18/12/2015 - 16:32

Italia non è subalterna

"Il Presidente del Consiglio ha fatto molto bene oggi al vertice Ue a porre domande alla cancelliera Merkel. Quando invochiamo l’Europa dei popoli, lo spazio politico comune e l’Europa solidale e democratica significa che nessuno deve essere subalterno, soprattutto a chi sente di più le ragioni dei bilanci che quelle dei cittadini”.

Lo sottolinea il vice presidente dei Deputati del Pd, Gero Grassi.     

 

18/12/2015 - 11:21

“Per ricordare i cento anni dalla nascita di Aldo Moro, il governo ha previsto l’emissione di un francobollo in suo onore nel 2016. La decisione ufficiale sarà comunicata nelle prossime ore. L’iniziativa è la prima tra le tante che saranno intraprese in memoria dello statista, finalizzate anche alla ricerca della verità sul suo assassinio”.

Lo rende noto Gero Grassi, vice presidente dei Deputati del Pd e componente della commissione d’inchiesta sul sequestro e la morte di Aldo Moro

17/12/2015 - 17:13

“L’ex ministro Martelli ha voluto commentare la dipartita di Licio Gelli con una inutile e infondata provocazione. L’ex vice segretario del PSI sostiene che dietro il Venerabile c’era l’asse DC-PCI e che la P2 è stata il compromesso storico in salsa gelliana. E’ molto grave che l’esponente di un partito che ha scoperto molti suoi dirigenti iscritti alle famigerate liste contribuisca a far dimenticare che Gelli è stato al centro di trame nere che hanno limitato la sovranità italiana, come ha concluso chiaramente la Commissione d’inchiesta guidata da Tina Anselmi. Gelli è stato un cancro per la vita italiana e i suoi uomini hanno contribuito a chiudere il caso Moro con l’assassinio del presidente della Dc. Perciò le provocazioni di Martelli sono davvero fuori luogo ”.

Cosi’ il vice presidente dei deputati del Pd, Gero Grassi, commenta le frasi di Claudio Martelli dopo la morte di Gelli.

25/11/2015 - 18:42

“E’ molto importante quanto si apprende sui tagli alle cosiddette auto blu, tema giustamente molto sentito da cittadini. Il governo ha proposto ad Anci, Upi e Conferenza delle Regioni un'ipotesi di accordo per dare piena attuazione al contenimento delle spese per autovetture di servizio. Ora sarà la Conferenza Unificata ha dare l’ok definitivo alla sforbiciata delle auto di servizio. Mi pare un segno di serietà e credibilità da parte di un governo che si propone di dare un taglio agli sprechi”.

Così il vice presidente dei Deputati del Pd Gero Grassi. 

23/11/2015 - 19:33

“Il presidente della Regione Lombardia non poteva fare di peggio. Il suo intervento sulla partecipazione del Capo dello Stato alla prima della Scala è stato pessimo, perché disinformato, privo di fondamento eppure accusatorio. L’auspicio è che almeno sia stato d’insegnamento: non bisogna mai gettare nella polemica il Colle”.

Così il vicepresidente dei Deputati del Pd, Gero Grassi, dopo la nota di Roberto Maroni che aveva chiesto al presidente Mattarella di ‘ripensare’ alla scelta di non partecipare alla prima della Scala, non sapendo che il Capo dello Stato aveva già stabilito di presenziare, la mattina dopo, alla apertura del Giubileo. 

19/11/2015 - 18:15

"Le alchimie servono a poco, quando è in gioco la sostanza della democrazia. Cancellato il suo nome dal simbolo, Beppe Grillo, oltre che garante, ne rimane comunque il padrone assoluto. Insomma la natura ‘teocratica’ del Movimento 5 Stelle non viene messa in discussione dalle recenti decisioni dei suoi leader”.

Così il vice presidente dei deputati del Pd, Gero Grassi.

11/11/2015 - 20:50

“E’ triste che il Comune di Padova abbia negato l’autorizzazione dell’uso della Sala Paladin per la presentazione di un libro della filosofa Michela Marzano ed è preoccupante la propaganda che Salvini sta montando sul caso. Si può essere d’accordo o meno con le analisi e le proposte della nostra collega di Partito – io, ad esempio non sono quasi mai d’accordo con lei – ma come può un comune interdire uno spazio pubblico perché il consiglio comunale ha approvato una mozione contro la teoria gender, oggetto del libro? La scelta del sindaco Bitonci è un piccolo anticipo della cultura come la intende il suo leader di Partito, Matteo Salvini”.     

Così il vicepresidente dei Deputati del Pd, Gero Grassi, dopo il post su Facebook del segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini. 

10/11/2015 - 17:49

“E’ triste che il Comune di Padova abbia negato l’autorizzazione dell’uso della Sala Paladin per la presentazione di un libro della filosofa Michela Marzano. Si può essere d’accordo o meno con le analisi e le proposte della nostra collega di Partito – io, ad esempio non sono quasi mai d’accordo con lei – ma come può un comune interdire uno spazio pubblico perché il consiglio comunale ha approvato una mozione contro la teoria gender, oggetto del libro? Purtroppo, credo che la scelta del sindaco Bitonci sia un piccolo anticipo della cultura come la intende il suo leader di Partito, Matteo Salvini”.

