27/09/2017 - 18:13

Si terrà domani alle 14:30 presso la sala stampa di Montecitorio la presentazione dell’iniziativa che si svolgerà a Roma il prossimo 30 settembre dal titolo “Non lasciamoci rubare la speranza”. Argomenti per l’oggi e il domani della politica.

La manifestazione, collegata a varie attività di formazione sociale e civile svolte sul territorio da numerose aggregazioni, è promossa da Argomenti 2000, l'associazione di amicizia politica che riunisce, attraverso una rete di Circoli e associazioni locali presenti in tutte le regioni, persone dell'area cattolica, impegnate nell'ambito sociale e politico, in particolare nelle amministrazioni locali.  

I lavori di sabato 30 settembre prevedono un primo momento di ascolto di alcune voci del mondo della cultura e del lavoro: parteciperanno tra gli altri, la regista Liliana Cavani, gli economisti Leonardo Becchetti e Gaetano Giunta, Agnese Moro, p. Camillo Ripamonti del Centro Astalli e i giornalisti Franco Di Mare e Luciano Ghelfi.

La parte centrale della giornata è dedicata a cinque workshop su altrettanti temi: Locale e globale: l'Europa e non solo; Sviluppo per una crescita solidale; Una società più equa; Riformare le istituzioni, promuovere il territorio; Per una ecologia integrale.

La finalità con cui l’iniziativa è stata promossa è quella di contribuire, accanto ad altre realtà, ad una elaborazione culturale su temi cui è particolarmente sensibile l'opinione pubblica. Un modo per favorire la partecipazione democratica contrastando le spinte dell’antipolitica.

Saranno presenti, accanto a responsabili di associazioni e di riviste culturali, anche alcuni parlamentari del Pd: Ernesto Preziosi, Vanna Iori, Marina Berlinghieri, Paolo Cova, Mino Taricco, Francesco Prina, Giorgio Santini e l’eurodeputato Luigi Morgano.

20/04/2017 - 19:32

“Non abbiamo votato l'emendamento dei 5 Stelle che chiedeva il riconoscimento dell'eutanasia perché il gruppo Pd fin dall'inizio di questa discussione ha  respinto l'idea di approvare una legge eutanasica". Lo dichiara Ernesto Preziosi, deputato del Partito democratico.

“Al di là del parere della Commissione Bilancio, negativo – spiega – perché prevedeva l’attivazione di strutture ad hoc, l’emendamento dei 5 Stelle non ci ha trovato d’accordo perché avrebbe sbilanciato un’impostazione che tiene insieme la libertà delle persone di decidere sulla propria salute, con l’alleanza terapeutica tra paziente e medico”.

“Preoccupa, anzi, la dichiarazione fatta in Aula dai 5 Stelle, secondo cui questo non è che un primo passo. Con buona pace di chi vede, in questo movimento, elementi di sintonia con il pensiero cristiano”, conclude.

23/11/2016 - 16:34

" Il Referendum è  una opportunità da cogliere, un primo passo verso una riforma più complessiva su cui vale la pena scommettere nonostante alcune criticità su cui peraltro sarà possibile intervenire in fase attuativa. Il tema su cui impegnarsi non sono solo le regole ma la necessità di animare una nuova stagione di partecipazione democratica”. Lo ha dichiarato il deputato Pd Ernesto Preziosi che oggi in conferenza stampa a Montecitorio ha presentato il documento dell’Associazione di amicizia politica ‘Argomenti 2000’. Presenti, in rappresentanza dell’Associazione, Rita Visini, assessore alle Politiche Sociali, Sport e Sicurezza della Regione Lazio e Carlo Rossini, sindaco di Todi. 

“In vista del Referendum del 4 dicembre – ha spiegato Preziosi -  “Argomenti2000”, associazione di amicizia politica, promuove numerose iniziative. L’Associazione collega persone provenienti da diverse associazioni e percorsi di impegno sociale, ecclesiale, culturale e politico”. 

