del Partito democratico.

“Arrivano – continua – altri milioni di euro per iI territorio, grazie alla Legge di bilancio a cui abbiamo lavorato in Parlamento e al relativo decreto del Ministero dell'Economia.  In sostanza, viene data la possibilità ai Comuni di spendere risorse proprie in deroga ai vincoli di bilancio, liberando così la possibilità di fare investimenti per cifre anche di notevole impatto”.

“Si tratta di una buona notizia per l'Umbria: vedrà sbloccati la bellezza di oltre 3 milioni 700.000 euro”, conclude.

Questi nel dettaglio gli interventi previsti: Provincia di Perugia 697.000, Provincia di Terni 139.000, Comune di Cannara 167.000, Comune di Castiglione del Lago 450.000, Comune di Città di Castello 299.000, Comune di Fratta Todina 308.000, Comune di Marsciano 436.000, Comune di Monteleone di Orvieto 39.000, Comune di Narni 370.000, Comune di Orvieto 821.000.

19/01/2017 - 14:44

Presentata interrogazione in merito alla sospensione di alcuni treni Intercity in Umbria

I deputati del Pd dell'Umbria Giampiero Giulietti. Marina Sereni, Walter Verini e Anna Ascani, nell'apprendere da alcuni organi di stampa che il gestore Trenitalia - Divisioni Passeggeri N1 avrebbe intenzione di sopprimere numerose coppie di servizi ferroviari Intercity sul territorio nazionale causa insostenibilità economica e visto che la Regione Umbria ha in merito inviato una nota al Ministro dei Trasporti Graziano Delrio in data 17 gennaio 2017, hanno presentato un'interrogazione al Ministro dei Trasporti per conoscere la reale situazione dei servizi ferroviari Intercity e per conoscere cosa il Governo intenda fare per garantire il diritto alla mobilità dei cittadini umbri già fortemente penalizzati dalla situazione infrastrutturale

“Considerato che già due anni fa - afferma Giulietti, primo firmatario dell’interrogazione - venne scongiurato un rischio analogo che riguardava i servizi ferroviari Intercity, unica possibilità per il territorio umbro di intercettare l'Alta Velocità e considerato che questi servizi sono utilizzati sistematicamente dai cittadini umbri per i loro spostamenti casa-lavoro/studio verso Roma e Firenze, diviene fondamentale per la nostra Regione il mantenimento di detto servizio".

11/01/2017 - 12:58

“È indispensabile un intervento urgente del Governo e di Anas, come previsto dalla normativa, al fine di fronteggiare un'emergenza come quella delle infrastrutture nelle zone colpite dal terremoto nel centro Italia che si prolunga da troppo tempo. In particolare, è necessario che il governo si attivi per garantire al più presto la riapertura delle seguenti arterie: la strada 209 tratto Preci-Visso; la SS 685 Norcia-Arquata del Tronto; la strada provinciale Norcia-Castelluccio; la strada provinciale Visso-Castelluccio di Norcia e la strada per forca Canapine-Castelluccio innesto SS 685. Occorre dare risposte ai cittadini e alle comunità colpite dal sisma rapidamente per garantire il regolare funzionamento del sistema delle infrastrutture”.

Lo ha detto Giampiero Giulietti deputato del Pd e componente della commissione Bilancio che ha presentato una interrogazione al presidente del Consiglio e al ministro delle Infrastrutture sul ripristino della viabilità tra Umbria e Marche nelle zone colpite dal sisma.

14/12/2016 - 17:13

Presenta un'interrogazione al governo

Negli ultimi anni è cresciuto il livello di sensibilizzazione sull’autismo, una sindrome ancora sconosciuta visto che, di tutto il panorama della sintomatologia autistica, solo il 15 %  risulta avere delle cause genetiche. Il tema verrà discusso in Parlamento in seguito all’interrogazione che il deputato Giampiero Giulietti ha presentato al ministro del Lavoro e delle politiche sociali, al ministro della Salute e al ministro dell’Istruzione, dell’università e della ricerca.

