15/09/2015 - 16:38

“Gli esodati non si difendono salendo sui banchi dell’Aula e interrompendo i lavori della Camera, come sta facendo oggi la Lega nord. Il Pd è impegnato da sempre nella salvaguardia di chi è rimasto senza stipendio e senza pensione a seguito del decreto Fornero e per correggere le deformazioni di quella norma. Siamo già riusciti a trovare le risorse per migliaia di esodati e ci batteremo affinchè quella lista sia esaurita ma facendo un lavoro serio, non gli show della Lega”.

Così Chiara Gribaudo, vice presidente del Gruppo de Pd alla Camera.

11/09/2015 - 13:11

“I dati Istat sulla produzione industriale diffusi oggi offrono un quadro in generale più positivo rispetto al passato: i segnali di ripresa si ripetono ma ora serve impegno da parte di tutti, politica e categorie produttive, per consolidarli. Un segnale importante sembra però arrivare dalla crescita dei beni di consumo durevoli: si tratta di un indicatore che ci dice che i consumatori tornano a fare scelte a lungo termine e che quindi stanno riacquistando una maggiore fiducia nel futuro. Sono segnali da non sprecare e da mettere al servizio della ripresa occupazionale, che deve essere per il Pd il primo obiettivo”. Lo dichiara la vice presidente del Gruppo Pd della Camera Chiara Gribaudo.

04/09/2015 - 20:39

 “Sull’assunzione dei disabili, il Governo ha recepito la modifica che avevamo chiesto nel parere espresso dalla Commissione Lavoro di cui sono stata relatrice: l’eliminazione dell’assunzione diretta dei disabili da parte del datore di lavoro è una modifica importante e positiva”. Lo dichiara Chiara Gribaudo, vice-presidente del gruppo Pd alla Camera.

 “Si rafforza così – continua Gribaudo - l’assunzione attraverso le convenzioni previste dall’articolo 11 e si evita il rischio di avere disabili di serie A e di serie B. Sull’estensione della chiamata nominativa credo non ci debba essere una preclusione sbagliata: i dati parlano chiaro e dicono che con questa forma e con le convenzioni, in questi anni, si è favorita vera occupazione”.

“Oggi – prosegue la vice-presidente del gruppo Pd - insieme ai maggiori incentivi per le assunzioni e alla revisione della procedura per la loro erogazione, l’auspicio è che si possa favorire per i disabili un migliore inserimento sociale e una maggiore integrazione vera attraverso il lavoro. Servirà, in ogni caso, uno stretto monitoraggio e un forte lavoro culturale per aumentare la consapevolezza diffusa, sia della parte pubblica che dei privati.

“Anche lo stop alle dimissioni in bianco è un’ottima notizia che recepisce l’indirizzo arrivato anche dalla Camera nei mesi passati: si mette così a disposizione uno strumento serio per la lotta senza quartiere ad una pratica che umilia il lavoro, specie delle donne. Un risultato di civiltà”, conclude Chiara Gribaudo.

 

01/09/2015 - 15:53

“La nostra azione riformatrice sta facendo ripartire l’Italia. I dati Istat dimostrano che, se ancora sono presenti grandi difficoltà per i molti anni di recessione, l’inversione di tendenza c’è e si sta rafforzando. I segnali positivi sono via via più stabili e arrivano finalmente sia sul fronte della crescita che su quello del lavoro, dove cresce l’occupazione e contemporaneamente diminuisce la disoccupazione. C’è ancora molto da fare, specie per promuovere i giovani e per ricucire Nord e Sud. Ma questi numeri possono giustamente dare fiducia ai cittadini. Una fiducia che dovremo continuare ad alimentare mantenendo fermo l’obiettivo di tenere insieme crescita e coesione sociale”. Lo dichiara la vice presidente del Gruppo Pd della Camera Chiara Gribaudo.