“Il documento – hanno illustrato i rappresentanti dell’ Associazione - passa in rassegna i principali punti della Riforma e considera alcune criticità su cui si ritiene si possa intervenire nella fase attuativa attraverso proposte, fin d’ora segnalate e che in più di un caso saranno oggetto di specifiche iniziative legislative parlamentari e di dialogo con il Governo. Si tratta di interventi correttivi e integrativi che, una volta individuati, possono essere utili sia nel caso di approvazione della riforma da parte del referendum popolare, agendo in questo caso sulle leggi attuative, sia in caso di bocciatura, indicando ad esempio come sia possibile raggiungere gli stessi scopi proposti nella riforma, con provvedimenti anche non costituzionali che possono avere gli stessi effetti andando nella direzione di una sostanziale riforma delle istituzioni. 

“La fase referendaria – hanno proseguito - è quindi solo un passaggio, cui deve far seguito un impegno continuativo. Lo sguardo positivo sulla riforma insieme alla preoccupazione espressa e la volontà di intraprendere un’azione che investe fin d’ora sulla fase attuativa sono fondati sulla convinzione che sia necessario favorire e sostenere, anche per questa via, l'uscita del nostro Paese dalla fase di transizione e di crisi democratica. Ciò sarà possibile anche se – hanno concluso -  un numero esteso di cittadini sarà aiutato ad individuare il vero oggetto del quesito referendario: il futuro della democrazia politica e la fisionomia stessa della Repubblica”.

23/11/2016 - 10:37

Con Ernesto Preziosi, deputato Pd, Rita Visini, assessore allo Sport e Sicurezza Regione Lazio e Carlo Rossini, sindaco di Todi

Oggi alle 12.45, presso al Sala Stampa della Camera, in via della Missione 4, si terrà una conferenza stampa per presentare il documento elaborato dall'Associazione "Argomenti2000" dal titolo: "Scommettere sul Referendum Costituzionale - Uno sguardo positivo investendo sin da ora sulla fase attuativa".

Prenderanno la parola a nome dell'Associazione: Rita Visini, assessore alle Politiche Sociali, Sport e Sicurezza della Regione Lazio e Carlo Rossini, sindaco di Todi e il deputato del Pd Ernesto Preziosi.

22/11/2016 - 20:09

Con Ernesto Preziosi, deputato Pd, Rita Visini, assessore allo Sport e Sicurezza Regione Lazio e Carlo Rossini, sindaco di Todi

Domani alle 12.45, presso al Sala Stampa della Camera, in via della Missione 4, si terrà una conferenza stampa per presentare il documento elaborato dall'Associazione "Argomenti2000" dal titolo: "Scommettere sul Referendum Costituzionale - Uno sguardo positivo investendo sin da ora sulla fase attuativa".

Prenderanno la parola a nome dell'Associazione: Rita Visini, assessore alle Politiche Sociali, Sport e Sicurezza della Regione Lazio e Carlo Rossini, sindaco di Todi e il deputato del Pd Ernesto Preziosi.

13/04/2016 - 14:42

“Un atto di intimidazione come quello compiuto sulla porta della chiesa di San Marco a Fermo, di cui è parroco Don Vinicio Albanese, presidente della comunità di Capodarco, segnala l’intolleranza crescente verso chi compie atti di solidarietà e accoglienza”. Lo dichiara Ernesto Preziosi, deputato del Partito democratico.

“Già nel febbraio scorso – ricorda - due bombe carta erano state fatte esplodere di fronte al portone della chiesa.  Un avvertimento che potrebbe avere più matrici, visti i campi di impegno del sacerdote, dallo spaccio di droga alla prostituzione. Don Vinicio parla di una chiesa attiva sotto tutti i fronti ‘contro il degrado del quartiere e per l’accoglienza dei migranti’, una chiesa che dà fastidio”.

“Insieme alla solidarietà e alla vicinanza con Don Albanese, va intensificato l’impegno culturale prima ancora che politico, per l’integrazione e per la giustizia sociale, fronte su cui non si può lasciare isolata l’azione svolta da sempre da sacerdoti e laici così come da tante donne e uomini di buona volontà che contrastano ogni giorno la criminalità organizzata nelle sue varie forme”, conclude.

26/11/2015 - 19:44

Un’interrogazione al ministro dell’Interno in merito alla situazione che ha visto coinvolte varie sedi della Caritas è stata presentata dal deputato del Pd Ernesto Preziosi.

