06/03/2017 - 11:27

Domani, martedì 7 marzo ore 11.30, Sala Stampa di Montecitorio
Con Alessia Morani

La magistratura italiana ha a disposizione venti braccialetti antistalker. Nei Paesi in cui questo strumento è utilizzato ha fortemente ridotto i reati di femminicidio. Perché in Italia non vengono usati? Perché si permette che avvengano ancora degli omicidi di donne quando si potrebbero evitare?

Questo tema sarà al centro della conferenza stampa di domani - martedì 7 marzo, ore 11.30, nella Sala Stampa - con la Vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera Alessia Morani, la giornalista Ilaria Bonuccelli, l’avvocato Matteo Lazzaro (difensore della donna che si è vista revocare dal giudice, perché ritenuto “troppo invasivo”, il braccialetto-elettronico all’ex marito accusato di essere uno stalker violento). All’iniziativa porterà la sua diretta testimonianza anche una donna vittima di violenza.

03/03/2017 - 16:00

“Magari averci rimesso con la politica permettendosi una ‘vita esagerata’ alla Beppe Grillo, come dice il comico grillino ridendosela. Capodanni nella residenza di Malindi nel resort di Briatore; pause relax nelle varie lussuose ville di proprietà, tra cui quella di Marina di Bibbona che affitta a 14mila euro a settimana; gite in yacht nei mari da sogno con noleggi da cifre capogiro e vacanze nei luoghi più esclusivi. Siamo noi ad essere orgogliosi di lui. Regali le sue ‘vacanze di cittadinanza’ a tutti gli italiani”.

Così la vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera, Alessia Morani.

03/03/2017 - 12:29

“La corte di Strasburgo ha condannato l’Italia per non aver evitato l’ennesima tragedia famigliare che poteva essere fermata. C’erano state denunce per oltre un anno, ma nessuno interviene fino all’episodio finale: l’uomo, ubriaco, si scaglia contro la donna e uccide il figlio accorso per difenderla.  Ora, però, pongo una domanda alla nostra magistratura: al ministero dell’Interno sono a disposizione da oltre un anno una ventina di cosiddetti braccialetti antistalker, l’unico strumento che sin qui, nei Paesi dove è utilizzato, ha azzerato i femminicidi. Perché in Italia non li usiamo? Perché dobbiamo permettere che avvengano ancora omicidi quando possiamo evitarli?”.

Così la vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera, Alessia Morani, in un post pubblicato sul suo profilo FaceBook.

“Di venti braccialetti antistalker a disposizione dei magistrati - aggiunge la deputata Dem - uno solo è stato adottato in sperimentazione a una coppia di Murano, per essere poi ritirato, contro la volontà della donna, perché il giudice ha deciso che ‘lo strumento era troppo invasivo’. È una cosa che grida vendetta, e non basta sciacquarsi la coscienza sulla retorica dell'8 marzo. Sono stanca di scarpette rosse e della macabra contabilità sulle morte ammazzate ogni anno”.

Di questi temi si parlerà martedì alla Camera, alle ore 11.30 nella Sala delle Conferenze, con Alessia Morani, la giornalista Ilaria Bonuccelli e la diretta testimonianza di alcune donne che hanno subito violenza.

02/03/2017 - 15:59

“A questo punto, vista la volontà dell’M5s di presentare una mozione di sfiducia contro Luca Lotti, aspettiamo una analoga iniziativa nei riguardi di Virginia Raggi indagata due volte a Roma. La coerenza e l’onestà intellettuale sono elementi alieni all’agire grillino”.

Così la vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera, Alessia Morani.

01/03/2017 - 14:02

“Anche quando parla di editoria, Brunetta dimostra che in lui la foga polemica prevale sulla conoscenza elementare della materia: la sua dichiarazione sui bandi europei sono una sorta di sagra dell’ignoranza strumentale”. Lo dichiara Alessia Morani, vice-presidente del gruppo Pd alla Camera, per rispondere alle dichiarazione rilasciate da Renato Brunetta a proposito del bando europeo sull’editoria.

“E’ sorprendente come Brunetta – continua – non sappia, o faccia finta di non sapere, che quella sul bando europeo non sia una scelta discrezionale. Superata una certa soglia il bando diventa obbligatorio dal momento che, come evidenziato anche dall’Anac, non siamo di fronte a un prodotto che ha il carattere dell’esclusività. A stabilirlo è il nuovo codice dei contratti pubblici, in attuazione delle normative europee. Esso è entrato in vigore nel 2016: possibile che Brunetta non se ne sia accorto?”.