Nell'interrogazione Giampiero Giulietti chiede “se sia possibile investire sulla ricerca di cure alternative agli psicofarmaci, che risultano non efficaci e non curativi della patologia stessa. Inoltre, si chiede se sia possibile un supporto reale alle famiglie con bambini autistici da parte di tutte le Istituzioni locali e nazionali, comprese le Asl e le scuole, anche assegnando direttamente alle famiglie le risorse per la cura del familiare affetto; e se non sia il caso di adattare gli istituti scolastici a modellare l’attività didattica al singolo soggetto, al fine di ridurre la forbice della loro disabilità. E per concludere, se non sia necessario monitorare, controllare e continuare a pianificare territorialmente la vita dei soggetti autistici adulti, istituzionalizzati nel pieno rispetto della dignità e dei diritti; e se non vi sia la necessità e la volontà di trovare una vera strada di accompagnamento per tutti i ragazzi autistici, un percorso riabilitante e personalizzato, coinvolgendo le famiglie, per offrire - conclude Giulietti - un’opportunità di autonomia, indipendenza ed integrazione, cognitivamente in linea con i coetanei”.

13/09/2016 - 11:53

Workshop promosso da Gruppo Pd Camera e Università di Macerata

Domani, mercoledì 14 settembre, ore 15, Sala del Refettorio di Palazzo San Macuto in via del Seminario 76

Mercoledì 14 settembre alle ore 15,00 presso la Sala del Refettorio di Palazzo San Macuto in via del Seminario 76, si terrà il workshop In difesa dell’arte; dal secondo conflitto mondiale all’Istituzione dei Caschi Blu della cultura. L’evento organizzato dal Gruppo Pd Camera e dall’Università di Macerata presenterà una riflessione sulla difesa del patrimonio storico artistico globale in caso di conflitto armato.

Nella prima parte, coordinata da Fabio Isman, Claudio Strinati presenterà il volume In difesa dell’arte. La protezione del patrimonio artistico delle Marche e dell’Umbria durante la seconda guerra mondiale (curato da Patrizia Dragoni e Caterina Paparello) che illustra, attraverso documentazione inedita, l’azione dei soprintendenti Achille Bertini Calosso, Pasquale Rotondi e Riccardo Pacini, e ricostruisce il ruolo svolto dal Kunstschuz, organo tedesco di tutela e dagli ufficiali americani della Monuments, Fine Art and Archives Sub-Commission nella tutela e il recupero delle opere trafugate.

Interverranno: Rosanna Cioffi, docente di Museologia presso la Seconda Università degli Studi di Napoli, e Giovanna Rotondi Terminiello, già Soprintendente della Liguria e presidente del Premio “Arca dell’arte. Premio Rotondi ai Salvatori dell’Arte”.

Nella seconda parte Irene Manzi, segretario della Commissione Cultura della Camera, introdurrà al tema dell’istituzione dei Caschi Blu della Cultura quale pronta risposta dell’Italia all’appello dell’Unesco, che con l’iniziativa Unite4Heritage ha invitato ad un maggior impegno per la tutela del patrimonio culturale nelle aree di crisi.

Interverranno: Ilaria Borletti Buitoni, Sottosegretario del Ministero dei Beni e della attività culturali e del Turismo; Giuliano Volpe, Presidente del Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici, Roberto Rampi, componente della Commissione Cultura della Camera, tra i promotori delle misure dirette alla protezione internazionale del patrimonio e alla istituzione dei Caschi Blu della Cultura.

Presenzieranno: Flavia Piccoli Nardelli, Presidente della Commissione Cultura della Camera; Giampiero Giulietti, Commissione Bilancio della Camera; Francesco Adornato, Rettore dell’Università di Macerata; Michele Corsi, Direttore del Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo.

15/06/2016 - 15:27

“L'approvazione definitiva della legge sul dopo di noi è un traguardo storico per il Pd, per il Parlamento e per tutto il Paese perché finalmente si garantisce assistenza e continuità di cura ai disabili anche quando verranno privati del sostegno dei loro familiari. Questo provvedimento, fortemente voluto dal Partito Democratico, è un atto dovuto a tutti i genitori che sanno cosa significa avere un figlio disabile e temere per il suo futuro una volta che verrà meno il loro appoggio, è una legge che ci rende orgogliosi e che rende ancora più civile il nostro Paese”. E' il commento dell'on. Giampiero Giuletti dopo il via libera della Camera al provvedimento che, per la prima volta, istituisce un Fondo specifico, con 90 milioni di euro per il 2016, 38,3 milioni per il 2017 e 56,1 milioni dal 2018 e prevede agevolazioni e sgravi fiscali per il patrimonio che i genitori decideranno di lasciare in eredità per la cura dei loro figli e progetti individuali di cura e assistenza del disabile da mettere a punto ancor prima che vengano a mancare i parenti.