Si tratta di una serie di intimidazioni ai danni di dieci diocesi del nord Italia (Como, Brescia, Crema, Lodi, Reggio Emilia-Guastalla, Piacenza-Bobbio, Trento, Mestre, Vicenza e Treviso), come reazione  all’impegno per l’accoglienza e l’integrazione che la Caritas declina quotidianamente.  Gli estremisti di " Veneto Fronte Skinheads " hanno esposto sagome tricolori di morti e manifesti funebri contro lo “ius soli”, condannando «il favoreggiamento di un’invasione pianificata di orde di immigrati extracomunitari»; pubblicando la rivendicazione di tali atti sul sito del gruppo, con un comunicato intitolato «Guerra ai nemici della nostra terra». Questo comunicato, che risulta davvero inquietante per la terminologia usata e per i riferimenti all’impegno della Caritas, rende necessaria - a parere del parlamentare - una attenzione adeguata da parte degli organi inquirenti e delle istituzioni preposte alla sicurezza ed alla tutela dell’ordine pubblico. Preziosi ha chiesto al Ministro dell’Interno quali iniziative saranno adottate da parte del governo nei confronti dell’associazione, di cui è evidente la matrice razzista che si richiama alla ideologia fascista, promotrice di inquietanti manifestazioni d’odio, e come indenta assicurare la piena sicurezza delle sedi Caritas di chi in esse vi opera e  ad esse si rivolge.

27/10/2015 - 19:22

Dalle 14 alle 16 presso Sala del Cenacolo della Camera

Mercoledì 28 ottobre dalle ore 14 alle 16 si terrà presso la Sala del Cenacolo della Camera dei deputati (Complesso di Vicolo Valdina, vicolo Valdina 3a) il convegno «Laudato Sì»: teologia, scienza, destino dell’uomo e della Terra. Verso la Conferenza di Parigi sui mutamenti climatici.

All’iniziativa, promossa dal gruppo dei Deputati Pd, sono previsti i saluti del presidente del Gruppo Pd Ettore Rosato e gli interventi di Chiara Braga, deputata Pd e responsabile nazionale Ambiente, Mons. Giampietro Dal Toso, segretario del Pontificio consiglio “Cor Unum”, Erasmo D’Angelis, direttore de L’Unità, Ernesto Preziosi, deputato PD, e Valdo Spini, presidente Fondazione Circolo Fratelli Rosselli.

 

24/09/2015 - 19:26

Si è concluso a New York l’incontro internazionale su “Libertà di religione e di credo”, promosso da un tavolo di parlamentari di diversi Paesi e di differenti confessioni religiose. All’incontro hanno partecipato oltre sessanta delegazioni provenienti da Europa, Africa, Asia e America latina. Per il Partito democratico erano presenti i deputati Marina Berlinghieri e Ernesto Preziosi che, in quella sede, hanno ribadito la convinzione che la libertà religiosa è un diritto assoluto che non può essere negato né subire restrizioni. Tra le proposte avanzate, quella che impegna il governo a usare i fondi della cooperazione del bilancio per difendere e rafforzare la libertà di religione e di credo nel mondo e la richiesta di maggiori strumenti operativi a Lady PESC per produrre uno sforzo più forte e più efficace da parte delle istituzioni europee in termini di azione e promozione della libertà religiosa. Si sta anche lavorando a un incontro da tenersi in Italia, che coinvolga Federica Mogherini, come Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri, e rappresentati delle religioni.

«Per raggiungere gli obiettivi fissati a New York – affermano Berlinghieri e Preziosi – sarà necessario allargare la rete di parlamentari impegnati su questioni legate alla libertà di religione e di credo nel mondo, favorendo la creazione di nuove piattaforme o gruppi parlamentari che sostengano l’articolo 18 della Dichiarazione dei diritti dell’uomo e che siano politicamente e religiosamente eterogenei».

30/07/2015 - 14:38

“Il governo si adoperi per scongiurare la chiusura delle redazioni locali de ‘Il Messaggero’ di Pesaro e Ascoli Piceno e promuova un tavolo di confronto tra gruppo editoriale e organizzazioni sindacali per individuare soluzioni alternative che possano consentire a queste redazioni di poter svolgere il proprio lavoro nelle sedi territoriali di riferimento”. Lo chiede Ernesto Preziosi, deputato del Pd, in una interrogazione parlamentare al presidente del Consiglio.