05/08/2015 - 17:33

Proposte migliorative su impiego disabili e controlli a distanza

“La Commissione lavoro della Camera ha espresso parere favorevole sul decreto attuativo del Jobs Act per le semplificazioni e pari opportunità”. Ne dà notizia la relatrice del provvedimento e vice Capogruppo Pd a Montecitorio Chiara Gribaudo, che prosegue: “suggeriamo al governo di rivedere alcune parti del provvedimento, proprio al fine di migliorarne la formulazione e l’efficacia. Si tratta del collocamento mirato delle persone con disabilità e dei controlli a distanza. Nel primo caso - spiega la relatrice - abbiamo proposto di valutare la generalizzazione delle assunzioni con convenzioni o chiamata nominativa previste dalla legge 68/99 per i datori fino ai 50 dipendenti, mantenendo la chiamata numerica oltre questa soglia dimensionale. L’idea è che, specie nelle realtà più piccole, la chiamata nominativa possa favorire un vero incontro tra le esigenze del lavoratore e le caratteristiche del datore di lavoro, così che l’assunzione possa avvenire non solo in forza di un obbligo sacrosanto, ma anche del riconoscimento di un reciproco beneficio. In tal modo, crediamo si possa favorire l’adeguata collocazione lavorativa del disabile, perché si tiene conto innanzitutto delle sue capacità e peculiarità, garantendone così un migliore inserimento e una più efficace integrazione. Sul fronte dei controlli a distanza - prosegue Gribaudo - la Commissione ha richiamato le raccomandazioni del Consiglio d’Europa e il parere dell’Autorità garante della privacy, suggerendo quindi di specificare che è vietato l'uso di impianti audiovisivi e di altri strumenti che abbiano quale finalità il controllo a distanza dell'attività dei lavoratori e riaffermando la distinzione tra impianti vecchi e nuovi: per questi ultimi, il lavoratore dovrà avere le garanzie di piena e puntuale informazione. In ogni caso, i dati registrati, a nostro avviso, potranno essere utilizzati solo a condizione che vi sia stata preventiva e corretta informazione. Infine, abbiamo ritenuto opportuna la scelta di lasciare alla contrattazione collettiva la decisione sulle regole per la cessione dei riposi e delle ferie tra dipendenti. Così come in senso positivo vanno le indicazioni che abbiamo voluto dare in materia di pari opportunità, richiamandoci al criterio di delega che dispone sia la razionalizzazione degli organismi e degli enti, sia il riordino delle procedure per la promozione delle azioni del Ministero”, conclude Gribaudo.

 

05/08/2015 - 14:18

“L’approvazione dell’ordine del giorno sull’abolizione dei rimborsi per i viaggi degli ex parlamentari ci ha visto in modo convinto favorevoli. Si tratta di una misura che alcuni di noi richiedevano da tempo. Nel bilancio dell’anno scorso, nonostante si fossero fatti passi avanti con il blocco degli aumenti di spesa, questo punto non era stato ancora scalfito. La nostra scelta di oggi dimostra che quando le battaglie sono giuste e c’è la volontà politica, il Partito Democratico non solo le condivide, ma le sostiene in maniera determinante. Con il voto di oggi si mette un altro tassello per rendere più razionale la spesa della Camera dei deputati”

Lo dichiara la vice presidente del Gruppo Pd della Camera Chiara Gribaudo.

04/08/2015 - 20:38

Tra le misure più importanti: fondo di 530 milioni, taglio del patto di stabilità e mobilità ed esuberi del personale delle province

“Per gli Enti Locali arrivano prime risposte, molto attese sui territori. Un risultato che nasce dalla stretta collaborazione fra le due Camere e il Governo, ma anche dal dialogo positivo di questi mesi con gli amministratori e le loro rappresentanze. Su queste basi mi auguro si potrà affrontare la prossima Legge di Stabilità, perché il 2016 segni un vero giro di boa”. Così la Vice Capogruppo del PD Chiara Gribaudo, commentando il sì odierno della Camera alla definitiva conversione in legge del decreto 78/2015. “Tra le misure più rilevanti - spiega Gribaudo - ci sono ovviamente il fondo di 530 milioni per compensare i mancati gettiti Imu-Tasi, e il primo, concreto taglio del patto di stabilità e i chiarimenti su mobilità ed esuberi del personale delle province. Ma non dimentichiamo altri interventi non meno importanti, seppur iniziali: penso al contributo di 30 milioni a province e città metropolitane per l'autonomia e la comunicazione personale degli alunni con handicap fisici o sensoriali (fondi non esaustivi, ma che potranno essere integrati nella Stabilità). Oppure, ai 30 milioni riassegnati ai comuni minori che sono stati più penalizzati dai parametri standard nel riparto del Fondo di Solidarietà comunale. Peccato non sia potuto rientrare in questa sede il nodo delle centrali di committenza, che andrà affrontato nei prossimi provvedimenti.”

