27/11/2014 - 19:36

“La notizia del blocco del vaccino antinfluenzale FLUAD, in seguito al sospetto di aver provocato tre morti, è un segnale molto grave ed anche preoccupante perché rischia di allontanare la cittadinanza dal ricorso alla vaccinazione. Bene dunque l’Agenzia del farmaco (Aifa) che ha dimostrato tempestività e attenzione, speriamo vivamente che al più presto si chiarisca la vicenda”.

Lo dice la capogruppo del Partito Democratico in Commissione Affari sociali, Donata Lenzi.

 

27/11/2014 - 17:24

“Apprezziamo la risposta alla mia interrogazione sullo stato di attuazione della carta acquisti ordinaria e della carta acquisti sperimentale. Ci auguriamo che sia il punto di partenza per implementare la risposta al problema della povertà”. Lo dice Donata Lenzi, capogruppo del Pd in commissione Affari sociali commentando la risposta del sottosegretario al Lavoro e alle Politiche sociali, Franca Biondelli, alla sua interrogazione in commissione.

“Dai dati forniti dal governo – prosegue Lenzi – risulta che i beneficiari della social card sono in tutto 470mila di cui 250mila anziani con età superiore a 65 anni e circa 220mila bambini sotto i tre anni. Di questi, l’85% dei bambini e il 60% degli anziani risiedono nelle Regioni del Mezzogiorno. Per quanto riguarda invece il Sostegno per l’inclusione attiva in fase di sperimentazione, le famiglie che ne beneficiano sono 6500 per un totale di 27mila persone in povertà. Sollecitiamo il governo a rendere stabili queste forme di sostegno al reddito e costruire un sistema per la lotta alla povertà”. 

25/11/2014 - 17:26

“La commissione Affari sociali ha assunto il testo del disegno di legge del governo sul Terzo settore come testo base che sarà votato nelle prossime sedute. È un passo avanti significativo. Nell’esprimere apprezzamento per il lavoro svolto finora, assicuro la massima disponibilità a tenere conto di quanto emerso nelle audizione delle associazioni e dalle proposte emendative dei colleghi. In poco tempo abbiamo fatto un grande lavoro; l’impegno prosegue adesso ascoltando tutti per arrivare quanto prima all’approvazione del ddl governativo che valorizza le 300mila realtà attive nell’associazionismo e nel volontariato in Italia”.

Lo dice Donata Lenzi, capogruppo Pd in commissione Affari sociali e relatrice al ddl delega sul terzo settore.

 

25/11/2014 - 16:31

“La presentazione di un emendamento del governo che prevede lo stanziamento di 5 milioni di euro per il 2015 per le misure di sorveglianza sul caso Ebola, è una buona notizia. È necessario anche permettere di fare un numero selezionato, e a tempo determinato, di assunzioni per fronteggiare in maniera adeguata l’emergenza che adesso sta coinvolgendo direttamente anche il nostro Paese”.

Lo dice Donata Lenzi, capogruppo Pd in commissione Affari sociali della Camera.

 

21/11/2014 - 17:49

“La decisione di dare la social card alle famiglie di immigrati soggiornanti di lungo periodo e con lavoro risale a un anno fa ed è conseguenza dell’avvio di una procedura di infrazione in sede comunitaria e di alcuni interventi della Corte Costituzionale. Nella legge di Stabilità c’è solo la sistemazione di un buco legislativo creato dalla mancata conversione di un decreto. Sono vecchie di un anno anche le dichiarazioni uscite in queste ore contro tale allargamento tirate fuori dai cassetti forse a fini elettorali. Priva di fondamento anche la polemica sull’utilizzo dei fondi famiglie per incrementare il fondo sulla non autosufficienza; infatti, il fondo previsto dalla legge 223 del 2006 non viene toccato, anzi viene stabilizzato. Le decisioni prese ieri hanno invece utilizzato risorse genericamente destinate alle famiglie previste in legge di Stabilità e che vengono così in parte finalizzate alle famiglie con persone non autosufficienti”.

Lo dice Donata Lenzi, capogruppo Pd in commissione Affari sociali della Camera.

 

06/10/2014 - 12:28

Molto grave questo emerso dal servizio di Report

“Quanto è emerso dal servizio di ieri sera di Report in merito alla regolarità delle procedure di rilascio delle certificazioni CE da parte dell'Istituto Superiore di Sanità sui peacemaker, è molto grave. Il ministro Lorenzin chiarisca al più presto e si impegni ad uscire da questa situazione”. Lo dice Donata Lenzi, capogruppo Pd in commissione Affari sociali, annunciando la presentazione di una interrogazione al ministro della Sanità Beatrice Lorenzin su questa vicenda.

