23/09/2016 - 16:25

"Siamo basiti da quanto accaduto la scorsa notte nella sede del Partito democratico di  Altamura, in provincia di Bari, alla vigilia della festa dell'Unità". Così Antonio Moscatt, componente nazionale del dipartimento organizzazione del Pd, con delega ai circoli.

Moscatt aggiunge: "sono state trovate bandiere strappate e svastiche dipinte ma la violenza contro la democrazia non fermerà l'impegno e la passione dei componenti del circolo di Altamura. La mia piena solidarietà e l'incoraggiamento a proseguire le attività al segretario Francesco Gramegna, a tutti i componenti del circolo e alla deputata altamurana Liliana Ventricelli, conclude Antonino Moscatt". 

16/09/2016 - 11:43

Prossima settimana Moscatt incontra Trenitalia ed Rfi

“Il progetto di modernizzazione della Comiso – Canicattì, se prolungato fino alla stazione di Agrigento, ossia solamente pochi km in più, consentirebbe di velocizzare il tracciato, favorendo i flussi turistici verso la città di Agrigento, garantendo così un servizio più snello verso la città, capoluogo di provincia. I recenti lavori di potenziamento della linea che collega Comiso a Canicattì hanno apportato grandi benefici agli utenti; abbiamo dunque chiesto se analoghi lavori possano comprendere il collegamento con la Città dei Templi e se nelle more della realizzazione non si possa prolungare la tratta sfruttando lo stesso convoglio o utilizzando un mezzo 'pendolare' ad hoc. La prossima settimana incontrerò i vertici di Trenitalia ed Rfi, per affrontare insieme la questione, concordando e mettendo in campo la migliore soluzione possibile in termini di miglioramento della fruibilità del nostro territorio". Lo dice il deputato Pd, Antonino Moscatt, che ha presentato un’interrogazione al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Delrio per sapere se la recente opera infrastrutturale, che ha interessato la tratta ferroviaria Comiso – Canicattì, riguarderà anche il collegamento con la città di Agrigento.

13/09/2016 - 20:03

"La missione umanitaria ‘Ippocrate’, di cui abbiamo discusso oggi nelle commissioni congiunte Difesa ed Esteri di Camera e Senato, insieme ai ministri Roberta Pinotti e Paolo Gentiloni, consentirà al nostro paese di portare il sostegno medico alla città di Misurata. L’intervento richiede una cornice di sicurezza che i nostri militari - cento in tutto – sono pronti a garantire. Daremo così il nostro aiuto ai valorosi combattenti libici che si battono per la stabilizzazione del loro paese e di tutta l’aerea mediterranea".

Così il capogruppo Pd in commissione Difesa, Antonino Moscatt.

13/09/2016 - 11:01

"In delegazione con la commissione Difesa siamo stati nei luoghi del terremoto ad incontrare le forze armate, i vigili del fuoco, la protezione civile ed i cittadini". A dirlo è il capogruppo Pd in Commissione Difesa Antonino Moscatt che interviene in merito al lavoro svolto in queste settimane nei luoghi colpiti dal sisma. 

"Il lavoro che hanno fatto – prosegue l’esponente dem  - è senza dubbio straordinario, un'organizzazione perfetta, uno spirito di sacrificio e devozione fuori dal comune. Ci hanno mostrato e raccontato con orgoglio dell'attività immane fatta dalle prime ore post terremoto ad oggi. Spero che nel più breve tempo possibile si possa avviare il processo di ricostruzione e normalizzazione di una comunità che ha tanto, troppo sofferto. Un grazie doveroso – conclude Moscatt -  va al generale degli Alpini Sergio Santamaria capo del raggruppamento sisma ed a Titti Postiglione della protezione civile che ci hanno accompagnato ".

02/09/2016 - 17:23

E’ molto positivo l’accordo siglato oggi tra il governo italiano e il governo nazionale libico, che prevede il rafforzamento della cooperazione tra i due Paesi con l'istituzione di una commissione interministeriale e di una sala operativa congiunta. Speriamo che questi nuovi strumenti ci consentano di fermare l’attività dei trafficanti di morte e di scongiurare così il rischio di nuove vittime. Proprio oggi l'Alto Commissariato delle Nazioni unite per i Rifugiati (Unhcr)  ha diffuso le stime secondo cui sono 11 i migranti, tra uomini, donne e bambini, morti in media ogni giorno negli ultimi dodici mesi. Sappiamo inoltre che è fondamentale proseguire il lavoro dal punto di vista diplomatico per il rafforzamento del governo della Libia, così come è importante continuare a investire nella cooperazione e nella lotta al terrorismo.

Lo afferma Tonino Moscatt, capogruppo del Pd in commissione Difesa della Camera.

