13/05/2015 - 14:03

“Bene la posizione di Boeri sull’applicazione della sentenza della Consulta. Attendiamo ora la sua proposta a giugno sulla riforma globale delle pensioni”. Lo dichiara il presidente della commissione Anagrafe tributaria, Giacomo Portas, a margine dell’audizione in commissione del presidente dell’Inps Tito Boeri.

“Anche rispetto al nuovo Isee – ha aggiunto Portas - Boeri ha evidenziato la necessità che si giunga ad un Isee più preciso e coerente che sarà sicuramente più efficace per combattere l’evasione fiscale. Sarà importante il lavoro congiunto tra Inps e Agenzia delle Entrate affinché si arrivi a un rinnovo della convenzione tra i due enti che scade a ottobre 2015”, conclude Portas.

 

04/05/2015 - 20:23

“La notizia riportata dalle agenzie di stampa secondo cui non ho partecipato al voto sull’Italicum è errata. Ero seduto al mio posto e ho votato. Ho chiesto per questo agli stenografi di correggere il dato comunicato per errore”. Lo dichiara il deputato del Pd Giacomo Portas.

 

19/03/2015 - 17:25

Se nel 2011 il 68% dei cittadini non considerava le nostre aziende in grado di essere competitive come un tempo a livello internazionale, oggi, il dato è al 57%, in netto miglioramento di quasi 10 punti percentuali. Si respira ancora un certo pessimismo, ma il clima complessivo della società italiana è positivo. Gli italiani incominciano a vedere la luce fuori dal tunnel. Lo rivela un sondaggio dell’istituto Swg sul rapporto tra gli italiani, la realtà, soprattutto economica in cui vivono e ciò che accade al di fuori dei confini nazionali, commissionato dal gruppo parlamentare Pd alla Camera e presentato domani a Torino nell’ambito del convegno “Le nostre imprese nella sfida dei mercati internazionali” in programma alle 17 presso l’Hotel Santo Stefano (via Porta Palatina, 19).

Secondo lo stesso sondaggio, il 34% dell’opinione pubblica riferisce di sentirsi solo italiana, mentre nel 2010 erano il 28%. Nello stesso anno il 36% si sentiva sia italiano che europeo, percezione che diminuisce di 6 punti percentuali nel 2014. Il Paese che raccoglie maggiori giudizi positivi tra gli italiani, tanto da essere preso come modello, è la Svezia, per l’86% degli intervistati; seconda è la Germania per l’80% dell’opinione pubblica. Non è un punto di riferimento il Brasile: il 57% ne dà un giudizio negativo.

Al convegno parteciperanno la vice-presidente del gruppo Pd alla Camera Silvia Fregolent, e i deputati Pd Paola Bragantini, Giampaolo Galli e Giacomo Portas. Previsti anche gli interventi di imprenditori, manager di diversi settori industriali, esponenti del settore bancario.

Le conclusioni saranno affidate al capogruppo Pd in Commissione Attività produttive Gianluca Benamati, al vice-ministro dello Sviluppo Economico Claudio De Vincenti e al sindaco di Torino Piero Fassino.

 

19/03/2015 - 16:25

Se nel 2011 il 68% dei cittadini non considerava le nostre aziende in grado di essere competitive come un tempo a livello internazionale, oggi, il dato è al 57%, in netto miglioramento di quasi 10 punti percentuali. Si respira ancora un certo pessimismo, ma il clima complessivo della società italiana è positivo. Gli italiani incominciano a vedere la luce fuori dal tunnel. Lo rivela un sondaggio dell’istituto Swg sul rapporto tra gli italiani, la realtà, soprattutto economica in cui vivono e ciò che accade al di fuori dei confini nazionali, commissionato dal gruppo parlamentare Pd alla Camera e presentato domani a Torino nell’ambito del convegno “Le nostre imprese nella sfida dei mercati internazionali” in programma alle 17 presso l’Hotel Santo Stefano (via Porta Palatina, 19).

Secondo lo stesso sondaggio, il 34% dell’opinione pubblica riferisce di sentirsi solo italiana, mentre nel 2010 erano il 28%. Nello stesso anno il 36% si sentiva sia italiano che europeo, percezione che diminuisce di 6 punti percentuali nel 2014. Il Paese che raccoglie maggiori giudizi positivi tra gli italiani, tanto da essere preso come modello, è la Svezia, per l’86% degli intervistati; seconda è la Germania per l’80% dell’opinione pubblica. Non è un punto di riferimento il Brasile: il 57% ne dà un giudizio negativo.

Al convegno parteciperanno la vice-presidente del gruppo Pd alla Camera Silvia Fregolent, e i deputati Pd Paola Bragantini, Giampaolo Galli e Giacomo Portas. Previsti anche gli interventi di imprenditori, manager di diversi settori industriali, esponenti del settore bancario.

Le conclusioni saranno affidate al capogruppo Pd in Commissione Attività produttive Gianluca Benamati, al vice-ministro dello Sviluppo Economico Claudio De Vincenti e al sindaco di Torino Piero Fassino.

 

11/03/2015 - 15:11

“Le fatture elettroniche finalmente sono diventate realtà e dal 31 marzo saranno obbligatorie per legge. In questo modo si aiuteranno le PA ad effettuare un maggior controllo sulla spesa, evitando sprechi ed eventuali ruberie. Così le cifre fatturate dovranno corrispondere esattamente al medesimo servizio erogato contemporaneamente in tutte le città e regioni italiane”. Lo ha dichiarato il deputato Pd, Giacomo Portas, ai microfoni dei tg a margine dell’audizione odierna del direttore dell’Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi.

“Il 730 precompilato – ha aggiunto Portas – è un’altra rivoluzione di questo governo. D’ora in poi non sarà più richiesto ai cittadini di presentare documenti, ma sarà l’amministrazione finanziaria a raccogliere dati ed elaborarli, al fine di rendere disponibile per il contribuente la propria dichiarazione dei redditi precompilata, lasciando al medesimo solo l’obbligo di verificare l’esattezza e la completezza dei dati”.

“Fatturazione elettronica e 730 precompilato rappresentano una vera e propria rivoluzione che agevolerà i cittadini, creerà risparmio per la nazione e, fra l’altro, sarà molto più semplice capire di tasse e di tributi”, ha concluso Portas.