15/09/2017 - 11:54

Con attacco a magistratura trova unità con Berlusconi

“Salvini invece di offendersi prenda atto che chi si candida alla guida del Paese dovrebbe rispettare le leggi e le sentenze, ma forse chiede che per la Lega si possano cancellare i reati con un colpo di spugna”.

- così Simona Malpezzi, deputata del Partito Democratico -

“Il leader della Lega parla di attacco alla democrazia, ma l’unico a minarla è lui che, dopo aver gettato per anni benzina sul fuoco, cerca di sottrarsi alla giustizia e di elevarsi, dunque, al di sopra dei cittadini italiani. Delle sentenze, un uomo di stato, prende atto. Quanto deciso dalla magistratura, seppur con una sentenza non definitiva, è a tutela degli italiani: un sequestro cautelativo che - spiega la deputata Dem - impedisce al Carroccio di svuotare le casse del partito e di creare un danno economico”.

“Salvini, sempre in campagna elettorale, con il suo attacco alla magistratura - conclude Malpezzi - trova il suo punto di contatto con Berlusconi".

 

10/08/2017 - 13:06

"Con la dichiarazione di oggi, dall'assessore della Lombardia Massimo Garavaglia arriva un esempio perfetto di come sia possibile distorcere e strumentalizzare i fatti a proprio vantaggio ma a danno della verità”. Così la deputata Simona Malpezzi, Capo dipartimento Scuola del Partito Democratico.

"Lo scorso febbraio - sottolinea la deputata Dem- viene firmata un'intesa in conferenza unificata in cui le Regioni, Lombardia compresa, informano lo Stato che per loro sarebbe meglio ridurre il fondo per i libri di testo piuttosto che avanzare richieste di risparmio alle Regioni sui costi di funzionamento (previsti dalla legge). E il Governo, nel pieno rispetto degli accordi stipulati con le Regioni, ha comunque stanziato i quasi 33milioni di propria competenza per il fondo per i libri di testo. Risorse che sono arrivate anche alla Lombardia e che quindi ora deve rispettare la sua parte di accordo.  Viene inoltre spontaneo chiedersi perché da febbraio la Lombardia di Maroni e Aprea si svegli ad agosto".

04/07/2017 - 17:29

“La Ministra Fedeli, nel corso della conferenza stampa sull'avvio del prossimo anno scolastico, ha garantito che esso avverrà in modo ordinato grazie all'impegno del MIUR, degli uffici scolastici regionali e delle scuole. La notizia più importante è che entro il 14 agosto - e cioè un mese prima rispetto allo scorso anno - saranno assunti 52 mila nuovi insegnanti. Anche sul fronte delle supplenze la Ministra ha assicurato che i docenti saranno in cattedra in tempo e che anche le operazioni più complicate come quelle dell’assegnazione delle supplenze annuali, avverranno entro l'inizio dell'anno scolastico”. Lo dice la deputata del Pd, Simona Malpezzi.

“Ma a settembre ci saranno novità significative anche sul fronte della ripartizione dei fondi destinati allo 0/6, sull'avvio dei Poli ad orientamento artistico e performativo e sul nuovo portale per l'alternanza scuola lavoro e la carta dei diritti e dei doveri in alternanza”, aggiunge Malpezzi.

“I prossimi mesi saranno fondamentali per portare a compimento il processo riformatore avviato con la Buona Scuola nel 2015 per dare ai nostri bambini e ragazzi una scuola migliore che guardi al futuro”, conclude la deputata dem.

08/06/2017 - 11:48

Dal M5S speculazioni per qualche voto in più

“Sono gravissime le parole usate da Carlo Sibilia, responsabile scuola e università del M5S, contro la scelta del governo di introdurre i vaccini obbligatori che si è resa necessaria a causa della diminuzione della copertura vaccinale nel nostro Paese. Una classe dirigente all'altezza dovrebbe proteggere i cittadini, soprattutto i più deboli, e non affidarsi a pregiudizi quando si tratta di tutelare le nostre comunità. Un governo serio si prende cura e difende i cittadini indifesi. Ma cosa possiamo aspettarci da uno che pensa che non ci sia mai stato lo sbarco sulla luna o che propone sul blog di Grillo il "matrimonio omosessuale tra specie diverse". Credo che l'Italia abbia bisogno di molte cose ma non di una classe politica che si affida a maghi e fattucchiere e che pur di prendere un voto in più sacrifica la salute dei bambini. Allora è bene rimarcarlo: vaccinare i più piccoli è importante”.

