04/04/2017 - 10:35

OGGI MARTEDI 4 APRILE ORE 14:30 CONFERENZA STAMPA PRESSO SALA STAMPA MONTECITORIO

Si svolgerà oggi martedì 4 Aprile, alle ore 14.30 presso la sala stampa di Montecitorio la conferenza stampa sulla situazione dei lavoratori del mondo dello spettacolo, partendo dalla questione fondi Enpals.
L'assorbimento di Enpals da parte dell'Inps ha creato confusione e dubbi sul sistema previdenziale dei lavoratori del mondo dello spettacolo. Il tema, già sollevato dagli stessi lavoratori col supporto delle sigle sindacali di riferimento, mira a chiarire la posizione previdenziale degli artisti che, sotto gestione Enpals, vedevano gli adempimenti contributivi in capo ai committenti, mentre oggi, l'Inps ne richiede la contribuzione in gestione separata, anche per gli anni precedenti, aggravata dalle more e dal rischio di vedersi recapitare le cartelle esattoriali.
La conferenza stampa, organizzata dai deputati del Partito Democratico Chiara Gribaudo e Antonino Moscatt, con il contributo della Cgil segue un'interpellanza indirizzata al Governo, con la quale si vuole sollecitare un intervento sul tema, aprendo un tavolo tecnico di confronto, affinché si trovi una soluzione su questa vertenza, e al contempo si faccia un'analisi complessiva della situazione di questa categoria di lavoratori.
Interverranno Chiara Gribaudo, deputata Pd, Antonino Moscatt, deputato Pd, i rappresentanti della Cgil e una delegazione di lavoratori del mondo dello spettacolo.

03/04/2017 - 16:40

“L’Istat oggi conferma quello che sosteniamo da tempo: alle riforme non bastano pochi mesi per dispiegare i loro effetti positivi, ma a due anni dal Jobs Act l’occupazione continua a salire sostenuta dalla crescita del paese. Ora dobbiamo alzare il ritmo al segno più, e dare nuovi strumenti per il lavoro dei giovani e dei più deboli”. Lo dichiara Chiara Gribaudo, vice capogruppo del Pd alla Camera dei Deputati.

“Siamo finalmente scesi – spiega - sotto i 3 milioni di disoccupati, e questo nonostante continui a scendere anche il numero degli inattivi. Anche la disoccupazione giovanile fra i 15 e i 24 anni scende al 35%, una notizia buona ma ancora non abbastanza. Questi dati vanno letti insieme alla crescita della fiducia delle imprese: le persone stanno uscendo di casa per cercare un lavoro, si stanno rimettendo in gioco. In questa partita dobbiamo essere accanto a loro con una pluralità di interventi: servono una nuova decontribuzione per i giovani e il taglio del cuneo fiscale, ma anche la ristrutturazione definitiva delle politiche attive del lavoro”.

“Gli assegni di ricollocazione partiti il mese scorso genereranno presto dati ancora più positivi, ma ad Anpal rimane un intero sistema da ricostruire e riformare, a partire dai centri per l’impiego. Su entrambi i fronti serve assolutamente la spinta del governo, perché nessuno venga lasciato indietro”, conclude.

03/04/2017 - 09:54

MARTEDI 4 APRILE ORE 14:30 CONFERENZA STAMPA PRESSO SALA STAMPA MONTECITORIO
Si svolgerà martedì 4 Aprile, alle ore 14.30 presso la sala stampa di Montecitorio la conferenza stampa sulla situazione dei lavoratori del mondo dello spettacolo, partendo dalla questione fondi Enpals.
L'assorbimento di Enpals da parte dell'Inps ha creato confusione e dubbi sul sistema previdenziale dei lavoratori del mondo dello spettacolo. Il tema, già sollevato dagli stessi lavoratori col supporto delle sigle sindacali di riferimento, mira a chiarire la posizione previdenziale degli artisti che, sotto gestione Enpals, vedevano gli adempimenti contributivi in capo ai committenti, mentre oggi, l'Inps ne richiede la contribuzione in gestione separata, anche per gli anni precedenti, aggravata dalle more e dal rischio di vedersi recapitare le cartelle esattoriali.
La conferenza stampa, organizzata dai deputati del Partito Democratico Chiara Gribaudo e Antonino Moscatt, con il contributo della Cgil segue un'interpellanza indirizzata al Governo, con la quale si vuole sollecitare un intervento sul tema, aprendo un tavolo tecnico di confronto, affinché si trovi una soluzione su questa vertenza, e al contempo si faccia un'analisi complessiva della situazione di questa categoria di lavoratori.
Interverranno Chiara Gribaudo, deputata Pd, Antonino Moscatt, deputato Pd, i rappresentanti della Cgil e una delegazione di lavoratori del mondo dello spettacolo.

