24/10/2017 - 19:28

"Rispondendo oggi a una mia interrogazione sulla palazzina di via Archimede, il Governo ha assicurato la massima attenzione in attesa dei dati definitivi sulla presenza di radon, attesi per gennaio 2018, sottolineando come, dalle indagini condotte fino a questo momento, non emergano specifiche anomalie”. Lo dichiara Alberto Losacco, deputato del Partito democratico. 

"Le indagini, fino a questo momento, hanno riguardato le rilevazioni dei campi elettromagnetici a radiofrequenza, generati da impianti delle comunicazioni, e gli spazi comuni dello stabile. 
Il 16 gennaio poi sono stati posizionati dei dosimetri per il radon ed eseguite misure radiometriche istantanee. Si è anche provveduto ad ispezionare i locali dello scantinato. Arpa Puglia ha, altresì, avviato ulteriori indagini tecniche, al fine di monitorare la qualità dell'aria, gli odori e le emissioni fuggitive dalla collinetta ecologica, presso la zona Japigia. Ha inoltre provveduto a verificare gli impianti a radiofrequenza esistenti nei dintorni della palazzina. Le indagini tecniche effettuate hanno dato esito negativo, riguardo ai campi elettromagnetici. Gli esiti del monitoraggio della concentrazione media annua di gas radon, avviato il 16 gennaio 2017 presso alcuni locali della palazzina, saranno disponibili a fine gennaio 2018. Tuttavia, le misure istantanee eseguite il 16 gennaio 2017, per rilevare la concentrazione di gas radon presente al momento stesso del controllo, hanno fornito valori di gran lunga inferiore ai limiti indicati dalla Direttiva europea.  Tali valori riscontrati, pertanto, non hanno suggerito la necessità di urgenti ulteriori azioni, rispetto a quelle programmate e già intraprese. Anche le misure di rateo di dose gamma in aria, eseguite il 16 gennaio 2017 non hanno posto in evidenza anomalie, rispetto ai valori di rateo riscontrabili comunemente negli ambienti di vita confinati. Credo che  ci troviamo davanti a un fatto straordinario. In quella stessa palazzina, in 26 anni, ci sono stati circa 27 casi di tumori e 14 di queste persone affette da tumore sono decedute. Tumori che, è bene ricordarlo, hanno localizzazione diversa, chi nel pancreas, chi nel polmone. Quindi, quello che abbiamo davanti è un caso da studiare”.

“L'Arpa regionale della Puglia e l'Osservatorio epidemiologico regionale hanno fatto bene il proprio lavoro, ma non sono arrivati a definire l'eziologia e io penso che sia doveroso, da parte del Ministero, seguire questo caso, proprio come ha ribadito il sottosegretario Faraone rispondendo all'interrogazione, assicurando la massima attenzione e nuove ulteriori iniziative, alla luce dei risultati definitivi sulla concentrazione di gas radon, attesi per il gennaio 2018", conclude.

28/07/2017 - 19:41

“Esprimo la mia solidarietà ai tre parlamentari del Pd aggrediti dai no-vax”. Lo dichiara Alberto Losacco, deputato del Partito democratico, per commentare l’aggressione tre colleghi del Partito democratico, avvenuta oggi davanti a Montecitorio, da parte di alcuni manifestanti No-Vax.

“Certi episodi di violenza sono inqualificabili. Sono figli del clima che scientemente è stato costruito attorno a un provvedimento di assoluto buon senso e di responsabilità per la salute pubblica. Per questo, anche in vista della prossima campagna elettorale, chi ha ruoli di responsabilità pubblica deve abbassare i toni e riportare il dibattito lungo i binari della civiltà e della normale dialettica democratica, pur nella diversità, anche radicale, delle posizioni”, conclude.