“Prima di lanciarsi nelle sue strampalata crociate, Brunetta farebbe insomma meglio a informarsi. Almeno sugli aspetti elementari dei problemi che tratta”, conclude.

01/03/2017 - 10:23

“Grillo & co. sono gli ultimi titolati a dare lezioni di moralità a chiunque e in particolare al Pd. Attendiamo ancora di capire perché  alcuni artefici del pasticcio delle firme di Palermo, i deputati Nuti, Mannino e Vita, facciano ancora parte del Gruppo M5s anche se da quelle parti sostengono che siano stati sospesi. O perché, un altro deputato, Tofalo, coinvolto in una scandalosa vicenda legata al traffico di armi con Libia e Siria, sia ancora al suo posto nel Copasir. Per non parlare delle sempre oscure vicende romane. Ma ormai è evidente come per i M5s la doppia morale sia regola e come la vicenda di Stefano Graziano non abbia loro insegnato nulla”.

Lo dichiara la vice capogruppo Pd alla Camera Alessia Morani

27/02/2017 - 15:32

Portiamo in Aula pdl Richetti e vediamo chi la vota

"Che le pensioni dei parlamentari debbano essere equiparate a quelle di tutti gli altri lavoratori lo diciamo da tempo e laddove governiamo lo abbiamo anche messo in pratica: i Cinque Stelle pensano di fare copia e incolla della proposta di legge Richetti, che parte da una buona pratica attuata dal consiglio regionale dell'Emilia Romagna”. Lo dichiara Alessia Morani, vice-presidente del Gruppo Pd alla Camera.
“Noi però – continua - andiamo oltre e, siccome vogliamo davvero fare chiarezza sul regime previdenziale non solo dei deputati e dei senatori, ma anche dei consiglieri regionali, che invece ai grillini non interessano, chiediamo a tutti i parlamentari di convergere sulla proposta del Pd. Non si tratta di demagogia. Non è quello che ci interessa e senza dubbio limitare il provvedimento a un passaggio in ufficio di presidenza significherebbe fermarsi a uno slogan senza entrare nel merito della questione. Noi vogliamo di più: vogliamo rivedere le pensioni sia dei parlamentari che dei consiglieri regionali, e occuparci anche del pregresso, per  fare questo occorre una legge con una discussione seria in aula. Tutto il resto sono chiacchiere: ci devono spiegare come può una semplice delibera dell'ufficio di presidenza normare le pensioni senza coinvolgere l'Inps. Spostare i contributi dei parlamentari e porli in carico all'Istituto nazionale di previdenza si può fare ma ci vuole una legge e una legge seria c'è: partiamo da quella e vediamo chi ci sta".
"Ho come l'impressione che i Cinquestelle sulle pensioni facciano melina: oltre un terzo di loro prima di approdare in Parlamento era senza occupazione e vive adesso di politica. È del tutto evidente che vogliono portare avanti questo tentativo impraticabile dell'ufficio di presidenza solo per mettere una bandierina, mentre l'unica via concreta per riformare le pensioni dei politici è la nostra legge", conclude.

23/02/2017 - 15:49

“Archiviazione definitiva per Stefano Graziano. #Dimaio ha detto cose infamanti. Come sempre menzogne e cialtroneria #M5s”.

Lo scrive su Twitter Alessia Morani vicepresidente dei deputati del Pd.

21/02/2017 - 14:01

“Saluti romani sotto la sede del Pd. M5S è mandante politico di questo grave atto violento. Mai visto un sindaco che agita il caos come Raggi”. Lo scrive su Twitter Alessia Morani, vice-presidente del gruppo Pd alla Camera.

21/02/2017 - 12:07

 La sindaca si comporta come Alemanno

“La sindaca Raggi, invece di occuparsi della città e di tutte le questioni che concernono la mala amministrazione capitolina, si comporta come il predecessore Alemanno, schierandosi al fianco della protesta di turno”.
- lo dichiara Alessia Morani, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico, commentando le dichiarazioni della prima cittadina, in piazza con i tassisti –
“Dopo l’arresto di Marra, capo del personale del Comune e suo braccio destro, dopo la vicenda delle polizze a sua insaputa, dopo le lotte intestine che hanno visto protagonisti Di Maio e Lombardi, e dopo il pasticcio sullo stadio della Roma e il commissariamento di Grillo e Casaleggio, la sindaca – sottolinea la deputata Dem  - cerca di cavalcare la protesta dei tassisti per distrarre l’attenzione da tutte le vicende che la vedono coinvolta”.
“Come sempre, Raggi dimostra di non essere il sindaco di tutti, occupata come è ogni giorno ad accontentare gruppi di pressione, come ci ha raccontato l'ex assessore Muraro, infischiandosene dei suoi cittadini e dell'economia della città. La Capitale ha bisogno di soluzioni e non di inutili diversivi volti a mascherare l’incapacità e gli intrighi dell’amministrazione a 5stelle.”

