15/02/2016 - 18:53

''Milano capitale dei diritti umani e' il modo migliore per interpretare il lascito dell’Expo. Mi fa piacere che Beppe Sala la veda come una delle prime ambizioni per la nostra citta'. E sono d'accordo che, assieme al Governo, si avanzino in Europa proposte e progetti perche' Milano sia sede riconosciuta nella rete delle autorita' sovranazionali’': cosi' Barbara Pollastrini, deputata milanese del Partito Democratico, commenta le parole espresse dal candidato sindaco del centrosinistra nel corso del convegno promosso oggi a Milano dal Milan Center for Food Law and Policy presieduto da Livia Pomodoro.

''Cibo, acqua sono tra i diritti universali oggi negati come quello alla vita per milioni di persone. Esseri umani, a partire dai bambini e dalle donne perseguitati da guerre e miserie. Aggiungo la mia riconoscenza a Livia Pomodoro per la tenacia e la serieta' con le quali crede e porta avanti un fermo impegno su questi grandi temi di civilta' e umanita''', conclude la parlamentare da sempre impegnata sul fronte dei diritti umani.

11/01/2016 - 20:16

''Dopo anni di false partenze e scacchi sarebbe stato incomprensibile un altro rinvio o un fallimento. Temo che avremmo allargato il divario fra cittadini e istituzioni. Anche per questo in Aula ho votato la riforma, cercando di vedere il buono che c'e'''. Lo afferma la deputata democratica, Barbara Pollastrini. ''In questi mesi, e con l'umilta' del caso, insieme ad altre ed altri mi sono impegnata per migliorare il testo anche radicalmente. Ho espresso il mio dissenso in commissione e in Aula sull'Articolo 2, quello che riguarda la formazione del Senato. Infatti io avrei preferito una riforma piu' innovativa, simil Bundesrat, con la presenza dei presidenti delle regioni e almeno dei sindaci delle citta' metropolitane. Resto convinta che, tanto piu' dopo il venir meno patto del Nazareno, il governo dovesse avere piu' coraggio e piu' fiducia nel Parlamento. Detto questo, ora qualcosa si puo' ancora fare per rendere piu' compiuto l'insieme del disegno riformatore. Mi riferisco alla legge per l'elezione dei senatori, al ridisegno delle regioni, alla funzione della Conferenza Stato-regioni e alla stessa legge elettorale''.

''Saggezza vorrebbe - aggiunge la coordinatrice nazionale di SinistraDem - che il referendum venisse proposto come un'occasione in piu' di partecipazione e dialogo anche con chi oggi manifesta contrarieta'. Le convinzioni diventano piu' forti quando si ha ascolto e apertura. I plebisciti e diktat sono lontani dalla mia personale sensibilita''', conclude.

07/01/2016 - 14:59

''E’ da accogliere l’appello di Maria Latella, chi puo' a Colonia il 4 febbraio quando la sindaca consegnera' le chiavi della citta' alle donne in occasione del carnevale aperto, dalla Weiberfastnacht (il carnevale delle donne). E quante di noi non potranno esserci comunque ci saranno attraverso la rete, li' cuore e il pensiero''. Lo afferma la deputata del Pd, Barbara Pollastrini.

''Crescono indignazione, rabbia, disgusto verso il branco. E, lo ha detto la cancelliera Merkel, ogni sforzo per indagare e condannare i colpevoli. Il contrasto alla violenza e' globale come universale e' il valore della persona. Ma nessuna lezione puo' darci Salvini a cui ha gia' risposto una manifestazione di donne proprio a Colonia coi cartelli 'Against Sexism, Against Racism'''.

''Abbiamo visto qualcosa che non avremmo pensato di vedere e che aggiunge un’altra pagina al libro nero dei diritti umani delle donne. Un’altra - aggiunge l'ex ministra per le Pari opportunita' - perche' e' infinita la storia della liberta' femminile. Ma appunto quella storia insegna piu' di ogni vicenda umana che nei conflitti tra civilta' e nelle civilta', c’e' una guerra che fa piu' vittime ed e' quella per il dominio del corpo delle donne, per la sopraffazione della nostra indipendenza, liberta' di sapere, di scegliere, di essere''.