Lo ha detto Simona Malpezzi, deputata del Pd in commissione Cultura.

05/06/2017 - 19:07

Oggi è una giornata importante perché con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale la legge per il contrasto al cyberbullismo è finalmente operativa. Sono convinta che educare i ragazzi ad un uso consapevole della Rete sia fondamentale e con questa norma le scuole avranno gli strumenti per mettere in campo iniziative educative e di prevenzione efficaci. La scuola è, insieme alla famiglia, la più importante agenzia educativa del Paese ed è fondamentale che l'insegnamento ad un uso consapevole del web cominci proprio tra i banchi. Per questo, già con la legge della Buona scuola,  abbiamo finanziato con ingenti risorse il Piano nazionale scuola digitale che serve a guidare il mondo della scuola nel suo percorso di innovazione culturale, educativa e sociale. I finanziamenti non riguardano esclusivamente lo sviluppo delle competenze digitali degli studenti e il potenziamento degli strumenti didattici e laboratoriali ma anche la formazione dei docenti per insegnare, per esempio, un uso critico dei social”.

Lo ha detto Simona Malpezzi, deputata del Pd componente della commissione Cultura della Camera.

12/04/2017 - 11:02

“Avevano detto che lasciavano il Pd per garantire la durata del governo Gentiloni. La verità è che oggi Mpd ha votato contro il decreto sull’immigrazione, senza rischi per i numeri, ma con il chiaro obiettivo di mettere in difficoltà l'azione riformatrice della maggioranza. Ma soprattutto ancora una volta agli interessi del Paese, si è preferita la sterile polemica politica”. Lo dichiara la deputata dem Simona Malpezzi.

10/04/2017 - 15:17

“Uno che non rispetta il voto dei suoi elettori e che cancella con una matita i risultati di consultazioni vuole dare lezioni di trasparenza e propone la gogna per il direttore del Tg1. Grillo teme la libera stampa e pensa di imbavagliarla con le minacce e scatenando la furia del web. Ma è tutta scena. Dietro solo trolls e un’unica vera notizia: i 5 stelle vorrebbero tg che parlano solo di loro e delle loro bufale”.

Lo ha detto Simona Malpezzi deputata del Pd e componente della commissione Cultura della Camera.

07/04/2017 - 15:39

“Con l'approvazione definitiva in Consiglio dei ministri delle 8 deleghe portiamo finalmente a compimento il progetto di riforma avviato nel 2015 dal governo Renzi che, proprio con la legge 107 detta "la buona scuola", ha previsto le deleghe che oggi sono state approvate”. Lo dice Simona Malpezzi, deputata del Pd e componente della commissione Cultura della Camera.

“Questo successo - prosegue Malpezzi - ha le sue radici proprio in quel governo che ha avuto il coraggio e la visione di pensare una nuova idea di scuola investendo come non mai nell'istruzione e nei docenti. Oggi, grazie a quella legge approvata nel luglio del 2015 abbiamo, per esempio,  la delega sullo 0/6 anni che stabilisce che il nido non sarà più un servizio ma l'inizio del percorso veramente educativo (definito da sempre sulla carta ma mai realizzato fino in fondo) e si stanziano ingenti risorse per aumentare la presenza dei nidi nei Comuni d'Italia. Con la delega sull'inclusione, scuola, famiglia e territorio collaboreranno al progetto di vita e al percorso educativo dello studente disabile in modo più incisivo e grazie a competenze ancora maggiori. Infine, vorrei esprimere grande soddisfazione per il lavoro svolto sul reclutamento e la formazione iniziale. Un momento storico perché, se da una parte, abbiamo cambiato l'iter di formazione e di assunzione dei nuovi docenti, dall'altro, abbiamo definito una fase transitoria che consentirà nei prossimi anni l'immissione in ruolo dei precari storici in maniera certa, chiara e di prospettiva. È un cambiamento notevole che garantirà di coprire in modo regolare e prestabilito i posti vacanti e disponibili garantendo la continuità didattica e la professionalità della classe docente. Oggi, finalmente, con l'approvazione delle deleghe, la legge 107 è completa”.