“Va comunque evidenziato - aggiunge - il rafforzamento dei Servizi per l’Impiego, grazie a 90 milioni e all’impegno di Ministero e Regioni. Una misura, quest’ultima, che a mio giudizio andrà strettamente legata al lavoro della futura Agenzia nazionale per l’occupazione, con l’obiettivo di rendere le politiche attive più efficaci e più uniformi sull’intero territorio nazionale.”

29/07/2015 - 17:57

“Si tratta dell’ennesima sceneggiata del partito delle ‘ruspe’, il partito di chi è disposto a tutto pur di fare notizia”. Lo dichiarano Silvia Fregolent e Chiara Gribaudo, vicepresidenti del gruppo Pd alla Camera, per commentare la rimozione, da parte di alcuni consiglieri comunali della Lega Nord, dei tappeti presenti in una sala del Municipio di Torino e utilizzati temporaneamente da alcuni ospiti di religione musulmana.

“La Procura di Torino – continuano Fregolent e Gribaudo - ha aperto un fascicolo su eventuali risvolti penali della vicenda: ci auguriamo che questo atto incivile possa essere sanzionato duramente. Non è con atti provocatori, violenti e squadristi che si manifesta il dissenso rispetto ad alcune scelte dell’amministrazione”.

“I consiglieri della Lega potevano interrogare formalmente la giunta attraverso gli strumenti previsti dalla legge, ma evidentemente le regole della democrazia non sono adatte al partito del Carroccio”, concludono Silvia Fregolent e Chiara Gribaudo.

29/07/2015 - 17:55

“La riforma della rappresentanza sindacale è un passo non più rinviabile: serve che la politica abbia fiducia anche nelle capacità di autoriforma da parte di organizzazioni che rappresentano milioni di lavoratori. Ma serve altrettanto una prova di responsabilità dei sindacati, senza più rimandi o tentennamenti”.

Così la deputata Chiara Gribaudo, Vice Capogruppo del Pd alla Camera e membro della commissione Lavoro. “Credo che ci sia lo spazio per un confronto positivo e nel merito. Sapendo che in Parlamento c’è già una buona proposta di legge del Pd, incardinata e pronta a partire. Di certo - prosegue Gribaudo - quello della partecipazione e dell’effettiva rappresentatività sindacale è un nodo di democrazia da sciogliere, per la tutela dei diritti sia dei lavoratori che dei cittadini. Un tassello fondamentale per la buona crescita del Paese, ancor più nella prospettiva di ripresa dell’economia e dell’occupazione”, ha concluso la Vice Presidente dei deputati PD.

28/07/2015 - 21:23

Ora massimo impegno su percorso parlamentare

“Bene l’adesione della Cgil, Cisl e Uil alla legge d’iniziativa popolare contro le false cooperative, che anch’io con diversi colleghi abbiamo sottoscritto”. Così la vicecapogruppo Pd alla Camera Chiara Gribaudo, commenta la firma odierna da parte dei segretari delle organizzazioni confederali.

“Sono convinta – continua Gribaudo – che sia fondamentale il massimo sostegno da parte di tutti, perché possa essere rafforzato non solo il percorso parlamentare ma soprattutto la consapevolezza diffusa sull’opportunità di combattere disonestà e ingiustizie”.

“Mi pare – continua la vicepresidente del gruppo Pd - che anche l’accordo raggiunto da sindacati e cooperative sul Testo unico sulla rappresentanza, aggiunga un ulteriore tassello”.

“L’obiettivo comune deve restare quello di far sì che il mondo della cooperazione si scrolli di dosso le opacità che danneggiano chi è onesto, per tornare invece a essere riconosciuto come uno dei motori più importanti della nostra economia”, conclude Chiara Gribaudo.

24/07/2015 - 19:30

“L’accordo Whirpool firmato a Palazzo Chigi scongiura 2060 licenziamenti e avvia l’investimento di 513 milioni di euro. Un altro segnale importante di ripresa delle politiche industriali. Un successo reso possibile da un lungo lavoro di ascolto e confronto. Metodo da utilizzare come esempio per affrontare e risolvere positivamente i molti tavoli di crisi ancora aperti”.

Così Chiara Gribaudo, vice presidente del gruppo Pd della Camera.