17/02/2017 - 11:33

“Su Facebook la deputata Lombardi avvisa la sindaca Raggi che sullo Stadio la manderà sotto in consiglio comunale. Roma bloccata in balia delle faide interne del M5s”.

Così la deputata Dem Alessia Morani, vicepresidente del Gruppo Pd, sul suo profilo twitter, che aggiunge: “Poi Grillo richiama Lombardi all’ordine. Che fa il titolare del Sacro Blog, la espelle? Volano sempre più gli stracci in casa grillina”.

16/02/2017 - 16:29

“Il caso è tutt’altro che chiuso. Il caso è apertissimo e chiediamo a Di Maio di spiegare tutto quello che resta ancora da chiarire sulla fantastica carriera di Marra al Comune”. Lo dichiara Alessia Morani, vice-presidente del gruppo Pd alla Camera per commentare le parole usate da Luigi Di Maio per liquidare le domande dei giornalisti sulla vicenda degli sms con Virginia Raggi.

“Quelle fornite fin qui da Di Maio – continua – sono spiegazioni che non chiariscono nulla. Come scrive lo stesso Di Maio negli sms, le decisioni sul futuro di Marra sarebbero state prese da lui insieme al mini-direttorio. Ad oggi, Di Maio non ha ancora spiegato il motivo per cui Marra, invece che cacciato, sia stato promosso capo del personale del Comune di Roma. Una posizione tale da renderlo, più che uno dei 23mila dipendenti del Campiglio, come disse la Raggi, il capo di quei 23mila dipendenti, il più potente dei 23.000 dipendenti”.

“Non solo: con la nomina di Marra a capo del personale, si sarebbero di fatto create le condizioni per l’abuso d’ufficio poi contestato a Marra e alla Raggi per la nomina di Renato Marra a capo del dipartimento turismo. Invece di liquidare con la solita arroganza le domande spinose, Di Maio ci spieghi perché Marra è stato, di fatto, promosso”, conclude.

14/02/2017 - 16:04

“La toppa goffamente messa da Grillo sulle bugie di Di Maio è peggio del buco”. Lo dichiara Alessia Morani, vice-presidente del gruppo Pd alla Camera.

“Quella fornita dal blog – spiega – è il tipo di smentita che non smentisce nulla. Il blog ha anzi, di fatto, confermato le indiscrezioni pubblicate dai giornali. Ha solo aggiunto dei trascurabili dettagli nella speranza che essi potessero ribaltare la sostanza. Ma la sostanza, che sta nei fatti, non cambia. E’ un fatto che Di Maio si occupasse delle vicende della giunta Raggi. E’ un fatto che lo stesso Marra, poi arrestato per corruzione, venga poi promosso nella delicatissima posizione di capo del personale. L’incarico attraverso il quale poi, lo stesso Marra, potrà promuovere il fratello, finendo per questo indagato anche per abuso d’ufficio con la sindaca”.

“Se Di Maio aveva tutti questi dubbi su Marra, perché non ha impedito che occupasse un ruolo così delicato? E perché Grillo, invece di minacciare i giornalisti per uscire dall’angolo in cui l’ha cacciato Di Maio con le sue bugie, non ci spiega perché non è intervenuto nemmeno lui?”, conclude.

14/02/2017 - 09:21

"Marra è un servitore dello Stato" così #Dimaio garantiva a #Raggi il suo sostegno. Sono mesi che racconta bugie #M5s.

Così su twitter la vicecapo grippo Pd alla Camera Alessia Morani

10/02/2017 - 17:52

"Mannino rinunci ai privilegi di segretario di presidenza e Nuti faccia un passo indietro da Commissione Antimafia #firmefalse”. Lo scrive su Twitter Alessia Morani, vice-presidente del gruppo Pd alla Camera in relazione all’inchiesta sulle firme false di Palermo.

Pagine