Così il vicepresidente dei Deputati del Pd, Gero Grassi.

28/10/2015 - 18:54

Grazie al Presidente del Senato per le sue parole

"Sono sicuro che l’appello del presidente Fioroni sia nello spirito di tutta la Commissione parlamentare che speriamo potrà contare sulle parole dei protagonisti degli anni di piombo ma anche di quelli che stavano dall’altra parte, cioè degli uomini dello Stato implicati in quei fatti. Chi sa parli, perché raggiungere una verità sui 55 giorni, sull’agguato di via Fani, sulla morte di Moro e della sua scorta significa far fare un balzo in avanti alla coscienza collettiva del Paese. Voglio ringraziare sentitamente il presidente del Senato, Pietro Grasso, che ha sentito il bisogno di intervenire e di auspicare un ‘pentimento attivo’: le sue parole di sensibilizzazione sono preziose”.

Così Gero Grassi, vice presidente dei deputati del Pd e componente della Commissione d’inchiesta sul caso Moro.

15/10/2015 - 16:24

“E’ un tema davvero troppo delicato e importante per essere usato a fini pubblicitari: Beppe Grillo non vada avanti su questa strada perché fa un torto al paese”. Così il vice presidente dei deputati del Pd, Gero Grassi, componente della Commissione d’inchiesta sul caso Moro, replica a quanto scrive sul blog Beppe Grillo a proposito delle stragi e del segreto di Stato. “Vado in giro per l’Italia sostenendo che dobbiamo pretendere la verità sulla morte di Aldo Moro, obiettivo per la quale ci siamo organizzati e sul quale stiamo lavorando con risultati importanti. Questo paese è ferito dalle stragi delle quali molto ancora dobbiamo sapere ma non si può parlare di segreto di Stato che non può essere applicato al reato di strage, come è ampiamente noto. A Renzi, del resto, dobbiamo una Direttiva che sta portando documenti nuovi all’Archivio di Stato. La ricerca della verità, dopo i depistaggi e gli inquinamenti fatti dagli apparati dello Stato, è una strada tortuosa e complicata, non si arriva alla fine agitando argomenti infondati”.

 

29/09/2015 - 19:16

Si ravveda per le assurde frasi contro Anzaldi

“Speriamo che arrivi il momento in cui Beppe Grillo si ravveda per le gravissime frasi contro Michele Anzaldi, un deputato libero, che ha espresso legittime opinioni e che ha sempre dimostrato di avere a cuore la qualità del servizio pubblico”. Lo afferma il vice presidente dei deputati democratici, Gero Grassi, il quale aggiunge: “è assurdo che quelle accuse arrivino proprio da un personaggio come Grillo di cui tutti ricordiamo gli slogan contro i giornalisti non graditi. Nonostante ciò nessuno ha mai pensato di paragonarlo ai criminali nazisti come Goebbels perché abbiamo il senso della realtà”.

 

29/09/2015 - 19:11

Si ravveda per le assurde frasi contro Anzaldi

“Speriamo che arrivi il momento in cui Beppe Grillo si ravveda per le gravissime frasi contro Michele Anzaldi, un deputato libero, che ha espresso legittime opinioni e che ha sempre dimostrato di avere a cuore la qualità del servizio pubblico”. Lo afferma il vice presidente dei deputati democratici, Gero Grassi, il quale aggiunge: “è assurdo che quelle accuse arrivino proprio da un personaggio come Grillo di cui tutti ricordiamo gli slogan contro i giornalisti non graditi. Nonostante ciò nessuno ha mai pensato di paragonarlo ai criminali nazisti come Goebbels perché abbiamo il senso della realtà”.   

28/09/2015 - 16:55

“Non conosciamo i motivi della decisione delle autorità nigeriane ma è comprensibile che non siano accoglienti con un personaggio come Matteo Salvini e la sua conclamata xenofobia. Detto ciò spero che prima o poi possa andare e conoscere quella realtà”. Lo dice il vice presidente dei deputati del Pd, Gero Grassi, commentando la notizia che il leader leghista non ha ottenuto il visto dal paese africano dove si sarebbe dovuto recare insieme ad alcuni imprenditori padani. “Con la sua valigia pronta – aggiunge - ce lo immaginiamo come un piccolo colonialista del secolo scorso: sprezzante con i neri, pronto a sfruttarne le risorse”.

14/09/2015 - 17:08

"L’unica cosa che viene in mente a sentire le parole di Beppe Grillo è la scena di Totò: ‘ma mi faccia il piacere!”. Così Gero Grassi, vice presidente dei deputati del Pd, commenta le frasi del leader pentastellato che evoca Sandro Pertini e Nelson Mandela dopo la condanna per diffamazione stabilita dal tribunale di Ascoli.

07/08/2015 - 16:10

Il vice presidente dei Deputati del Partito democratico, Gero Grassi, in merito alle affermazioni del leader leghista, afferma: “Matteo Salvini incita all’odio. E’ un personaggio pericoloso. Dice di parlare con rispetto nei confronti di Papa Francesco ma farebbe meglio a tacere perché non sa di cosa parla: è abituato solo a sparlare. I clandestini sono uomini e donne che fuggono dalla fame e dalle guerre, cacciarli è un crimine, un atto di guerra, proprio come dice Francesco, al di là del proprio credo religioso”, conclude Grassi. 

Pagine