“Siamo a conoscenza – prosegue Lenzi – della situazione in cui da tempo versa l’Istituto superiore di sanità, situazione che ci preoccupa molto. Questa preoccupazione ha portato all’avvio di una indagine conoscitiva da parte della commissione Affari sociali della Camera sugli enti controllati dal ministero, compreso l’Iss, che contiamo di portare a termine celermente. È inaccettabile che la vita delle persone venga messa a repentaglio per la incompetenza di pochi”.

 

03/10/2014 - 18:12

“Le conclusioni del comitato di esperti del ministero sul caso Stamina sono positive.

Adesso è necessario muoversi con prudenza tenendo presente la condizione dei pazienti che troppo spesso sono stati lasciati soli. Inoltre come ha detto il ministro Lorenzin, dobbiamo tutti creare un rapporto diverso tra magistratura e autorità sanitarie e tra diritto e scienza”.

Lo ha detto Donata Lenzi, capogruppo Pd in commissione Affari sociali della Camera.

 

11/09/2014 - 16:30

“Accogliamo con soddisfazione il fatto che il governo abbia ribadito il suo impegno contro le malattie rare, annunciando che interverrà entro la fine dell’anno per aggiornare il loro elenco”. Così Donata Lenzi, capogruppo Pd in Commissione Affari sociali della Camera, ha commentato la risposta del governo a un’interrogazione, di cui è prima firmataria, presentata al ministro della Salute per conoscere quali fossero le misure intendesse adottare il governo per costruire concretamente il piano nazionale per le malattie rare.

“Il governo ha chiarito che il piano nazionale servirà a indirizzare con maggiore efficacia la programmazione di interventi mirati all’assistenza delle persone affette da malattie rare (quali la presa in carico, l’agevolazione dell’accesso alle cure attraverso opportuni percorsi, la propagazione delle migliori pratiche di diagnosi e di cura), nonché la diffusione delle conoscenze scientifiche nell’ambito di una rete di strutture competenti che mantenga rapporti di collaborazione a livello internazionale”, conclude Donata Lenzi.

 

04/09/2014 - 18:48

“Siano completamente disponibili a discutere in parlamento della nuova normativa, siamo anche d’accordo a legare un nuovo provvedimento al testo della Legge comunitaria, proposta che io stessa ho avanzato un mese circa. Tuttavia deve essere chiaro che nulla deve ritardare l’adozione di un regolamento ministeriale che recepisca l’accordo fatto all'unanimità dalla Conferenza delle Regioni sulle linee guida per la fecondazione eterologa”.

Così Donata Lenzi, capogruppo Pd nella commissione Affari sociali della Camera.

 

04/09/2014 - 16:22

“Le Regioni hanno dimostrato con i fatti che si può agire rapidamente e trovare l'accordo se si evita di cedere alle strumentalizzazioni politiche”. E’ il commento al sì delle Regioni alle linee guida per la fecondazione eterologa della deputata Donata Lenzi, capogruppo Pd in commissione Affari sociali, che aggiunge : “Sono molto soddisfatta per questo passo importante fatto oggi dalle Regioni sul terreno dei diritti. Il ministro della Sanità Beatrice Lorenzin adesso recepisca il testo delle Regioni con un regolamento, possibilità prevista dalla stessa legge 40 . Non c'è obbligo del parlamento a intervenire – prosegue la deputata Pd - ma opportunità sì per una discussione pienamente democratica ed eventuali aperture anche ai single e non solo alle coppie”.

 

29/08/2014 - 13:40

“Concordo pienamente con il ministro Lorenzin: nuovi tagli alla sanità sarebbero insostenibili e avrebbero l’effetto di compromettere i servizi minimi per i cittadini. La sanità pubblica italiana ha già subito pesantissimi tagli negli anni scorsi dando il proprio contributo alla revisione della spesa. Ricordo che il patto per la salute è stato appena firmato e non può essere rimesso in discussione. In un periodo di crisi economica nel quale le persone tagliano anche per le spese per i farmaci, come messo in evidenza dai dati Istat, intervenire sulla sanità con ulteriori sforbiciate è inaccettabile e provocherebbe un danno per coloro che non possono permettersi cure in strutture private”.

Lo ha detto Donata Lenzi, capogruppo in commissione Affari sociali della Camera.  

 

19/08/2014 - 16:25

Sentenza della Consulta è già esecutiva

“Le ordinanze del tribunale di Bologna confermano l’immediata esecutività della sentenza della Corte costituzionale in materia di procreazione eterologa e rendono chiaro che è necessario mettere in campo una strategia in due tempi con l’obiettivo di garantire sicurezza e omogeneità su tutto il territorio nazionale”. Lo dice Donata Lenzi, capogruppo Pd in commissione Affari sociali della Camera.