29/03/2017 - 11:24

“Accolgo con grande soddisfazione la pubblicazione degli ultimi dati OCSE in cui si certifica che il nostro Paese, a differenza di molti altri, riesce a colmare il divario che esiste tra gli studenti più svantaggiati e quelli più fortunati. La nostra è una scuola che sa includere. Oggi, dunque, diventa cruciale lavorare sulla continuità e fare in modo che questo straordinario lavoro non si perda al termine degli studi nella difficile transizione con il mondo del lavoro o l'ingresso all'università. Serve investire ancora di più sui percorsi scuola-lavoro, sull'orientamento, sul diritto allo studio a scuola e all'università. L'OCSE dice chiaramente che siamo un Paese che può offrire opportunità a tutti senza distinzioni”.

Lo dice Simona Malpezzi, deputata del Pd componente della commissione Cultura della Camera.

21/03/2017 - 11:20

“Bene accordo tra Governo e Regioni”

“Accolgo con grande soddisfazione l'accordo che Governo e Regioni hanno trovato per rendere stabile il ‘sistema di apprendimento duale’ nei percorsi di Istruzione e formazione professionale (Iefp), partito in via sperimentale nel 2015. In questo senso, gli ulteriori 25 milioni stanziati, aggiuntivi rispetto agli ordinari finanziamenti annuali, dimostrano la volontà di far diventare il sistema duale una realtà consolidata del sistema formativo e ne certificano la validità. Sono i numeri a parlare e dicono che il sistema funziona ed è uno strumento importante per combattere la dispersione scolastica e per garantire a ciascuno studente una scuola su misura. Le idee messe in campo sono giuste ma serve sconfiggere i pregiudizi per dare pieno corso a uno strumento che aiuterà le nostre ragazze e i nostri ragazzi a maturare nuove e indispensabili competenze per misurarsi con il mondo del lavoro”.

Lo ha detto Simona Malpezzi deputata del Pd e componente della commissione Cultura.

04/03/2017 - 14:10

“Lo stanziamento da parte della ministra Fedeli degli 80milioni di euro del piano per le competenze digitali è molto positivo. Questi fondi andranno a finanziare i progetti delle scuole mirati a sviluppare il senso critico dei ragazzi all’utilizzo dei social e del web. Lo abbiamo sempre detto: i nostri ragazzi non hanno bisogno di più strumenti ma di sviluppare una capacità critica all’uso di questi strumenti. È proprio investendo su docenti e ragazzi che si possono prevenire i linguaggi violenti, le discriminazioni in rete e il cyberbullismo. E anche questa è Buona scuola”.

Lo ha detto Simona Malpezzi, deputata Pd componente della commissione Cultura della Camera. 

23/02/2017 - 18:36

“Molte delle richieste che giungono dal mondo dell’associazionismo delle famiglie delle persone con disabilità sono state già accolte. Abbiamo audito 75 tra associazioni e categorie e stiamo prevedendo ulteriori modifiche alle deleghe per quanto riguarda il percorso di certificazione, la garanzia del ruolo delle famiglie nella costruzione del piano educativo individuale e sul numero degli alunni per classe. Stiamo lavorando nelle commissioni Cultura e Affari sociali, ma anche in una serie di commissioni congiunte, ad ulteriori rivisitazioni. Il Parlamento, da questo punto di vista, deve svolgere la propria funzione di porre osservazioni e condizioni al testo del governo. Chiederne il ritiro non porterebbe ad alcun tipo di miglioramento, mentre moltissime associazioni ci chiedono di proseguire in questo lavoro capillare. Ci prenderemo tutto il tempo necessario”.

