05/06/2015 - 19:09

Serve unità tra forze politiche e istituzioni e leale impegno di tutti gli apparati dello Stato

“Piena solidarietà a Matteo Orfini, presidente del Partito democratico oggetto di polemiche e aggressioni politiche”, è stata espressa da Daniele Marantelli, dell’Ufficio di Presidenza del Gruppo Pd alla Camera, il quale aggiunge: “nella sua battaglia per estirpare dalla Capitale infiltrazioni mafiose e corruzione e per restituire dignità alle istituzioni, Orfini svolge una azione che rende il nostro Partito essenziale per il rinnovamento del Paese. Contro la criminalità organizzata - ricorda Marantelli - serve l’unità di tutte le forze politiche democratiche e delle istituzioni e il massimo e leale impegno di tutti gli apparati dello Stato. Le polemiche e le querele non hanno mai risolto i problemi, men che meno aiuteranno a sconfiggere avversari temibili come mafia e ‘ndrangheta ”.

21/05/2015 - 19:45

“Dobbiamo rendere merito al determinato impegno del presidente del Consiglio Renzi e del ministro della Giustizia Orlando per aver fortemente creduto e voluto questa legge. Le nuove norme anticorruzione costituiscono un significativo fiore all'occhiello per questo governo e questo Parlamento. Una bella iniezione di fiducia per i cittadini, un importantissimo segnale a per la ripresa economica che incoraggerà gli investimenti stranieri”. Lo dichiara il deputato democratico Daniele Marantelli della presidenza del Gruppo Pd.

“Giunge al traguardo un'altra importantissima legge – conclude Marantelli - in una stagione di riforme che sta finalmente cambiando l’Italia. Nel 2001 veniva cancellato di fatto il falso in bilancio, da allora si sono succeduti 4 governi, oggi si rimargina una ferita. Promessa mantenuta”. 

05/05/2015 - 20:38

“L’approvazione alla Camera della legge sugli ecoreati pone le premesse per una svolta di portata storica nelle politiche di contrasto ai crimini contro l’ambiente”. Lo dichiara Daniele Marantelli, componente dell’Ufficio di presidenza del gruppo Pd alla Camera.

“Si tratta – spiega Marantelli – di un testo di fondamentale importanza, dal momento che darà allo Stato strumenti di contrasto tali da determinare un salto di qualità nella lotta ai crimini ambientali. Ringraziamo per questo tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questo grande risultato, primo fra tutti il ministro Orlando che, prima da titolare dell’Ambiente e poi della Giustizia, si è speso con coerente azione riformista e determinazione per permettere al provvedimento di superare i vari scogli dell’iter di approvazione, non ultimo quello relativo all’emendamento del Senato sull’air gun”.

“Ora confidiamo nell’impegno del governo e della maggioranza in Senato per far sì che il testo sugli ecoreati possa arrivare, nel tempo più rapido possibile, alla sua definitiva approvazione”, conclude Daniele Marantelli.

 

14/04/2015 - 20:29

“E’ necessario dotarci di una strategia nazionale che verifichi la possibilità di portare a compimento il progetto di realizzazione del collegamento Civitavecchia-Orte per dare impulso alla crescita di un porto ormai cruciale per lo sviluppo dell’Italia Centrale, e avviare interventi urgenti volti alla riqualificazione al potenziamento e alla messa in sicurezza della superstrada E45 e della strada statale 309 Romea, valutando la possibilità di trasformarla in un’arteria a percorrenza veloce a basso impatto ambientale”. Lo ha dichiarato Daniele Marantelli, dell’ufficio di presidenza del gruppo Pd alla Camera, durante l’intervento in Aula sulla mozione riguardante l’autostrada Civitavecchia-Orte-Mestre.

“Come porto crocieristico, Civitavecchia – ha spiegato Marantelli - è il primo d’Italia e si batte con Barcellona per il primato a livello Mediterraneo. Il Mar Mediterraneo è il mare più trafficato del mondo ma l’Italia intercetta solo una parte trascurabile di tale traffico”.

“E’ ragionevole – ha proseguito il deputato democratico - che il porto di Civitavecchia vada all’attacco di quel 40% di merci al servizio del mercato metropolitano di Roma che arrivano da altri continenti e sbarcano a Rotterdam o ad Anversa. Bisogna agire su più fronti. Burocrazia, logistica, porto, infrastrutture. E in questa visione di insieme che collochiamo l’esigenza di completare la Orte-Civitavecchia”.

“L’intervento della magistratura è importante, anzi nel suo campo insostituibile, ma, da solo, non cambia il sistema. Noi, invece, abbiamo l’ambizione di bloccare il malaffare senza bloccare indispensabili per il rilancio della crescita”, ha concluso Daniele Marantelli.