16/03/2017 - 18:22

"Un risultato importante per la nostra città, un obiettivo che abbiamo perseguito nel costante confronto con il Ministero dello Sviluppo Economico e con il sottosegretario Giacomelli che, in un convegno che organizzammo in città, ebbe modo di appurare di persona l'interesse e le potenzialità di Bari per la sperimentazione del 5G". Così Alberto Losacco, deputato del Partito democratico, per commentare la notizia dell'inserimento di Bari tra le cinque città italiane chiamate alla sperimentazione del 5G. 
"Quella su Bari - spiega - sarà la sperimentazione più grande a livello nazionale dopo quella di Milano. Il 5G è una tecnologia di trasmissione non solo più veloce, ma anche in grado di abilitare servizi innovativi, in grado di collegare più dispositivi tra loro e di aprire la strada all'internet delle cose, quella che si prefigura come la prossima frontiera della rivoluzione digitale.
Si tratta di un fatto importante per le aziende, le università, i centri di ricerca, le pubbliche amministrazioni che così potranno prendere parte al bando per essere coinvolte nella sperimentazione. Attraverso la nuova tecnologia, potranno sviluppare in anticipo servizi e prodotti di grande competitività. 
“Su questo ha ragione il sottosegretario Giacomelli quando parla di grande opportunità in termini di non solo per i soggetti coinvolti, ma attraverso loro, per la crescita dell'intero sistema-paese. Importantissima allora l'individuazione di Bari tra le cinque città coinvolte. Un'occasione concreta di crescita e sviluppo, da sfruttare al meglio", conclude.

16/02/2017 - 15:31

“Affrontare l’emergenza dei minori del centro di Cassano Murge, considerate le tensioni che si registrano non solo nella struttura ma in maniera diffusa su tutto il territorio nazionale”. Lo chiede Alberto Losacco, deputato del Partito democratico, con un’interrogazione a risposta ai ministri dell’Interno e della Giustizia.

“Nel centro per stranieri minori di Cassano Murge – spiega - si è verificato un gravissimo episodio.  La Garante nazionale per l’Infanzia, Filomena Albano, è stata sequestrata per circa un’ora all’interno della struttura, e questo ha reso necessario l’intervento dei carabinieri. La visita del Garante alla struttura rientrava nell’attività di monitoraggio di tutte le strutture nel Paese che accolgono migranti minorenni e aveva come obiettivo quello di verificare le condizioni degli ospiti.

Nella struttura vi sono attualmente  una trentina di ragazzi  che arrivano da Gambia, Nigeria ed Egitto giunti nel mese di dicembre. In assenza di alcun progetto,  non vanno a scuola e risultano in attesa di una nuova destinazione. Una decina, tra i più esagitati, arrivano dalla Calabria dove per 11 mesi sono  stati ospitati in un centro per adulti. Nei giorni scorsi all’interno della struttura si sono resi responsabili della distruzione di un locale”.

“La  situazione ha rischiato seriamente di degenerare e vi è preoccupazione rispetto al possibile ripresentarsi di incidenti”, conclude.

01/02/2017 - 15:37

“Se la notizia relativa al depotenziamento della sala di controllo Rfi di Bari corrispondono a verità, che cosa intende fare il ministero delle Infrastrutture al fine di assicurare la piena funzionalità di una sede strategica per la Puglia e il Paese, nonché il mantenimento del livelli occupazionali”. Lo chiede Alberto Losacco, deputato del Partito democratico, con un’interrogazione a risposta al ministero delle Infrastrutture.

“Dagli organi di stampa – spiega - si apprende che RFI si appresterebbe a depotenziare la sala controllo traffico di Bari a seguito di una volontà aziendale di realizzare una nuova sala controllo traffico a Pescara. La SSC di Bari gestisce attualmente il controllo del traffico ferroviario lungo tutta la linea adriatica dal Salento fino a Rimini per oltre 1000 Km. La road map di depotenziamento della sede di Bari partirebbe dal prossimo mese di marzo con la perdita della supervisione lungo la Sulmona-Terni, per proseguire poi nei mesi successivi con la perdita del controllo lungo le linee Civitanova-Albacina  e Ascoli – Porto D’Ascoli per completarsi nel 2018 con la sottrazione della Rimini-Termoli. Le organizzazioni sindacali sono molto preoccupate perché tale riorganizzazione inevitabilmente comporta ripercussioni negative anche sui livelli occupazionali”.

“Le modifiche di competenza sulle linee marchigiane comportano già un depotenziamento di 30 unità lavorative. A rischio complessivo vi sarebbero circa 70 posti di lavoro”, conclude.

11/01/2017 - 13:49

Presentata interrogazione al ministro delle Infrastrutture

“Quali celeri iniziative intende assumere il ministro delle Infrastrutture per  dare seguito agli impegni sull’innalzamento dei livelli di sicurezza della tratta del ‘Nord Barese Andria-Corato’, la stessa della tragedia del luglio scorso in cui morirono 23 passeggeri e 50 rimasero feriti?”.