“La presenza fisica di queste redazioni - prosegue Preziosi - vuol dire ‘prossimità’ alle comunità di riferimento, capacità di ascolto e di comprensione dei fenomeni che si registrano in provincia, nonché dare voce a cittadini, istituzioni e corpi sociali. Desta quindi non poca preoccupazione tale decisione assunta dal gruppo editoriale ‘Caltagirone’ perché rischia di uscirne mortificato ancora una volta il pluralismo in uno dei segmenti più delicati che afferiscono alla democrazia”.

17/07/2015 - 17:38

“Convocare un tavolo di confronto con gli editori con l’obiettivo di scongiurare la chiusura delle riviste ‘Il Regno’ e ‘Settimana’ e consentire il prosieguo della loro attività”. Lo chiede il deputato del Partito Democratico Ernesto Preziosi con un’interrogazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

“Il Centro editoriale dehoniano – spiega Preziosi – ha di recente annunciate che le riviste ‘Il Regno’ e ‘Settimana’, di cui è editore, a fine anno termineranno le loro pubblicazioni. Si tratta di riviste storiche di grande tradizione, punto di riferimento culturale nel mondo cattolico.”

“Le ragioni che hanno indotto gli editori in tale direzione – continua il deputato democratico - risiedono in tanti fattori, e in modo particolare nel peso della crisi degli ultimi anni e nell’incidenza dei costi legati alla distribuzione postale, elemento rilevante per questo tipo di pubblicazioni”.

“Se la loro chiusura fosse confermata – aggiunge Preziosi - si tratterebbe di una perdita molto grave per il pluralismo dell’informazione. E’ una questione che riguarda anche altre pubblicazioni afferenti a una editoria minore di qualità, sulla quale è necessaria una riflessione da parte delle istituzioni competenti”.

“Chiediamo per questo che si faccia il possibile per scongiurare la chiusura delle due riviste, in modo da consentire la prosecuzione delle loro attività, a vantaggio del pluralismo e della valorizzazione di tutte le sensibilità culturali presenti in questo Paese”, conclude Ernesto Preziosi.

 

23/12/2014 - 11:42

Molti i parlamentari che hanno aderito all’iniziativa

In occasione delle prossime festività, nei giorni da Natale a Capodanno, alcuni parlamentari visiteranno gli istituti di pena di varie province italiane insieme all’associazione Argomenti 2000”, presieduta dal deputato democratico Ernesto Preziosi, allo scopo di richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica su una drammatica emergenza del Paese e compiere un gesto di concreta vicinanza a quella parte della popolazione fatta di uomini e donne che, pur scontando una pena, rimangono a pieno titolo cittadini, conservano la dignità della condizione umana e chiedono di essere aiutati ad un reinserimento nella società così come previsto dalla Costituzione.

“L'associazione "Argomenti 2000" – spiega Preziosi - ha redatto un documento che contiene una panoramica sui numeri della situazione carceraria, sui provvedimenti legislativi intervenuti nell'ultimo anno, su quelli che arriveranno prossimamente nelle Commissioni e in aula e alcune riflessioni e proposte, in particolare in tema di lavoro intra ed extra carceri e di ospedali psichiatrici giudiziari. Un report annuale sottoscritto da deputati e senatori che si riferiscono all’ispirazione cristiana, presenti in diversi partiti e da alcune associazioni impegnate nel mondo del volontariato in carcere”.

Tra gli oltre cinquanta parlamentari che, a seguito dell'adesione al documento sulla questione carceraria, si recheranno in varie carceri italiane, segnaliamo: Ernesto Preziosi, visita nel carcere di Villa Fastiggi a Pesaro, l’ on. Maria Amato carcere di Vasto, gli onorevoli Romanini e Patrizia Maestri visiteranno il carcere di Parma. Sandra Zampa visiterà il penitenziario minorile di Bologna, Emma Fattorini il carcere di Rebibbia e Vanna Iori quello di Reggio Emilia; altri parlamentari si recheranno nelle carceri di Brescia, Torino, Nuoro, Palermo, Ancona...

“Un modo concreto – conclude Preziosi - per rendersi presenti in una situazione difficile e per testimoniare, così come affermato da papa Bergoglio, la necessità che il sistema penale vada “oltre la sua funzione propriamente sanzionatoria”, ponendosi “sul terreno delle libertà e dei diritti delle persone”.