31/03/2017 - 12:33

 Martedi 4 aprile ore 14:30 conferenza stampa presso Sala stampa Montecitorio

Si svolgerà martedì 4 Aprile, alle ore 14.30 presso la sala stampa di Montecitorio la conferenza stampa sulla situazione dei lavoratori del mondo dello spettacolo, partendo dalla questione fondi Enpals.

L'assorbimento di Enpals da parte dell'Inps ha creato confusione e dubbi sul sistema previdenziale dei lavoratori del mondo dello spettacolo. Il tema, già sollevato dagli stessi lavoratori col supporto delle sigle sindacali di riferimento, mira a chiarire la posizione previdenziale degli artisti che, sotto gestione Enpals, vedevano gli adempimenti contributivi in capo ai committenti, mentre oggi, l'Inps ne richiede la contribuzione in gestione separata, anche per gli anni precedenti, aggravata dalle more e dal rischio di vedersi recapitare le cartelle esattoriali.

La conferenza stampa, organizzata dai deputati del Partito Democratico Chiara Gribaudo e Antonino Moscatt, con il contributo della Cgil segue un'interpellanza indirizzata al Governo, con la quale si vuole sollecitare un intervento sul tema, aprendo un tavolo tecnico di confronto, affinché si trovi una soluzione su questa vertenza, e al contempo si faccia un'analisi complessiva della situazione di questa categoria di lavoratori.

Interverranno Chiara Gribaudo, deputata Pd, Antonino Moscatt, deputato Pd, i rappresentanti della Cgil e una delegazione di lavoratori del mondo dello spettacolo.

28/03/2017 - 14:42

“I dati diffusi questa mattina da ISTAT sono sconcertanti: 8,3 milioni di donne sottomesse psicologicamente significa non solo che la battaglia per la parità e il rispetto di genere non è finita, ma che è ancora tutta da combattere”. Lo dichiara Chiara Gribaudo, Vice Capogruppo del PD alla Camera.

“Quasi un terzo delle donne italiane - prosegue Gribaudo - avrebbe subito nella propria vita una forma di violenza fisica o sessuale. Nel 40% dei casi sono state vittime di controllo fisico, psicologico, economico. Di fronte a questi numeri nessuno può chiudere gli occhi o continuare con i buonismi e con la scusa della provocazione. Il prossimo che sentiremo dire ‘se si veste così se le cerca’ dovrà considerarsi tra i responsabili di tutto questo. Qui non si tratta di maschilismo o di femminismo, ma di violenza vera e propria. Nelle case l’unica a poter entrare è l’informazione, e di certo la RAI non ci ha dato il buon esempio ultimamente. Ma ha ragione la sottosegretaria Maria Teresa Amici quando dice che la sfida parte dalla scuola. Per costruire una società che sia di donne e di uomini, lo Stato deve fare il massimo su tutti i fronti. Mentre dai lavoratori della Tv pubblica deve essere preteso un impegno diretto nella scrittura dei programmi, agli insegnanti deve essere chiesto cosa accade nelle classi, come viene affrontato e se servono ore e strumenti in più, anche di dialogo con la famiglia. Una scuola che non insegni la parità e il rispetto di genere è una scuola che viene meno al principio di uguaglianza e alle sue funzioni primarie. E per questo non esistono giustificazioni, nemmeno firmate dai genitori” conclude Gribaudo.