Lo chiede in un’interrogazione a Graziano Delrio il deputato barese del Pd, Alberto Losacco.

“Ha suscitato grande scalpore nonché giustificata indignazione - scrive Alberto Losacco - la fotografia divenuta ‘virale’ in rete e riportata da tutti i mezzi di informazione del transito di un treno con il passaggio a livello alzato presso la periferia di Bari Santo Spirito. Abbiamo apprezzato l’impegno del Governo, ribadito anche nell’ambito della informativa resa in Parlamento che seguì il tragico incidente del 12 luglio 2016, di voler innalzare gli standard di sicurezza di una tratta importantissima e di grande rilevanza per la mobilità. Ma quella foto testimonia che c’è ancora molto lavoro da fare e occorre verificare - conclude il deputato barese del Pd - perché accadono simili inconvenienti e a che punto è la road map per l’innalzamento dei livelli di sicurezza”.

10/01/2017 - 16:55

"Bisogna mettere in campo strumenti per promuovere la nascita di nuove librerie, attraverso un forte coinvolgimento dei Comuni, dei giovani che vogliono cimentarsi in esperienze di carattere imprenditoriale e di tutti gli operatori del settore, che possono contribuire in termini di innovazione e di sostenibilità dal punto di vista economico di tali realtà. Il tutto con l'obiettivo di costruire dei piccoli presidi, veri e propri punti di riferimento per la promozione e la crescita culturale dei territori."
Così in una nota il deputato barese del PD, Alberto Losacco.
"I dati sulla presenza di librerie presentati nel corso dell'ultima fiera della piccola e media editoria - spiega Losacco - riportano un quadro preoccupante. Sono circa 13 milioni gli italiani che, nel loro comune di residenza, non hanno una libreria. Tra i comuni con più di 10mila abitanti, il 21% ne è sprovvisto. Un dato che si acuisce al Sud dove c'è una libreria ogni 3 comuni.  
È chiaro - prosegue Losacco - che il settore paga la bassa attitudine degli italiani alla lettura, assieme alla difficoltà delle librerie "storiche" di riconvertirsi per intercettare e rispondere alle nuove forme di consumo mediatico. Tuttavia è un dato preoccupante, perché, come la ricerca dimostra, la presenza di librerie funge da importante stimolo per l'acquisto e la lettura.
"Per questi motivi  ho scritto al Ministro della Cultura Franceschini e al Presidente dell'Anci Decaro. Occorre stimolare un percorso virtuoso per nuove librerie in grado di esercitare una vera e propria funzione culturale all'interno dei propri territori".

30/11/2016 - 19:26

“Le parole di Romano Prodi sono un ulteriore incoraggiamento per dare il massimo in questi giorni che ci separano dal voto”. Lo afferma il deputato barese del PD, Alberto Losacco. 

“Il suo contributo - prosegue Losacco - mette in luce il reale oggetto del contendere, ossia la possibilità, attraverso la vittoria del Sì, di fare un passo in avanti per quella democrazia decidente, di cultura maggioritaria e votata all’efficienza dei processi, che era alla base del sogno e dell’intuizione dell’Ulivo. Ho cominciato il mio percorso politico nei comitati per l’Ulivo. Per questo sono molto contento che l’endorsement di Prodi segua, a stretto giro, quello del professor Parisi, anzi, di più: nel leggere  le parole dei due, sembra che come al solito Parisi abbia tracciato la rotta per consentire a Prodi di tirar le conclusioni.
Battute a parte, quella di Prodi è una notizia importante. Adesso tutti pancia a terra per gli ultimi giorni di campagna.”

17/11/2016 - 19:57

"Le parole che il Governatore della Campania ha espresso nei confronti di Rosi Bindi sono gravi e inaccettabili." Così in una nota il deputato barese del PD, Alberto Losacco.

"De Luca - continua Losacco - farebbe bene a porgere quanto prima le sue scuse. È inaccettabile che venga utilizzato un linguaggio del genere nei confronti di chiunque, figuriamoci verso una persona che appartiene alla stessa comunità politica. Sono toni che non dovrebbero appartenere a chi ricopre un incarico istituzionale così importante e fa parte di un Partito che da sempre denuncia e combatte la degenerazione nei toni e nei modi della vita politica  A Rosi Bindi, in questo momento, tutta la mia solidarietà e vicinanza per le gravi offese subite."

