17/10/2017 - 13:37

“Rossi forse ha sbagliato anno e magari confonde anche questo governo con quello fatto da qualche suo compagno di viaggio con Berlusconi. Per quanto riguarda la manovra essa prosegue le misure che hanno consentito di portare quasi un milione di posti di lavoro in più, di fare interventi per l’inclusione attiva quale il Rei, di abbassare le tasse e di far crescere il Paese e la sua economia. Prerequisito per aiutare chi è più in difficoltà.  Per noi aiutare i più deboli, i giovani e le donne sostenendo la crescita dell’Italia è di sinistra”.

Così il deputato Dem Dario Parrini, componente della commissione Bilancio della Camera.
 

12/10/2017 - 16:00

"La legge sull'autismo è uno dei risultati più importanti ottenuti in questa legislatura e un importante punto di partenza per affrontare i problemi legati a questo tipo di disabilità". Lo ha dichiarato Dario Parrini, deputato del Partito democratico, nel corso della presentazione del libro sull'autismo di Giorgio Bernard "Benedetta e Niccolò", in programma oggi alla Camera dei Deputati.
"Quando si tratta di autismo – ci sono due nemici da battere: l'isolamento e il silenzio. Sono le condizioni a cui vanno incontro le famiglie con figli autistici quando la sensibilizzazione nei confronti di questa disabilità non è adeguata. Tutte le iniziative che possono perforare questo muro del silenzio diventano, dunque, fondamentali. Bisogna discuterne il più possibile e nutrire la speranza dei genitori con esempi concreti. E’ questa la strada da percorrere per trovare forme  di intervento sempre più efficaci e costruire un livello di autonomia sempre maggiore”.
"Ora servono stanziamenti maggiori e in questo senso c’è tutto il nostro impegno. Per noi le risorse per migliorare le terapie sull’autismo sono prioritarie. Allo stesso tempo, dovremmo valorizzare anche il ruolo dell'associazionismo degli genitori. Nel rompere l'isolamento e ridurre il disagio, l'attività delle famiglie è importantissimo", ha concluso.

11/10/2017 - 09:24

Domani, giovedì 12 ottobre, alle 14.30, presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati (via della Missione, 4), il deputato del Partito Democratico Dario Parrini presenterà “Benedetta e Niccolò: una storia d'amore e autismo” (ed.La vita felice), libro in cui Giorgio Bernard racconta la storia, la vita, la quotidianità con le gioie e le difficoltà di Benedetta e del figlio Niccolò. Oltre all’autore, saranno presenti anche Benedetta Bagni e Francesca Pinochi, assessore del Comune di Certaldo. Modera il giornalista Rai Pietro di Lazzaro.
Si tratta di una storia che arriva da Certaldo e che ha molto colpito Dario Parrini, che ha promosso la presentazione del libro alla Camera dei Deputati. “Siamo contenti – spiega Parrini - di portare questa storia a Roma perché, anche se Benedetta e Niccolò vivono a Certaldo, la loro è la storia di tante famiglie. Una storia che parla della forza tranquilla di una madre, dell’impegno quotidiano nel gettare ponti comunicativi nonostante l’autismo, del coraggio dei sentimenti, delle piccole grandi conquiste di ogni giorno”.

08/06/2017 - 19:07

“Oltre che patologicamente inaffidabili quelli del M5s sono patologicamente bugiardi. Infatti hanno difeso il voto sleale dato in aula per l’estensione del nuovo sistema elettorale proporzionale al Trentino-Alto Adige (contro la quale avevano votato in commissione!) sostenendo che a ciò li costringeva la volontà di impedire un patto di potere tra Pd e Svp che avrebbe garantito a quest’ultima una scandalosa sovra rappresentazione. Falso”.

Così in un post sul suo profilo Facebook il deputato Dem Dario Parrini.

