12/12/2016 - 12:15

“Gli ultimi incendi in una sola notte sono un segnale di potenza e di chiaro controllo del territorio da parte della criminalità organizzata. Gli ennesimi attacchi incendiari ai danni di mezzi di trasporto dimostrano la vulnerabilità del Veneto e di Verona di fronte alla costante e pervicace aggressione della criminalità organizzata. Si tratta di azioni classiche delle guerre per eliminare contendenti nei settori economici in cui si è insediata la criminalità e per mantenerne il controllo economico. Riteniamo che sia in atto un'azione di espansione della criminalità organizzata sul territorio che si inserisce nell'economia legale attraverso l'intimidazione e la destrutturazione di aziende concorrenti. Una situazione pesantissima, la più grave del Veneto. A conferma, se ce ne fosse bisogno, ricordiamo le numerose interdittive antimafia emesse dal Prefetto Mulas nei confronti di aziende e soggetti di Verona. Lo hanno dichiarato i deputati Pd  Vincenzo D'Arienzo e Alessandro Naccarato

02/10/2014 - 18:33

Per la prima volta anche da società contributo economico per la sicurezza

“Questo provvedimento affronta con norme efficaci la sicurezza negli stadi, stanzia più risorse per le Forze dell’Ordine e affronta realmente l’emergenza migranti. Secondo noi è un ottimo provvedimento e per questo esprimiamo il nostro voto di fiducia al Governo, lo ha detto nell’ Aula della Camera Alessandro Naccarato, deputato del Partito Democratico.

Grazie a lavoro pressante del Pd in Commissione- aggiunge- adesso anche le società di calcio saranno chiamate a dare un contributo economico (quota dal 1 al 3 percento degli incassi) per gli straordinari degli agenti impegnati dentro e fuori gli stadi (il cui costo complessivo ammonta a circa 13 milioni di euro). Inoltre il decreto contiene misure molto rilevanti rispetto all’emergenza sbarchi, cioè finanziamenti ai Comuni impegnati in prima linea e maggiori risorse alle Forze di Polizia. Questa non è demagogia ma il modo per governare i problemi”. 

 

16/07/2014 - 12:01

“Sì alla mozione a prima firma del deputato Pd Fiano e ai testi che hanno accolto la riformulazione del Governo perché puntano a una riforma dei comparti difesa, sicurezza e soccorso pubblico apportando sostanziali miglioramenti da un punto di vista economico e di adeguamento dei mezzi “ . Lo ha detto in aula il deputato Pd Alessandro Naccarato, nella dichiarazione di voto alle mozioni in materia di progressione di carriera e di automatismi retribuitivi per il personale di questi comparti.

Naccarato ha spiegato: “ Sono quattro le misure nella nostra mozione accolte dal Governo : assicurare il miglioramento del trattamento economico del personale dalla legge di stabilità del 2015 ; valutare la possibilità di anticipare lo sblocco delle retribuzioni, se trovare le risorse, entro la fine del 2014; ripristinare la concertazione con l’organizzazione di rappresentanza e riconoscere la dignità professionale dei dipendenti dei comparti; presentare una relazione al Parlamento, entro tre mesi, sulle condizioni professionali e retributive sugli organici e sulle dotazioni dei diversi corpo”.

“Si tratta di decidere – ha aggiunto il deputato Pd - di lavoratori, uomini e donne, che vivono in condizioni difficili e pericolose che hanno funzioni delicate per la sicurezza dei cittadini e delle istituzioni democratiche . E’ fondamentale dunque correggere le storture apportate da due provvedimenti di provenienza dal centro destra che negli anni passati hanno inciso sul peggioramento economico e creato ingiustizie. Due provvedimenti che sono stati un preciso segnale politico”.