17/11/2016 - 19:14

“Valutare la possibilità di convocare in audizione i prefetti delle città di Foggia e Bari nonché i questori al fine di valutare con attenzione quanto sta accadendo sul territorio e che preoccupa non poco l’opinione pubblica”. E’ quanto scrive il deputato del Partito democratico Alberto Losacco in una lettera alla presidente della Commissione Antimafia Rost Bindi.

“Le scrivo – spiega - in qualità di parlamentare pugliese a seguito del ripetersi di una serie di assalti da parte di malviventi che si sono registrati nel territorio di Cerignola. Pochi giorni fa vi è stata una eclatante rapina perpetrata ai danni di un pullman della società Marozzi, diretto a Roma,  con mezzo bloccato e passeggeri rapinati da uomini armati. Successivamente, il 15 novembre, un treno merci è stato assaltato in piena campagna, sempre presso Cerignola. L’orario - entrambi gli episodi si sono verificati di notte, le modalità -con blocco di strade e ferrovie - la presenza di un vero e proprio commando che ha agito con modalità paramilitari,  non lasciano dubbi sul fatto che siamo  di fronte ad atti non estemporanei. Questo aumenta la preoccupazione anche sul rischio di possibili ulteriori azioni”.

“Dapprima gli assalti agli sportelli automatici bancomat e postamat, che si sono aggiunti alle rapine ai furgoni portavalori, ora questa nuova, inquietante, fenomenologia criminale. Assalti che costituiscono ormai un consolidato ‘core business’ per criminalità e terrorismo”, ha concluso.

16/11/2016 - 20:08

“Rafforzare il controllo del territorio intorno a Cerignola, prestando la massima attenzione alle vie di comunicazione e anche  ai mezzi di trasporto, come treni o autobus, ricorrendo anche alle nuove tecnologie,  e potenziare gli organici della Polfer in servizio sul territorio pugliese”. Lo chiede Alberto Losacco, deputato del Partito democratico, con un’interrogazione a riposta orale al ministro dell’Interno.

“Intorno alle 22 di ieri sera – spiega -  nelle campagne di Cerignola e a pochi km dalla stazione di Campagna,  un commando composto da una decina di persone armate ha preso d'assalto un treno merci proveniente da Bari. I rapinatori avrebbero posizionato sui binari una Ford Fiesta, rubata negli scorsi giorni a Manfredonia, per poi incendiarla, e fatto attivare di conseguenza i dispositivi di sicurezza predisposti da RFI e Trenitalia in modo tal da determinare lo stop ai convogli in circolazione. I banditi hanno poi forzato alcuni vagoni del convoglio ma, trovandoli vuoi, si sono dileguati. Secondo alcune indiscrezioni, l’obiettivo dei malviventi sarebbero stati dei pannelli solari. L’episodio segue di pochi giorni un’altra azione criminale dell’assalto, sempre notturno,  ad un pullman della linea Marozzi, i cui passeggeri sono stati derubati”

“Si tratta di episodi inquietanti che incutono preoccupazione nella opinione pubblica. E’ evidente che siamo in presenza di una organizzazione criminale addestrata e che conosce il territorio”, conclude.

10/11/2016 - 13:40

 "I dati Svimez confermano la bontà delle misure messe in campo dal Governo, con il Mezzogiorno che, dopo anni durissimi, torna finalmente a crescere. La strada da fare è ancora tanta, ma la direzione è quella giusta."
Così in una nota il deputato barese del PD, Alberto Losacco.
"La crescita dell'1% di Pil del 2015 è stato un dato importante perché ha interrotto sette anni in negativo, segnalando anche una crescita superiore dello 0,3% rispetto alla media nazionale. A questa s'aggiunge quella prevista sia per quest'anno ma anche per il prossimo che, seppur più basse, confermano il trend positivo.  
Inoltre vi è il dato positivo sull'occupazione giovanile, con una crescita del +3,9% a fronte di una media nazionale del 2,8, dove spicca il dato di un settore come l'agricoltura su cui diverse sono state le misure del governo per favorire l'ingresso delle giovani generazioni.
Tuttavia - prosegue Losacco - i dati sulla povertà così come quelli sull'emigrazione giovanile sono fonte di preoccupazione. Per questo, accanto a misure di contrasto al fenomeno, come in Puglia è stato fatto con il ReD, vi è la necessità di sollecitare da un verso le forme di attivazione imprenditoriale giovanile anche per aggredire il tema dei NEET, ossia dei giovani che hanno smesso di studiare e che non cercano un lavoro. E, contestualmente, di sostenere la piccola e media impresa che resta il cuore pulsante dell'economia meridionale, sulla scia di quanto già previsto dall'attuale Legge di Bilancio, che mette in  campo risorse importanti soprattutto per quei soggetti che scommettono sull'innovazione."