“Primo - aggiunge il deputato Dem - se si fa un patto con chi rappresenta una minoranza linguistica, quel patto si rispetta, come va rispettato qualsiasi patto si faccia con altri partiti (ma è evidente che loro non sanno stare ai patti). Secondo - conclude il deputato Dem - quando in 11 elezioni dal 1948 al 1992 in Trentino-Alto Adige si è votato col proporzionale la Svp ha sempre preso 3 seggi, tranne che nel 1979 quando ne vinse 4. E quando si è votato col Mattarellum? Ne ha sempre presi 3, tranne che nel 2001 quando ne prese 4. Un’altra menzogna smascherata”.

01/06/2017 - 16:43

Al pari di tutti gli scissionisti perseguitati dalle proprie decisioni sbagliate, Roberto Speranza riesce a farsi notare soltanto ricorrendo agli insulti e alle falsità. Sa meglio di tutti noi che nel sistema tedesco non ci saranno "servi" perché i cittadini hanno potere vero di scelta, grazie alla somma tra collegi uninominali e liste molto corte e visibili sulla scheda. Il contrario di quel che avveniva con lo scandaloso Porcellum, che Bersani, tra gli applausi ammirati di Speranza, nel dicembre 2012 scelse di usare sottraendo alle parlamentarie del Pd oltre 100 nomi, i veri nominati, che a sua discrezione vennero infilati direttamente in liste regionali lunghissime nascoste agli elettori in quanto non presenti sulla scheda.

Lo afferma Dario Parrini, deputato del Pd.

26/05/2017 - 18:11

“La polemica aperta dalla deputata Laura Castelli sulla presenza di Susanna Camusso durante i lavori della Commissione Bilancio è assurda e inaccettabile”. Lo dichiara Dario Parrini, deputato del Partito democratico e componente in Commissione Bilancio alla Camera, in risposta alle parole della deputata Cinquestelle Laura Castelli.

“E’ inaccettabile perché  - spiega – che il segretario del maggiore sindacato italiano assista ai lavori della Camera, è solo positivo, essendo il segno dell’importanza e dell’attenzione dedicate al Parlamento. Ed è priva di senso dal momento che le presenze di chi voglia assistere ai lavori sono regolamentate in modo trasparente. Che cosa spaventa i Cinquestelle, il fatto che ci sia attenzione ai lavori parlamentari?”.

“La polemica della Castelli è ancora più grave, considerato che queste accuse provengono da chi ha fatto della partecipazione e della trasparenza un mantra, anche se ormai è chiaro che questa vale solo quando fa comodo”, conclude.

22/05/2017 - 15:52

Domani, martedì 23 maggio, alle ore 11.30, presso la sala stampa di Montecitorio (via della Missione, 4) si terrà la conferenza stampa intitolata “Dallo spreco alla gestione delle eccedenze. Una legge da alimentare”. L’incontro servirà per fare un primo bilancio della legge sullo spreco alimentare. Si parlerà, in modo particolare, dei progetti innovativi promossi da sempre più Comuni e città in attuazione della legge,

Interverranno i deputati del Partito Democratico Maria Chiara Gadda e Dario Parrini, i sindaci Davide Galimberti (Varese), Matteo Cappelletto (San Stino di Livenza, VE), Brenda Barnini (Empoli, FI) e l’assessore Carmen Celi (Potenza).  

“Un numero sempre maggiore di amministrazioni comunali – spiega Chiara Gadda, promotrice della legge - sta promuovendo progetti davvero innovativi per limitare lo spreco alimentare e favorire la donazione delle eccedenze agli enti caritativi o hanno scelto di applicare uno sconto sulla tariffa rifiuti per le imprese che donano. Questo è molto importante, perché le norme da sole non bastano, ma è necessario che vi sia sinergia tra tutti i soggetti in gioco e che la legge sia conosciuta e attuata nel modo corretto sul territorio. Rendere visibili e promuovere i progetti innovativi portati avanti dagli enti locali ha anche un altissimo ruolo educativo e di promozione di buone pratiche».

“E' un piacere passare in rassegna le buone pratiche dei nostri comuni che mettono in valore ciò che andrebbe altrimenti sprecato, perché l'impatto che generano è positivo sia dal punto di vista economico, che da quello etico e sociale”, conclude Dario Parrini.

