27/02/2018 - 19:12

“Con le parole di Di Maio, secondo cui Patrizio Cinque non è più sindaco di Bagheria, prendiamo atto che M5S ha deciso di far mancare il proprio appoggio al sindaco in consiglio comunale”. Lo dichiara Fauto Raciti, deputato del Partito democratico.

“Se come sostiene Di Maio – spiega – Cinque non appartiene più un amministratore sostenuto dai Cinquestelle, dobbiamo concludere che i grillini si apprestano a far mancare il loro sostegno in consiglio. Detto questo, la presa di distanza di Di Maio ci lascia perplessi. Cinque è stato candidato a sindaco dal movimento di Di Maio e fino alla notizia della richiesta a giudizio per Cinque, il capo politico di M5S non aveva nulla da dire sul conto del sindaco di Bagheria”.

“Non vorremmo che si trattasse di una disperata quanto goffa mossa per evitare un nuovo caso, dopo quelli di Caiata e Tasso, di un grillino salito alla ribalta per questioni giudiziarie”, conclude.

12/11/2014 - 16:58

Convegno a Palermo, venerdì 14 novembre

“Giustizia certa e veloce, lotta alle mafie sviluppo legalità e giustizia” . E’ il titolo del convegno organizzato dal Partito Democratico che si terrà a Palermo (venerdì 14 novembre, ore 9,30-19,30, Hotel delle Palme , via Roma)

Un’intera giornata dedicata a proposte e riflessioni sulle prospettive normative nel contrasto al crimine organizzato sempre più internazionale, un contrasto che sia capace di arginare l’azione delle mafie ormai globalizzata. Un confronto sulla necessità di leggi all’avanguardia idonee a sfruttare anche nuovi strumenti investigativi.

Presenti: il ministro della Giustizia Andrea Orlando; David Ermini, Deputato, Responsabile Nazionale Giustizia PD; Emanuele Fiano, Deputato, Responsabile Nazionale Sicurezza PD; Rosy Bindi Presidente Commissione Parlamentare Antimafia; Laura Garavini Deputato PD Commissione Parlamentare Antimafia;Giuseppe Lumia Capogruppo PD Commissione Giustizia Senato; Davide Faraone, Deputato PD Commissione Parlamentare Antimafia;Sofia Amoddio, Deputata PD Commissione Giustizia; Sandro Favi, Coordinatore Dipartimento Giustizia Direzione PD ; Rosario Crocetta, Presidente Regione Sicilia; Franco Roberti, Procuratore Nazionale Antimafia;Carmelo Miceli Segretario PD Palermo; Leonardo Agueci Procuratore Capo f.f. Procura della Repubblica di Palermo; Roberto Scarpinato; Procuratore Generale presso la Corte di Appello di Palermo; Fausto Maria Amato Coordinatore avvocati SOS Impresa e Rete per la Legalità; Vania Contrafatto Magistrato; Fabrizio Ferrandelli,Vice Presidente Commissione Antimafia ARS; Umberto Di Maggio Coordinatore di Libera Sicilia; Vito Lo Monaco, Presidente Centro Pio La Torre; Marco Andrea Manno, Docente di legislazione antimafia Università di Palermo; Fausto Raciti, Deputato, Segretario PD Sicilia, Filippo Marciante, Avvocato, Giuseppe De Gregorio, Magistrato Tribunale delle Imprese; Angela Di Girolamo Responsabile giustizia PD Palermo; Giovanni Felice, Presidente di Liberimpresa; Matteo Frasca, Presidente Associazione Nazionale Magistrati di Palermo, Dario Greco, Presidente Assemblea Organismo Unitario dell’Avvocatura; Ivan Lo Bello Vice Presidente nazionale di Confindustria, Roberto Natoli, Ordinario di diritto privato Università di Palermo; Giuseppe Verde, Direttore Dipartimento Scienze Giuridiche Università di Palermo;

L’evento è trasmesso in streaming su Youdem.Tv

 

02/10/2014 - 14:32

“Il fatto che l’Italia ospiti proprio in questi giorni il seminario del Gruppo speciale Mediterraneo e Medio Oriente della NATO a Catania, in Sicilia, la regione più coinvolta in questi mesi nell’emergenza umanitaria dei profughi e dei migranti, è un segnale importante e un’occasione da sfruttare per rafforzare il nostro protagonismo su tutto il Mediterraneo”. Lo ha affermato Fausto Raciti, deputato PD membro della Commissione Affari esteri e comunitari e Segretario regionale del PD della Sicilia.

“L’Italia - ha proseguito Raciti - sta già facendo tanto sul versante umanitario con l’operazione Mare Nostrum, e la Sicilia è la regione più impegnata sul fronte dell'accoglienza. Da Catania possiamo ripartire rilanciando soprattutto un maggiore protagonismo al nostro fianco dell’Europa. Il futuro del Mediterraneo non può interessare solo noi italiani, ma riguarda tutti, in primis l’Europa”.