12/05/2015 - 12:22

“Ho appena presentato una interpellanza urgente al Presidente del Consiglio Renzi nella qualità di responsabile della Protezione Civile Nazionale, affinché il governo dichiari immediatamente lo stato di emergenza e intervenga con propria ordinanza di Protezione Civile a favore della Sicilia. Ho chiesto inoltre di concedere la deroga al Patto di Stabilità ai Comuni che hanno la disponibilità di risorse proprie, e limitatamente ai soli interventi per fronteggiare l’emergenza”. Lo afferma in una nota il deputato nazionale del Pd Franco Ribaudo. “Già lo scorso 18 marzo avevo presentato un’altra interpellanza urgente – aggiunge il componente della VI Commissione Finanze - ma l’istruttoria non era ancora completa. Adesso non c’è più tempo da perdere, sono necessari interventi urgenti e immediati per ripristinare la viabilità soprattutto delle strade provinciali e comunali, oggetto di frane e smottamenti, sostenere gli agricoltori e gli allevatori la cui annata agraria è pesantemente compromessa, in modo che le famiglie evacuate ritornino ad avere una dignitosa dimora. Se si considera che il blocco del traffico autostradale fra Palermo e Catania, a causa del collasso del viadotto Himera della A19, ha determinato un aumento del traffico nelle strade alternative provinciali e comunali, già peraltro in condizioni di totale abbandono e degrado, si comprende bene l’estrema gravità della situazione. Ammontano ad oltre 345 milioni di euro – conclude Franco Ribaudo – i danni stimati dalla Protezione Civile Regionale. Ma adesso che sono stati già effettuati i sopralluoghi da parte della Protezione Civile Nazionale, che ne ha potuto constatare la gravità, occorre stanziare adeguate risorse finanziarie”.

 

26/03/2015 - 20:02

"E' molto positivo che il parere dell'Aifa trovi l'apprezzamento del Governo. E` ora che anche l'Italia, unico paese in Europa a mantenerne ancora l'obbligo, la smetta di pretendere un test di gravidanza per la pillola dei cinque giorni dopo. E che decada anche l'obbligo di presentare una ricetta medica. Le donne italiane non saranno costrette a recarsi all'estero per avere le stesse possibilità per evitare una gravidanza, già esistenti  nel resto dell'Europa"

Lo dichiarano le deputate del Pd Laura Garavini, Silvia Fregolent, Donata Lenzi, Cinzia Fontana, Elena Carnevali, Giuditta Pini, Roberta Agostini e Chiara Gribaudo, commentando le dichiarazioni della Lorenzin sull'abolizione dell'obbligo del test di gravidanza per la ElleOne, espressa dall'Agenzia italiana del Farmaco.

 

 

17/02/2015 - 11:12

“Il blocco dell’aliquota Inps per gli autonomi è un’ottima notizia. Il Parlamento ha fatto il suo lavoro e il Governo ha mantenuto la parola.” ha dichiarato l’onorevole Chiara Gribaudo, membro della commissione Lavoro della Camera. “Nelle scorse settimane abbiamo più volte evidenziato la necessità di bloccare, già nel Milleproroghe, al 27,72% l’aumento previsto dalla Fornero. Questa notte il Governo ha trovato la copertura necessaria di 120 milioni. - prosegue Gribaudo - Si tratta di misura importantissima per tutti i lavoratori autonomi della Gestione Separata, oggi in buona parte giovani o a basso reddito, per cui abbiamo molto lavorato. L’impegno ora deve continuare sul fronte dei diritti, in primis per estendere maternità e malattia, a partire dai decreti delegati del jobs act”

 

19/01/2015 - 21:18

"Un nuovo incidente sul lavoro a Fossano. Voglio innanzitutto esprimere le mie più sentite condoglianze alla famiglia di Paolo Nicotina, l'operaio drammaticamente deceduto". Lo ha dichiarato ha Chiara Gribaudo, deputata del Partito Democratico e componente della Commissione Lavoro della Camera.

"In attesa che vengano chiarite le dinamiche dell'incidente – continua Gribaudo - questa tragedia ci fa ricordare che in Italia, in media, tre persone al giorno perdono ancora la vita sul luogo di lavoro. Questo numero deve scendere a zero. L’incolumità e la salute dei lavoratori – spiega la deputata democratica - costituiscono valori non negoziabili in un paese civile. La loro tutela non è interesse solo del singolo lavoratore, ma di tutta la collettività”.

“Per questo non dobbiamo arretrare nemmeno di un passo nel contrasto all’orribile fenomeno delle ‘morti bianche’, promuovendo con ancora più determinazione la cultura della prevenzione, della legalità e della sicurezza, insieme ai controlli sul rispetto delle norme e delle condizioni di lavoro", ha concluso Chiara Gribaudo.

 

Pagine