“Quella sul dopo di noi è una legge che nasce dal basso - ha aggiunto il deputato Pd - dalle esigenze e dalle difficoltà di chi si trova ogni giorno a dover affrontare il delicato tema della disabilità e, nonostante anche questa volta c'è chi ha cercato in tutti i modi di ostacolarne il percorso come il M5S che ha votato contro, il Parlamento ha approvato la legge, scrivendo una delle più belle pagine di civiltà del nostro Paese”. 

08/06/2016 - 16:26

E' necessario avviare un confronto tra il ceto creditizio e JP Industries rispetto ai finanziamenti a sostegno del piano industriale e definire nel più breve tempo possibile l'atto di transazione. E' quanto ci ha riferito il viceministro Teresa Bellanova in risposta all'interrogazione che abbiamo presentato sulla vicenda della JP. Il ministero dello Sviluppo economico ha ribadito che sta continuando a seguire la vicenda con la massima attenzione, anche attraverso l'istituzione di un tavolo dedicato, e si è impegnato a favorire il confronto con JP Industries allo scopo di raggiungere in tempi brevi l'adesione all'atto di transazione e il confronto con il ceto creditizio. D'altra parte gli istituti di credito, a fronte delle richieste del Mise, si sono impegnati a perseguire con decisione i propri obblighi e ad accelerare il processo di delibera. Inoltre, al fine di favorire la ricollocazione dei lavoratori della ex Merloni e di rafforzare il tessuto economico della fascia appenninica fortemente provato dalla crisi, ha promosso un intervento di aiuto volta a favorire nuove iniziative imprenditoriali, attraverso la concessione di agevolazioni per un importo complessivo pari a 26 milioni di euro.

Lo affermano i deputati del Pd Giampiero Giulietti e Emanuele Lodolini.

07/06/2016 - 19:28

“Arrivano notizie rassicuranti sul futuro della centrale Enel di Pietrafitta: confermato l’impegno da parte dell’azienda a mantenere il sito produttivo perugino e la propria presenza in Umbria”. Ne dà notizia Giampiero Giulietti, deputato del Partito democratico, riferendo la risposta del vice-ministro Teresa Bellanova a un’interrogazione da lui presentata sul tema.

“Come spiegato dal viceministro – spiega - Enel sta procedendo alla chiusura degli impianti ritenuti non più produttivi e alla loro riconversione attraverso il progetto Futur-e, che prevede anche il coinvolgimento delle comunità locali e degli stakeholders, e in questo contesto ha avviato un processo di possibile riconversione del sito di Pietrafitta occupato dai due gruppi turbogas a ciclo aperto denominati PF3 e PF4, oramai in disuso (il terzo gruppo a ciclo combinato continuerà invece ad essere funzionante). Sul futuro del vecchio impianto si sono già tenuti incontri a livello locale e l'obbiettivo è quello di promuovere progetti di riconversione e trasformazione del sito, funzionali all'avvio di nuove attività”.

“Inoltre, la Commissione europea ha avviato un confronto sul capacity market, ovvero un sistema di remunerazione della capacità produttiva di energia elettrica, volto a garantire l'adeguatezza della capacità di generazione complessiva sul lungo periodo”, conclude.

17/05/2016 - 16:59

“Un'azione unitaria tra i parlamentari di Umbria e Marche per ribadire la priorità del raddoppio della linea ferroviaria Orte- Falconara, anche in vista del prossimo pronunciamento delle Commissioni Trasporti di Camera e Senato in merito allo schema di aggiornamento per l'anno 2015 al contratto di programma che prevede un de-finanziamento pari a 6milioni di euro per il raddoppio”. 