 
03/12/2015 - 15:29

''Sedici anni fa Nilde Iotti ci dava il suo addio. Per me ricordarla non e' una ritualita'. E' il modo, una volta di piu', per riconoscere una leadership femminile popolare e stimatissima''. Lo afferma Barbara Pollastrini che stamane, con Titti Di Salvo e Gero Grassi, ha deposto a nome del Gruppo Pd della Camera una corona d'allora sulla tomba della dirigente comunista nel giorno dell'anniversario della sua scomparsa.

''Nilde e' stata una gran donna anche per come ha vissuto con coraggio l'amore quanto la politica. Personalita' delle istituzioni e del suo partito, che non dimenticava mai di essere innanzitutto dalla parte delle donne e dei loro diritti, amava la cultura e la modernita'.

Forse per questo - prosegue la deputata democratica - le piaceva tanto Milano, dove abbiamo avuto l'onore di averla capolista alla Camera, di cui e' stata una signora presidente, ferma, tessitrice del dialogo e con la sua eleganza mai ostentata'', conclude.

 
02/12/2015 - 19:21

''Bene, premier e sindaco riconoscono le Primarie come unica fonte credibile per la scelta della persona giusta''. Lo afferma Barbara Pollastrini, del Pd, in merito all'incontro tenutosi oggi a Palazzo Chigi tra il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, e il presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

''Ma ora e' il momento che si dichiarino pubblicamente le personalita' davvero in campo. Dicano se riconoscono pienamente i principi contenuti nella Carta dei Valori e il rilancio di un Centrosinistra civico. Quando finalmente conosceremo i candidati in partita - prosegue la deputata milanese - io stessa e in tanti potremo scegliere e allargare la mobilitazione. E poi tutti insieme indossare la stessa maglietta a sostegno di chi vincera', conclude.

25/11/2015 - 19:12

''Un 25 novembre col cuore stretto, in lutto per la gioia falciata di Valeria e molte come lei''. Lo afferma la deputa del Pd, Barbara Pollastrina, in merito alla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. ''Mai come ora si puo' vedere il filo che lega il destino di milioni di donne. Il conflitto brutale (schiavitu', tratta, stupri) o piu' subdolo (molestie e violenze in famiglia) per il dominio sul loro corpo e la loro liberta' fino all'annientamento della vita''.

''C'e' dunque - prosegue l'ex ministra per le Pari opportunita' - qualcosa di simile tra la violenza alla 'propria' donna - e cioe' la proprieta', il possesso di un essere umano - e la furia dello stupro etnico o della tortura contro le migranti in attesa di un barcone che forse le puo' salvare. E' l'affermazione malata o fanatica di un'identita' maschile che sfocia nell'odio, nella scelta della morte contro la vita''.

''Faccio mie le parole del presidente del consiglio: e' una battaglia che si vince con la sicurezza e la cultura. Certo, sicurezza e cultura, che si tratti di investimenti per un piano mirato per le donne minacciate in famiglia (prevenzione, informazione, aiuti alla vittima, fondi per i comuni e i centri) o per le altre prigioniere di un burka o della tratta, segnate dall'infibulazione o ricattate dagli scafisti. Dunque una legge di stabilita' letta anche con gli occhi del contrasto alla violenza e per la sicurezza delle donne e per la cultura e la cultura delle differenze'', conclude Pollastrini.

16/11/2015 - 09:35

''Ancora il cuore dell'Europa, ancora Parigi. Ci sentiamo sorelle, fratelli della citta' simbolo di quei valori - Liberte', E'galite', Fraternite' - storici e attuali''. Lo afferma la deputata del Pd, Barbara Pollastrini. ''Oggi ci saranno diverse mobilitazioni nelle citta' italiane. A Milano alle 16,00, con associazioni, partiti e sindacati, saremo al consolato francese di via Moscova 12, per manifestare vicinanza e solidarieta'''.

''Mai come ora - aggiunge l'ex ministra per le Pari opportunita' - la politica europea e' chiamata a una reazione lucida e capace di unire tutte le forze positive di ogni paese. Lo scontro e' con il terrorismo e i fondamentalismi, non tra civilta''', conclude.