04/08/2016 - 11:31

"Non posso che ritenermi soddisfatto dell'audizione di oggi dei sottosegretari Amendola e Rossi davanti alle commissioni riunite Esteri e Difesa di Senato e Camera, sugli sviluppi della situazione in Libia". A dirlo è il capogruppo Pd in commissione Difesa alla Camera Antonino Moscatt che prosegue: "Importante l'intervento degli Stati Uniti che hanno risposto alla richiesta di aiuto del Premier Serraj per sostenere il popolo libico contro le forze di Daesh. Significativo poi il ruolo che stiamo avendo come Paese; per il futuro sarà necessario offrire tutta la disponibilità logistica, di intelligence e di interventi umanitari che servono. Brutto e inspiegabile l'atteggiamento dei cinque stelle che non hanno partecipato; anche in un momento così delicato cercano cavilli e scuse assurde per abbandonare le commissioni", conclude Antonino Moscatt.

03/08/2016 - 16:20

“Il Gruppo del Partito democratico alla Camera sostiene con forza l’azione del governo nella lotta anti-Isis”. Lo ha detto in Aula Antonino Moscatt, capogruppo in Commissione Difesa, durante il question time con la ministra Roberta Pinotti. Moscatt ha sottolineato che “la situazione è complessa e mutevole, dunque c’è bisogno di attenzione e sobrietà”, stigmatizzando alcune “fantasiose ricostruzioni sul ruolo dell’Italia nelle azioni Usa in Libia, dove non abbiamo partecipato né con il sorvolo né con la disponibilità delle nostre basi. Se questo dovesse essere necessario, il Pd sarà pronto a sostenere il governo nelle scelte più difficili a difesa della sicurezza nostra e della comunità internazionale”.

26/07/2016 - 19:26

“Il vertice NATO di Varsavia ha messo in luce la presenza di una sfida a 360 gradi che spazia da est a sud e che richiede sforzi congiunti e un più stretto coordinamento con le missioni condotte dall’Unione Europea”. E’ quanto ha affermato il capogruppo Pd in Commissione Difesa Moscatt, a margine dell’Audizione dei ministri degli Esteri e della Difesa, Paolo Gentiloni e Roberta Pinotti. “Il nostro Paese è in prima linea nella lotta al terrorismo e nel rafforzamento dei sistemi di sicurezza. Per combattere l’Isis serve una strategia globale che metta in campo non solo operazioni militari ma anche azioni in campo culturale per fermare il proselitismo”, ha aggiunto il deputato.  “In merito alla Turchia, la reazione in atto mette in serio pericolo la tutela dei diritti umani e lo stato di diritto, circostanza inaccettabile per un Paese membro della NATO”, conclude Moscatt.

25/07/2016 - 16:31

Senatore M5S mortifica anche Parlamento

“Quelle di Giarrusso contro il giornalista Davide Camarrone sono parole inaccettabili e violentissime che mortificano anche il Parlamento”. Lo dichiara Antonino Moscatt, capogruppo Pd in Commissione Difesa alla Camera.

“Recentemente – ricorda - avevo cercato di fare da scudo alle gravi calunnie che inspiegabilmente il senatore Giarrusso aveva rivolto al Prefetto di Agrigento Nicola Diomede, uomo di Stato a servizio dello stesso che mi onoro di conoscere per il suo eccezionale impegno”.

“E’ evidente che Giarrusso giochi a quel tipo di ‘tiro a bersaglio’ da cui i parlamentari lucidi e di buon senso istituzionale, necessariamente si discostano”, conclude. 

20/07/2016 - 18:11

Il capogruppo Pd in Commissione Difesa, Antonino Moscatt, ha scritto una lettera al segretario Renzi e al presidente Orfini per chiedere che la prossima Assemblea nazionale dem del 23 luglio prossimo, che avrà come tema l’Europa e le politiche internazionali, lanci una “giornata di mobilitazione straordinaria contro  il terrorismo, l’odio e la paura che stanno uccidendo, insieme a centinaia di innocenti, la nostra civiltà democratica. L’iniziativa deve darsi l’obiettivo di proiettare un messaggio forte al Paese e al resto del mondo, cioè il rifiuto della violenza e della sopraffazione, la determinazione a non far vincere mai il terrore ”, dice, infine, Moscatt.

19/07/2016 - 20:03

"’Il mondo cambia’ è stata una delle prima manifestazioni a cui partecipai da giovane militante della Sinistra Giovanile e dei Ds. Ricordo quella straordinaria ‘tensione , la voglia e il bisogno di condividere l'idea di un mondo senza guerra e razzismo. Oggi i riflettori non fanno in tempo a spegnersi su una tragedia che devono immediatamente riaccendersi su un'altra, da un'altra parte del mondo. Quel mondo di allora sembra essere davvero cambiato, ma purtroppo in peggio”. Lo dichiara Tonino Moscatt, capogruppo Pd in Commissione Difesa, alla luce degli ultimi accadimenti, con l’attuale situazione nazionale ed internazionale.