E' quanto affermato dal deputato Pd Giampiero Giulietti dopo l'incontro che si è tenuto venerdì scorso a Fabriano al quale ha partecipato anche il viceministro ai Trasporti Nencini. “E' necessario lavorare affinché il Governo si impegni ad inserire, nella predisposizione della Legge di Stabilità del 2017 e del bilancio triennale, un finanziamento pluriennale per la realizzazione del raddoppio Orte- Falconara, arteria fondamentale per il trasporto su ferro di Umbria e Marche – ha aggiunto Giulietti – Serve l'impegno di tutti, del Governo che attraverso il viceministro Nencini ha annunciato un finanziamento di 1 miliardo 900 milioni di euro, delle Regioni Umbria e Marche e dei parlamentari,affinché il raddoppio venga inserito tra le opere strategiche e per far sì che a tale scopo vengano allocate al più presto le risorse economiche necessarie”. 

20/11/2015 - 12:00

“Il 20 novembre di ventisei anni fa l'Onu approvava la Carta dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza ed oggi come allora siamo chiamati a rinnovare l'impegno a difendere e tutelare i diritti dei bambini”. E' quanto affermato Giampiero Giulietti deputato del Pd in occasione della Giornata internazionale dell'infanzia.

“Ancor oggi sono tanti i bambini che soffrono la fame e la povertà, che non hanno accesso ad un'istruzione adeguata, che sono vittime di guerre, violenza e sfruttamento ma un mondo che non tutela i minori è un mondo senza futuro – prosegue Giulietti -. E' per questo che serve l'impegno di tutti al fine di difendere i diritti inviolabili di ogni bambino e di ogni adolescente e la giornata del 20 novembre è una preziosa occasione per riflettere sulle sfide che dobbiamo ancora vincere nell'interesse del futuro dei nostri giovani e del nostro Paese”. 

19/11/2015 - 13:15

È stato accolto l'ordine del giorno presentato dal deputato Pd Giampiero Giulietti che impegna il Governo a promuovere un coordinamento della partecipazione europea alle missioni di pace, con l'obbiettivo di pervenire a una rappresentanza unitaria per la politica estera e di difesa nel quadro dei trattati vigenti.

L'ordine del giorno è stato presentato nell'ambito dell' esame del DL 174/2015 riguardante la proroga delle missioni internazionali delle Forze armate e di Polizia, le iniziative di cooperazione allo sviluppo e sostegno ai processi di ricostruzione e la partecipazione alle iniziative delle organizzazioni internazionali per il consolidamento dei processi di pace e di stabilizzazione.

Sempre in quest'ottica, è all'esame del Senato una proposta di legge che definisce il quadro generale della partecipazione italiana alle missioni internazionali, superando la logica emergenziale sinora seguita con il succedersi di decreti-legge in materia.

17/11/2015 - 18:13

Nell'ambito della delega per l'attuazione delle direttive europee sugli appalti pubblici e sulle concessioni e per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici, il governo ha accolto l'ordine del giorno presentato dal deputato del Pd Giampiero Giulietti che prevede il pagamento diretto dei subappaltatori e l'introduzione di criteri e modalità premiali di valutazione delle offerte nei confronti delle imprese che si impegnano a utilizzare personale a livello locale o già impiegato nel medesimo appalto.

“La direttiva 2014/24/UE sugli appalti pubblici- spiega Giulietti – mira ad accrescere l'efficienza della spesa pubblica, facilitando la partecipazione delle piccole e medie imprese e consentendo un miglior uso degli appalti per sostenere il conseguimento di obiettivi ambientali e sociali e di soluzioni innovative. Con l'accoglimento di tale ordine del giorno il governo si impegna ad avvalersi della facoltà prevista dall'art. 71 di tale direttiva che prevede meccanismi per il pagamento diretto ai subappaltatori e a valutare l'opportunità di mettere in campo tutte le azioni possibili per valorizzare le esigenze sociali e di sostenibilità ambientale, anche mediante l'introduzione di criteri e modalità premiali di valutazione delle offerte nei confronti delle imprese che, in caso di aggiudicazione, si impegnino a impiegare manodopera o personale a livello locale o addetti già impiegati nel medesimo appalto, salvaguardando così i livelli occupazionali secondo i principi della territorialità e della filiera corta”.

