03/12/2015 - 17:16

“L’emendamento all’art.5 della legge Lupi, presentato dal presidente del Pd Orfini nella Stabilita’, è equilibrato e necessario. Non coltiva l’illegalità, come sostengono strumentalmente l’ex ministro e alcuni suoi compagni di partito”. Lo dichiara Chiara Gribaudo, vicepresidente del gruppo Pd alla Camera.

“Al contrario – continua Gribaudo - intende preservarla sanando effetti sociali negativi che sarebbero lesivi in primis di diritti costituzionali (per di più nei confronti dei soggetti più deboli e senza alcuna responsabilità, come i bambini) o altre forme di frodi che le previsioni di legge hanno generato, come le dichiarazioni fasulle di residenza”.

“Non posso che augurarmi che il Governo scenda in campo facendo suo l’emendamento e chiudendo una querelle che, nelle parole dell’ex ministro, sa molto di personale”, conclude Chiara Gribaudo.

25/11/2015 - 11:32

“L’investimento di un miliardo nella cultura annunciato dal premier è una risposta politica di grande valore al terrorismo. In particolare, i 50milioni di euro in più per il diritto allo studio danno la possibilità a molti ragazze e ragazzi di continuare a studiare. Mai come nell’era dell’economia della conoscenza abbiamo la necessità che i nostri giovani possano studiare soprattutto se a fermarli è il basso reddito dei loro genitori”.

Lo ha detto Chiara Gribaudo vicepresidente del gruppo Pd alla Camera.

19/11/2015 - 13:47

Garantito avvio di un tavolo fra le parti

 

“Questa mattina il Governo ha risposto alla interrogazione di cui ero prima firmataria sulla riorganizzazione Michelin. Dal ministero per lo Sviluppo economico è arrivata la piena disponibilità per il tavolo nazionale che chiedevamo per garantire innanzitutto l’occupazione insieme agli investimenti previsti nei prossimi anni. In questa fase, è giusto seguire da vicino e rispettare il confronto tra le parti sociali, iniziato lunedì scorso con un incontro a Torino. Il Governo e noi parlamentari siamo però pronti a fare la nostra parte perché si giunga il prima possibile ad una soluzione di maggiore garanzia per tutti. Gli strumenti per farlo ci sono. Ora serve la volontà di coglierli”.

 

Lo dice Chiara Gribaudo vicepresidente del gruppo Pd alla Camera e componente della commissione Lavoro.

06/11/2015 - 16:35

“Questo pomeriggio ho incontrato i lavoratori del sito Michelin di Fossano, che è tra quelli interessati dalla riorganizzazione preannunciata dall’azienda nei giorni scorsi. Insieme al sindaco Sordella, all’assessore regionale Balocco, alla senatrice Manassero e agli assessori cittadini Ballario e Bogliotti, ho raccolto l’incertezza e la forte preoccupazione per il futuro di molte famiglie.

Il 16 novembre prossimo, presso l’Unione Industriale di Torino, avrà luogo il primo incontro tra azienda e sindacati: va rispettato il lavoro delle Parti, ma anche noi facciamo il nostro. Non si tratta infatti di una situazione solo locale, ma di un problema che deve essere affrontato al giusto livello. Per questo ho depositato alla Camera una interrogazione parlamentare sottoscritta dai parlamentari PD, per richiedere un tavolo che affronti la questione a livello nazionale, e quali iniziative urgenti intenda prendere il Governo. Il Ministro Guidi ha già espresso la sua disponibilità. La risposta dovrebbe arrivare già settimana prossima e confido possa essere d’aiuto perché si giunga in tempi rapidi ad una soluzione positiva per tutti”.

Così Chiara Gribaudo, vice presidente dei Deputati del Partito democratico. 

 

04/11/2015 - 18:49

“Siamo amareggiati per la scelta annunciata dalla Fieg di avvalersi della facoltà di dare disdetta del contratto nazionale di lavoro giornalistico. Il nostro auspicio è che a questo gesto forte corrisponda altrettanta determinazione nella volontà di trovare le giuste mediazioni per tutelare il lavoro e la professionalità in uno dei settori più delicati e importanti per un Paese democratico”. Così Chiara Gribaudo, vice presidente del Gruppo dei Deputati Pd

03/11/2015 - 16:13

“Chiederemo l’apertura di un tavolo di confronto per scongiurare la chiusura degli stabilimenti della Michelin. Vogliamo sapere quali siano i motivi alla base delle scelte dell’azienda che, a quanto si apprende, taglierà 578 posti di lavoro in Italia entro il 2020. L’Italia è un Paese che offre un futuro per gli investimenti di una azienda come la Michelin che conosce bene le nostre risorse umane e non solo, dunque ci aspettiamo chiarimenti: lo dobbiamo ai lavoratori e alle comunità locali”.