“In quella piazza – ricorda - chiedevamo la ‘globalizzazione dei diritti’; oggi, di globale e condiviso, purtroppo sembra esserci solo la paura. Stragi innocenti, golpe, vendette e ritorsioni di Stato, guerre eterne e dimenticate come ferite incurabili, esodi di massa e muri di odio appaiono essere le parole d'ordine dei nostri tempi. Per queste ragioni, oggi ritengo che il Pd come allora debba lanciare una grande giornata di mobilitazione dallo stesso titolo. Una mobilitazione nazionale, certamente non risolve i problemi, ma serve per lanciare un messaggio forte al Paese e alla comunità internazionale. Un messaggio di impegno e speranza”.

“Abbiamo il dovere di proporre un racconto diverso di ciò che accade, perché razzismi e populisti rischiano di infettare il sistema con il virus letale dell'odio. Abbiamo il dovere di guardare oltre e ritornare a pensare come costruire quel ‘mondo diverso e migliore’ che in fondo è la ragione che ha spinto tanti di noi ad esserci e a impegnarsi”, conclude.

16/07/2016 - 16:09

"La firma del decreto che disciplina le modalità di compensazione dei crediti vantati dagli avvocati per l’attività svolta a seguito di ammissione al patrocinio a spese dello Stato, è un aiuto concreto a chi svolge la professione forense". Lo ha detto il deputato nazionale del Pd Antonino Moscatt, che aggiunge: “da oggi chi vanta crediti per spese, diritti e onorari non ancora saldati, potrà esercitare il diritto di usare il credito in compensazione attraverso la piattaforma elettronica di certificazione predisposta da Ministero dell’Economia. Si tratta di un risultato non indifferente, frutto di ottimo lavoro, organizzato per obiettivi, a cui ormai Orlando – conclude Moscatt – ci ha abituati”.

14/07/2016 - 16:32

Da oggi nostra presenza internazionale più stabile

 “Con 194 voti favorevoli, quaranta astenuti e un solo voto contrario, il Senato ha approvato definitivamente in secondo lettura il ddl n. 1917-B sulle missioni internazionali. Il merito va ai tanti che vi hanno lavorato a partire dal primo firmatario, il presidente della Commissione Difesa Francesco Garofali e ovviamente al Ministro Roberta Pinotti. Finalmente, abbiamo un quadro più chiaro e delineato della presenza dei nostri militari nelle missioni internazionali che sosterranno le Nazioni Unite anche negli interventi di stabilizzazione e peacekeeping”. 

Lo ha detto il capogruppo del Partito democratico in Commissione Difesa alla Camera, Antonino Moscatt.

12/07/2016 - 20:01

Oggi le commissione Affari costituzionali e Difesa hanno espresso un parere positivo al decreto legislativo che prevede l'assorbimento del Corpo Forestale dello Stato. Siamo soddisfatti perché il provvedimento migliora questo importante organismo in termini di riduzione dei costi, salvaguardia del territorio ed  efficienza del servizio”.

Lo dice il capogruppo del Pd in commissione Difesa, Antonino Moscatt, relatore del provvedimento: "abbiamo fatto un passo in avanti nella riforma che rende più moderno ed utile al Paese il Corpo Forestale dello Stato “, ha poi aggiunto.

07/07/2016 - 15:29

Una volta l’anno il Parlamento discuterà delle priorità della politica estera

Oggi il Parlamento, dopo tanti anni di attesa, ha scritto una pagina importante di questa legislatura. La legge quadro per le missioni internazionali, approvata a grande maggioranza in seconda lettura, ci permette infatti di dotarci di uno degli strumenti legislativi più importanti della nostra politica estera e di difesa. Diamo al nostro paese e ai nostri militari l’opportunità di definire un quadro giuridico e normativo in materia di missioni internazionali che dà finalmente certezze”. Lo ha detto Antonino Moscatt, capogruppo Pd in commissione Difesa della Camera

“In questi anni - ha proseguito Moscatt - molte volte abbiamo dovuto rincorrere le missioni internazionali con la decretazione d’urgenza lasciando a volte i nostri militari scoperti nel corso delle missioni all’estero anche dal punto di vista assicurativo ed economico. Proprio ieri in quest’aula, mentre si discuteva l’approvazione dell’ultimo decreto missioni, i colleghi dei 5 stelle e di SEL più volte si sono lamentati di questa modalità legislativa. Oggi con il nostro voto abbiamo superato quella modalità e abbiamo un quadro giuridico diverso che ci permette una maggiore capacità di programmazione, anche grazie a una più precisa e stabile definizione delle risorse a disposizione. D’ora in avanti, il Parlamento discuterà una volta all’anno le strategie delle missioni internazionali liberandosi da condizionamenti permanenti di natura finanziaria. Questo provvedimento rende anche più incisivo il contributo del Parlamento, consentendo un maggior controllo sulla coerenza operativa delle singole missioni con le priorità della politica estera italiana e con le politiche delle organizzazioni multilaterali che costituiscono il riferimento dell'Italia in campo internazionale. Inoltre, il Parlamento avrà la possibilità di verificare attentamente l'andamento dei singoli interventi e gli stessi eventuali progressi maturati e compiuti sul terreno”.

Pagine