29/10/2015 - 16:48

''Esprimo profondo cordoglio per scomparsa Tino Casali e la mia vicinanza alla famiglia. Una figura importante e di riferimento per la Milano democratica''. Lo afferma la deputata Barbara Pollastrini, del Pd, commentando la scomparsa del presidente onorario e fondatore dell'Anpi. ''Un combattente che ha saputo accompagnare intere generazioni all'amore per la libertà e la Costituzione e al contrasto di ogni forma di oppressione, che ha trasmesso il senso di quella grande battaglia di riscatto e di promozione umana che fu l'antifascismo. Ancora grazie, Tino, per oltre mezzo secolo c'hai insegnato il significato di quelle piazze del Duomo piene il 25 aprile e non solo'', conclude la parlamentare milanese.

 

13/10/2015 - 17:01

''Finalmente ci siamo. Si e' compiuto un passo in avanti importante verso la civilta'. Ora la parola passa al Senato, per approvare in tempi rapidi una legge dello Stato attesa da anni''. Lo afferma la deputata Barbara Pollastrini, del Pd. ''Mi auguro che l'intervento della Camera alta sia improntato ad allargare diritti e riconoscimenti. Non certo a restringerli'', prosegue l'ex ministra per le Pari opportunita'. ''Ringrazio le colleghe e i colleghi per l'impegno a raggiungere un traguardo cosi' significativo ed esprimo ancora una volta la mia riconoscenza verso le associazioni, come Save the Children e le rappresentanze dei nuovi italiani, per il loro impegno civile, culturale e solidale e per la 'pressione' verso le istituzioni. Sono state e saranno preziose'', conclude.

 

23/09/2015 - 13:49

''Quando prevalgono il merito delle cose, l'ascolto e il rispetto fra noi, l'esito e' buono''. Lo afferma la deputata del Pd, Barbara Pollastrini. ''Fa la differenza approvare una riforma col Pd unito e cosi' piu' autorevole nell'allargare il confronto all'intero Parlamento, fuori da logiche da pallottoliere. Innanzitutto, fa la differenza in termini di credibilita' della riforma.

Se fin dall'inizio ci fossero stata fin dall'inizio piu' fiducia tra noi avremmo ottenuto un'innovazione ancor piu' significativa'', prosegue la coordinatrice nazionale di SinistraDem, la componente del Pd riunita attorno a Gianni Cuperlo. ''Adesso le ore e i giorni sono preziosi. Sarebbe bello poter considerare la presenza dei governatori e dei sindaci delle citta' metropolitane. Rafforzerebbe il nuovo Senato delle autonomie e aprirebbe la strada a un ridisegno piu' compiuto nel rapporto con le regioni e i comuni.

Comunque siamo a un passo dal traguardo e questo e' un dato molto positivo'', conclude.

16/09/2015 - 20:41

''Ponti e non steccati. Cerchiamo ancora. Tutti vogliamo le riforme e nei tempi decisi. Tutti abbiamo il dovere di migliorare un testo ancora confuso. Tutti possiamo capire la differenza tra una riforma votata con una maggioranza ridotta e raccogliticcia e una riforma sostenuta da un Pd unito che fa allargare il consenso nel Parlamento''. Lo afferma Barbara Pollastrini, coordinatrice nazionale di SinistraDem - CampoAperto, la componente cuperliana del democratici. ''Mettiamo al centro il merito e l'interesse di una buona riforma per il Paese. Così può diventare meno difficile la discussione sull'Articolo 2. Rimango affezionata all'idea che sarebbe 'obbligatoria' nel nuovo Senato la presenza dei presidenti delle regioni e dei sindaci delle citta' capoluogo e metropolitane. Ma ora - prosegue la deputata democratica - è il momento che sui punti di vista di ognuno prevalga una mediazione saggia. Rinnovo l'appello alla maggioranza, perché alcune delle questioni poste da di un gruppo di senatrici e senatori, che riguardano equilibri e garanzie, sono serie e richiedano una soluzione all'altezza'', conclude.