“A settembre - prosegue Lenzi - si deve provvedere all’aggiornamento delle linee guida previsto dalla legge 40 che devono essere condivise con le Regioni. Le norme in vigore prevedono la donazione gratuita e anonima, l’obbligo di raccolta e tenuta dei dati per i centri di procreazione medicalmente assistita mentre la tracciabilità è già prevista per tutte le donazioni di organi. Le indicazioni sanitarie possono indicare il range di età del donatore, le condizioni di salute e gli esami a cui sottoporli; non abbiamo bisogno perciò di direttive europee che ci dicano cose che sappiamo già. Il ministro Lorenzin ha poi sollevato questioni meritevoli di attenzione, anche se non impediscono affatto la immediata operatività. Se si vuole concentrare le informazioni su un solo ente e prevedere allentamenti alla attuale normativa che tutela l’anonimato del donatore, allora occorre modificare la legislazione. A questo confronto siamo disponibili ma non ci presteremo a farne un motivo per evitare di adottare tutti i provvedimenti che già si possono fare”.

 

29/07/2014 - 20:32

Bene la decisione del ministro Lorenzin di inserire la procreazione assistita nei livelli essenziali di assistenza sanitaria, ma continuiamo a non riscontrare la necessità di un decreto legge sulla fecondazione eterologa. Siamo nettamente contrari ad affrontare delicati temi etici, quali quelli dell’anonimato o meno dell’identità del donatore, attraverso uno strumento sul quale addirittura si può mettere la fiducia. Se poi, come annunciato dal ministro, il decreto legge fosse licenziato dal cdm prima della pausa estiva si sottrarrebbe altro tempo al confronto e alla discussione dell’Aula.

Lo afferma Donata Lenzi, deputata e capogruppo Pd in commissione Affari sociali della Camera.

 

23/07/2014 - 16:33

Approvata risoluzione Pd in commissione Affari sociali

“Conferire al Presidente della Regione Sardegna o a un suo delegato il potere di emettere ordinanza di abbattimento dei capi suini infetti da peste suina africana (PSA) e allevati allo stato brado sul territorio della regione e attuare negli allevamenti di suini della Sardegna tutte le misure di biosicurezza essenziali ad evitare il contagio come l'applicazione di una quarantena degli animali”. È quanto chiede una risoluzione approvata all’unanimità in commissione Affari sociali, a prima firma Donata Lenzi, capogruppo Pd nella medesima commissione.

“La peste suina africana è una malattia altamente contagiosa dei suini domestici e selvatici - dice Lenzi -, non trasmissibile all'uomo, causata da un virus a DNA appartenente alla famiglia degli Asfaviridae. In Italia è attualmente presente solo in Sardegna dal 1978. Per questo nella regione è importante l'uso di calzari e indumenti monouso negli allevamenti e la costruzione di doppi recinti negli stessi allevamenti per evitare il contagio con cinghiali allo stato selvatico. Si chiede anche al governo di verificare il regolare smaltimento delle carcasse e dei residui di origine animale suina attraverso l’incenerimento all’interno del territorio regionale e a impedire gli usi civici di territorio per il pascolo brado da parte di aziende zootecniche, anche di piccole dimensioni, che non siano regolarmente registrate. La Regione Sardegna deve essere sostenuta nel piano di sradicamento, anche attraverso la convocazione da parte dei prefetti dei comitati per l'ordine pubblico, in modo da garantire il coinvolgimento e il coordinamento delle forze dell'ordine e in particolare del Corpo forestale dello Stato, dei Nas, dei Noe e dei sindaci delle zone coinvolte. Per dare rassicurazioni alle popolazioni è anche necessario verificare che l'azione congiunta tra tutti i soggetti pubblici assicuri la vigilanza su ristoranti, trattorie, negozi alimentari agriturismi ed altre entità ricettive dove va garantita la somministrazione di alimenti di provenienza suina lecita, certificata e sicura”.

 

21/07/2014 - 18:49

Esprimiamo perplessità per un intervento così deciso, diremmo sproporzionato, quale l’invio dell’ispezione dei Nas da parte del ministero della Salute presso la clinica Matris di Milano, a fronte di una sentenza della Corte che, facendone cadere il divieto, ha aperto la strada alla fecondazione eterologa. Sottolineiamo inoltre che l’agire in assenza di linee guida non costituisce di per sé un crimine, se ci si è comportati attenendosi alla migliore pratica medica.

Lo afferma Donata Lenzi, capogruppo Pd della commissione Affari sociali della Camera.

 

Pagine