04/11/2015 - 12:49

Il Governo ha accolto l'ordine del giorno presentato dall'on. Giampiero Giulietti che prevede lo stanziamento delle risorse necessarie per assicurare il completamento nell'anno 2016 del piano ‘Scuolebelle’.

“Al fine di completare il finanziamento del piano di edilizia scolastica previsto da ‘La buona scuola’, che prevede l'utilizzo dal 1° luglio 2014 al 30 marzo 2016 di complessivi 450 milioni di euro, si rende necessario lo stanziamento di ulteriori 50 milioni per l'anno 2016; con l'accoglimento del mio ordine del giorno il Governo si è impegnato ad individuare queste risorse”. Lo ha detto Giampiero Giulietti deputato del Pd componente della commissione Bilancio della Camera.

“Il testo del decreto legge in materia economico-sociale in discussione alla Camera - prosegue Giulietti - prevede l'immediato utilizzo delle risorse assegnate dal Cipe e finalizzate alla celere prosecuzione degli interventi relativi al piano straordinario per il ripristino del decoro e della funzionalità degli edifici scolastici per l'importo di 50 milioni di euro per l'anno 2015 e di 10 milioni di euro per l'anno 2016; il decreto autorizza anche ad un'ulteriore spesa di 50 milioni di euro per l'anno 2015 mediante la corrispondente riduzione del Fondo sociale per l'occupazione e la formazione”. 

23/10/2015 - 12:37

Un odg per valorizzare i beni culturali, implementando il personale specializzato e attingendo alle graduatorie aperte dei concorsi. E’ stato presentato dal deputato Pd Giampiero Giulietti e accolto dal governo nell'ambito del ddl di conversione del decreto-legge sulle misure urgenti per la fruizione del patrimonio storico e artistico della Nazione (n.146, 2015).

“Il disegno di legge – spiega Giulietti – prevede l'inclusione nei servizi essenziali della fruizione dei siti storico-archeologici, dei musei e delle opere d'arte qui custodite e dimostra la consapevolezza legislativa dell'importanza economica e occupazionale dei beni culturali. Con questo odg il governo si impegna ad attuare iniziative per riavviare il circolo virtuoso tra fruizione e valorizzazione dei beni culturali e delle esperienze professionali, promuovendo un'implementazione del personale specializzato. Si impegna inoltre a dare la possibilità a Stato e enti territoriali di attingere alle graduatorie aperte dei concorsi - tra gli altri, per storici dell'arte, archeologi, archivisti e bibliotecari - valutando l’inserimento nei provvedimenti futuri di una disposizione che superi i vincoli burocratici e finanziari per le nuove assunzioni”.

30/09/2015 - 12:22

Interrogazione a Governo

Il deputato Pd Giampiero Giulietti ha presentato un'interrogazione alla Commissione Attività Produttive della Camera per sapere quali iniziative il Governo intenda mettere in atto per giungere al più presto al completamento dell'iter normativo sul biometano.

"Nel dicembre 2013 – spiega Giulietti - era stato approvato il decreto n. 164 che definiva le modalità di incentivazione del biometano immesso nella rete del gasnaturale e, che per diventare operativo, necessitava di ulteriori provvedimenti. Mentre recentemente è stato completato l’iter normativo per l’utilizzo del biometano extra rete, cioè come carburante nei trasporti e nella cogenerazione ad alto rendimento, per quanto riguarda il suo uso nella rete gas restano ancora alcune criticità come la necessità di definire le condizioni tecnico-economiche da parte dei gestori di rete e i parametri di qualità del prodotto”.

“Tali provvedimenti – prosegue il deputato Pd - avrebbero dovuto essere emanati da istituzioni ed enti, tra cui l'Autorità per l'energia, il gas e il sistema idrico (AEEGSI) che non ha rispettato le scadenze temporali previste. A causa di tali ritardi ancora non è possibile allacciare gli impianti alla rete e tutto ciò sta peggiorando la crisi di aziende del settore con inevitabili ripercussioni sull'occupazione. Per questi motivi ho presentato questa interrogazione per sollecitare il Governo a completare l'iter del decreto del biometano, invitandolo a recuperare il tempo perso spalmando l’incentivo previsto fino al 2020, riscattando almeno una parte degli investimenti effettuati in questo periodo dalle imprese, rientrando così nei parametri europei".

Pagine