15/09/2015 - 18:19

''Continuiamo a cercare. L'imperativo è fare la riforma nei tempi decisi ed è un dovere farla bene''. Lo afferma la deputata Barbara Pollastrini, che oggi non era presente al tavolo istituzionale del Pd per un lutto che ha colpito la sinistra milanese. ''Sono giorni importanti, usiamoli per trovare una soluzione, non nell'interesse di qualcuno ma del Paese e delle istituzioni. Come ho detto ieri alla riunione - e ancor più lo penso oggi - e' il momento di allargare il confronto a un pluralismo e a convinzioni che non si esauriscono nel gruppo 'istituzionale' e che non ho certo la presunzione di rappresentare. Questo - prosegue la coordinatrice nazionale di SinistraDem - CampoAperto, la componente cuperliana del democratici - vale per il merito e anche per il complicato confronto attorno all'Articolo 2. Costruire l'unità del Pd è la vera assicurazione per la riuscita e l'autorevolezza della riforma. Ma questo richiede la volontà di tutti, coraggio nelle soluzioni e di non chiudere alcuna via'', conclude.

11/09/2015 - 19:51

''Il traguardo va raggiunto e presto. Sarebbe imperdonabile non riuscire a fare una buona riforma. Il Pd, proprio per il suo pluralismo, puo' riuscire dove altri si sono fermati''. Lo afferma Barbara Pollastrini, facente parte del gruppo istituzionale del Pd sulle riforme. ''Questa e' la volonta' del gruppo di lavoro istituzionale, dove ognuno esprime le proprie opinioni. Ma questo impegno non esaurisce un confronto politico piu' largo nei gruppi del Pd e con altri interlocutori politici''.

''Oggi ritengo che la questione essenziale sia quella di correggere un testo confuso che non premia la democrazia decidente e penalizza la democrazia rappresentativa'', prosegue la coordinatrice nazionale della componente cuperliana del Pd. ''Per quanto mi riguarda avrei preferito un nuovo Senato piu' simile al Bundesrat. E ritengo persino scontata l'obbligatorieta', che non esiste oggi, della presenza dei presidenti delle regioni, dei sindaci delle citta' metropolitane e il superamento della Conferenza Stato - Regioni. La riforma costituzionale e' parte di un trittico - legge elettorale, Titolo V e superamento del bicameralismo perfetto - che nel suo intreccio disegna un nuovo assetto dello Stato e della democrazia. Ecco perche' dobbiamo lavorare per trovare soluzioni avanzate e condivise'', conclude.

04/08/2015 - 19:03

''Oggi un buon inizio per la legge sulla cittadinanza. E' stato adottato il  testo base di cui è relatrice Marilena Fabbri, del gruppo Pd, col voto  della maggioranza, di Sel e l'astensione dei 5 stelle''. Lo afferma la  deputata Barbara Pollastrini, della prima commissione della Camera, che ha licenziato il testo. ''Ora La responsabilità è portare e approvare al più presto la legge in Aula e dare a tanti bambini nati qua ciò che già vivono come un senso di sé: essere italiani. Questo sento anche come un mio  impegno. E sono davvero pesanti e gravi le motivazioni della Lega per dire il loro no aggressivo a norma così sagge e umane. Quanto a FI, con la sua opposizione, sembra ormai destinata alla strada di una totale subalternità agli urli di Salvini'', conclude l'ex ministra per le Pari opportunità.

06/07/2015 - 17:14

''Nessun dorma! Il nostro governo, anche per la collocazione cerniera dell’Italia, ha il dovere di un'iniziativa coraggiosa, finora mancata''. Lo afferma la deputata del Pd, Barbara Pollastrini. ''Sono grata al popolo greco. Non era scontata la reazione alla campagna mediatica basata sulla paura e condotta con virulenza da Berlino e Bruxelles per sbarazzarsi di una leadership 'scomoda'''.

''O si rifa' l'Europa della cittadinanza e della solidarieta' o l'Europa muore. Nessuno puo' chiamarsi fuori dalla urgenza di una svolta politica. La campana suona forte per il Pse, ed e' un dramma nel dramma un socialismo apparso svuotato. Il PD, il partito piu' grande, deve cambiare e non accontentarsi in Europa di piccoli passi'', aggiunge la rappresentante della sinistra cuperliana del partito. ''Come in Italia deve costruire un largo centrosinistra, cosi' in Europa e' indispensabile dialogare e fare patti anche con la sinistra e i movimenti fuori dal Pse. Altro che guardare con superiorita' e autosufficienza. Per noi, per la sinistra e' tempo di ponti, mescolanza e innovazione'', conclude. 

Pagine