08/04/2015 - 12:24

"Non possono passare inosservati episodi di discriminazione all'interno delle scuole pubbliche ai danni di giovani studenti affetti da autismo come accaduto a Genova nelle settimane passate e riportato dagli organi di stampa. Il nostro Paese non può tollerare restrizioni dei diritti fondamentali dell’individuo". Lo ha detto Lorenzo Becattini, deputato del Pd e componente della commissione Affari sociali della Camera, che ha presentato un’interrogazione al ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, e a quello della Salute, Beatrice Lorenzin.

“In una scuola di Genova - prosegue Becattini - un bambino di 9 anni è stato oggetto di discriminazione da parte dei suoi compagni e dei loro genitori che non hanno accettato l’idea che i loro figli frequentassero e interagissero con un compagno autistico, manifestando tutta la loro preoccupazione e paventando inesistenti pericoli per l’incolumità e la sicurezza dei loro figli. I genitori del bambino autistico, per porre fine all’imbarazzante situazione discriminatoria, sono addirittura stati costretti a trasferire il figlio in un altro istituto. La scuola è essenziale per il soggetto autistico poiché favorisce l’integrazione socio-relazionale, che la malattia rende difficoltosa. Questo episodio - conclude Becattini -, oltre a rappresentare un vero e proprio atto discriminatorio, costituisce una chiara violazione del diritto alla salute ed all'istruzione del minore, diritti tutelati dalla Costituzione”.

 

25/03/2015 - 17:29

"Chiediamo ai ministri dell’Istruzione e della Salute di tutelare i giovani con diabete da discriminazioni come quelle avvenute recentemente in istituti scolastici in Sardegna”. Lo ha detto Lorenzo Becattini, deputato del PD in commissione Affari sociali e promotore dell’Intergruppo parlamentare ‘Qualità della vita e diabete’ che in questi giorni ha presentato una interrogazione al Ministro dell'istruzione dell'Università e della Ricerca ed al Ministro della Salute.

“Non si possono accettare episodi di discriminazione all'interno delle scuole pubbliche ai danni di giovani studenti affetti da diabete - ha proseguito Becattini -. Il nostro Paese è certamente una democrazia moderna ed in quanto tale non può tollerare simili restrizioni dei più elementari diritti civili. Uno studente non può essere oggetto di discriminazione in quanto diabetico da parte della struttura scolastica che lo forma. Lo scorso settembre in due istituti scolastici, a Carbonia (CI) e a Iglesias (CI), si sono verificati altrettanti gravi episodi. Nel primo caso un bambino di 4 anni veniva allontanato da un asilo pubblico perché diabetico; nel secondo, una studentessa di 12 anni veniva punita con una nota perché a causa della glicemia bassa aveva sbagliato il compito. A distanza di mesi, la situazione non ha avuto risvolti positivi: il bambino di 4 anni non frequenta più l’asilo e la bambina di 12 anni ha cambiato classe. La scuola, in particolar modo quella pubblica, deve impedire ogni forma di discriminazione del minore (soprattutto in relazione alla sua malattia) ed anzi deve in ogni modo favorire la piena inclusione dello studente nella vita scolastica. Questi episodi, oltre ad essere veri e propri atti discriminatori, costituiscono una chiara violazione del diritto alla salute ed all'istruzione del minore, diritti che trovano riconoscimento in ambito costituzionale, europeo ed internazionale. Purtroppo spesso ciò si verifica a causa della scarsa informazione sul diabete. Se si vuole che in futuro simili fatti non si ripetano sarà necessario informare correttamente l'opinione pubblica su questa patologia".

 

12/11/2014 - 12:11

Oggi, mercoledì 12 novembre alle ore 13,

Sala stampa, Camera dei deputati, via della Missione 4

Partecipano: il Sottosegretario al Ministero della Salute, Vito De Filippo, l’Onorevole Lorenzo Becattini (PD), il Senatore Luigi D’Ambrosio Lettieri (Forza Italia-Il Popolo della Libertà), Elia Reseghetti in rappresentanza del mondo scientifico e dell’associazionismo, Mario Merlo Direttore Divisione Diabete di Sanofi.

Nella conferenza stampa in occasione della Giornata Mondiale del Diabete (15-16 novembre), sarà presentato l’intergruppo parlamentare “Qualità della vita e diabete”, promosso dai parlamentari Luigi D’Ambrosio Lettieri e Lorenzo Becattini, referenti della Commissione Affari Sociali, rispettivamente al Senato e alla Camera, che avrà l’obiettivo di sensibilizzare l’agenda del Governo sulle tematiche di prevenzione e di promozione dei corretti stili di vita per ridurre l’impatto sociale ed economico del diabete.

 

Pagine