24/03/2017 - 17:44

“Saremo soddisfatte quando il primo bonus verrà erogato alla prima madre che sarà riuscita a presentare la domanda. Ci è stato confermato che i bonus saranno erogati a partire dal mese di maggio: a questo punto non dovranno esserci ulteriori ritardi da parte di INPS. Se così fosse, torneremo a chiedere spiegazioni che comunque ancora mancano. I tempi tecnici sono legittimi ma, per un ente come INPS, quattro mesi per una piattaforma informatica sono decisamente troppi. Su questo e su tanti altri temi abbiamo il dovere di dare delle risposte ai cittadini. Alle mamme di domani serve un aiuto oggi, non certo dopodomani”.

Lo dichiarano le deputate dem Chiara Gribaudo e Lia Quartapelle dopo i chiarimenti forniti dal Sottosegretario Bressa stamani a Montecitorio per l’interpellanza urgente sul bonus mamme. Le due deputate stigmatizzano l’assenza del ministro Costa: “Siamo molto dispiaciute che il Ministro Costa non sia venuto a rispondere personalmente in Aula alla nostra interrogazione, anche perché in quel momento prendeva parte ad una conferenza stampa con altri ministri del suo partito per attaccare l’abolizione dei voucher, misura da loro prima sostenuta in Consiglio dei Ministri. Forse sarebbe stato più opportuno venire a dare risposte chiare alla Camera sulle politiche per la famiglia”.

24/03/2017 - 10:12

"Sulle dichiarazioni di Scagliusi restiamo sgomenti e perplessi. Abbiamo ritenuto di affrontare un tema così delicato come quello delle adozioni con serietà e dovuto rispetto verso quanti vedono coinvolta la propria sfera personale". È quanto dichiarano i deputati Pd Chiara Gribaudo e Antonino Moscatt.

"Il deputato 5s dovrebbe sapere che sollecitare e proporre è prerogativa dei parlamentari, specie quando si affrontano temi di particolarmente complessità. Le parole di Scagliusi sulla nostra conferenza stampa dimostrano superficialità, probabilmente si è soffermato - spiegano i deputati dem - solo al titolo. L'unica nostra volontà è quella di aiutare centinaia di famiglie cercando di risolvere le problematiche connesse alle adozioni internazionali; non lasceremo mai spazio a bizzarre strumentalizzazioni e dichiarazioni pretestuose come quelle di Emanuele Scagliusi, noi facciamo politica diversamente", concludono Moscatt e Gribaudo

24/03/2017 - 09:54

“Questa mattina chiederemo  al ministro Costa delle risposte sul tema del bonus mamme. Il grande ritardo da parte di Inps nella possibilità di presentare le domande e nell’erogazione dei bonus appare davvero ingiustificato. Soprattutto un tema così delicato non meritava di essere mortificato da polemiche giornalistiche e servizi televisivi. Non è la prima volta che l’Inps risponde in ritardo ai provvedimenti decisi dal Parlamento: occorre approfondire, a partire da questo caso, di chi siano le responsabilità di questi mesi di vuoto, in cui alle madri è stato risposto che ‘il bonus c’è, ma è come se non ci fosse’. Non possiamo proprio permetterci un’amministrazione del genere se vogliamo ricostruire il rapporto di fiducia tra cittadini e istituzioni, tra cittadini e politica. Occorrono tempi certi, ma prima di questo occorre individuare come si è arrivati a questo punto. Altrimenti non risolveremo mai il grande problema di questo Paese, la distanza fra la legge e ciò che poi viene fatto in concreto per migliorare la vita degli italiani”.

Lo dichiara Chiara Gribaudo, vice capogruppo del Pd alla Camera, in merito all’interpellanza urgente sul bonus mamme che verrà posta questa mattina al Governo in Aula a Montecitorio.

23/03/2017 - 12:29

“335 i martiri ardeatini, civili e militari italiani, che 73 anni fa, il 24 marzo del 1944, furono uccisi dalle truppe di occupazione tedesche guidate da Priebke , come rappresaglia di un attentato partigiano. 335 martiri che sono nella nostra memoria e nel nostro agire, a cui oggi l’Italia ha reso onore alla presenza del Presidente della Repubblica Mattarella, del Presidente del Senato Grasso, della Ministra Pinotti, e di molte alte cariche della Repubblica.