19/05/2017 - 15:58

Martedì 23 maggio, alle ore 11.30, presso la sala stampa di Montecitorio (via della Missione, 4) si terrà la conferenza stampa intitolata “Dallo spreco alla gestione delle eccedenze. Una legge da alimentare”. L’incontro servirà per fare un primo bilancio della legge sullo spreco alimentare. Si parlerà, in modo particolare, dei progetti innovativi promossi da sempre più Comuni e città in attuazione della legge,

Ne parleranno con i deputati del Partito Democratico Maria Chiara Gadda e Dario Parrini, i sindaci Davide Galimberti (Varese), Matteo Cappelletto (San Stino di Livenza, VE), Brenda Barnini (Empoli, FI) e l’assessore Carmen Celi (Potenza).  

“Un numero sempre maggiore di amministrazioni comunali – spiega Chiara Gadda, promotrice della legge - sta promuovendo progetti davvero innovativi per limitare lo spreco alimentare e favorire la donazione delle eccedenze agli enti caritativi o hanno scelto di applicare uno sconto sulla tariffa rifiuti per le imprese che donano. Questo è molto importante, perché le norme da sole non bastano, ma è necessario che vi sia sinergia tra tutti i soggetti in gioco e che la legge sia conosciuta e attuata nel modo corretto sul territorio. Rendere visibili e promuovere i progetti innovativi portati avanti dagli enti locali ha anche un altissimo ruolo educativo e di promozione di buone pratiche».

“E' un piacere passare in rassegna le buone pratiche dei nostri comuni che mettono in valore ciò che andrebbe altrimenti sprecato, perché l'impatto che generano è positivo sia dal punto di vista economico, che da quello etico e sociale”, conclude Dario Parrini.

18/05/2017 - 12:19

“Quante falsità nel post di Bersani contro il Mattarellum corretto presentato ieri dal Pd! Si capisce una cosa sola: che lo manda in bestia l’ok a questa legge elettorale dato da Prodi e Pisapia, che lui sperava di arruolare in un confuso gruppone anti-Pd e anti-Renzi. Abbiamo la conferma di un fatto desolante: Bersani non ha una linea, se non quella di attaccare qualsiasi cosa propone il Pd.

Così il deputato Dem Dario Parrini, in un post pubblicato sul suo profilo Facebook.

“Nel merito - aggiunge Dario Parrini - le sue critiche sono inconsistenti: nel testo che abbiamo depositato le coalizioni sono previste, perché più liste possono sostenere uno stesso candidato uninominale; il fatto che ci sia una sola scheda, lungi dall’essere un vizio, è una virtù, che corregge due storture note del vecchio Mattarellum come la doppia scheda e la connessa possibilità di voto disgiunto che essa comportava; è vero che la quota maggioritaria si riduce dal 75 al 50%, ma a temperare questa riduzione, e a favorire quindi un risultato pro-governabilità, c’è l’eliminazione dello scorporo; i listini bloccati corti di massimo quattro candidati stampati sulla scheda, che si affiancano ai collegi uninominali, c’erano anche nel vecchio Mattarellum (come mai Bersani non lo ricorda?) e, glielo dico piano piano - conclude il deputato Dem - in modo che possa digerire bene l’informazione, essi incidono sul totale della rappresentanza tanto quanto in Germania, e la metà (Pierluigi scrivi: la metà!) rispetto a quanto avviene nel sistema spagnolo e in quello portoghese che lui avventatamente cita”.

04/04/2017 - 10:01

“Esibisce malafede e superficialità chi commenta il congresso del Pd senza far paragoni con gli altri grandi partiti della sinistra europea. Riepiloghiamo: il Pd ha 450 mila iscritti e 266 mila hanno votato tra il 20 marzo e il 2 aprile in 6 mila congressi di circolo. Renzi ha vinto con 180 mila voti, +50 mila sul 2013. 180 mila è il numero totale degli iscritti del Psoe che a maggio potranno votare per il nuovo segretario. I socialisti francesi hanno 60 mila tesserati. Nel 2015 e nel 2016 Corbyn ha ottenuto il voto di 120 mila e 170 mila iscritti. La Spd, in una nazione di 82 milioni di abitanti, ha 440 mila iscritti. Tutto chiaro vero?”.

