08/01/2015 - 19:37

“Bene Cantone che chiede un nuovo codice degli appalti che impedisca il ricorso a deroghe o preveda un regolamento a monte”. Lo dichiara il deputato del Pd, Alberto Losacco, primo firmatario di una proposta di legge sulle modifiche al Codice degli Appalti ed, in particolare, l’eliminazione del criterio del prezzo più basso nell’aggiudicazione degli appalti pubblici.

“Il Codice attualmente vigente – prosegue Losacco - prevede come criterio per l’aggiudicazione di appalti alle PA il metodo dell’offerta più bassa, metodo che ha portato a sperequazioni che hanno danneggiato soprattutto i lavoratori delle imprese aggiudicatarie dell’appalto. Troppe volte le imprese al fine di assicurarsi un appalto hanno adottato delle tecniche da vero e proprio dumping sociale, comprimendo i salari e riducendo i diritti. Peraltro – aggiunge il deputato – l’adozione di tale criterio ha rischiato di mortificare le professionalità esistenti e di ridurre ad una mera questione di “prezzo” la realizzazione di opere pubbliche centrali per il sistema del Paese”.

“Per questo ho presentato una proposta di legge, sintesi delle riflessioni fra mondo delle imprese e PA, che prevede unico criterio possibile di aggiudicazione degli appalti quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa”, conclude Losacco.

 

14/11/2014 - 19:58

“Quali sono le iniziative che il governo intende per contrastare il fenomeno dei furti di olive nei campi pugliesi da parte delle organizzazioni criminali?”. Lo chiede con una interrogazione a risposta orale ai ministri delle Politiche agricole e dell’Interno il deputato del Partito Democratico Alberto Losacco.

“La Coldiretti Puglia – spiega Losacco – ha inviato una lettera al Prefetto di Bari per denunciare un fenomeno molto grave:  nei campi pugliesi si verificano raid criminali con i quali vengono raccolti anche 60 kili di olive in meno di mezz’ora di tempo, con conseguente furto anche delle attrezzature.  Il combinato disposto del calo della produzione e dell’aumento dei prezzi ha destato l’interesse da parte vere organizzazioni criminali, che agiscono in questo periodo nelle campagne pugliesi ed in particolare nel barese.

“Per tentare di arginare il fenomeno – continua Losacco – si è addirittura giunti sempre più spesso  a rivolgersi ad istituti di vigilanza privata per scortare cisterne di olio extravergine. Chiediamo per questo al Governo intenda adottare per contrastare tale fenomeno, anche in sede di comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico, ed evitare che interessi speculativi pervadano un comparto strategico dell’economia pugliese”, conclude Alberto Losacco.  

 

Pagine