07/11/2016 - 15:55

“Valutare se l’azienda barese Oerlikon Graziano, trasformando le pause fisiologiche dei suoi lavoratori da individuali a collettive, non abbia violato i loro”. Lo chiede il deputato del Partito democratico Alberto Losacco al ministro del Lavoro, con un’interrogazione a risposta orale.

“Dal prossimo 14 novembre – spiega -  gli oltre 400 dipendenti della Oerlikon Graziano di Bari, azienda impegnata nel campo dei componenti per le trasmissione meccaniche, saranno tenuti a effettuare pause fisiologiche non più individuali effettuate dai lavoratori addetti bensì collettive. La notizia del comunicato aziendale con cui la Oerlikon ha annunciato questo cambiamento ha suscitato notevole scalpore e destato perplessità e preoccupazione. I dipendenti della Oerlikon, inoltre, potranno accedere alle aree ristoro e ai punti fumo messi a disposizione dall'azienda  durante le due pause, che ricordiamo essere di nove minuti ciascuna. L’azienda avrebbe giustificato tale disposizione sostenendo che ‘i lavoratori, restando presso la postazione durante tutto il turno e allontanandosi solo in occasione del turno di refezione e delle due pause collettive, mantengono maggior concentrazione, riducendo, di fatto, i rischi da distrazione’”.

“Le organizzazioni sindacali hanno manifestato la propria contrarietà rispetto a tale prospettiva chiedendo all’azienda di rivedere tale decisione. Da parte nostra, riteniamo sia necessario capire se non si sia di fronte a una violazione dei diritti del lavoratori”, conclude.

03/11/2016 - 13:15

"Il Governo ha approvato questa mattina un mio ordine del giorno con il quale s'impegna a valutare la possibilità di far nascere, di concerto con la Regione e l'Apulia Film Commission, un appuntamento annuale di promozione della filiera audiovisiva del Mediterraneo, al fine di supportare la crescita del cinema Made in Puglia."

Così in una nota il deputato barese del PD, Alberto Losacco.

"In questi anni - spiega Losacco - il cinema è diventato un elemento centrale per la promozione del nostro territorio ed ha generato anche un indotto legato alle produzioni di un certo valore. Adesso bisogna consolidare i risultati di questi anni, puntando sulla qualità dei prodotti dell'intera filiera e promuovendo sempre maggiori investimenti.

Da qui l'idea di un appuntamento che veda la Puglia come protagonista e la renda un punto di riferimento anche su scala internazionale, chiamando ogni anno nella nostra regione le produzioni cinematografiche, i prodotti che raccontano del Mediterraneo, con l'idea che tutto questo potrebbe anche attrarre un importante pubblico anche da fuori regione.

La Puglia - prosegue il deputato del PD - ha dimostrato in questi anni le straordinarie potenzialità del cinema per affermare un territorio, la sua cultura e i suoi valori, ma anche per farne conoscere le bellezze al grande pubblico. Questi risultati adesso devono fare da base per un salto di qualità. Abbiamo tutte le carte in regola per realizzarlo.  

12/10/2016 - 16:18

“Auguri Antonio. Quest'incarico è il giusto riconoscimento per tuo essere Sindaco, perché il sindaco non si fa, si è”. Così il deputato del Partito democratico Alberto Losacco commenta l'elezione del sindaco di Bari Antonio Decaro a Presidente dell'Anci.

"Sono certo - continua - che saprai portare alla guida dell'Anci lo spirito e la passione che ti animano ogni giorno nella guida di una città bellissima e straordinaria, ma non per questo priva di problemi, quale la nostra Bari. La tua elezione è anche un bel riconoscimento al Mezzogiorno, al fatto che qui, in questi anni, abbiamo visto all'opera tanti sindaci che hanno dimostrato quella politica dal volto umano, sempre vicina alle istanze e ai bisogni dei cittadini, ma senza per questo perdere mai lo sguardo lungo della progettualità e del cambiamento”.

Oggi è una giornata importante per te, per  Bari, per noi meridionali. Buon lavoro, Antonio”, conclude.

Pagine