Così il deputato Dem, Dario Parrini, in un post pubblicato sul suo profilo Facebook.

24/05/2016 - 16:54

"Le città metropolitane svolgono un ruolo particolarmente importante per lo sviluppo dell'Europa. Ce lo dicono tutti i documenti programmatici di Europa 2020. La legge Delrio le ha definite e già con la legge di Stabilità di quest'anno che ha abolito il taglio dei 250 milioni alle città metropolitane stanno decollando. Nelle città metropolitane viene prodotto oltre il 60 per cento del Pil e viene consumato quasi il 90 per cento delle risorse. Le città metropolitane sono un traino per lo sviluppo dei territori, in particolare le aree interne del Paese. Ma affinché siano veri e propri driver per le politiche territoriali è necessario finanziarle e non basta solo l'intervento della legge di Stabilità, perché le città metropolitane subiscono l'effetto dei cosiddetti free riders, ossia i cittadini non residenti che utilizzano i servizi esistenti nelle aree metropolitane. Quindi come legislatori dobbiamo utilizzare in modo più oculato i fondi strutturali europei, ma soprattutto pensare all'introduzione di imposte di scopo sul modello francese ed europeo per finanziare gli investimenti". Lo ha detto la deputata del Pd, Cristina Bargero, intervenendo all'incontro "La Città Metropolitana. Quali compiti e quali risorse" alla Camera dei Deputati.

"Dobbiamo fare scelte serie e indicare chiaramente che esiste un problema di autonomia finanziaria delle città metropolitane e per permettere alle città metropolitane di svolgere appieno le loro funzioni si deve pensare anche all'opportunità di introdurre tasse di scopo, sapendo che si tratta di qualcosa che i cittadini possono facilmente verificare e controllare. Alla richiesta di uno sforzo al cittadino deve corrispondere la realizzazione di un'opera e un grande rigore nella gestione della spesa pubblica. Dobbiamo risollevare in maniera seria e credibile il ciclo di investimenti pubblici del nostro Paese", ha aggiunto Dario Parrini, deputato Pd.

23/05/2016 - 16:46

24 Maggio 2016 - Ore 14.15

Camera dei Deputati - Sala del Refettorio - Via del Seminario, n. 76 - Roma

 “Le città metropolitane si candidano ad assumere il ruolo di snodo delle politiche internazionali volte a rafforzare la coesione nello spazio europeo: il progetto è sostenuto dall'Europa e dalle imprese, poiché rivolto a soddisfare le istanze legate alla competitività dei grandi agglomerati urbani. Infatti le città incarnano sempre più il motore dello sviluppo economico e sociale globale: negli agglomerati urbani viene prodotto oltre il 60% del Prodotto Interno Lordo e viene consumato quasi il 90% delle risorse. In tale ambito quale sarà lo spazio delle Città Metropolitane italiane, attraverso quali  attori e quali politiche di sviluppo?  E le città metropolitane saranno in grado di essere da traino anche per quei territori marginali - le cosiddette aree interne - e per le città medie in un'ottica di cooperazione territoriale”. Lo dice la deputata del Pd, Cristina Bargero, che domani 24 maggio alle ore 14 presso la Sala del Refettorio della Camera dei Deputati presenta “La Città metropolitana. Quali compiti e quali risorse”, promosso da Ires Piemonte, Irpet e Anci.

“Alla luce delle molte attese – aggiunge Bargero - il dibattito volge all'individuazione delle risorse più coerenti ai compiti assegnati a questo ente, sia per il governo del territorio di area vasta, sia per la pianificazione e progettazione degli investimenti, risorse da ricercare all’interno del quadro delle funzioni trasferite e degli interventi promossi dai finanziamenti comunitari, mentre il principio del beneficio e l’esperienza internazionale focalizzano l’attenzione sul ruolo delle economie di agglomerazione e sulla categoria dei city users”.