 

24/02/2015 - 17:57

“La firma dell’accordo fra Italia e Svizzera, frutto di lunghe e complesse trattative, costituisce un contributo importante per il rientro di capitali nel nostro Paese e l’uscita della Svizzera dalla black list è un fatto storico che permette di contrastare più efficacemente l’evasione fiscale. Sorprende che l’on. Salvini non lo capisca e giudichi l’accordo un’enorme fregatura per i 70 mila frontalieri italiani”. Lo dichiara Daniele Marantelli della presidenza del Gruppo Pd della Camera.

“Si potranno migliorare i rapporti commerciali, economici e culturali fra i due Paesi – continua Marantelli – tenendo conto, per esempio, che gli scambi commerciali dell’Italia con la Svizzera sono addirittura superiori a quelli con un gigante economico come l’India. Mi auguro quindi che le risorse derivanti dall’intesa possano essere indirizzate alla crescita e all’occupazione”

“A Salvini, che mi auguro si impegni di più a difendere i nostri frontalieri quando oltre confine sono oggetto di azioni anti sindacali e persino razziste, voglio infine ricordare che da questo momento spetta ai parlamentari italiani seguire con attenzione i contenuti dell’accordo che sarà oggetto di ratifica da parte delle Camere. Una sfida alla quale noi non ci sottrarremo”.

 

15/01/2015 - 20:16

“Esprimo immensa gioia per la liberazione di Vanessa e Greta che ritrovano la libertà e possono così riabbracciare le loro famiglie e i loro cari. Ho chiamato Matteo Ramalli, fratello di Greta, quando il ministro Boschi ha annunciato alla Camera la bellissima notizia per condividere questo momento di grande emozione. Ringrazio il governo, l’unità di crisi della Farnesina e i nostri servizi per la grande professionalità dimostrata anche in questa delicatissima situazione”.

Così Daniele Marantelli, deputato di Varese, esponente dell’Ufficio di Presidenza del Gruppo del Pd alla Camera.

 

28/11/2014 - 18:30

“Esprimo affettuosa solidarietà al Ministro della Giustizia Andrea Orlando per le gravi minacce ricevute. Mi auguro che si tratti di un gesto isolato e che i responsabili siano rapidamente individuati”. Lo dichiara il deputato Pd Daniele Marantelli, dell’Ufficio di Presidenza del Gruppo, alla notizia della lettera di minacce recapitata al Guardasigilli. “Sono certo che Andrea Orlando proseguirà con determinazione la sua azione di Governo, per cambiare il Paese con il realismo e il coraggio che hanno sempre ispirato il suo impegno politico e istituzionale.”

31/07/2014 - 15:14

“Sulla pedemontana Renzi ha mantenuto la parola. Durante l’inaugurazione della Brebemi, lo scorso mercoledì, il Presidente del Consiglio si era impegnato ad affrontare in tempi stretti le difficoltà del’opera e oggi è stato convocato il CIPE”. Lo ha dichiarato il deputato Pd Daniele Marantelli che aggiunge: “Come partito e deputati lombardi del PD, con il contributo del sottosegretario Lotti, abbiamo lavorato per giungere alla defiscalizzazione dell’opera entro luglio. La defiscalizzazione dell’opera costituisce una potente iniezione di fiducia per una delle aree più produttive, ma anche più congestionate d’Italia”.

“La modernizzazione della mobilità – spiega - è un fattore decisivo per la competitività di un sistema produttivo che, grazie alla sua forte vocazione all’export , costituisce una risorsa preziosa per il rilancio della crescita in tutto il Paese. Il Governo pone le condizioni per attivare a pieno ritmo i cantieri dando un contributo concreto al completamento della più importante autostrada del nord finanziata per la prima volta nel 2006 dal Governo Prodi e che, con Brebemi e Tem, diede vita al primo esempio di Federalismo infrastrutturale. I lavori devono prevedere le necessarie opere di mitigazione ambientale”.

“Il Presidente del Consiglio – conclude Marantelli - dimostra di avere a cuore il futuro di una delle aree a maggior densità di piccole e medie imprese d’Europa. Sono certo che avrà analoga attenzione quando si tratterà di affrontare di petto la politica industriale, autentica araba fenice del nostro Paese e della sinistra. Le scelte strategiche di Finmeccanica, per esempio, non potranno ignorare che l’Italia, sia nell’ala fissa che nell’ala rotante continua ad essere leader mondiale grazie al valore dei suoi operai, tecnici progettisti e dirigenti”. 

 

Pagine