Così le deputate Dem Simona Malpezzi della Commissione Cultura ed Elena Carnevali della Commissione Affari sociali.

22/11/2016 - 15:36

“La firma del presidente Renzi sotto il protocollo d'intesa con la Bei e la Cassa depositi e prestiti per l'incremento delle risorse per il Piano dell'edilizia scolastica, in occasione della prima giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole, dimostra che questo non è il governo degli annunci o delle commemorazioni ma degli interventi concreti a favore dell’edilizia scolastica. Mai prima di ora era stato fatto un così massiccio progetto di interventi per le scuola, interventi che nascono anche grazie alla programmazione che il governo ha fatto partire in tutte le regioni. I 530 milioni di euro stanziati oggi si vanno ad aggiungere ai quasi 7 miliardi già messi in circolo. Questo è anche il governo dell’anagrafe e dell’osservatorio sull’edilizia scolastica”.

Lo ha detto Simona Malpezzi deputata del Pd componente della commissione Cultura.

17/11/2016 - 19:16

“La maestrina Raggi accusa il governo di aver predisposto una Legge di bilancio incerta ma trascura di spiegare come mai la sua amministrazione nata per sostenere i bisogni dei cittadini più deboli, parta - dopo mesi di immobilismo e trascuratezza - tagliando proprio sulle politiche sociali ed educative”. Lo dichiara Simona Malpezzi, deputata del Partito democratico.

“Mentre il governo Renzi – continua - stanzia 209 milioni di euro per dare attuazione alla delega sullo 0/6 per il potenziamento dei servizi educativi per l'infanzia, 100 milioni per le altre deleghe tra cui quella sull'inclusione degli alunni con disabilità, provvede alla trasformazione dell'organico di diritto in organico di fatto con l'assunzione di altri 25 mila docenti, stabilendo l'immissione in ruolo di ulteriori 5000 insegnanti di sostegno, la sindaca sembra abbia deciso di tagliare proprio sull' istruzione, il diritto allo studio e la manutenzione degli edifici scolastici. Ma non basta, perché nelle bozze del bilancio previsionale pare vi siano pesanti tagli anche alla tutela del patrimonio artistico e allo sviluppo sostenibile ed ambiente della Capitale”. 

“Basta scuse. Virginia Raggi che doveva difendere gli interessi dei più deboli ha gettato la maschera. E' arrivata l'ora che si assuma la responsabilità politica delle sue scelte e cominci a raccontare ai cittadini romani la verità”, conclude.

19/10/2016 - 19:21

“Questa proposta di legge si propone l’introduzione di misure che permettano di prevenire qualsiasi forma di maltrattamento”. Lo ha detto la deputata del Partito democratico Simona Malpezzi, durante la dichiarazione di voto in Aula sulla legge che prevede l'installazione di sistemi di videosorveglianza negli asili e nelle strutture di assistenza per anziani e disabili.

“La parola chiave del provvedimento – ha – spiegato è infatti ‘prevenzione’, la prevenzione della violenza nei confronti dei più deboli. Per raggiungere tale obiettivo il testo punta su due cardini: la formazione e la regolamentazione. E’ sulla formazione, appunto, che si concentra la delega al governo prevista all’art.2, perché la formazione costante e continua degli educatori è un fattore decisivo nel prevenire le situazioni critiche. La regolamentazione, invece, è fondamentale per stabilire dei confini precisi rispetto alla videosorveglianza selvaggia, dal momento che essa non solo esiste ma esiste grazie alla scarsa chiarezza delle regole. Viene per questo proibito in modo definitivo l’uso delle webcam e, nello stesso tempo, regolamentato quello delle videocamere, che possono accelerare l’intervento delle forze dell’ordine”.

“Questa proposta di legge si fonda, infine, anche sul patto di corresponsabilità con le famiglie, che noi salvaguardiamo e incentiviamo”, conclude.

Pagine