Introduce l’evento Cristina Bargero, deputata Pd. Intervengono: Sen. Mauro Marino Pd, presidente commissione Finanze Senato della Repubblica; On. Daniela Gasparini Pd, segretario commissione Affari Costituzionali Camera dei Deputati; Luigi Marattin, consigliere economico Presidenza del Consiglio; On. Dario Parrini Pd, membro commissione Bilancio Camera dei Deputati.

10/12/2015 - 19:40

“Una spinta formidabile verso le fusioni e le unioni dei comuni, in grado di imprimere un'accelerazione decisiva ai percorsi aggregativi”. Così i deputati del Pd Edoardo Fanucci e Dario Parrini, commentano l’approvazione da parte della Commissione Bilancio dell’emendamento alla legge di Stabilità, a prima firma Fanucci, che aumento gli incentivi per le fusioni dei comuni.

“Al fine di incentivare il processo di fusione – spiegano Fanucci e Parrini - la legge riconosce contributi statali per i dieci anni successivi alla fusione. Attualmente, il contributo è commisurato al 20% dei trasferimenti erariali attribuiti per l'anno 2010. Con questo emendamento il contributo statale per il comune a seguito di fusione raddoppierà, passando dal 20% al 40%”.

“Un’altra importante novità – continuano i due deputati democratici - è legata alla quota del Fondo di solidarietà comunale per le unioni e le fusioni dei comuni. Per dare un impulso certo e definito ai percorsi di aggregazione, la quota del fondo di solidarietà comunale, non inferiore a 30 milioni di euro, non ‘scadrà’ più come previsto in precedenza nel 2016, ma sarà invece resa strutturale. Un’ultima novità è legata al meccanismo di riparto della quota del fondo di solidarietà in caso di disponibilità eccedenti il fabbisogno. Se dei trenta milioni se ne useranno solo una parte (come avvenuto nel 2015), l'eccedenza sarà ripartita tra i comuni oggetto di aggregazione”.

"Adesso occorre dar corso all'impegno di aumentare gli incentivi alle fusioni anche a livello di Regione Toscana. Sia aumentando gli incentivi economici sia prevedendo, in favore dei comuni oggetto di fusione, punteggi aggiuntivi nei bandi regionali, soprattutto quelli che veicolano le risorse della comunità europea. Ciò rappresenterà un'ulteriore svolta decisiva nella riorganizzazione del territorio imprimendo una virtuosa imitazione e contaminazione di buone pratiche, grazie ad economie di scala e di scopo che miglioreranno la qualità di investimenti opere e servizi, riducendone i costi”, concludono Edoardo Fanucci e Dario Parrini.

10/12/2015 - 19:38

"La proposta di istituire una commissione d'inchiesta sulle vicende che hanno riguardato Banca Etruria, Banca Marche, Cassa Ferrara e CariChieti non può ho essere accolta con favore". Lo affermano i deputati del Partito Democratico Marco Donati e Dario Parrini.

"Occorre fare totale chiarezza su quanto accaduto negli ultimi anni. Se ci sono state irregolarità e omissioni, devono venire alla luce e essere sanzionate", concludono i due deputati democratici.

07/12/2015 - 10:10

"C'è spazio per una soluzione che aiuti i risparmiatori" queste le parole deI deputati dem Marco Donati e Dario Parrini
"Tra gli emendamenti accantonati questa sera dalla commissione bilancio è possibile individuare alcune risposte concrete che vadano incontro ai cittadini. 
Siamo sicuri che il lavoro messo in campo dai deputati del Partito Democratico, e in particolare l'emendamento Pelillo che prevede la costituzione di un fondo di solidarietà, possa rappresentare non solo un punto di partenza ma anche un sostanziale punto di arrivo".

Pagine