Lo ha detto la vice presidente del Gruppo del Pd, Chiara Gribaudo.

28/10/2015 - 14:24

“Dobbiamo andare avanti con il testo Cirinnà. Le sentenze vanno sempre rispettate, non possono esistere eccezioni. A noi, però, compete fare le leggi per dare al Paese regole democratiche, condivise, che uniscano tutti senza creare cittadini di serie a e quelli di serie b. Per questo insistiamo: le Unioni civili sono un atto di civiltà, noi sentiamo il dovere di dare una legge all’Italia”.

Così Chiara Gribaudo, vicepresidente del Gruppo del Pd alla Camera.

15/10/2015 - 17:10

“Con il Jobs Act per i lavoratori autonomi, il premier Renzi mantiene una promessa presa”.

Così la vicecapogruppo del Pd a Montecitorio, Chiara Gribaudo, che aggiunge:

“Ci vuole coraggio per ammettere un errore, ancora di più per porvi rimedio: il governo lo ha già fatto in occasione del Milleproroghe e oggi prosegue su questa strada. Riconosciamo che la scelta è stata quella di ascoltare prima di proporre, il dibattito è stato ampio e i temi discussi dal Pd e dal mondo del lavoro autonomo trovano oggi finalmente le risposte che attendavano. Per milioni di lavoratori, la Stabilità diventa davvero la 'Legge della fiducia'.”

30/09/2015 - 11:35

“I dati dell’Istat sul mondo del lavoro che segnano un aumento degli occupati dimostrano l’efficacia delle riforme del governo fin qui approvate. Adesso si tratta di confermare nella prossima legge di stabilità le misure che abbattono il costo del lavoro, in particolare quello stabile, finanziano politiche attive e tutelano chi è più in difficoltà”.

Lo ha detto Chiara Gribaudo, vicepresidente del gruppo dem alla Camera e componente della commissione Lavoro.

15/09/2015 - 16:38

“Gli esodati non si difendono salendo sui banchi dell’Aula e interrompendo i lavori della Camera, come sta facendo oggi la Lega nord. Il Pd è impegnato da sempre nella salvaguardia di chi è rimasto senza stipendio e senza pensione a seguito del decreto Fornero e per correggere le deformazioni di quella norma. Siamo già riusciti a trovare le risorse per migliaia di esodati e ci batteremo affinchè quella lista sia esaurita ma facendo un lavoro serio, non gli show della Lega”.

Così Chiara Gribaudo, vice presidente del Gruppo de Pd alla Camera.

11/09/2015 - 13:11

“I dati Istat sulla produzione industriale diffusi oggi offrono un quadro in generale più positivo rispetto al passato: i segnali di ripresa si ripetono ma ora serve impegno da parte di tutti, politica e categorie produttive, per consolidarli. Un segnale importante sembra però arrivare dalla crescita dei beni di consumo durevoli: si tratta di un indicatore che ci dice che i consumatori tornano a fare scelte a lungo termine e che quindi stanno riacquistando una maggiore fiducia nel futuro. Sono segnali da non sprecare e da mettere al servizio della ripresa occupazionale, che deve essere per il Pd il primo obiettivo”. Lo dichiara la vice presidente del Gruppo Pd della Camera Chiara Gribaudo.

04/09/2015 - 20:39

 “Sull’assunzione dei disabili, il Governo ha recepito la modifica che avevamo chiesto nel parere espresso dalla Commissione Lavoro di cui sono stata relatrice: l’eliminazione dell’assunzione diretta dei disabili da parte del datore di lavoro è una modifica importante e positiva”. Lo dichiara Chiara Gribaudo, vice-presidente del gruppo Pd alla Camera.

 “Si rafforza così – continua Gribaudo - l’assunzione attraverso le convenzioni previste dall’articolo 11 e si evita il rischio di avere disabili di serie A e di serie B. Sull’estensione della chiamata nominativa credo non ci debba essere una preclusione sbagliata: i dati parlano chiaro e dicono che con questa forma e con le convenzioni, in questi anni, si è favorita vera occupazione”.

“Oggi – prosegue la vice-presidente del gruppo Pd - insieme ai maggiori incentivi per le assunzioni e alla revisione della procedura per la loro erogazione, l’auspicio è che si possa favorire per i disabili un migliore inserimento sociale e una maggiore integrazione vera attraverso il lavoro. Servirà, in ogni caso, uno stretto monitoraggio e un forte lavoro culturale per aumentare la consapevolezza diffusa, sia della parte pubblica che dei privati.