L’omaggio è dovuto e sentito poiché sempre dobbiamo tenere viva la memoria di chi ha sacrificato la vita in nome della liberta dal nazifascismo. A loro e alle loro famiglie vogliamo essere vicini consapevoli che la memoria va mantenuta viva ed onorata tutti i giorni con quei principi di libertà e democrazia che sono sanciti dalla nostra Costituzione. L'Italia non deve e non vuole dimenticare, per questa ragione il Gruppo del Partito Democratico ha partecipato con profonda convinzione alla Commemorazione. Per la nostra comunità la memoria è un presente costante”.
Così Chiara Gribaudo, vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera, presente oggi alla celebrazione dei martiri delle Fosse Ardeatine.

22/03/2017 - 14:54

“Dobbiamo ringraziare il Presidente della Repubblica per la lucidità e la profondità delle sue parole per le celebrazioni dei Trattati di Roma. Come ha detto Sergio Mattarella, “Fatti gli Europei bisogna fare l’Europa”. L’impegno ad andare avanti nel processo di integrazione per costruire un’unione politica deve essere al primo punto degli impegni del Pd e del nostro paese. Povertà, disoccupazione, disuguaglianze potranno essere combattuti fino in fondo solo con un nuovo pilastro europeo: il pilastro sociale.” E’ quanto dichiara la vicecapogruppo dei deputati dem, Chiara Gribaudo. “L’Unione scossa dai populismi e attaccata nei suoi valori dagli attori mondiali può resistere solo con una maggiore coesione interna. Oggi la legittimazione non può venire semplicemente dalla pace e dall’apertura dei mercati, come 60 anni fa: serve un’Europa che incontri i bisogni dei cittadini con uno stato sociale comune, che sia democratica a tutti i livelli, che sia vicina ai più deboli. Il Presidente Mattarella, ricordando le parole di Luigi Einaudi, ha dato un grande monito a chi oggi vorrebbe alzare muri in mezzo a noi: la scelta è tra la frantumazione e l’irrilevanza di ciascuno, contro un processo di unificazione federale e democratico, con uguaglianza di diritti e doveri per tutti gli Stati. Quella necessaria rinuncia di sovranità che da 70 anni si predica, ma che rimane un passo incompiuto per gli Stati Uniti d’Europa, deve essere la nostra missione per il presente e per il futuro di tutti gli europei”, conclude Gribaudo.

22/03/2017 - 10:41

Presentata interpellanza per accelerare l’erogazione

“Insieme alle colleghe e ai colleghi del PD, ho presentato un’interpellanza urgente per chiedere ai ministri Costa e Poletti cosa stia succedendo al bonus mamme che abbiamo approvato in Legge di Bilancio. Se n’è parlato fin troppo sui giornali, è ora che sui ritardi si riferisca in Parlamento”. Lo dichiara Chiara Gribaudo, Vice Capogruppo PD alla Camera.

“In questi giorni - prosegue Gribaudo - abbiamo letto uno scambio di accuse fra il ministro Costa e l’INPS. Non è la prima volta che l’amministrazione non riesce a tenere il passo con i provvedimenti approvati dal legislatore. Il bonus da 800€ per le nuove mamme è stato una grande conquista dell’ultima Legge di Bilancio, con il quale la maggioranza è voluta andare incontro alle esigenze di tante famiglie italiane. Abbiamo il dovere di garantirlo, nei giusti tempi, a tutti gli aventi diritto. A quanto si è appreso ieri dai giornali, le prime erogazioni potrebbero arrivare addirittura a maggio inoltrato. Non risolveremo mai i problemi di questo paese se non accorciamo la distanza fra le decisioni che prendiamo in Parlamento e chi deve metterle in pratica. Su questo, venerdì mattina in Aula chiederò al governo di chiarire i motivi del ritardo e di accelerare l’erogazione dei bonus”. 