“Anche lo stop alle dimissioni in bianco è un’ottima notizia che recepisce l’indirizzo arrivato anche dalla Camera nei mesi passati: si mette così a disposizione uno strumento serio per la lotta senza quartiere ad una pratica che umilia il lavoro, specie delle donne. Un risultato di civiltà”, conclude Chiara Gribaudo.

 

01/09/2015 - 15:53

“La nostra azione riformatrice sta facendo ripartire l’Italia. I dati Istat dimostrano che, se ancora sono presenti grandi difficoltà per i molti anni di recessione, l’inversione di tendenza c’è e si sta rafforzando. I segnali positivi sono via via più stabili e arrivano finalmente sia sul fronte della crescita che su quello del lavoro, dove cresce l’occupazione e contemporaneamente diminuisce la disoccupazione. C’è ancora molto da fare, specie per promuovere i giovani e per ricucire Nord e Sud. Ma questi numeri possono giustamente dare fiducia ai cittadini. Una fiducia che dovremo continuare ad alimentare mantenendo fermo l’obiettivo di tenere insieme crescita e coesione sociale”. Lo dichiara la vice presidente del Gruppo Pd della Camera Chiara Gribaudo.

05/08/2015 - 17:33

Proposte migliorative su impiego disabili e controlli a distanza

“La Commissione lavoro della Camera ha espresso parere favorevole sul decreto attuativo del Jobs Act per le semplificazioni e pari opportunità”. Ne dà notizia la relatrice del provvedimento e vice Capogruppo Pd a Montecitorio Chiara Gribaudo, che prosegue: “suggeriamo al governo di rivedere alcune parti del provvedimento, proprio al fine di migliorarne la formulazione e l’efficacia. Si tratta del collocamento mirato delle persone con disabilità e dei controlli a distanza. Nel primo caso - spiega la relatrice - abbiamo proposto di valutare la generalizzazione delle assunzioni con convenzioni o chiamata nominativa previste dalla legge 68/99 per i datori fino ai 50 dipendenti, mantenendo la chiamata numerica oltre questa soglia dimensionale. L’idea è che, specie nelle realtà più piccole, la chiamata nominativa possa favorire un vero incontro tra le esigenze del lavoratore e le caratteristiche del datore di lavoro, così che l’assunzione possa avvenire non solo in forza di un obbligo sacrosanto, ma anche del riconoscimento di un reciproco beneficio. In tal modo, crediamo si possa favorire l’adeguata collocazione lavorativa del disabile, perché si tiene conto innanzitutto delle sue capacità e peculiarità, garantendone così un migliore inserimento e una più efficace integrazione. Sul fronte dei controlli a distanza - prosegue Gribaudo - la Commissione ha richiamato le raccomandazioni del Consiglio d’Europa e il parere dell’Autorità garante della privacy, suggerendo quindi di specificare che è vietato l'uso di impianti audiovisivi e di altri strumenti che abbiano quale finalità il controllo a distanza dell'attività dei lavoratori e riaffermando la distinzione tra impianti vecchi e nuovi: per questi ultimi, il lavoratore dovrà avere le garanzie di piena e puntuale informazione. In ogni caso, i dati registrati, a nostro avviso, potranno essere utilizzati solo a condizione che vi sia stata preventiva e corretta informazione. Infine, abbiamo ritenuto opportuna la scelta di lasciare alla contrattazione collettiva la decisione sulle regole per la cessione dei riposi e delle ferie tra dipendenti. Così come in senso positivo vanno le indicazioni che abbiamo voluto dare in materia di pari opportunità, richiamandoci al criterio di delega che dispone sia la razionalizzazione degli organismi e degli enti, sia il riordino delle procedure per la promozione delle azioni del Ministero”, conclude Gribaudo.

 

05/08/2015 - 14:18

“L’approvazione dell’ordine del giorno sull’abolizione dei rimborsi per i viaggi degli ex parlamentari ci ha visto in modo convinto favorevoli. Si tratta di una misura che alcuni di noi richiedevano da tempo. Nel bilancio dell’anno scorso, nonostante si fossero fatti passi avanti con il blocco degli aumenti di spesa, questo punto non era stato ancora scalfito. La nostra scelta di oggi dimostra che quando le battaglie sono giuste e c’è la volontà politica, il Partito Democratico non solo le condivide, ma le sostiene in maniera determinante. Con il voto di oggi si mette un altro tassello per rendere più razionale la spesa della Camera dei deputati”

Lo dichiara la vice presidente del Gruppo Pd della Camera Chiara Gribaudo.

Pagine