15/03/2017 - 18:32

Domani 16 marzoalle ore 9.30, una delegazione di deputati del Partito democratico si recherà in via Fani per onorare le vittime della strage del 16 marzo1978, i carabinieri Oreste Leonardi, Domenico Ricci, e i poliziotti Raffaele Iozzino, Francesco Zizzi e Giulio Rivera, trucidati dalle  Brigate Rosse durante l’agguato in cui fu rapito il presidente della Dc, Aldo Moro.

Oltre al presidente Ettore Rosato, faranno parte della delegazione Gero Grassi, Chiara Gribaudo e Andrea Giorgis.

09/03/2017 - 14:07

“Con l’approvazione del disegno di legge sul Lavoro autonomo saniamo finalmente la frattura con tutte quelle lavoratrici e lavoratori dimenticati in questi ultimi 20 anni”. Così la deputata Dem Chiara Gribaudo, vicepresidente del Gruppo alla Camera.
“Si tratta – spiega – di un tassello importante, che ora attende solo il via libera definitivo del Senato, della riforma del lavoro. Due milioni di persone non possono più attendere oltre un provvedimento che trasferisce loro un impianto di tutele complessive: si estendono i diritti alla maternità, rendendoli più flessibili ed esigibili per la donna lavoratrice autonoma, si amplia il congedo parentale, si entra nella modernità della vita delle donne. Malattia, infortunio e gravidanza non potranno far estinguere i contratti: finalmente lo mettiamo per iscritto. Si garantisce per sempre la dis-coll, l’indennità di disoccupazione, a tutti i collaboratori, e la si allarga ai precari della ricerca italiana”.
“Si riconosce l’attività creativa, si valorizza la formazione. Insomma si rende giustizia a chi è stato sempre dimenticato dalle riforme del lavoro. La Storia ci aiuterà un giorno a fare chiarezza e ci aiuterà a comprendere meglio i veri innovatori, i veri riformisti, e ciò per cui c’era bisogno di lottare”, conclude.

08/03/2017 - 15:13

Oggi il Presidente Mattarella, nel suo intervento per la Festa della Donna, ha sottolineato l’importanza della proposta di legge a tutela degli orfani di femminicidio. Occorre ringraziare il Presidente per l’attenzione che ha voluto riservare a questo provvedimento, in un giorno così importante per la conquista dei diritti e delle pari opportunità fra i sessi”. Così Chiara Gribaudo, Vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera.

“Il Presidente - continua la deputata Dem - ha giustamente ricordato che la legge, che attende solo l’approvazione del Senato, ha avuto il voto favorevole di tutta l’Aula. Ciò è stato possibile non solo per l’importanza delle disposizioni previste, ma anche per il lavoro corale dell’Intergruppo delle Donne guidato dalla Presidente Boldrini, che insieme sono riuscite a migliorare efficacemente il testo attraverso emendamenti importanti, portandolo ad una rapida approvazione in Commissione e in Aula. Oggi8 marzo, mi unisco all’appello del Presidente Mattarella perché il Senato metta al più presto in calendario questa legge. Nello spirito del lavoro collettivo condotto fin qui - conclude Chiara Gribaudo - voglio farlo con le parole di Tina Anselmi, della quale tra poche settimane ricorrerà il 90° anniversario della nascita: Quando le donne si sono impegnate nelle battaglie le vittorie sono state vittorie per tutta la società. La politica che vede le donne in prima linea è politica d’inclusione, di rispetto delle diversità, di pace”.

08/03/2017 - 11:15

“Oggi, 8 marzo, mentre le donne scioperano in tutto il mondo per rivendicare i loro diritti, in Aula alla Camera stiamo discutendo il ddl lavoro autonomo e agile, che finalmente garantirà uno welfare a chi ne è sempre stato escluso, comprese le lavoratrici autonome, che potranno anche usufruire di maggiore flessibilità per coniugare gli impegni lavorativi e familiari. Perché scioperare l’8 marzo, vi chiedete in tanti? Perché il lavoro, insieme alla conoscenza, è il più grande dei nostri strumenti di libertà, e la parità di salario e di opportunità di vita sono battaglie irrinunciabili per l’uguaglianza fra i sessi. Auguri a tutte noi, che lottiamo ogni giorno per questo”.

Così la deputata Dem Chiara Gribaudo, vicepresidente del Gruppo alla Camera.

Pagine